I cent’anni di Vittoria Giunti, di Lia Tommi

20171212_210427

Alessandria,  di Lia Tommi

Il 14 dicembre si celebrano i cent’anni dalla nascita di Vittoria Giunti, nata a Firenze e morta a Raffadali (AG) nel 2006.

Partigiana, comunista, fu componente durante la Costituente di diverse commissioni nazionali,  tra  cui quella per il voto alle donne.

Questa donna non siciliana, intellettuale, nei primi anni del dopoguerra entrò in rapporto con la Sicilia,  con un piccolo paese: Raffadali.

Il mondo del feudo e del caporalato, della miseria, ma anche della voglia di riscatto sociale, dell’occupazione delle terre, dell’organizzazione politica e del protagonismo delle donne furono lo scenario con cui entrò a contatto. Vittoria Giunti, partigiana, intellettuale, fra le fondatrici di Noi Donne, dirigente della Casa della cultura di Milano, amica di tanti intellettuali che hanno fatto la storia dell’Italia democratica, fu la donna che lottò al fianco delle donne di Raffadali per la terra e per i diritti. Continua a leggere “I cent’anni di Vittoria Giunti, di Lia Tommi”

Valutazione autismo infantile: la Scala di valutazione CARS

 

medicina-online-bimba-morta-barbecue-paradiso-girl-2-found-e28098barbecued-alive-by-her-mother_-after-neighbours-heard-her-screams

La Scala di valutazione CARS (acronimo dall’inglese “Childhood Autism Rating Scale”) è una scala di valutazione usata in campo medico come strumento per identificare i bambini con autismo dai due anni di età, e per una diagnosi differenziale, cioè distinguerli dai bambini con altri handicap evolutivi. La CARS restituisce anche una valutazione sulla gravità della patologia: sotto questo aspetto, la scala CARS si pone non solo come uno strumento descrittivo, ma anche diagnostico.Pur se usata la maggioranza delle volte con bambini, la CARS acquista valore anche nella diagnosi di autismo in adolescenti od adulti, nel caso in cui la patologia sia rimasta non riconosciuta da bambini, cosa che può accadere specie nei casi di autismo lieve. La CARS, sviluppata e testata su oltre 1.500 casi in un periodo di 15 anni, ha inoltre il vantaggio di essere semplicemente insegnata anche ad operatori con poca esperienza nell’autismo. Continua a leggere….

https://medicinaonline.co/2017/12/04/valutazione-autismo-infantile-la-scala-di-valutazione-cars/

 

 

 

Dunque, di Guido Mazzolini

di Guido Mazzolini

Ondeggi su me come un ricordo antico, un pensiero da nutrire per l’eternità. Arrivi all’improvviso, mi culli come un feto e mi riscaldi. Tutto sembra possibile, anche sciogliere il ghiaccio che da secoli ha incrostato la mia anima ibernata in una sicurezza gelida, come chi resta immobile ma respira tranquillo e sicuro, dormiente in uno sterile letargo.

Arrivi all’improvviso e all’improvviso te ne vai senza un apparente motivo, nemmeno una scusa, mi squarci il petto nudo, mi baci e mi strappi il cuore. Davvero questo rito primitivo, come primitivi possono essere i sentimenti e gli istinti, mi sconcerta e mi lascia attonito e stordito; davvero mi è sembrato possibile tutto questo, l’averti incontrato, sfiorato e condiviso, confidando in una pazienza che non hai, in quel sapere attendere e seguire i tempi sincopati del mio sentire, le aritmie della mia anima; così la ruota gira e noi come palle da bigliardo rimbalziamo seguendo traiettorie definite ma incomprensibili. Continua a leggere “Dunque, di Guido Mazzolini”

Senza sapere il motivo

Il suono della parola

“…Ti guardasti incredulo ritornare giovane, adolescente, fanciullo, bambino, neonato, embrione, incontro fortuito di gameti e schizzo lattiginoso di vita. Osservasti una scintilla immortale migrare da un fuoco primordiale di luce bianchissima e prendere forma di uomo. Ammirasti la tua genesi condensarsi in un atomo di pace meraviglioso e divino, piovuto dall’eternità. Venisti creato in un solo istante che perdurò dentro ogni momento. La tua esistenza apparve così illuminata da una bellezza nuova, un dono scintillante, un miracolo di creazione che ti pervase e ti rinnovò in ogni attimo. Capisti che ogni secondo di vita rappresentava una nascita nuova, una luce nella notte lontana e vivida che continuava a generarti in ogni tempo e l’istante successivo giustificava e perdonava il precedente, concedendogli un’altra possibilità. Vedesti la tua immagine riflessa piangere di gioia grande, di lacrime calde e buone. Senza sapere il motivo.”

View original post

fantoccio grigio

Il suono della parola

L’uomo partorì l’animale,
mostri spaventosi e moltitudini
che ingenuo plasmò al di fuori
dimentico degli angeli muti
rinchiusi addormentando la coscienza.

Forgiò la guerra e morti innaturali
le spade, i malanni della mente,
creò la fame e la ricchezza a pochi
la dignità da calpestare,
ideologie per occultare il vero.

Smise così di essere miracolo
e diventò lo scuro spettro di sé
uno squallido fantoccio grigio
nelle proprie mani.

(Suoni – Ed. Progetto Cultura)

View original post

Racconto: Scegliere per Amore

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Questo racconto partecipa alla XVII Challenge del gruppo “Circolo di scrittura Creativa –  Raynor’s Hall.”

Tema: Crisi.

Non è un racconto nuovo, ma un estratto da una storia già pubblicata tempo fa… non so perché ma appena ho letto il tema di questa Challenge, mi è venuta in mente la crisi vissuta da Sonia, questa giovane donna… ed ecco qua, la ripropongo ^_^

                       Scegliere per Amore

                                                                                                                di Tricoli Sara

La ragazza si allontanò da quel tavolino, da quel secondo bar visitato…

View original post 1.398 altre parole

BOOK CITY 2017 #3. I molteplici volti dell’Islam ieri ed oggi

CIMO

<<Gli alauiti credevano nell’immortalità dell’anima, ovvero nel fatto che dopo molte trasmigrazioni le anime dei veri credenti diventassero stelle>>; così si legge su il musulmano errante a proposito dei miscredenti alauiti. I custodi di un segreto mistico che, capace di sopravvivere per mille anni, va a intrecciarsi con gli interessi della recente guerra siriana di cui tutti, grazie all’apporto dei citizen e social media, conosciamo i risvolti.

View original post 544 altre parole

Rebubblica, PanoraNa, Il Fatto Quotidaino, Il CoRiere della Sera, Il Messaggio: ecco alcuni dei siti di notizie false più diffusi in Italia

Il Times

fake-news

Spesso si nascondono proclamandosi siti di satira, in realtà si tratta di veri siti costruiti per diffondere false notizie. Con un indirizzo di dominio che trae in inganno molti utenti, soprattutto di Facebook (che ora sembra voler prendere provvedimenti), per via del loro nome facilmente confondibile con le più famose testate giornalistiche autentiche. Eccone un elenco (aggiornato a novembre 2016), tratto da Bufale.net, che per la stessa natura della rete, dalla quale ogni giorno compaiono e scompaiono siti, è ovviamente parziale.

View original post

Sono arrivati a 200 i siti di fake news che imitano le testate giornalistiche

Il Times

A oggi sono quasi 200 i siti di fake news che imitano le maggiori testate giornalistiche italiane. Notizie bufale spacciate per vere con testate ingannevoli che richiamano a quelle dei quotidiani più popolari. Tipo Allnews24, Corrieredisera, Direttanews, Gazzetta24, IlGiornalenews Il 24 Internazionale, La Gazzetta della Sera, Libero Giornale, Il Messaggiero, Rai News 24, Repubblica 24, Tg 5 Stelle, Corriere del Mattino, Rollingston, Il Corriere del Mattino, Lo Specchio, Il Giornale, Il Telegrafo, La Gazzetta della Sera. E decine di altri con nomi di pura fantasia. Ognuno naturalmente ha un nome di dominio leggermente diverso dall’originale, con varie estensioni, come .eu, .it, .org. Alcuni nascono e scompaiono dopo pochi giorni, altri ne entrano.

A questo vanno aggiunti altri centinaia di siti di pseudo scienza, complottisti, pagine che pubblicano bufale per aumentare le visite, canali You Tube, siti di meteo terrorismo, centinaia di pagine Facebook. Un conto esatto non è però possibile…

View original post 11 altre parole

La multa a due ragazzini in motorino, la Magistratura dovrebbe occuparsi dei reati importanti

Nei fatti minimi gli strumenti per capire come funziona la nostra società…

di Elvio Bombonato. Alessandria

Leggo su “Alessandria News”, che già si occupò del caso qualche mese fa, che un ex vigile di Gavi è stato condannato a tre mesi con la condizionale (e vorrei vedere) tramite patteggiamento per aver abbassato una multa. Era difeso dall’avv. Monti di Alessandria, Presidente dell’Ordine degli avvocati cittadino. La multa era stata comminata a due ragazzini in motorino. 

Il vigile si dimise dall’incarico, non ha spiegato i motivi della decurtazione e ha negato di aver voluto favorire qualcuno. L’accusa fu di falso e di abuso di ufficio. La multa era di 59,60 euro; il danno al Comune, credo, di 50 euro ma anche fossero stati 100, mi viene da ridere per non piangere.  La vicenda risale alla fine dell’estate del 2015. Continua a leggere “La multa a due ragazzini in motorino, la Magistratura dovrebbe occuparsi dei reati importanti”

Un viaggio in autobus, con una vecchia signora, di Pier Carlo Lava

Ora anche su https://www.facebook.com/alessandriatoday

Autobus

di Pier Carlo Lava. Alessandria: Con la solita vecchia signora (quella che tempo fa aveva fatto osservazione ad una persona in divisa perchè aveva gettato per terra la carta di un panino) avevamo  deciso di farci un giro in autobus.

Per lei era una consuetudine prenderlo, dato che tutti i santi giorni andava al cimitero a trovare il marito, mentre per quanto mi riguardava  devo dire che non ho memoria dell’ultima volta che l’avevo preso. 

Vecchia Signora

Forse sarebbe stata la prima volta  che l’avrei utilizzato per degli spostamenti  e come dicono i nostri vecchi, quando si mangia un frutto all’inizio stagione, si dovrebbe esprimere un desiderio. 

Il programma prevedeva la partenza dal quartiere Borsalino, con la prima tappa in piazza Garibaldi e una sosta per prendere un buon caffè dopo nuovamente alla fermata, in attesa di un altro autobus, per fare un giro al quartiere Cristo e infine ritornare da dove eravamo partiti.  Continua a leggere “Un viaggio in autobus, con una vecchia signora, di Pier Carlo Lava”

La Ghiottosa Drive Thru

Alessandria: La Ghiottosa Drive Thru dal 15 ottobre 2017 una sede fissa in Lungo Tanaro Parco Italia zona ponte Meier DRIVE THRU Puoi ordinare direttamente dalla tua auto.

La Ghiottosa nasce il 15 agosto 2010 da un’idea sposata con la passione per il cibo.

Agosto, mese caldo, bollente… proprio come la farinata che sforno dai miei forni mobili!

Cucinavo la farinata già da qualche anno, in casa, per  gli amici; da una  volta all’altra cercavo di migliorarla in fatto di gusto e croccantezza misti alla delicatezza del sapore, paragonandola a quella sfornata negli storici locali della mia città, Alessandria. Continua a leggere “La Ghiottosa Drive Thru”

TERZIARIO DONNA: “MATTIA&MARIA, I PORTIERI DI VIA”

Alessandria: Un servizio di accoglienza per turisti e consumatori e di supporto alle attività commerciali tutti i pomeriggi in via Modena 54

Prende spunto da una fortunata esperienza parigina, “Lulu dans ma rue”, il progetto di Terziario Donna Confcommercio Alessandria “Mattia&Maria, I Portieri di Via”, inaugurato, lunedì 11 dicembre alle 10 in via Modena 54, alla presenza della Presidente Terziario Donna Alessandria Vittoria Poggio, del Presidente Confcommercio Alessandria Vittorio Ferrari, del Direttore Confcommercio Alessandria Alice Pedrazzi e dell’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Alessandria Riccardo Molinari.

Cos’è “Mattia &Maria, I Portieri di Via”?

E’ un servizio attivo da oggi fino al 23 dicembre, tutti i giorni dalle 16 alle 19.30, in via Modena 54, un luogo dove cittadini, turisti e commercianti potranno trovare informazioni, assistenza e supporto.

Il presidio sarà garantito da un gruppo di volontari con esperienza nell’assistenza civica e logistica per eventi ed iniziative. Continua a leggere “TERZIARIO DONNA: “MATTIA&MARIA, I PORTIERI DI VIA””

Considerazioni sulle intimidazioni naziste a Como

Non se ne è parlato molto, purtroppo è un problema da non sottovalutare, dovrebbero capirlo soprattutto i politici.

di Marco

Foto
Foto “Nazis no” by Daniel Lobo – Flickr

Sicuramente avete visto in tutti i TG il Video del Blitz dei nazisti veneti nella sede di “Como senza frontiere“. Non è la prima volta: qui c’è un altro video di un’altra incursione degli stessi fascisti a Mantova. E queste sono le riflessioni delle persone che hanno subito il blitz a Como (altro video qui).

Ho rivisto i video e, aldilà delle condanne di rito apparse su tutti  i media, vorrei fare alcune brevi  considerazioni.

  • La reazione dei presenti alla riunione è stata encomiabile. Non so se erano impietriti dal terrore e dallo sconcerto oppure, se come ha detto qualche giornalista, era compostezza. Di fatto, che tutto ciò sia stato voluto o meno, è stato un bell’esempio di nonviolenza gandhiana. Sarebbe bastata una minima scintilla per scapparci una rissa (che forse i fascisti cercavano pure) e invece no. La volontaria che li ha salutati con la frase «Noi vi abbiamo rispettati» ha messo il timbro sulla differenza fra le persone civili e quelle no…  infatti i fascisti hanno risposto «Nessun rispetto per voi».

Continua a leggere “Considerazioni sulle intimidazioni naziste a Como”