Alessandria città delle biciclette inaugura il suo Museo, di Lia Tommi

20171129_230349

Il 30 novembre, alle ore 18, si inaugura il nuovo Museo  Alessandria Città  delle Biciclette, a Palazzo Monferrato, via San Lorenzo, 21 (Terzo piano e sala conferenze). . All’inaugurazione  saranno presenti  una serie di campioni e di famiglie  di campioni del presente e del passato.

Con un omaggio di pista condotto dalla due volte olimpionica Antonella Bellutti,   in compagnia di  Marino Vigna, Domenico De Lillo  e Marco Vanni Pettenella.

La mostra  ripropone  in modo permanente un’esposizione retrospettIva sulla prima bicicletta  giunta in Italia, da Parigi ad Alessandria  nel 1867, e che  ancora oggi pedala a ritroso nel tempo, conquista ed appassiona in un  luogo  della  memoria  a due ruote che diventa Museo.

ALESSANDRIA CITTÀ DELLE BICICLETTE  – CVA Circolo Velocipedisti  Alessandrino

Bell’Idea, l’Associazione Idea, di Cristina Saracano

BELL’IDEA, L’ASSOCIAZIONE IDEA

dio malefemale

Alessandria: Di solito il mercoledì pomeriggio, vicino al famoso ponte Meier, precisamente in via Toscanini, ad Alessandria, l’associazione IDEA incontra i suoi soci, i collaboratori e chi li vuole conoscere.

Si accede da un cortile che porta direttamente ai suoi locali pitturati di verde speranzoso, un tavolino al centro, la macchinetta per un caffè e qualche disegno incorniciato e appeso al muro, recante il tema comune: la disabilità.

Paolo Berta ci accoglie simpaticamente, con un “W le donne!”

Il ghiaccio è rotto, Pier Carlo sistema obiettivo e set per la registrazione e io, in mezzo a queste persone diversamente abili, ma affabili, mi sento subito a mio agio.

Paolo spiega che il progetto di eliminazione delle barriere architettoniche risale alla giunta Scagni, poi, dopo il 2005, più nulla, soltanto una sistemazione ai marciapiedi di via Cavour, durante il quinquennio di Rita Rossa, i problemi dei disabili sono rimasti al palo, anche a causa del dissesto del comune di Alessandria. Continua a leggere “Bell’Idea, l’Associazione Idea, di Cristina Saracano”

Dio e le differenze di genere

di Mauro Fornaro https://appuntialessandrini.wordpress.com

Alessandria: Non c’è da stupirsi se la terrestre questione delle differenze, reali o presunte, tra donne e uomini sia arrivata alle soglie delle sfere celesti: di che genere è Dio? Più esattamente, perché il Dio ebraico-cristiano è padre e dunque presumibilmente maschio, come nelle splendide raffigurazioni della Cappella Sistina? È una questione che Stefano Zecchi tocca su Il Giornale del 25 novembre, a pagina 12, sotto il titolo “Dio neutro, senza genere.

Il politicamente corretto arriva persino in paradiso”. Lo spunto dell’articolo è offerto da una recente presa di posizione della Chiesa svedese (non si specifica se cattolica o protestante) che in nome della parità di genere propone di parlare di Dio al neutro.

Si ingenerano così non poche difficoltà linguistiche laddove i nomi si ripartiscano in maschili e femminili, ma soprattutto difficoltà teologiche enormi pensando al dogma trinitario (Padre, Figlio e Spirito Santo): “…. per milioni di cattolici si tratta di una volgarità che li offende nella loro fede”, conclude l’autore dell’articolo.

dio malefemale.jpg

Porsi a difensore di consolidate credenze cristiane non sembra però l’intento primario di Zecchi, che lascia la questione ai teologi. Piuttosto la questione è occasione per un ulteriore attacco particolarmente ruvido a quanti, scrive Zecchi, visti i “processi di globalizzazione, le incertezze delle appartenenze, religiose, sociali, sessuali, … esibiscono la manifesta stupidità di chi non è capace di rimanere silenziosamente imbecille”. Il riferimento va a quelle correnti che negano il valore di stabili identità e dunque di chiare differenze: è un trend sostenuto dalla cultura della società liquida, che scioglie appunto le identità di ogni tipo nella fluidità e reversibilità, segnatamente le diverse identità femminile e maschile. Continua a leggere “Dio e le differenze di genere”

Luigi Sturzo, santo per la politica

di Agostino Pietrasanta.

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Alessandria: Rispetto e seguo con interesse alcune delle cause per la canonizzazione di chi ci ha preceduto nel segno della fede e della vita cristiana, ma non mi entusiasmano le inflazioni. Tuttavia constato con soddisfazione che si è concluso a Roma, l’iter processuale diocesano che ha riconosciuto l’eroicità delle virtù praticate da Luigi Sturzo; penso che per la politica ed i politici sia urgente una protezione anche nazionale, oltre quella particolarmente cospicua di Tommaso Moro.

Ovviamente, in opportuno ossequio a ciò che mi prescrive l’autorità ecclesiastica, non anticipo giudizio alcuno circa la possibile conclusione di santità per il sacerdote calatino, ma sul grado delle sue virtù cristiane, oltre i riconoscimenti processuali canonici, residuano sicuramente alcune straordinarie testimonianze di prospettiva storica.

don-sturzo.jpg

Intanto c’è una riconosciuta lucidità intellettuale nella definizione del ruolo della politica; definizione che, in considerazione del contesto in cui fu portata a proposta, non manca di un coraggio eroico, capace di fondare l’autonomia dei laici negli impegni temporali e nella costruzione della città dell’uomo.

Sturzo non lo fece contestando eventuali ingerenze della Chiesa nella politica, ma ricuperando la dimensione universale della Religione rispetto alla inevitabile divisione della politica e della relativa rappresentanza settoriale. Si trattò di intuizione felicissima che evitò condanne da parte dei vertici ecclesiastici, ma nel contempo si realizzò un comportamento eroico nel rivendicare un’autonomia che liberava la Chiesa da un surrettizio coinvolgimento nelle parti del confronto dialettico tra rappresentanze contrapposte. Continua a leggere “Luigi Sturzo, santo per la politica”

Ad Alessandria alcuni degli italiani combattenti nel Kurdistan occidentale

davdi Maria Luisa Pirrone. Alessandria

Dai media sappiamo tutto, o quasi, dei Foreign Fighters che in Siria ingrossano le fila dell’Isis. Sappiamo poco o nulla, invece, dei combattenti stranieri arruolati nelle milizie curde contro il Califfato del terrore. Tra questi volontari, ci sono anche degli italiani, e sabato scorso l’Associazione Verso il Kurdistan ha organizzato un incontro pubblico con alcuni di loro presso il Teatro Parvum. Un’occasione rara nella nostra città per conoscere una pagina di storia contemporanea ignorata o trattata con imprecisione dal giornalismo italiano.

675x350_bonus-kurdistanLe Unità di Difesa del Popolo o YPG sono forze di autodifesa della regione a maggioranza curda nel nord della Siria, sorte nel 2004 a seguito di violenti attacchi del regime di Bashar Al-Assad contro i curdi, popolo da sempre privato di un riconoscimento ufficiale, vittima di un genocidio culturale oltre che fisico e suddiviso geo-politicamente in quattro parti tra le potenze circostanti (Siria, Turchia, Iraq e Iran). Le pesanti repressioni contro chi non si uniformava al regime spinsero i curdi siriani ad organizzarsi politicamente attraverso il Partito di Unione Democratica e militarmente dislocando le YPG sul territorio.

Continua a leggere “Ad Alessandria alcuni degli italiani combattenti nel Kurdistan occidentale”

Si può vivere bene anche senza uccidere e mangiare gli animali

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Alessandria: La dieta vegana fa discutere e gli ultimi casi che si sono registrati un pò in tutta Italia di genitori che la impongono ai propri figli, a volte anche neonati, sono approdati persino in Parlamento. La deputata di Forza Italia Elvira Savino, ha presentato una proposta di legge, per impedire ai genitori di imporre ai figli un’alimentazione troppo restrittiva, a suo avviso con il rischio di gravi danni alla loro salute.

Sui casi di bambini vegani denutriti che hanno tenuto banco sui giornali, Il fatto Quotidiano dopo averli approfonditi, scrive, documentando quanto sostiene, che in merito c’è stata molta disinformazione.“La dieta vegana non è incompatibile con la crescita del bambino, ma deve essere accompagnata da un’attenzione particolare e costante per evitare carenze di sostanze fondamentali per la crescita del bambino e per la stessa vita”. 

Attenzione alla dieta che in effetti riguarda tutti i bambini, anche non vegani o vegetariani, dato che ogni giorno si presentano problemi derivanti da un’alimentazione sbagliata, infatti i dati sui minori (e non solo) obesi in Italia seppur inferiori a quelli degli Stati Uniti, sono comunque preoccupanti. 

Il gruppo animalista Agire Ora di Alessandria, grazie al contributo di attivisti e simpatizzanti vegan e sostenitori di una società che tuteli gli animali in quanto essere senzienti, in questi giorni ha effettuato una campagna di contro comunicazione con l’affissione di 5 grandi poster in tutta la città, per contrastare i numerosi manifesti delle varie sagre che propongono feste con animali uccisi e cucinati in vari modi. Continua a leggere “Si può vivere bene anche senza uccidere e mangiare gli animali”

Occorre tutelare la sicurezza dei cittadini e delle forze dell’ordine

In un contesto di terrorismo crescente, immigrazione dilagante e crisi economica perdurante, non è improbabile prevedere in prospettiva un aumento dei comportamenti criminali, pertanto alfine di non farci trovare impreparati e rischiare di essere travolti dagli eventi, servono leggi, mezzi e strumenti idonei a garantire la sicurezza dei cittadini e delle forze dell’ordine nell’espletamento delle loro mansioni.

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Alessandria: Tempo fa il giornale Il Piccolo ha riportato la notizia di una maxi rissa (e non è la prima volta che succede) in viale Milite Ignoto angolo Spalto Marengo. Verso le 21.00 gli agenti della sezione volanti della Questura di Alessandria sono dovuti intervenire per sedare una rissa fra extracomunitari, di eta compresa fra i 19 e i 30 anni, che si picchiavano selvaggiamente. Due sono stati fermati mentre gli altri si sono dati alla fuga, inseguiti e raggiunti, per evitare l’arresto hanno cercato di aggredire gli agenti, che nonostante i colpi ricevuti sono riusciti a bloccarli. Portati in Questura i due hanno continuato a mettere in atto comportamenti aggressivi nei confronti degli agenti.

telecamera-polizia copia.jpg

In questo caso fortunatamente per le forze di pubblica sicurezza non ci sono state gravi conseguenze, ma come ben sappiamo poteva andare diversamente, come purtroppo è già successo in altri casi a livello Nazionale. Pertanto anche alla luce di un crescente aumento della criminalità nel nostro Paese (e in prospettiva la situazione non migliorerà di certo) forse è giunto il momento di prendere in considerazione l’approvazione di nuove leggi, sia in merito alla legittima difesa per quanto riguarda i cittadini, che per dotare le forze dell’ordine di strumenti idonei da utilizzare per fermare chi commette violenze e reagisce all’arresto e questo indipendentemente se italiano o extracomunitario. 

Occorre ricordare che molti agenti sono anche padri di famiglia con mogli e figli a carico, perciò vanno messi nelle condizioni di continuare a tutelare la sicurezza dei cittadini, senza rischiare la vita ogni volta che sono chiamati ad intervenire in tali situazioni.

CRISI 3M. Federico Fornaro MDP: Governo ha risposto all’interrogazione

federico Fornaro

” Oggi il Governo ha risposto alla interrogazione che il senatore Federico Fornaro (MDP) aveva presentato alcune settimane fa in merito alle vicende del sito produttivo di Predosa della società 3M Italia.

La viceministro Teresa Bellanova ha confermato che nei giorni scorso è stato firmato l’accordo per la cessione del ramo d’azienda dalla 3M a una nuova proprietà, la famiglia Piana di Genova, che prevede la riassunzione dal 1 dicembre del 38 operai dello stabilimento di Predosa, mentre per i 4 impiegati, in realtà dipendenti della sede 3M di Pioltello (MI), è in corso una trattativa.

É stato, inoltre, assicurato che il Ministero dello sviluppo economico porrà attenzione all’evoluzione di tale vicenda industriale, dando la propria disponibilità per qualsiasi futuro intervento si dovesse rendere ancora utile e necessario.

Il senatore Fornaro ha infine sottolineato come ai fini della ricerca della soluzione che ha scongiurato la chiusura dello stabilimento 3M di Predosa, sia stata fondamentale l’azione del Prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri, il senso di responsabilità dei sindacati e dei lavoratori e la positiva azione dei dirigenti dell’azienda ai diversi livelli”.

Un bicchiere d’acqua, di CHIMICADELLEPAROLE

di CHIMICADELLEPAROLE

C’è una cosa che mi diverte tanto. Ogni volta che entro in un bar in cui non mi conoscono e ordino un caffè, chiedo anche un bicchiere d’acqua.
E fin qui nulla di strano.
Il bello viene quando mi chiedono se voglio l’acqua liscia o gassata.
Io, con aria disinvolta e impassibile, rispondo dicendo:
“Leggermente liscia”.
E li nasce lincertezza di chi sta dietro al balcone!
Allunga la mano su una bottiglia, poi ci pensa, poi afferra l’altra, poi mi guarda (io impassibile osservo) poi magari guarda i colleghi…
Io dentro di me rido tantissimo. Poi mi scappa per forza un sorriso e li realizzano che si tratta di uno scherzo.
Che spasso ogni volta!
Sono bastardo dentro, lo so, ma poi ci si fa tutti una bella risata e si fa subito amicizia…
Provate, ditemi se non è divertente…
Sono curioso di sapere se anche dentro di voi c’è quel lato bastardo che si diverte a mettere simpaticamente gli altri in difficoltà…
A presto…

https://lachimicadelleparole.wordpress.com

Marchesi del Monferrato: Contributo fondazione cralessandria

Alessandria:Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha deliberato l’assegnazione di un contributo in favore del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” a sostegno del progetto Aleramici in Sicilia.

Come sottolinea Roberto Maestri – presidente de “I Marchesi del Monferrato” – si tratta di un fondamentale supporto per un’iniziativa che sta riscuotendo considerevole interesse in ambito piemontese, ligure e, ovviamente, siciliano.

Il progetto Aleramici in Sicilia intende ricostruire la storia di una emigrazione medievale, dimenticata, che portò molti abitanti del Piemonte meridionale a cercare fortuna nella Sicilia dei Normanni. Una vicenda che porta i nostri corregionali a confrontarsi con alcune delle più prestigiose dinastie europee: normanni, svevi, angioini, aragonesi… rendendoli protagonisti di alcuni eventi fondamentali nella storia della Sicilia, tra cui la “Guerra del Vespro”.

Ma il progetto non implica solo aspetti storico-culturali ma anche di valorizzazione turistica dei territori ed enogastronomici; infatti, tra gli aspetti più interessanti, c’è sicuramente la presenza dei vignaioli piemontesi che andarono a popolare le attuali province di Catania e di Messina: sono state trovate pergamene che contengono contratti di acquisti e vendite di vigne e sono state avviate le ricerche per raccogliere informazioni su possibili tentativi di impiantare “nostri” vitigni in Sicilia.

Marchesi del MonferratoMaestri-Taverna

Nel corso del 2018 saranno promosse numerose iniziative per la valorizzazione del progetto, tenendo anche contro che Palermo sarà Capitale italiana della Cultura, una grande occasione per far conoscere la nostra storia, e i nostri prodotti, in Sicilia.

Tenendo conto di queste considerazioni “I Marchesi del Monferrato” non possono che esprimere il loro ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ed in particolare al suo presidente Pier Angelo Taverna da sempre pronto a cogliere gli spunti utili alla valorizzazione del nostro territorio.

Circolo Culturale i Marchesi del Monferrato

Roberto Maestri

I miei primi 40 anni di CHIMICADELLEPAROLE

di CHIMICADELLEPAROLE

I miei primi 40 anni sono stati…
Sono stati…
Sono passati.
Da prima lentamente, poi con un ritmo in crescendo fino a volare.
Sono stati emozionanti.
Posso dire che è valsa la pena viverli.
Fin quì sono stato protagonista della mia vita?
A tratti si. Ed è stato il periodo di cui mi ricordo con più piacere naturalmente. Poi a singhiozzi.
Per lunghi periodi no.
Ma è comunque servito a rendermi consapevole di ciò che voglio veramente dalla vita. Per questo non li rimpiango completamente, non è stato tempo sprecato.
Ho conosciuto tante persone che mi hanno arricchito e ho capito molte lezioni di vita.
È curioso che finisco i miei primi 40 anni da protagonista.
Guardo al futuro con ottimismo e con la solita voglia di avvenuta che non mi ha mai abbandonato nonostante sia stata soffocata per tanti anni.

Posso affermare che “l’unica certezza nella vita è stato il cambiamento”.
Mi rendo conto che non sono più un ragazzo, la curva parabolica della vita comincia a prendere una piega diversa. Ma si tratta di ciò che è fisico, lo spirio è sempre in movimento per inventare, scoprire, conoscere tutto ciò che si può conoscere per nutrire il desiderio interiore che non si sazia mai.
Così ora prendo le mie quattro valige piene di speranze e di sogni e vado verso il mio futuro.
Non pretendo che sarà un successo, ma sicuramente sarà una gran bella avventura.

https://lachimicadelleparole.wordpress.com

Un’altra volta

Un’altra volta

Harbor Scene – Jacoba van Heemskerck

Di tutto ciò che ho amato
non rimane che un ricordo
di una bellezza svanita
che porta con sé
un vasto risonante silenzio,
eppur nondimeno – interiormente
ogni giorno patisco
il vigore della primavera
che provocante affonda
con dolore e angoscia
la sua lama nella ragione
che ogni senso offende,
che ogni brama
e desiderio insulta.

Un altra volta.jpg

Non rimane che arrendersi
e tenersi il respiro alla gola
come se le stelle nel cielo
non ci fossero mai state
e tu non mi avessi mai
sfiorata,
come se la morte
non fosse mai passata
e il vino non si fosse
mai mischiato alla polvere,
come se quel sudore d’estate
emergesse di nuovo
e io potessi amarti
un’altra volta.
https://seidicente.wordpress.com/

 

VIPSANIA SOL MINORE di rebeccastories

di rebeccastories

Cosa mi hai fatto? Che mi levigo e son viscosa, mi sciolgo e mi raggrumo, sulla battigia, fra la schiuma della meraviglia e la saliva di qualche rantolo sconosciuto – intrappolato, forse, nelle pieghe delle onde – m’intingo ancora un po’ nel verdeacqua per attenuare i sensi e provare a svenire. Cosa mi hai fatto mare? Stormi neri di parole si mordono l’un l’altro lungo tutte le mie braccia, si accoppiano fra la pelle delle cosce, gonfiano i miei zigomi per i sospiri furiosi e le spalle, quanto prudono le mie spalle secche, la testa ne è sorretta male. Strofino un po’ il petto sul fondale per liberare le bolle vitree, come ciondoli dal naso, che tintinnano di solitudine, ma ancora – da quanto ormai? – la lingua salata e mostruosa mi consuma la pelle, i pensieri, strusciandomi il ventre sul ventre, della sabbia. Ancora.

Mi annoda e m’incastra fra buste plastiche, rifiuti dal fondo del mare, le reti abusive, i rami marci lasciati morire. Un ammasso di cose poco pesanti, fra cui anche il mio cuore, che naufraga e naufragano, ancora naufraga, ancora. Verdeacqua, bolle, ventre, onda, schiuma, ventre, verdeacqua, bolle, alghe sugli occhi, ventre, fauci dell’onda, schiuma, saliva, ventre, verdacqua, vetro dal naso, ventre, bacio dell’onda, battigia, ventre, risacca, verdeacqua, sacchetto, biglie di vetro, ventre, lingua dell’onda, spuma, ventre, sabbia, risucchio, sospiro, verdeacqua…

VIPSANIA.jpg

Eppure ho visto qualcosa laggiù. Una barca bianca, quasi immobile.
Ventre sul fondale, agito le braccia per nascondermi all’onda. La oltrepasso e nuoto, ventre sul fondale, nuoto fino al blu scuro, terribile, freddo. La barca! Eccola a pochi metri, pare morbida, la raggiungo in superficie. É mia, l’ho trovata. Una barca di donna. La osservo, arrivano le diomedee, mi raccontano la sua storia. Mi dicono di portarla via, o la seppelliranno là, sopra quella isola. Lei non avrebbe voluto. Vipsania? Non puoi più parlare con nessuno.
Continua a leggere “VIPSANIA SOL MINORE di rebeccastories”

The Nut Job 2: Nutty by Nature, al cinema

Nut Job 2 – tutto molto divertente

Un film per i più piccoliI, una scorribanda nell’azione e nella comicità più elementare, con elogio all’amicizia.

Regia di Cal Brunker. Un film con Will Arnett, Katherine Heigl, Maya Rudolph, Bobby Cannavale, Jackie Chan, Bobby Moynihan. Cast completo Titolo originale: The Nut Job 2: Nutty by Nature. Genere AnimazioneUSA, Canada, Corea del sud, 2017, durata 91 minuti. Uscita cinema giovedì 23novembre 2017 distribuito da Notorious Pictures.

Recensione di Marianna Cappi

da: http://www.mymovies.it/

Lo scoiattolo Spocchia e i suoi amici se la spassano alla grande, sgranocchiando senza sosta nel negozio di noccioline. Andie, invece, è critica verso il loro comportamento: non sono più in grado di andarsi a procurare il cibo, stanno tradendo la loro natura. Cosa succederebbe se improvvisamente avessero bisogno di tornare a cercare le ghiande? Puntuale, lo scenario si avvera, e Spocchia e gli altri si trovano in grande difficoltà. Come se non bastasse, il sindaco corrotto vuole trasformare Liberty Park in Libertyland, un parco di divertimenti, e cacciare tutti gli animali dal prato. A Spocchia e ai suoi non resta che dichiarargli guerra e questa volta Andie non li lascerà soli. Continua a leggere “The Nut Job 2: Nutty by Nature, al cinema”

Nuovo appuntamento di “Movie Blues” stagione musicale al Cinema Macallè con il concerto di Joakim Tinderholt Quartet

nuovo Joakin Tinderholt 7 Dicembre 2017 CinemaMacallè.jpg

di Salvatore Coluccio

Alessandria, Cinema e teatro Macallè di Castelceriolo: Giovedì 07 Dicembre 2017 Nuovo appuntamento di “Movie Blues” stagione musicale al Cinema Macallè con il concerto di Joakim Tinderholt Quartet tra i migliori chitarristi della nuova scena di Blues e R’n’B europea, dopo il successo ottenuto al Summer Jamboree, Joakim Tinderholt torna in Italia accompagnato da una band d’eccellenza italiana di livello internazionale. Nel corso della serata verrà presentata ufficialmente la stagione 2018 organizzata con il supporto e il sostegno di Alegas.

Giovedì 07 Dicembre 2017

Cinema Macallè – Alessandria, Castelceriolo

Joakim Tinderholt Quartet in concerto

joakimtinderholt.com

Formazione:

Joakim Tinderholt – chitarra e voce

Stelio Lacchini aka Mr.Lucky Luciano – basso e voce

Vincenzo Barattin – batteria

Enrico Crivellaro – chitarra

Apertura Porte ore 21,30

Inizio Concerto ore 22,00

Ingresso € 15

Info Organizzazione 389 422 61 72

 

Note Biografiche

Joakim Tinderholt – chitarra e voce

joakimtinderholt.com

Nonostante la relativamente giovane età, il cantante e chitarrista R’n’B e Blues Joakim Tinderholt è già un navigato uomo di spettacolo e un talento da tenere in considerazione nei prossimi anni. È considerato uno dei migliori artisti norvegesi di R’n’B e Blues tradizionali e ha già suonato con artisti internazionali del calibro di Rick Holmstrom, Mitch Kashmar, Kid Ramos e The Delta Groove Revue. Joakim Tinderholt nel 2005 è stato chiamato dai membri della famosa band Muddy Waters Blues Club a far parte di questa rock and roll e blues band dallo stile. Continua a leggere “Nuovo appuntamento di “Movie Blues” stagione musicale al Cinema Macallè con il concerto di Joakim Tinderholt Quartet”