Dal focolare alle stelle, di Lia Tommi

di Lia Tommi .  Alessandria

La libreria Mondadori  di Alessandria  ha ospitato oggi la genovese  Luana Valle, insegnante di scuola media che già  ha pubblicato per l’editrice Tempesta alcuni libri sul tema della donna, e la figlia  Alice Merlo, che si occupa di progetti di educazione sentimentale nelle scuole. Il loro libro, presentato oggi, è  un saggio su problemi,  diritti, difficoltà  quotidiane delle donne e i proventi della vendita saranno devoluti  al Centro Antiviolenza  genovese.

Le illustrazioni sono di Tiziano Riverso.

La Valle parla di grande omissione, sostenendo che poco si dice, ad esempio,  della massiccia partecipazione  delle donne alla Resistenza,  che  invece ne furono la spina dorsale.

Inoltre sui libri scolastici  vengono ignorati i nomi di grandi artiste,  scienziate, inventrici , filosofe  che meriterebbero di essere citate. Continua a leggere “Dal focolare alle stelle, di Lia Tommi”

Paolo Berta. Associazione IDEA: La disabilità non ha colore politico, chiediamo rispetto

IDEA

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Alessandria, intervista a Paolo Berta Presidente dell’Associazione Idea (nonchè Consigliere comunale del PD) e al Consiglio direttivo.

video: https://youtu.be/FWZRpotRiyk

Quando è nata l’Associazione Idea, da chi è stata fondata, dove si trova e quanti associati conta?

A parte gli ultimi cinque anni quali sono stati i risultati raggiunti a favore dei disabili?

In questi ultimi cinque anni, durante i quali sei stato Consigliere comunale nella maggioranza, quali sono stati i risultati raggiunti? Continua a leggere “Paolo Berta. Associazione IDEA: La disabilità non ha colore politico, chiediamo rispetto”

PERCHE’ I ROCKEFELLER CERCANO DI DISTRUGGERE GLI AGRICOLTORI?

unnamed

Il sistema agroindustriale statunitense sta distruggendo l’ambiente e minando la salute degli agricoltori e consumatori

di CONTROINFORMAZIONE 

Fonte:  http://www.controinformazione.info/

Di William Engdahl*

Per gran parte del secolo scorso, la cultura pop occidentale ha sistematicamente denigrato e sminuito quella che dovrebbe essere la professione più onorevole di tutte. Chi lavora la terra giorno dopo giorno per produrre il cibo che mangiamo ha troppo spesso assunto lo stesso stato sociale della terra che dissoda. Nessuno si pone una semplice domanda: cosa faremo una volta che avremo fatto fuori tutti gli agricoltori? Alcuni ingenui cittadini diranno: “Ma abbiamo la produzione industrializzata; ormai non c’è più bisogno di lavoro agricolo manuale.”

E i numeri sono davvero notevoli. Prendiamo gli Stati Uniti. Nel 1950 la popolazione totale era di 151.132.000 persone, di cui 25.058.000 agricoltori: poco più del 12% della forza lavoro totale. C’erano 5.388.000 aziende agricole con una dimensione media di 87 ettari. Quarant’anni dopo, nel 1990, gli USA avevano una popolazione di 261.423.000, di cui meno di 3 milioni agricoltori: appena il 2,6% della forza lavoro. Il numero delle aziende si era ridotto a 2.143.150, ovvero una perdita del 60%, ma la dimensione media era diventata di 187 ettari. Continua a leggere “PERCHE’ I ROCKEFELLER CERCANO DI DISTRUGGERE GLI AGRICOLTORI?”

ELISA ROTA RACCONTA LE COOPERATIVE #3. IL CAMMINO VERSO LE COOPERATIVE SOCIALI

Dall’incontro con la dottoressa Elisa Rota, si è tracciato un percorso che illustra in dettaglio i problemi e le potenzialità della cooperativa sociale come modello imprenditoriale, con particolare attenzione a quelle di sfondo culturale. Muoversi all’interno di un mercato ricco di competitor agguerriti è difficile e ancor più è rendere credibili le proprie idee in un bacino di utenza ormai saturo.

Combinazione, innovazione e creatività sono forse l’unica soluzione per superare tale ostacolo. Questa tipologia di impresa, inoltre, permette a qualsiasi individuo di mettersi in gioco, poiché l’avviamento risulta accessibile anche in assenza di grandi capitali. Ciò rappresenta una democratizzazione della cultura, o meglio dei mezzi di produzione culturale: per l’appunto, un’impresa che prima di tutto è a sfondo sociale. Di fatti, chi decide di avviare una cooperativa sociale è spesso spinto dal desiderio di condividere la sua passione e le sue competenze con l’intento di aggregare altri professionisti per fondare una vera e propria comunità, cioè collaborazioni tra individui fini a realizzare un prodotto durevole che influenzi la memoria storica del contesto in cui tale comunità agisce. Continua a leggere “ELISA ROTA RACCONTA LE COOPERATIVE #3. IL CAMMINO VERSO LE COOPERATIVE SOCIALI”

Articolo 1-MDP

streamingDomenica 3 dicembre a partire dalle ore 10 nella sede di Articolo 1-MDP di Alessandria in via Palermo 31 sarà possibile seguire in streaming l’assemblea nazionale della lista di sinistra unitaria promossa da MDP, Possibile e Sinistra Italiana, in programma a Roma.
Sarà un occasione di ascolto degli interventi dell’evento romano e di confronto tra i militanti e i simpatizzanti nello spirito di costruzione di una lista aperta e inclusiva anche delle esperienze dei territori e del civismo.

Coldiretti Alessandria: incontro sulla sicurezza in agricoltura

sicurezza sul lavoroAlessandria: Oggi è estremamente importante conoscere ed affrontare il rischio salute e la sicurezza in agricoltura con determinazione e consapevolezza, affinchè le aziende e il territorio possano crescere e, soprattutto, guardare al futuro.
Con questo obiettivo è stato pensato il convegno che Coldiretti, in collaborazione con CadirLab, ha organizzato martedì 12 dicembre, con inizio alle 9.15, a Castelnuovo Scrivia in Sala Pessini, al fine di informare sulle ultime novità entrate in vigore in materia di sicurezza del lavoro in agricoltura.
Si parlerà di gestione delle emergenze, del ruolo del medico del lavoro, di patentini, di revisioni e di requisiti dei locali fitosanitari.
Continua a leggere “Coldiretti Alessandria: incontro sulla sicurezza in agricoltura”

Coldiretti: dagli accordi di filiera passa la valorizzazione del grano tenero alessandrino

Dai biscotti al pane: sono diversi i prodotti in cui a farla da padrone è il grano tenero Made in Piemonte.
D’altronde la produzione piemontese conta numeri importanti: una superficie di oltre 84 mila ettari ed una produzione che supera i 5 milioni di quintali nel 2017. Tra le province spiccano sicuramente Alessandria con oltre 34 mila ettari di superficie e più di 2 milioni di quintali di produzione, Torino con 19.500 ettari e più di 1 milione di quintali e Cuneo con 17 mila ettari e 934 mila quintali.
Dall’area alessandrina proviene il frumento più idoneo alla preparazione di biscotti e dal torinese e cuneese, invece, i grani panificabili. Vengono, inoltre, coltivati anche l’orzo ed il mais soprattutto per uso zootecnico.
Continua a leggere “Coldiretti: dagli accordi di filiera passa la valorizzazione del grano tenero alessandrino”

Cia: assemblee di Zona per i nuovi Presidenti territoriali

assemblea zonaAl via il ciclo delle Assemblee di Zona della Cia – Confedezione Italiana Agricoltori di Alessandria per eleggere i nuovi Presidenti territoriali, nell’ambito dell’avvicendamento ordinario delle cariche sociali, dei delegati per l’Assemblea elettiva provinciale e per avere le ultime informazioni di carattere tecnico e politico-sindacale della Confederazione.

Gli appuntamenti sono:

NOVI LIGURE, martedì 5 dicembre ore 16.30, Sede Cia – Corso Piave, 6

OVADA, mercoledì 6 dicembre ore 16.30, Enoteca Regionale di Ovada – via Torino, 69

ALESSANDRIA, lunedì 11 dicembre ore 9.00, Camera di Commercio – via Vochieri, 58

CASALE MONFERRATO, mercoledì 13 dicembre ore 15.00, Parco del Po – Viale Lungo Po Gramsci, 8/10

TORTONA, giovedì 14 dicembre ore 16.30, Comune di Tortona – corso Alessandria, 62

ACQUI TERME, lunedì 18 dicembre ore 16.30, Soms Bistagno – Corso Carlo Testa, 10

Commenta il presidente provinciale Gian Piero Ameglio: “L’Organizzazione coglierà l’occasione per rinnovare fortemente il gruppo dirigente, in particolare i Presidenti di Zona, per rilanciare, in una fase di discussione in relazione al cambiamento della Politica Agricola Comunitaria, il nostro sistema di rappresentanza legato alle esigenze delle imprese agricole della nostra provincia“.

Inaugurato oggi il mercatino di Natale dell’Associazione Fulvio Minetti Onlus

mercatino_telia_2017_CSL’Associazione Fulvio Minetti Onlus, operativa presso l’Hospice Il Gelso dell’ASL AL, rinnova la tradizione del Mercato solidale di Natale dedicato al ricordo della sua preziosa ed amata volontaria Telia Pellati, scomparsa lo scorso anno. Donna brillante e di talento, ha dato negli anni un contributo importante alle iniziative solidali dell’Associazione, realizzando a mano capi di qualità come sciarpe e cappelli e contribuendo, con le sue doti innate di abile e accattivante venditrice, a raccogliere offerte significative in cambio di un Natale più bello per chi offriva e riceveva in dono i suoi oggetti.

Continua a leggere “Inaugurato oggi il mercatino di Natale dell’Associazione Fulvio Minetti Onlus”

Der Spiegel (DE) La Germania vince, la Merkel perde

Der martin-schulz-spd

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com

Già il titolo di questo editoriale del Der Spiegel muove qualche singolare supposizione. Se poi si scorre il testo, il timido sospetto si tramuta in sorpresa, al punto che dopo averlo letto non si può fare a meno di chiederci: che cosa sta succedendo in Germania? Non appena furono divulgati i risultati definitivi nella tarda sera del 24 settembre, alcuni brillanti commentatori constatarono la quasi impossibilità di celebrare una coalizione Giamaica, essendo già noto il diniego della SPD di partecipare al governo della Repubblica Federale: troppe le differenze che separano i liberali dai verdi e per di più le schermaglie tra CDU e CSU, a parer loro, cominciano a non essere più nascoste all’elettore tedesco. Sennonché, buona parte dei media nazionali e internazionali – a esclusione della BBC – propalavano una sorta di parabola politica, secondo cui i tedeschi, in quanto custodi di valori “etnici”, avrebbero necessariamente escogitato un fine meccanismo di “check and balance” tale da riuscire a trovare un accordo persino con il diavolo, pur di santificare l’unità politica della nazione. Continua a leggere “Der Spiegel (DE) La Germania vince, la Merkel perde”

Autonomia e federalismo in Germania e le contraddizioni della Lega Nord

germania-2

https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La Lega Nord vuole uno Stato federale, arrivando al cuore della questione noi dobbiamo lanciare una controffensiva decisa, con proposte concrete e con una filosofia di fondo. Smascherando le evidenti contraddizioni che il centrodestra presenta in questa ubriacatura neo-regionalista. Occorre ricordare a tutti che una simile revisione costituzionale presupporrebbe un concetto di solidarietà da scolpire nella pietra. In ogni comunità nazionale sono presenti aree in surplus e in deficit di PIL in % rispetto al totale.

Conviene cambiare l’impostazione attuale?

Come si pongono i sovranisti del centrodestra di fronte a questa frammentazione? Un prevalere di interessi particolari che incrementerebbe il peso dell’Europa (sui fondi strutturali dialoga di fatto direttamente con le Regioni). Cosa ne pensano i tanti Sindaci delusi dalla distanza che vivono tutti i giorni nei confronti delle Regioni?

E’ disponibile la lega Nord, nel nuovo Stato Federale, a ridare forza alle autonomie locali?

Ai Comuni per esempio, con un federalismo fiscale vero? E’ disponibile a ripensare enti di mezzo di area vasta fra i Comuni e le Regioni, eletti dai cittadini, che riprendano in mano in modo organico materie come trasporti, rifiuti e strade? Continua a leggere “Autonomia e federalismo in Germania e le contraddizioni della Lega Nord”

Tu sai cos’è l’Avvento?, di Mienmiuaif

di Mienmiuaif

Condividiamo la bellissima riflessione del nostro amico don Marco Gasparini, preziosissima per prepararci al meglio in questo tempo di attesa! 

Aspettiamo tante cose dalla vita, e magari non sono quelle veramente importanti. Così si può dare per scontato anche il nostro incontro con Gesù… tanto si tratta della solita, stanca ripetizione di atti religiosi, senza gioia e senza meraviglia. Stasera, però, inizieremo un nuovo Avvento per cominciare a credere ancora che il Signore viene.

Ma quale senso ha attendere uno che è già venuto? In realtà la venuta di Gesù è un mistero grande, che attraversa tutta la Storia – il passato, il presente, il futuro – e l’Avvento ci aiuta a ritrovarne il senso. Continua a leggere “Tu sai cos’è l’Avvento?, di Mienmiuaif”

“IL GOVERNATORE DIMEZZATO” Il commento di Massimo Giannini su crisi bancarie e carenze della Vigilanza di Bankitalia

di ettoremar

È vero: c’è un’euforia compiaciuta e malsana, nel modo in cui i commissari della Santa Inquisizione Parlamentare speculano sui peccati commessi dalla Banca d’Italia. C’è una foga giustizialista e malriposta, nella fretta con la quale la politica si autoassolve dalle sue colpe, per scaricarle tutte su Ignazio Visco, il “governatore dimezzato”.

Come se le crisi bancarie di questi anni fossero un “beneficio” elettorale ad uso dei partiti, e non un “costo” sociale a carico dei cittadini.

Ma stavolta c’è altro, al di là delle solite zuffe intorno al credito tra i capponi di Renzo (o di Renzi).

A dispetto delle peggiori intenzioni della vigilia, e depurato dai veleni che spurgano tra i tre poli, il lavoro della Commissione parlamentare d’inchiesta guidata da Casini si sta rivelando tutt’altro che inutile (come pure si poteva temere).

Qualche verità sta venendo a galla. Dalle audizioni a San Macuto emerge un quadro disarmante sul funzionamento della Vigilanza. Continua a leggere ““IL GOVERNATORE DIMEZZATO” Il commento di Massimo Giannini su crisi bancarie e carenze della Vigilanza di Bankitalia”

Conoscete il Calendario dell’Avvento?, di Susanna Stravato

unnamed-1

di Susanna Stravato

Avete mai fatto il Calendario dell’Avvento? (o Advent Calendar in inglese). Domani è la prima Domenica d’Avvento, inizia il periodo di preparazione al Natale per i cristiani.

Nella chiesa cattolica, il periodo dell’Avvento e di preparazione alla venuta del Signore (la nascita di Gesù) “viene scandito” dall’accensione di quattro candele, una per ogni Domenica che precede il Natale (non mi dilungo su tutte le altre pratiche religiose di questo periodo, ma l’accensione delle quattro candele è anche quella che ricordo meglio da quando sono bambina).

Il Calendario dell’Avvento di cui vi parlo oggi è composto da 24 giorni che precedono il Natale. Ogni giorno si apre un piccolo pacchetto contente un regalino o dolcetto. L’idea dell’Adventskalender (in tedesco) nasce formalmente in Germania nel 1908 dall’idea di Gerhard Lang, un editore. Infatti in Germania c’era la tradizione di preparare appunto questi 24 pacchettini, ma lui ebbe l’idea di creare un vero e proprio calendario disegnato.

Continua a leggere “Conoscete il Calendario dell’Avvento?, di Susanna Stravato”

IL TÈ, di rebeccastories

Il tè

di rebeccastories

    Per un istante decisamente breve, tra l’inconfondibile gusto caldo e ferroso del sangue, riconobbe sulla punta della sua lingua un incredibile gusto di tè.
Leccò ancora, con molta curiosità, la piccola fessura che si era aperta sul dito, ma niente più.
Era stata una di quelle piccole e rare epifanie che Amelia adorava e che celebravano al meglio il suo innato – perverso – desiderio di stupore. Le parevano quasi come pizzicotti, singhiozzi dell’anima, capaci di aprire piccole fessure sopra la scorza rigonfia della sua pelle; era proprio attraverso queste serrature che Amelia poteva spiare la vera natura delle cose, le cose che stavano aldilà del suo involucro di carne.
Gli strati dell’aldilà reale, oltre quelle fessure, erano tanti, immensi e molto spessi. La natura dello spazio-tempo, anche a spiarla frettolosamente, si mostrava sempre così magnificamente caotica, illusoria, difficile, entropica, scompagnata, asimmetrica, ma allo stesso tempo così straordinariamente incastrata, avvinghiata, circolare.
A volte, in uno slancio di nobile otium, si cimentava nell’accurata ricerca a ritroso di tutte le scelte, personali e altrui, che l’avevano indirizzata verso l’istante esatto in cui si trovava. Proprio come se la sua esistenza rotolasse uniformemente lungo un piano obliquo, sopra il quale chiunque – vivo, morto o inconsistente – potesse infilare a proprio piacimento le proprie dita, mani, braccia (ma anche saporite pedate) per deviare il più possibile il percorso esistenziale. di Amelia. E non era affatto male come teoria, visto che più che una caduta la considerava una tormentata ascesa (con una gravità al contrario molto favorevole), nella quale tutte le sofferenze e le preoccupazioni, poco apprezzate dal resto dell’umanità, apparivano ai suoi occhi talmente attraenti e talmente necessarie ad una salita molto più…
Interessante.
Spesso, forse per sconsideratezza, forse per volontà inconscia, sbatteva contro le cose, stipiti delle porte, maniglie, ferendosi lievemente. Ciò le provocava uno strano, ma grande, godimento.
Nel frattempo, durante quello stesso giochino di ricerca a ritroso, si esaltava ancor più quando riusciva ad individuare i veri attori della sua storia, assurdamente travestiti da comparse insulse e fulminee, che non erano affatto – come poteva apparire ad una prima osservazione – le mani e le braccia in mezzo al suo cammino di biglia rotolante, piuttosto erano quei minuscoli e invisibili fattori che a loro volta avevano favorito (costretto) le dita altrui a compiere quelle esatte azioni nel proprio percorso di naturale depistaggio.
E quegli attori, anzi registi, dell’immenso film di esistenze non erano altro che i dettagli improvvisi, minuziosamente posizionati nello spazio (a cui nessuno faceva mai caso), oppure i pensieri vipera, che attaccavano a sorpresa, e – ancora prima nella gerarchia – i fattori climatici, i raggi cosmici, le reazioni chimiche, le energie oscure, le impronte genetiche.
Continua a leggere “IL TÈ, di rebeccastories”

Mi hanno lasciata in silenzio, di plce4myhead

Mi hanno

Mi hanno lasciata in silenzio.

L’influenza. Il mal di testa.

Mi sono seduta sul letto e ho ascoltato il silenzio.

Le tartarughe che fanno casino nuotando come delle pazze.
Degne figlie della loro madre.

Il buio pesto che fa rumore per quanto è pieno.
Pieno di oggetti. Di ricordi. Di vita. Di tutto e di niente.

Mi sono seduta ed ho ascoltato.
Il rumore dei miei pensieri.

«Cazzo,che casino che fanno questi pensieri».
Ero in silenzio,eppure si sentiva un chiasso assurdo.

Testa,off.

https://plce4myhead.wordpress.com

DICHIARAZIONE DI NON AMORE, di rebeccastories

dichiarazione autoritratto-polaroid-sx-70-rebecca-lena

di rebeccastories

 Stendetevi: profumi d’ineffabile
calore. Posatela quassù, l’arsura
languida, il soffio, la molle velatura
di fremiti, di amarezza e di amabile
terrore.

Fioritemi: fulgidi, dai vasi angusti
dei globi, come nuovi occhiali floridi
di sapore. Tra folte fila d’iridi,
radica profondo, in mezzo ai mille fusti
il cuore?

Questa Polaroid, come poche altre, non è una semplice illustrazione, ma nasce prima della poesia. A volte amo tentare su me stessa una sorta di autoanalisi, assecondando le mie idee, quelle più istintive, non studiate, che compaiono improvvisamente nella mia mente senza essere cercate. Le congelo in queste “foto d’inconscio”, e le studio a fondo, cercando di trarne fuori quelle verità, illusioni, che la mia testa tenta di nascondermi. Continua a leggere “DICHIARAZIONE DI NON AMORE, di rebeccastories”

Passione Tosca, by Cristina Saracano

Si svolge al teatro Ambra, venerdì 1 dicembre, per la prima volta ad Alessandria, la rappresentazione della Tosca, opera lirica di Giacomo Puccini, qui rivista in una versione che sa molto di musical.

L’opera originale è ambientata in Italia nel 1800, quando si teme la vittoria di Napoleone, mentre la “Tosca” della compagnia Ostinata Passione, prende vita nel 1943, quando l’Italia sta cercando di liberarsi dal fascismo.

I personaggi sono gli stessi: Mario Cavaradossi, pittore, innamorato della bella cantante Floria Tosca, il suo rivale in amore, il feroce Scarpia, in questo contesto, ufficiale nazista, e poi il rivoluzionario Cesare, ricercato dai nazisti, e tutt’intorno i personaggi e i costumi dell’epoca: donne eleganti con abiti anni Trenta, soldati e squadristi con tanto di svastica e anfibi, il cardinale, le suore e il podestà.

L’impatto emotivo è forte quando marciano i soldati lungo la platea per accomodarsi sul palco, quando s’intonano canzoni che invocano l’amore e la libertà. Continua a leggere “Passione Tosca, by Cristina Saracano”

Concerto dell’VIII edizione del Festival “Alessandria Barocca e non solo…”

Alessandria: Sabato 2 dicembre il concerto conclusivo dell’VIII edizione del Festival “Alessandria Barocca e non solo…”

Sabato 2 Dicembre, alle ore 21, nella Sala Conferenze dell’Associazione Cultura e Sviluppo, Piazza F. De Andrè 76 di Alessandria, l’ensemble strumentale L’Archicembalochiuderà l’VIII edizione del Festival Internazionale “Alessandria Barocca e non solo…”. 

Protagonisti della serata, insieme al noto ensemble barocco, saranno Antonio Vivaldi e “L’Estro Armonico”, la straordinaria raccolta op. 3 — presentata integralmente nella programmazione 2017 del Festival — emblema della ricerca del perfetto equilibrio tra l’estro, ossia la pura fantasia espressa in totale libertà e gli stretti vincoli dettati dalle regole dell’armonia.

Dell’op. 3 di A. Vivaldi verranno in particolare proposti i seguenti capolavori:

Concerto n. 6 in la minore RV 356 per violino, archi e cembalo

Concerto n. 8 in la minore RV 522 per due violini, archi e cembalo

Concerto n. 12 in mi maggiore RV 265 per violino, archi e cembralo

Concerto n. 1 in re maggiore RV 549 per quattro violini, violoncello, archi e cembalo

A proposito della celeberrima raccolta vivaldiana, il musicologoAlfred Einstein, cugino del fisico Albert, scrisse: «…è come se in una sala barocca porte e finestre si spalancassero all’improvviso e si respirasse una ventata d’aria fresca» e saranno i violini diMarcello Bianchi, Paola Nervi,Marco Pesce ed Efix Puleo, la viola di Elena Saccomandi, il violoncello di Claudio Merlo, il violone di Matteo Cicchitti e il suggestivo suono del clavicembalo di Daniela Demicheli a «…spalancare porte e finestre all’improvviso…» per respirare insieme una ventata di aria fresca, nella sognante atmosfera delle calli veneziane che solo la scrittura vivaldiana riesce così efficacemente ad evocare e di cui la guida all’ascolto introduttiva di Pietro Mercogliano aiuterà a cogliere tutti i profumi e le sfumature. Continua a leggere “Concerto dell’VIII edizione del Festival “Alessandria Barocca e non solo…””

Se vuoi approfittarne… di SaraTricoli

di SaraTricoli

Ciao, ti comunico che se fai parte del circuito della BrianzaBiblioteche puoi prendere in prestito il mio libro ^_^ “Una ragazza come me”

Credo che le biblioteche siano molto importante (anche se adoro possedere libri), è comunque bello poter prendere in prestito e leggere più di quello che può contenere una casa…

soprattutto, l’ho trovato molto utile con i ragazzi (i miei figli) che cambiano genere e interesse ad ogni cambio di stagione…

ecco perché tempo fa ho deciso di donare il mio libro alla mia biblioteca del mio paese e finalmente l’hanno catalogato…

quindi…

Se vuoi prenderlo in prestito recati presso la tua biblioteca e richiedilo oppure on line seguendo il linkhttp://webopac.brianzabiblioteche.it/web1/Search/SimpleSearch.asp

… e non dimenticare di farmi sapere cosa ne pensi

Buona lettura

Se vuoi

Il mio libro: “Una ragazza come me” che parla di una ragazza dislessica e di come cambia la sua vita. Se vuoi leggere l’estratto o acquistare il libro clicca qui per conoscerlo meglio qui per recensirlo contattami ^_^ 

Questo libro non è un autobiografico ^_^ questa è una cosa che mi chiedono in molti e quindi mi sembra giusto chiarirlo da subito (clicca qui per leggere di più sull’argomento) Continua a leggere “Se vuoi approfittarne… di SaraTricoli”