Una lacrima tra i fuochi d’artificio, di Dario Menicucci

una

di Dario Menicucci

Una lacrima tra i fuochi d’artificio

Ho scorto una lacrima
sui tuoi occhi delusi
un profondo dolore
in quel tenue sorriso.

Hai abbassato la testa
per non farti vedere
con la mano un saluto
dalla porta socchiusa.

Sono andato nel buio
verso il nuovo anno
con un’altra spina
sulla pelle ormai lisa.

Son rimasto da solo
nella pioggia di luci
quella goccia di fuoco
sul mio cuore impietrito

Dario Menicucci

DAL POZZO DEL SILENZIO HO ATTINTO UN CANTO, di Gianni Regalzi

dal pozzo

di Gianni Regalzi

(Sonetto fra i miei preferiti tra le oltre 1500 mie composizioni)

DAL POZZO DEL SILENZIO HO ATTINTO UN CANTO

Dal pozzo del silenzio ho attinto un canto

che muto al vento urla il suo dolore.

Null’altro reca l’eco che il mio pianto

e spegne ad ogni fiore il suo colore.

È un canto d’armonie intense e lente

bagliori d’un amore tormentato,

che ancor sconvolge tutta la mia mente,

ma inesorabilmente è tramontato. Continua a leggere “DAL POZZO DEL SILENZIO HO ATTINTO UN CANTO, di Gianni Regalzi”

UN ALTRO ANNO SE NE VA, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

26170336_314707395701972_5433877566879092752_o

di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

UN ALTRO ANNO SE NE VA

E così un altro anno se ne va.
Eccoci qui a frammentare i giorni:
polvere di ricordi da soffiare via.
È un’ illusione credere
che i momenti difficili
non torneranno più.
Ed è altrettanto inutile
pensare di aver perso
definitivamente
le nostre giornate migliori.
La ruota della vita non si ferma,
gira incessantemente,
e del futuro nessuno conosce
la mappa sicura.
Perciò non ci fissiamo
sull’ ignoto domani,
aspettandoci gioie immense
oppure temendo chissà che.
Viviamo!
Viviamo soltanto!
Buon anno nuovo all’Umanità!

Mariangela Ottonello 31/12/2017

BUON ANNO A CHI VI PARE, di Roberto Busembai

26111924_10208914209527533_1826822872001420903_n

di Roberto Busembai

BUON ANNO A CHI VI PARE

Si spengono le luci dell’anno vecchio,
barcolla pure per andare definitivamente a letto,
inciampa tra sedie e poltrone, divani e suppelletti
non vede cosa lascia e non gliene frega niente,
l’importante è lasciare questa terra
in assoluta indifferenza, sempre quella
che ogni anno vecchio, da molto tempo,
ci lascia di trascorrere in un solo momento.

E ci si ritrova a tavola, stavolta con amici,
o almeno tali, parenti ci sono già stati a Natale,
un poco di allegria, più poco, che allegria stessa,
solite parole, qualche frase matta,
non ci ride più nessuno, è la stessa
di ogni anno finito,
qualche cosa da mangiare, tanto per riempire
lo stomaco che brontola nella pancia,
un brindisi all’ora esatta, che non è mai
quella vista nelle televisioni, o sopra il
display di un computer o telefonino,
già proprio quello che ora comincia a brillare,
Auguri ovunque tu sia, buon Anno a te
e a chi vi pare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine The conversation at the round table, 1866, Vasily Perov

L’insegna la puoi mettere, ma quanto ti costa!

Pensieri Puzzle

volontari_soccorsoIl caso. Associazione di volontariato di Donnas che aiuta persone in difficoltà sul territorio della Bassa Valle d’Aosta. Cambiano sede, quella nuova è sulla SS26 e non sono proprio riconoscibili. La soluzione una vetrofania, ma la competenza è dell’Anas, loro sono gentili, ma vogliono progetti, relazioni tecniche, sopralluoghi… e tutto questo costa.

L’ho raccontato su La Sentinella del Canavese

DONNAS. I volontari del soccorso di Donnas, come già avevano annunciato, hanno cambiato sede, potendo così gestire meglio i servizi che offrono alla popolazione, passando da una stanza del poliambulatorio a spazi più ampi di via Roma 162: «La sede nuova – spiega Roberto Milanaccio, membro del direttivo – ci permette di organizzare, seguire meglio e concentrare gli sforzi impiegati per i trasporti sociali di Aeneas, e la distribuzione di generi per bambini con Demetra».

La sede occupa i locali che prima erano di un colorificio e quindi c’è la…

View original post 311 altre parole

Medaglie e patacche

Pensieri Puzzle

Un giorno mio nonno paterno decise di regalarmi le medaglie del Cavalierato di Vittorio Veneto. Non era fiero di quei due nastrini, perchè gli ricordavano momenti davvero brutti, che secondo lui non meritavano medaglia.

Già, la medaglia, segno di distinzione per aver fatto qualcosa a beneficio degli altri. In “Cuore”, splendido libro di De Amicis, le medaglie abbondano come premio scolastico e i ragazzi ci tenevano davvero. La storia racconta che l’esercito tedesco continuava a distribuire Croci di Ferro, anche quando i russi già suonavano la balalaika a Berlino. Un segno di distinzione, che nel prossimo avrebbe dovuto ispirare rispetto e deferenza per chi la portava.

vittorio_venetoOggi vedo raramente portare al bavero i cosiddetti nastrini, che sono la versione leggera delle onorificenze, qualcosa in più l’appartenenza ai Club come Rotary o Lions. Forse non è più l’epoca di dimostrarsi servitori di uno Stato, oppure sono più quelli che si fanno…

View original post 226 altre parole

Ama!

MILY

E’ vero…non sono un medico né tanto meno un’esperta del settore, eppure mi è bastato guardarti negli occhi per capire quale fosse il tuo problema.

Il tuo cuore sta ancora lacrimando.

Ne è passato di tempo da quando è stato ferito l’ultima volta, ma evidentemente ha subito un colpo talmente tanto violento da non essere in grado di risanarsi velocemente.

Sono dell’idea che piangere fa bene, perché è una manifestazione della veridicità, profondità e sincerità dei propri sentimenti.. E’ una delle più spontanee forme di empatia, proprio in virtù del fatto che dimostra quanto si è legati e si ami una persona. Alcuni si vergognano di ammetterlo, o addirittura si nascondono nel farlo, e invece di lasciar scorrere le lacrime sul viso, le lasciano incrostarsi sul cuore. Eppure non c’è niente di più pericoloso: quella che infatti nasce come azione positiva e di purificazione per la propria anima, rischia di diventare un logoramento…

View original post 223 altre parole

L’incontro

MILY

Ad attendere sulla banchina assieme a me ho incontrato un uomo, visibilmente nervoso nonostante mancasse ancora del tempo prima dell’arrivo del treno. Così, con il pretesto di sapere l’ora, mi ha raggiunto e ha cominciato a raccontarsi, trasformando la sua agitazione in parole concitate ma ricche di emozione.
Stava aspettando la moglie che era dovuta partire qualche giorno dopo il loro matrimonio, ormai quasi un anno fa.
Il treno è arrivato e lei è scesa.
Era davvero molto bella.
Ma non quanto lui nel vederla correre dalla sua parte.
E non quanto loro due assieme, che stringendosi in un abbraccio senza fine, hanno cominciato a piangere una sulla spalla dell’altro.

View original post

Persone colorate

MILY

“Mi sono detto che prima di partire avrei donato una rosa ad una sconosciuta e ho scelto te.
Non fraintendermi o spaventarti: il mio gesto non ha secondi fini, è che di tutte le persone che ho incontrato oggi tu sei stata la prima che mi ha ispirato fiducia e amore.
E di questo ti ringrazio, perché avevo bisogno di incontrare qualcuno di colorato, in questo mondo così grigio.”

Che cosa abbia fatto per meritarmi così inaspettate e belle parole non so, però ci tenevo a condividere l’episodio perché in realtà è grazie a persone come quel ragazzo che a detta sua non divento anch’io “in bianco e nero”.

View original post

Credo nell’Amore

MILY

Credo nell’Amore.

In quello vero,

penetrante,

avvolgente,

che ti tiene sveglio la notte

e che ti fa bene all’anima.

In quello che ti fa pensare all’altro prima ancora che te stesso.

In quello che ti dona un sorriso,

un abbraccio,

un bacio.

Credo nell’Amore che ti sta vicino,

su cui puoi sempre contare,

che ti incoraggia e ti sprona a migliorarti.

Quello che ti parla con dolcezza

e che ti cancella le lacrime dal viso.

Quello che ti regala la sua essenza

e che non ha paura di mostrarsi in tutte le sue forme.

Credo nell’Amore,

che è ossigeno per il nostro corpo,

nutrimento per il nostro cuore

e salvezza per la nostra anima.

Ognuno ha il suo.

E il mio sei tu.

View original post

La libertà, di Andrea Patrone

di Andrea Patrone

La libertà ( è tra i rovi )

Poi all’improvviso lei si alterna e
come un pendolo va e viene con
parole che non sembrano vere,
è la libertà che mi hanno donato
uomini dal tempo che sono nato.
Oggi con gli occhi chiusi vedo la
sua prigione e sento la sua rabbia
per questa antica sabbia.
Son visi quasi uguali con grandi
occhi bianchi come i sali, suoni
sconosciuti corrono nell’aria con
la speranza di una gran mattanza,
è un’ invasione con poco onore e
dona solo lana sulla terra e non seta
a coprire il freddo della guerra, non
vede il bisogno di chi ne ha diritto,
ma resta sorda e dice:
“è solo un capriccio.”
Il vento della Storia non muove nessun
stendardo, da sempre dice al povero
cosa deve fare per salire sull’altare e al
ricco suggerisce di non parlare al cuore
se vuole essere…felice.
La libertà non è una chimera se puoi
girar la schiena …a qualsiasi…bandiera.

Andrea

Capodanno 2018: Limitazioni alla vendita e somministrazione di bevande in contenitori di vetro

no-alcool-divieto_0

Alessandria: Si comunica che in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno 2018, dalle ore 19 del 31 dicembre 2017 alle ore 6 del 1° gennaio 2018, nell’area interessata dalla manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale, vigerà  il divieto di somministrare, vendere e/o distribuire (anche gratuitamente) bevande in contenitori di vetro per asporto.

Il divieto è rivolto a tutti gli esercizi di vendita, di somministrazione alimenti e bevande, artigianali e ai punti di ristoro temporanei, situati in: piazza Marconi, piazza Garibaldi, corso Roma, via della Vittoria, via San Lorenzo e relative vie traverse. Sarà consentita esclusivamente la vendita in contenitori di plastica o carta.

Vigerà, inoltre, per chiunque il divieto di immettere bevande in contenitori di vetro nell’area della manifestazione, sia per uso proprio che con l’intento di distribuirle ai presenti, anche se a titolo gratuito.

È consentita la somministrazione di bevande in contenitori di vetro esclusivamente all’interno dei locali.

CONSIDERAZIONE, di Miriam Maria Santucci autrice

CONSIDERAZIONE

Miriam Maria Santucci autrice

CONSIDERAZIONE
di Miriam Maria Santucci

Un tuono
che ruzzola
nella nebbia nera
della notte.
Un uragano
che squarcia
il mare
e scopre le ferite
profonde
degli abissi
è la voce che non t’ama
e s’insinua
con parole di silenzio.

(1965)

Poesia tratta dalla raccolta “Le Impronte della Vita”.

© Copyright 2015 – Miriam Maria Santucci

Tagliatelline ai carciofi

Lenticchie in umido con chiodini, radicchio e castagne e ciaone2017

Cuore di lupo, di Maurizio Ostuni

Cuore di lupo

di Maurizio Ostuni

Cuore di lupo
Ti vidi arrivare quella sera, avvolta da profumi di incenso, guardai i tuoi occhi arrossati, i capelli mal messi e un viso soddisfatto.
Un bottone sganciato. Tu sempre impeccabile impensabile cosa le tue voglie perverse ti facessero fare. Ti si leggeva nell’animo che passasti la notte godendo dei tuoi giochi proibiti.
Sentii l’odio bruciare, odio di uomo ferito nel cuore.Trafitto da spine ormai consumate, posate dalla tua mano vile :
ti odiai come si odia solo il propio boia.
Ma sapevo come eri e nulla potevo contro
la tua natura, nulla potevo se non accettare.
Sapevo quello che avevo, tu così perfida e così bella, io un imperfetto selvaggio amore vero.
veleno
Veleno & rum
@velenoerum

DALLA CANTINA UN PIANTO, di Gianni Regalzi

dalla

di Gianni Regalzi 

DALLA CANTINA UN PIANTO

Non so cosa succede,

si chiudono sbattendo le persiane,

si muovono gli oggetti inanimati.

C’è nebbia, tanta nebbia nel cortile.

Sento un vocio maligno che dal pozzo

pronuncia sibilando il nome mio.

Luce nascosta, spilli dentro gli occhi,

sabbia rovente e fango tra le dita,

acuminati cocci di bottiglia

feriscono i miei passi

e dal mio naso scorre caldo sangue. Continua a leggere “DALLA CANTINA UN PIANTO, di Gianni Regalzi”

Buon 2018 :D – Le novità!

Le avventure di tutto

Immagine

Con questo articolo chiudo il mio 2017 del blog.

Innanzitutto permettetemi di dire una cosa: GRAZIE.

Grazie per tutte le visualizzazioni, grazie per i follow, grazie per i commenti e per i tag.

Grazie per esserci e per seguirmi così in tanti. Non me lo sarei mai aspettato, ma ciò vuol dire che siete d’accordo con me con quello che voglio trasmettere e ciò che il blog sarà nel prossimo anno.

Ebbene, cosa sarà il prossimo anno?

Non aspettatevi ricette, né test, né posta del cuore, le rubriche sono finite e chiuse, avendo un posto speciale nel mio cuore e rimarranno fisse sul menu, per cui chi vuole può guardare sempre e ricordarsi i bei momenti.

Ma allora cosa ho intenzione di proporre per il 2018, visto che tutte le rubriche sono chiuse?

Due novità che spero possano piacervi come e più di ciò che è stato fatto finora. Il…

View original post 233 altre parole

Reinkarnation

Das Wunder in mir!


Reinkarnation

Alte Seele
Es ist möglich das eine alte Seele deshalb empathisch ist, weil sie vieles schon erlebt hat. Sie kennt das Gefühl, wie es ist…….. denn es ist in ihr gespeichert.

Sie weiss wie sie mit Menschen umzugehen hat, fühlt sich mit ihnen verbunden und vertraut.

Sie hat Wissen in sich und greift darauf zurück, wenn sie tröstet, lobt und verzeiht und liebt.

Sie hat diese ganzen Erfahrungen schon gemacht und lebt in diesem Leben nicht unbedingt ein sorgenfreies Leben. Auch sie hat ihre Aufgaben zu lösen. Sie werden jedes mal schwerer und schwerere. Doch eine alte Seele hat soviel an gespeicherte Erfahrungen mitgemacht, das sie das Leben dennoch zu geniessen weiss. Sie schätzt es auch wenn sie müde ist. Müde von den Prüfungen, müde von Wiederholungen, müde vom Leben aber nicht vom Sein.
©MariaKoe

View original post

Bevor du urteilst, reflektiere dich selbst!

Das Wunder in mir!

Bevor man sich über andere Menschen auslässt, sollte man sich informieren.

Wer in der heutigen Zeit glaubt erwacht zu sein oder zumindest eine Ahnung davon hat was in der Welt los ist, dem sollte bewusst sein, was das eigene Verhalten mit uns macht.

Ich lese hier und da Hassbeiträge und Hasskomentare über all das was wir nicht gut finden, was falsch läuft, was andere machen..

Mensch, wann endlich wachst du auf und reflektierst dich selbst?!

Denn bevor wir rausgehen und rausschreien was wir glauben zu wissen, sollten wir prüfen.
Ist es immer noch nicht klar, dass alles was im Internet zu lesen ist, nicht unbedingt der Wahrheit entspricht?!

Abgesehen davon, bevor ich mit meinem Finger auf andere zeige, reflektiere ich mich selbst.
Wenn wie andere beschuldigen und als naja wie auch immer betiteln… haben wir geprüft ob wir selbst nicht das sind was wir sehen?

Es ist einfach auf die…

View original post 290 altre parole

Alles schreit nach Liebe

Das Wunder in mir!


Alles schreit nach Liebe
Wenn ein Mensch voller Hass und Wut ist, verurteile ihn nicht deshalb.

Denn der Grund warum er sich so verhält wie er es tut, hat nichts mit dir zu tun.
Ein Mensch der enttäuscht vom Leben ist, hat noch nie echte Verantwortung für sich und sein Leben übernommen.

Alles was er erlebt ( hat ), lässt ihn eine verzerrte Wahrnehmung von Inneren und Äusseren bekommen.
So ein Mensch ist im Grunde nicht Böse meiner Meinung nach.

Vielleicht versteh ich es falsch, aber ich glaube so ein Mensch hat einfach zu wenig vom Leben verstanden.

Er hat zu wenig Liebe erfahren, wie er es gebraucht hätte, um sich in Selbstliebe zu entfalten.
Sein Ausdruck in Zorn, Erniedrigungen, Verachtung… sind Ausdrucksformen um mit seiner inneren und der ausseren Welt klar zu kommen.
Ganz gleich was jemand zu mir sagt, es ist eher etwas was er sieht und erkennt…

View original post 184 altre parole

Fototour durch Bad Gastein

Tom. Fotoblog

Bad Gastein ist ein Kur- und Wintersportort mit etwa 4500 Einwohnern im Gasteinertal im Bundesland Salzburg in Österreich. Die Gemeinde liegt 1002 Meter über dem Meer am Fuße des Graukogels und des Stubnerkogels. Der Ort gehört zu den Nationalparkgemeinden des Nationalparks Hohe Tauern.

Die Tour startet am Mozartplatz und führt in südlicher Richtung die Kaiser-Franz-Josef-Straße entlang. Vorbei an der Christophorus-Kirche geht es Richtung Zentrum in einem Bogen zum Kongresshaus. Weiter zur „alten Mitte“, dem Straubinger Platz mit Badeschloss, Postgebäude und Hotel Straubinger. Endpunkt ist das Hotel Villa Excelsior in der Kaiser-Wilhelm-Promenade.

Noch stehen die denkmalgeschützten Häuser der „Belle Epoque“ leer und verwaist. Doch nun zeichnet sich, nach jahrelangem Streit, Rettung für die historische Bausubstanz im Zentrum Bad Gastein ab. Nach der Sanierung sollen die Häuser an Investoren verkauft und wieder touristisch genutzt werden. Das Land Salzburg wird über den Salzburger Wachstumsfonds die Liegenschaften im Wege der hundertprozentigen Tochtergesellschaft “Straubingerplatz…

View original post 3 altre parole

Wenn die Blätter fallen …

Tom. Fotoblog

dröhnt es in den Wohnanlagen. Die Mitarbeiter von Gartenbaubetrieben haben im Herbst einen schweren Stand bei der Bevölkerung. Voller Neid schauen da die Bundesbürger Richtung Amerika. In den USA sind die Quälgeister schon seit den 70er Jahren des letzten Jahrhunderts verboten!

Laubbläser sind eine Plage und unterliegen keiner Lärmgrenze!

“Sie sind laut, machen Insekten und Kleinstlebewesen den Garaus und sind auch im Hinblick auf die Gesundheit umstritten – wirbeln Feinstaub, Pilzsporen und Bakterien auf.” – Quelle: https://www.shz.de/16390161 ©2017

“Einige Laubbläser erzeugen einen Lärm von bis zu 115 Dezibel. Das menschliche Gehör kann bereits laut Umweltbundesamt ab 85 Dezibel Schaden erleiden. Wer diese lärmerzeugenden Geräte einsetzt, muss – wie auch die verantwortlichen Hauseigentümer – auf gesetzlichen Auflagen in den Wohngebieten achten. Der Einsatz ist nämlich nur an Werktagen zwischen 9 und 13 Uhr, sowie zwischen 15 und 17 erlaubt!” – Quelle: https://www.immobilienscout24.de/eigentuemer/ratgeber/rechte-pflichten/aktuelle-urteile/laerm-laubblaeser.html

Doch es geht auch anders! Wie hier im Berliner Tiergarten.

Und…

View original post 34 altre parole

Run Boy Run – Woodkid

La cueillette d'une roussette

Hello à tous !! 😊

J’espère que tout va bien pour vous, moi ça va juste le moral qui flanche parfois mais que voulez-vous ! ^^ Aujourd’hui on se retrouve pour un nouveau type d’article sur mon blog que j’avais envie de faire depuis un moment (d’ailleurs la rubrique existait) mais je n’avais pas encore pris le temps de publier quelque chose dessus.
Pour faire simple, dans la catégorie “Musique” vous retrouverez certaines de mes musiques qui m’ont marquées pour X raisons, qui m’évoquent quelque chose ou tout simplement que j’ai envie de partager avec vous ^^

On va commencer par une de mes chansons préférées : Run Boy Run de Woodkid. J’ai choisi cette vidéo sur Youtube avec l’image de la série 13 Reasons Why et non le clip officiel volontairement. Tout simplement, cette musique est passée en fin de l’épisode 2 et direct j’ai pris Shazam car j’avais été envoutée…

View original post 506 altre parole

N’oublier jamais, Michel Bussi

La cueillette d'une roussette

Hello à tous !! 😊

J’espère que vous allez bien en ce début de mois de décembre 😉 Pour cette occasion mon blog a revêtu ses habits de Noël pour accompagner ce mois plus festif et magique !

Aujourd’hui on se retrouve pour une chronique du dernier livre que j’ai lu, livre qui est un policier (on retourne aux sources haha).

Résumé :

À Yport, parti courir sur la plus haute falaise d’Europe, Jamal a d’abord remarqué l’écharpe, rouge, accrochée à une clôture. Puis la femme, incroyablement belle, la robe déchirée, le dos face au vide, les yeux rivés aux siens. Jamal lui tend l’écharpe comme on tend une bouée. Quelques secondes plus tard sur les galets glacés de la plage déserte, gît le corps inerte de l’inconnue. À son cou, l’écharpe rouge.
Tout le monde pense qu’il l’a poussée. Il voulait simplement la sauver.
C’est la version de Jamal. Le…

View original post 586 altre parole

Do i numeri (del Blog)!!!

OpinioniWeb-XYZ

Visualizzazioni per mese (settembre 2016-28 dicembre 2017)

Visualizzazioni totali del blog (al 28 dicembre 2017)

Una cosa che fino ad oggi non avevo mai fatto è tirare le somme del blog e visto che sta per finire l’anno 2017 proverò a farlo! Per somme intendo i numeri sopra, non tanto le visualizzazioni totali quanto piuttosto l’andamento mensile di queste: partito con numeri di poco superiori alle 100 visualizzazioni nel settembre (era il 23 settembre) – Ottobre 2016 per poi iniziare con una lenta ma costante ascesa soprattutto dal mese di Marzo 2017 (647 visualizzazioni) fino ad arrivare ai numeri odierni (sopra le 2900 visualizzazioni in questo mese di Dicembre)!!! Ritengo doveroso ringraziare tutti quelli che hanno provato a leggere o perlomeno hanno dato una sguardo a quello che scrivo. Ringrazio in maniera particolare quelli che hanno la pazienza di venirmi puntualmente a trovare quando pubblico un nuovo post, commentando e/o…

View original post 201 altre parole

Coloriamo i muri della città, di Maria Cannatella

coloriamo

di Maria Cannatella

Coloriamo i muri della città,

non lasciamoli in bianco e nero.

Coloriamo ogni angolo di marciapiede,

le case di tutto il mondo.

Che spettacolo verrebbe fuori !

Una bellezza infinita.

Usiamo tanti colori.

Rosso, come la forza,

la passione e la forza che tutti abbiamo dentro.

Verde, per la speranza che abbiamo nel cuore,

che un giorno, tutto possa cambiare.

Continua a leggere “Coloriamo i muri della città, di Maria Cannatella”

L’ANNO CHE VERRÀ, di Michele Melillo

L'ANNO CHE VERRÀ

di Michele Melillo

Esclusia

L’ANNO CHE VERRÀ

Nell’anno che verrà
Qualcosa di nuovo accadrà
Tutto di bianco si colorera’
E lo scrivere ed il leggere finirà

Nessuno più sorridera’
Ed ognuno solo a se stesso penserà
Finiranno le amicizie e gli amori
E non cresceranno più né le piante né i fiori

Nell’anno che verrà
Gelosia ed invidia trionferà
E di tutti il parlare e lo sparlare
Sarà lo sport nazionale che ognuno vorrà giocare
Continua a leggere “L’ANNO CHE VERRÀ, di Michele Melillo”

LIBERO E ANCORA SERVO, di Miriam Piga

di Miriam Piga

LIBERO E ANCORA SERVO

Ho affondato il palato

dentro grate di ferro e fuoco.

Il gas ha violentato i muri

e ora alberga indisturbato,

tra grigie pareti di piombo.

Vesto un cielo a lutto

e tra le tasche bucate,

una stella come medaglia.

Coltri di nero fumo ha ingerito,

orfana e non più figlia.

Sono di ella, la figura gemella,

l’orrore ha smarrito ogni lume

e le labbra dentro un fagotto

hanno seppellito la eco. Continua a leggere “LIBERO E ANCORA SERVO, di Miriam Piga”

CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI, IN SICILIA 4.964 CANDIDATI PRESIDI

Concorso buona-scuola1-348x275

da: https://parcodeinebrodi.blogspot.it

La tabella con la ripartizione regionale delle istanze presentate per il concorso per dirigenti scolastici.

Roma, 30/12/2017 – Si sono concluse con 39.264 domande presentate, di cui 35.044 effettivamente inoltrate, le iscrizioni al concorso per dirigenti scolastici bandito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca lo scorso novembre. Si tratta del primo concorso per l’assunzione di dirigenti scolastici dopo oltre sei anni: l’ultimo risale al 2011.

Delle 35.044 domande inoltrate, il 70,7% sono state inviate da candidate donne, il 29,3% da uomini. L’età media delle candidate e dei candidati è di 49 anni. La Regione nella quale sono state presentate più domande è la Campania (7.039), seguita da Sicilia (5.595), Lazio (3.887), Puglia (3.719) e Lombardia (3.051). Saranno inoltre 15 i candidati residenti all’estero che sosterranno la prova preselettiva nel Lazio, come previsto dall’articolo 6 del bando di concorso emanato a novembre. I posti a bando sono 2.425, di cui 9 destinati al concorso per le scuole di lingua slovena o bilingue presenti in Friuli Venezia Giulia. Continua a leggere “CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI, IN SICILIA 4.964 CANDIDATI PRESIDI”

Il libro di Maura Mantellino GIGIO E DINGO

il libro gigio product_thumbnail (3)

di Maura Mantellino

Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo.

Gianni Rodari

La nuova realtà editoriale LA COLLINA DEI CILIEGI è sul mercato dell’editoria on line da pochi mesi e in questi giorni è stata inaugurata  una nuova collana intitolata UNA VITA VIVA. Essa nasce da un’idea fortemente voluta da tutto lo staff con l’intento di proporre  brevi racconti arricchiti con disegni da lasciare colorare alla fantasia dei piccolissimi ‘lettori’.  Continua a leggere “Il libro di Maura Mantellino GIGIO E DINGO”

Lasciatemi in un angolo, da bugianen55

unnamed

da bugianen55

Lasciatemi in un angolo
Silenzioso e solitario
A riposare, riflettere,
Ricordare e a piangere
Se mi va,
Finalmente libera e
Senza pudore.
Lasciatemi stare per un po’,
Perché son proprio stanca
All’improvviso
Di tutta questa fatica inutile,
Di questa rincorsa
Forsennata al niente,
Di questo sentirmi aliena
Sul mio pianeta,
Straniera nella
Mia terra e delusa.

Continua a leggere “Lasciatemi in un angolo, da bugianen55”

Biografia della petessa Lucia Lanza

biografia Lucia Lanza copia

di Pier Carlo Lava

Alessandria: La redazione di Alessandria today è lieta di pubblicare la biografia della poetessa Lucia Lanza, anticipiamo che in seguito pubblicheremo anche una sua intervista in esclusiva per il blog, nell’attesa conosciamola meglio:

Lucia Lanza è nata e vive a Verona.

Diplomata in scultura AABB di Verona, ha seguito corsi universitari di psicopedagogia e vari corsi all’ISSR (scienze religiose): ha lavorato presso la Galleria d’Arte Moderna di Verona (uff.  stampa e guide), giornalista pubblicista, ho condotto per tre anni la rubrica di critica d’arte ne “Il Nuovo Veronese”, ha esposto in mostre personali e collettive di pittura e scultura. Continua a leggere “Biografia della petessa Lucia Lanza”

Taci e baciami, di Savino Calabrese

Taci e baciami,

di Savino Calabrese

Taci e baciami, voltati e
accarezzami, tu non
hai idea di quanto
sei bella, io ti amo e
tutto il resto é menzogna,
tu sei la mia unica poesia,
io di te mi nutro, poggia
la tua testa sul mio
petto e ti copriro’con
con il mio respiro.
Poi bacero’ con
dolcezza il tuo
petto di stelle.

Savino calabrese.
Il tuo petto di stelle.

Cuore di lupo, di Maurizio Ostuni

Cuore di lupo
Ti vidi arrivare quella sera, avvolta da profumi di incenso, guardai i tuoi occhi arrossati,
i capelli mal messi e un viso soddisfatto.
Un bottone sganciato. Tu sempre impeccabile impensabile cosa le tue voglie perverse ti facessero fare. Ti si leggeva nell’animo che passasti la notte godendo dei tuoi giochi proibiti.
Sentii l’odio bruciare, odio di uomo ferito nel cuore.Trafitto da spine ormai consumate, posate dalla tua mano vile :
ti odiai come si odia solo il propio boia.
Ma sapevo come eri e nulla potevo contro
la tua natura, nulla potevo se non accettare.
Sapevo quello che avevo, tu così perfida e così bella, io un imperfetto selvaggio amore vero.
veleno
Veleno & rum
@velenoerum

Il nuovo, di Antonio De Simone

unnamed

di Antonio De Simone

Proporre
al risveglio
rinnovare
il pensiero
che alimenta
l’animo
e al presente
viverlo.

Ringrazio tutti coloro che in questo lungo lungo anno

hanno visitato il mio blog. Buona fine d’anno!

Antonio De Simone

Eng_The new
Propose
upon awakening
renew
the thought
which powers
the soul
and in this
live it.

I thank all those who in this long long year have visited my blog. Good end of the year!

Ti ho pensato, eri distante, di Antonio Scarito

ti ho pensato

di Antonio Scarito

Ti ho pensato, eri distante,

quasi fossi in altro mondo,

dove tutto nulla sfiora e

non si sente, se pur vicini. 

degli uccelli il cinguettare.

Eri lì, fischiava il vento.

ti cullava dolcemente e

sfiorava quel tuo vestito 

come se volesse strapparlo.

Pure lui stava a guardarti. Continua a leggere “Ti ho pensato, eri distante, di Antonio Scarito”

Lino Balza: La chimica in Italia oggi è Solvay. Meriterebbe un premio

Lino Balza

Alessandria: Per un secolo la chimica in Italia è stata l’italiana Montedison: 150.555 dipendenti nel 1975, quinta in Europa, settima nel mondo.

I governi democristiani e socialisti se la sono divorata tutta con le speculazioni finanziarie, la corruzione industriale, il clientelismo politico. Tangentopoli, suicidi e galera (poca). In questo secolo la Chimica (e la Ricerca!) in Italia si è ridotta alla belga Solvay: 2.000 dipendenti, che ha comprato i resti della Montedison.

Solvay si compra anche i premi: vedi la “velina” che ha spedito ai giornali. Se fosse istituito, Solvay oggi avrebbe meritato il premio come l’azienda più processata in Italia per inquinamento ambientale: vedi il libro “Ambiente Delitto Perfetto”. Continua a leggere “Lino Balza: La chimica in Italia oggi è Solvay. Meriterebbe un premio”

Lavori di manutenzione in via Ghilini

Comune

Alessandria: Provvedimenti viabili Martedì 9 gennaio

Per la necessità di autorizzare il transito e la sosta di una piattaforma aerea per lo svolgimento dei lavori di manutenzione all’antenna telefonica del condominio ubicato in via Ghilini, 75, in programma martedì 9 gennaio, dalle ore 8.30 alle ore 16 vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata in via Ghilini (tratto stradale antistante il civ.75 per una lunghezza di ml 12.00 per la sosta del mezzo operativo).

Inoltre,dalle ore 8.30 alle ore 16, vigerà il divieto di transito in via Ghilini,

nel tratto stradale compreso fra via San Pio V e via San Dalmazzo.