I cent’anni di Vittoria Giunti, di Lia Tommi

20171212_210427

Alessandria,  di Lia Tommi

Il 14 dicembre si celebrano i cent’anni dalla nascita di Vittoria Giunti, nata a Firenze e morta a Raffadali (AG) nel 2006.

Partigiana, comunista, fu componente durante la Costituente di diverse commissioni nazionali,  tra  cui quella per il voto alle donne.

Questa donna non siciliana, intellettuale, nei primi anni del dopoguerra entrò in rapporto con la Sicilia,  con un piccolo paese: Raffadali.

Il mondo del feudo e del caporalato, della miseria, ma anche della voglia di riscatto sociale, dell’occupazione delle terre, dell’organizzazione politica e del protagonismo delle donne furono lo scenario con cui entrò a contatto. Vittoria Giunti, partigiana, intellettuale, fra le fondatrici di Noi Donne, dirigente della Casa della cultura di Milano, amica di tanti intellettuali che hanno fatto la storia dell’Italia democratica, fu la donna che lottò al fianco delle donne di Raffadali per la terra e per i diritti. Continua a leggere “I cent’anni di Vittoria Giunti, di Lia Tommi”

Valutazione autismo infantile: la Scala di valutazione CARS

 

medicina-online-bimba-morta-barbecue-paradiso-girl-2-found-e28098barbecued-alive-by-her-mother_-after-neighbours-heard-her-screams

La Scala di valutazione CARS (acronimo dall’inglese “Childhood Autism Rating Scale”) è una scala di valutazione usata in campo medico come strumento per identificare i bambini con autismo dai due anni di età, e per una diagnosi differenziale, cioè distinguerli dai bambini con altri handicap evolutivi. La CARS restituisce anche una valutazione sulla gravità della patologia: sotto questo aspetto, la scala CARS si pone non solo come uno strumento descrittivo, ma anche diagnostico.Pur se usata la maggioranza delle volte con bambini, la CARS acquista valore anche nella diagnosi di autismo in adolescenti od adulti, nel caso in cui la patologia sia rimasta non riconosciuta da bambini, cosa che può accadere specie nei casi di autismo lieve. La CARS, sviluppata e testata su oltre 1.500 casi in un periodo di 15 anni, ha inoltre il vantaggio di essere semplicemente insegnata anche ad operatori con poca esperienza nell’autismo. Continua a leggere….

https://medicinaonline.co/2017/12/04/valutazione-autismo-infantile-la-scala-di-valutazione-cars/

 

 

 

Dunque, di Guido Mazzolini

di Guido Mazzolini

Ondeggi su me come un ricordo antico, un pensiero da nutrire per l’eternità. Arrivi all’improvviso, mi culli come un feto e mi riscaldi. Tutto sembra possibile, anche sciogliere il ghiaccio che da secoli ha incrostato la mia anima ibernata in una sicurezza gelida, come chi resta immobile ma respira tranquillo e sicuro, dormiente in uno sterile letargo.

Arrivi all’improvviso e all’improvviso te ne vai senza un apparente motivo, nemmeno una scusa, mi squarci il petto nudo, mi baci e mi strappi il cuore. Davvero questo rito primitivo, come primitivi possono essere i sentimenti e gli istinti, mi sconcerta e mi lascia attonito e stordito; davvero mi è sembrato possibile tutto questo, l’averti incontrato, sfiorato e condiviso, confidando in una pazienza che non hai, in quel sapere attendere e seguire i tempi sincopati del mio sentire, le aritmie della mia anima; così la ruota gira e noi come palle da bigliardo rimbalziamo seguendo traiettorie definite ma incomprensibili. Continua a leggere “Dunque, di Guido Mazzolini”

Senza sapere il motivo

Il suono della parola

“…Ti guardasti incredulo ritornare giovane, adolescente, fanciullo, bambino, neonato, embrione, incontro fortuito di gameti e schizzo lattiginoso di vita. Osservasti una scintilla immortale migrare da un fuoco primordiale di luce bianchissima e prendere forma di uomo. Ammirasti la tua genesi condensarsi in un atomo di pace meraviglioso e divino, piovuto dall’eternità. Venisti creato in un solo istante che perdurò dentro ogni momento. La tua esistenza apparve così illuminata da una bellezza nuova, un dono scintillante, un miracolo di creazione che ti pervase e ti rinnovò in ogni attimo. Capisti che ogni secondo di vita rappresentava una nascita nuova, una luce nella notte lontana e vivida che continuava a generarti in ogni tempo e l’istante successivo giustificava e perdonava il precedente, concedendogli un’altra possibilità. Vedesti la tua immagine riflessa piangere di gioia grande, di lacrime calde e buone. Senza sapere il motivo.”

View original post

fantoccio grigio

Il suono della parola

L’uomo partorì l’animale,
mostri spaventosi e moltitudini
che ingenuo plasmò al di fuori
dimentico degli angeli muti
rinchiusi addormentando la coscienza.

Forgiò la guerra e morti innaturali
le spade, i malanni della mente,
creò la fame e la ricchezza a pochi
la dignità da calpestare,
ideologie per occultare il vero.

Smise così di essere miracolo
e diventò lo scuro spettro di sé
uno squallido fantoccio grigio
nelle proprie mani.

(Suoni – Ed. Progetto Cultura)

View original post

Racconto: Scegliere per Amore

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Questo racconto partecipa alla XVII Challenge del gruppo “Circolo di scrittura Creativa –  Raynor’s Hall.”

Tema: Crisi.

Non è un racconto nuovo, ma un estratto da una storia già pubblicata tempo fa… non so perché ma appena ho letto il tema di questa Challenge, mi è venuta in mente la crisi vissuta da Sonia, questa giovane donna… ed ecco qua, la ripropongo ^_^

                       Scegliere per Amore

                                                                                                                di Tricoli Sara

La ragazza si allontanò da quel tavolino, da quel secondo bar visitato…

View original post 1.398 altre parole

BOOK CITY 2017 #3. I molteplici volti dell’Islam ieri ed oggi

CIMO

<<Gli alauiti credevano nell’immortalità dell’anima, ovvero nel fatto che dopo molte trasmigrazioni le anime dei veri credenti diventassero stelle>>; così si legge su il musulmano errante a proposito dei miscredenti alauiti. I custodi di un segreto mistico che, capace di sopravvivere per mille anni, va a intrecciarsi con gli interessi della recente guerra siriana di cui tutti, grazie all’apporto dei citizen e social media, conosciamo i risvolti.

View original post 544 altre parole

Rebubblica, PanoraNa, Il Fatto Quotidaino, Il CoRiere della Sera, Il Messaggio: ecco alcuni dei siti di notizie false più diffusi in Italia

Il Times

fake-news

Spesso si nascondono proclamandosi siti di satira, in realtà si tratta di veri siti costruiti per diffondere false notizie. Con un indirizzo di dominio che trae in inganno molti utenti, soprattutto di Facebook (che ora sembra voler prendere provvedimenti), per via del loro nome facilmente confondibile con le più famose testate giornalistiche autentiche. Eccone un elenco (aggiornato a novembre 2016), tratto da Bufale.net, che per la stessa natura della rete, dalla quale ogni giorno compaiono e scompaiono siti, è ovviamente parziale.

View original post

Sono arrivati a 200 i siti di fake news che imitano le testate giornalistiche

Il Times

A oggi sono quasi 200 i siti di fake news che imitano le maggiori testate giornalistiche italiane. Notizie bufale spacciate per vere con testate ingannevoli che richiamano a quelle dei quotidiani più popolari. Tipo Allnews24, Corrieredisera, Direttanews, Gazzetta24, IlGiornalenews Il 24 Internazionale, La Gazzetta della Sera, Libero Giornale, Il Messaggiero, Rai News 24, Repubblica 24, Tg 5 Stelle, Corriere del Mattino, Rollingston, Il Corriere del Mattino, Lo Specchio, Il Giornale, Il Telegrafo, La Gazzetta della Sera. E decine di altri con nomi di pura fantasia. Ognuno naturalmente ha un nome di dominio leggermente diverso dall’originale, con varie estensioni, come .eu, .it, .org. Alcuni nascono e scompaiono dopo pochi giorni, altri ne entrano.

A questo vanno aggiunti altri centinaia di siti di pseudo scienza, complottisti, pagine che pubblicano bufale per aumentare le visite, canali You Tube, siti di meteo terrorismo, centinaia di pagine Facebook. Un conto esatto non è però possibile…

View original post 11 altre parole

La multa a due ragazzini in motorino, la Magistratura dovrebbe occuparsi dei reati importanti

Nei fatti minimi gli strumenti per capire come funziona la nostra società…

di Elvio Bombonato. Alessandria

Leggo su “Alessandria News”, che già si occupò del caso qualche mese fa, che un ex vigile di Gavi è stato condannato a tre mesi con la condizionale (e vorrei vedere) tramite patteggiamento per aver abbassato una multa. Era difeso dall’avv. Monti di Alessandria, Presidente dell’Ordine degli avvocati cittadino. La multa era stata comminata a due ragazzini in motorino. 

Il vigile si dimise dall’incarico, non ha spiegato i motivi della decurtazione e ha negato di aver voluto favorire qualcuno. L’accusa fu di falso e di abuso di ufficio. La multa era di 59,60 euro; il danno al Comune, credo, di 50 euro ma anche fossero stati 100, mi viene da ridere per non piangere.  La vicenda risale alla fine dell’estate del 2015. Continua a leggere “La multa a due ragazzini in motorino, la Magistratura dovrebbe occuparsi dei reati importanti”

Un viaggio in autobus, con una vecchia signora, di Pier Carlo Lava

Ora anche su https://www.facebook.com/alessandriatoday

Autobus

di Pier Carlo Lava. Alessandria: Con la solita vecchia signora (quella che tempo fa aveva fatto osservazione ad una persona in divisa perchè aveva gettato per terra la carta di un panino) avevamo  deciso di farci un giro in autobus.

Per lei era una consuetudine prenderlo, dato che tutti i santi giorni andava al cimitero a trovare il marito, mentre per quanto mi riguardava  devo dire che non ho memoria dell’ultima volta che l’avevo preso. 

Vecchia Signora

Forse sarebbe stata la prima volta  che l’avrei utilizzato per degli spostamenti  e come dicono i nostri vecchi, quando si mangia un frutto all’inizio stagione, si dovrebbe esprimere un desiderio. 

Il programma prevedeva la partenza dal quartiere Borsalino, con la prima tappa in piazza Garibaldi e una sosta per prendere un buon caffè dopo nuovamente alla fermata, in attesa di un altro autobus, per fare un giro al quartiere Cristo e infine ritornare da dove eravamo partiti.  Continua a leggere “Un viaggio in autobus, con una vecchia signora, di Pier Carlo Lava”

La Ghiottosa Drive Thru

Alessandria: La Ghiottosa Drive Thru dal 15 ottobre 2017 una sede fissa in Lungo Tanaro Parco Italia zona ponte Meier DRIVE THRU Puoi ordinare direttamente dalla tua auto.

La Ghiottosa nasce il 15 agosto 2010 da un’idea sposata con la passione per il cibo.

Agosto, mese caldo, bollente… proprio come la farinata che sforno dai miei forni mobili!

Cucinavo la farinata già da qualche anno, in casa, per  gli amici; da una  volta all’altra cercavo di migliorarla in fatto di gusto e croccantezza misti alla delicatezza del sapore, paragonandola a quella sfornata negli storici locali della mia città, Alessandria. Continua a leggere “La Ghiottosa Drive Thru”

TERZIARIO DONNA: “MATTIA&MARIA, I PORTIERI DI VIA”

Alessandria: Un servizio di accoglienza per turisti e consumatori e di supporto alle attività commerciali tutti i pomeriggi in via Modena 54

Prende spunto da una fortunata esperienza parigina, “Lulu dans ma rue”, il progetto di Terziario Donna Confcommercio Alessandria “Mattia&Maria, I Portieri di Via”, inaugurato, lunedì 11 dicembre alle 10 in via Modena 54, alla presenza della Presidente Terziario Donna Alessandria Vittoria Poggio, del Presidente Confcommercio Alessandria Vittorio Ferrari, del Direttore Confcommercio Alessandria Alice Pedrazzi e dell’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Alessandria Riccardo Molinari.

Cos’è “Mattia &Maria, I Portieri di Via”?

E’ un servizio attivo da oggi fino al 23 dicembre, tutti i giorni dalle 16 alle 19.30, in via Modena 54, un luogo dove cittadini, turisti e commercianti potranno trovare informazioni, assistenza e supporto.

Il presidio sarà garantito da un gruppo di volontari con esperienza nell’assistenza civica e logistica per eventi ed iniziative. Continua a leggere “TERZIARIO DONNA: “MATTIA&MARIA, I PORTIERI DI VIA””

Considerazioni sulle intimidazioni naziste a Como

Non se ne è parlato molto, purtroppo è un problema da non sottovalutare, dovrebbero capirlo soprattutto i politici.

di Marco

Foto
Foto “Nazis no” by Daniel Lobo – Flickr

Sicuramente avete visto in tutti i TG il Video del Blitz dei nazisti veneti nella sede di “Como senza frontiere“. Non è la prima volta: qui c’è un altro video di un’altra incursione degli stessi fascisti a Mantova. E queste sono le riflessioni delle persone che hanno subito il blitz a Como (altro video qui).

Ho rivisto i video e, aldilà delle condanne di rito apparse su tutti  i media, vorrei fare alcune brevi  considerazioni.

  • La reazione dei presenti alla riunione è stata encomiabile. Non so se erano impietriti dal terrore e dallo sconcerto oppure, se come ha detto qualche giornalista, era compostezza. Di fatto, che tutto ciò sia stato voluto o meno, è stato un bell’esempio di nonviolenza gandhiana. Sarebbe bastata una minima scintilla per scapparci una rissa (che forse i fascisti cercavano pure) e invece no. La volontaria che li ha salutati con la frase «Noi vi abbiamo rispettati» ha messo il timbro sulla differenza fra le persone civili e quelle no…  infatti i fascisti hanno risposto «Nessun rispetto per voi».

Continua a leggere “Considerazioni sulle intimidazioni naziste a Como”

Il miraggio della ricostruzione post-terremoto. Consegnata una casetta su tre, tra macerie e vie ancora interrotte

Il miraggio

da INFOSANNIO

(di Carmine Gazzanni – lanotiziagiornale.it) – Lentissimo pede. A distanza di sedici mesi dalla prima terribile scossa di terremoto che ha devastato il centro Italia, nonostante il cambio di guardia nella struttura commissariale (Paola De Micheli) e nella Protezione Civile (Angelo Borrelli), la ricostruzione resta ancora un miraggio, tra casette che tardano ad arrivare, contributi di autonoma sistemazione che latitano, strade interrotte e macerie che ancora attendono di essere rimosse.

Trylli vive a Campo del Santo, frazione di Accumoli (Rieti). “Se hanno rimosso le macerie? Sarebbe grasso che cola se solo avessero alzato e portato via una pietra”. Nulla. Non è un caso che le casette siano state consegnate in questa zona solo da tre mesi. E da tre mesi Trylli e gli altri stanno conducendo una battaglia forsennata per riavere una strada, l’unica di accesso alla frazione, degna di questo nome. Continua a leggere “Il miraggio della ricostruzione post-terremoto. Consegnata una casetta su tre, tra macerie e vie ancora interrotte”

Pollyanna e il gioco della felicità

rundownhill

da Vixen: Sono sempre stata convinta di essere una persona “semplice”, do pane al pane e vino al vino, dico quello che penso, faccio quello che dico, sempre, nel bene e nel male.

Eh ma in realtà la gente non ci è abituata e quindi senza neanche accorgersene spesso pensa di dover andare oltre un qualcosa che in realtà neanche c’è… quando dici qualcosa di inusuale, come per esempio se ammetti un errore e ti prendi la tua parte di colpa, quando fai una domanda per essere sicura di aver capito passando quindi a volte per stupida o ignorante, se riconosci un limite e cerchi di superarlo, da sola o chiedendo aiuto, quando chiedi aiuto, la gente non ci è abituata, anche chi pensi ti sia più vicino ed “Amico” in realtà non c’è nessuno. Continua a leggere “Pollyanna e il gioco della felicità”

Teatro Ambra venerdì 15 dicembre “Dove vai ?…al cinema..!”

TeatroNelloSpazioScuole

Chiude il progetto 2017 di “Teatro nello spaz…IO”
Lo spettacolo al Teatro Ambra venerdì 15 dicembre “Dove vai ?…al cinema..!”

Si chiude venerdì 15 dicembre TEATRO NELLO SPAZ..IO 4^ edizione, il progetto didattico – teatrale nato per valorizzare l’unicità della persona e stimolare l’integrazione tra persone con disabilità e non. Il progetto, ricco di laboratori nei centri diurni disabili e nelle scuole, ha avuto durata annuale (da gennaio 2017 a dicembre 2017).

Il DLF Alessandria – Asti, il CISSACA, il Servizio ETH del Cissaca, il Centro Diurno “Martin Pescatore” ed il Centro Accoglienza Disabili di San Giuliano, il centro diurno SOLELUNA, la R.I.S.S. SANT’AGATA di Sant Agata Fossili (Interactive S.C.S), l’I.C. GALILEI (la classe 5^ C della scuola primaria Villaggio Europa), la Scuola media MANZONI, hanno lavorato per favorire la spontaneità e l’integrazione, ed hanno dato “spaz..IO” alle potenzialità espressive, emotive e relazionali di ciascuno, nel rispetto delle caratteristiche del singolo. Continua a leggere “Teatro Ambra venerdì 15 dicembre “Dove vai ?…al cinema..!””

Perché si usa dire “birra alla spina”?

Perchè

di aven90

Già, perché? E dove sono le spine?

Non c’è birra senza spine

Così recita il famoso detto, indicando come le cose belle fanno male, sempre. Ebbene, ma allora cosa sono le spine?

Le spine sono quelle cose che si trovano per poterci attaccare la presa; oppure sono gli aghi che si trovano lungo il gambo della rosa.

Per inciso, la birra è un po’ pungente, questo è dovuto al fatto che ha le spine.

E la birra, che cos’è allora?

La birra, sono felice che me lo abbiate chiesto, è una bevanda alcolica che si beve in due occasioni: quando si è da soli, e quando si è in compagnia.

Continua a leggere “Perché si usa dire “birra alla spina”?”

Disamori – Valerio Magrelli, di tittideluca

disamori

Disamori – Valerio Magrelli

di tittideluca

Foto di Bernard Plossu 

Questa grafia si logora,
saltano gli angoli, le «erre»,
le «emme», tornano tonde,
rotolano limate, levigate
pietre nella corrente.
I volti anche,
i volti si consumano
a forza d’esser guardati.
Diventano paesaggi
di rovine.

Sto sotto la montagna,
nella cava, la striscia candida
della roccia strappata, scorticata,
e ne cavo ogni tanto qualche pietra
a malincuore, quasi fosse un’offesa
recata alla parete, un venir meno
della sua viva consistenza.
Il mio scopo è la patina
prodotta dall’ossidarsi di una superficie
fino allora coperta, protetta.
Non è il dolore, ma ciò che il dolore
annuncia, una nuova difesa,
la pelle messa a nudo che ricresce, l’erba,
il velo che si ricompone
sull’abrasione, il tatuaggio,
la decorazione di una cicatrice.
Come se il fregio sempre
nascondesse lo sfregio.
Continua a leggere “Disamori – Valerio Magrelli, di tittideluca”

Uscito il primo report del Pd sulle fake news

Uscito fake-news

Uscito il primo report del Pd sulle fake news. La guerra con Di Maio e Salvini da GIORGIOLEVI

Matteo Renzi l’aveva promesso all’ultima Leopolda: “Realizzero un rapporto periodico sul fenomeno delle fake news”. Così, oggi è uscito il primo rapporto. Con tutta la coda di polemiche con Di Maio e Salvini. La sintesi si può leggere agevolmente qui su NextQuotidiano. Chi vuole entrare nei dettagli può leggersi l’intero studio allegato qui di seguito.In allegato il pdf della ricerca: Report del Pd sulle fake news

https://giorgiolevi.com

Per favore, ti supplico, di Savino Calabrese

per favore

di Savino Calabrese

Per favore, ti supplico,
riportami in quella
stanza, dove ho
conosciuto la
bellezza dei tuoi
occhi e del tuo
corpo, ti supplico,
riportami dove le
mie mani hanno
toccato la tua
pelle di seta,
ridammi quei
momenti di pura
follia, fammi sentire
ancora il sapore delle
tue labbra calde,
forse non mi ami
più, ma per l’ultima
volta ridammi quegli
istanti di te e della
nostra passione.

Savino calabrese.

Riportami in quella stanza.

Autismo. Dott. Cremonte: Dallo Spettro autistico, uno su quattro ne esce

Autismo

di Pier Carlo Lava Alessandria

Questo sulla mia pagina You Tube, https://www.youtube.com/user/piercarlolava sinora ha registrato 27.870 visualizzazioni.

Alessandria, intervista di Pier Carlo Lava e Giancarlo Patrrucco, al dott. Maurizio Cremonte, responsabile dell’unità di neuropsichiatria all’ospedale infantile “Cesare Arrigo”, dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria.

Secondo il dott. Cremonte, con una diagnosi precoce e terapie adeguate, dalla sindrome delle spettro autistico, nel 25% dei casi si può anche uscire. Le domande:

Lei è la persona più adatta a spiegarci questa complicata definizione di “sindrome dello spettro autistico”. Può definircela in maniera semplice, nei suoi aspetti generali, paradigmatici? Continua a leggere “Autismo. Dott. Cremonte: Dallo Spettro autistico, uno su quattro ne esce”

Teatro SOMS di Bistagno il “caso mediatico”

Improvvisazioni 5

In scena al Teatro SOMS di Bistagno il “caso mediatico” Improvvisazioni di un attore che legge

Venerdì 15 dicembre, alle ore 21, al Teatro “SOMS” di Bistagno (AL), in Corso Carlo Testa 10, il secondo appuntamento della rassegna Bistagno in Palcoscenico sarà il caso mediatico che suscitò l’attenzione della stampa nazionale: Improvvisazioni di un attore che legge di e con Giovanni Mongiano. Per un disguido organizzativo del teatro ospitante (il “Teatro del Popolo” di Gallarate), l’8 aprile scorso Mongiano si trovò solo davanti a una platea vuota, zero spettatori in sala, ma, con un gesto provocatorio e simbolico, scelse di interpretare egualmente la sua parte con la consueta passione e intensità. Come scrisse Gramellini su La Stampa, “una situazione avvilente è diventata emozionante e l’umiliazione si è trasformata in gloria”. Continua a leggere “Teatro SOMS di Bistagno il “caso mediatico””

Andrea Scanzi: “Cuperlo ora sa che cosa farà da grande: l’intervistatore”

Un politico previdente cerca sempre di avere una soluzione alternativa…

infosannio

(pressreader.com) di Andrea Scanzi – il Fatto Quotidiano – Nel penultimo numero de L’Espresso c’era una gran bella intervista. L’intervistato era Joe R. Lansdale, scrittore tra i più acuti e ispirati. Normale che fosse bella. Più stupore suscitava il nome dell’i n te r vi st a to re : Gianni Cuperlo. Uomo di classe e cultura, ma certo non un giornalista: quantomeno, quella di ( saper) fare interviste non è la sua attività più nota. All’interno di una chiacchierata torrenziale e meravigliosa, Cuperlo – che sapeva più cose su Lansdale dello stesso Lansdale, come capita quando un fan vero incontra il suo mito – ha toccato tutti gli argomenti che poteva: gli Stati Uniti di ieri e di oggi, il Texas pistolero e quello “stronzo di Trump” (la definizione è di Lansdale), Hap e Leonard (la coppia che ha reso celebre l’autore). Eccetera. Cuperlo era su di giri come…

View original post 454 altre parole

Gli avvoltoi sul cadavere di Renzi

Certi politici salgono solo sul carro del vincitore, ma quando diventa perdente sono i primi a scendere velocemente, ovviamente pronti a salire su un altro carro se lo ritengono vincente!!#

infosannio

(Maria Teresa Meli per il Corriere della Sera)C’è chi ha scommesso tutto sulla sconfitta del Partito democratico. E chi, pur non augurandosi una simile prospettiva, comunque la teme e si prepara ad affrontare il dopo. I protagonisti del variegato e quanto mai complesso mondo del centrosinistra (intendendo per tale anche quello che fa capo a Liberi e uguali) hanno gli occhi puntati sul Pd. D’ Alema e Bersani hanno giocato tutte le loro carte sulla sconfitta secca di Renzi. Ma l’ obiettivo finale dei due non è lo stesso.

Il primo ritiene che con un cattivo risultato il segretario sarà costretto alle dimissioni e da lì si aprirà una nuova partita con il Pd. Lo spiegava qualche giorno fa ad alcuni colleghi di partito Roberto Speranza: «Noi alle elezioni prenderemo quello che prenderemo, non importa, ma il Pd perderà e allora potremo tornare insieme». Già, D’ Alema punta…

View original post 391 altre parole

Nuova vita al Parco Carrà, di Pier Carlo Lava

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Al Parco Carrà il campo di Basket è stato dipinto dallo street artist Gue, un iniziativa co-finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale. 

Comune di Alessandria e Anci con Ideali tu, Lab121, CissacaAzienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme, IISS Saluzzo Plana e Avis Comunale di Alessandria.

Nelle immagini allegate anche la palestra per il Freeclimbing e la pista per lo Skateboard.

fonte notizie byAndrea Musso

foto allegate byStefania Marina

View original post

La storia della cicala e della formica, di Pier Carlo Lava

La storia della Cicale e della Formica

di Pier Carlo Lava Alessandria

Questo video sulla mia pagina You Tube, https://www.youtube.com/user/piercarlolava sinora ha registrato 43.452 visualizzazioni.

Nel video ci riferiamo ovviamente alle formiche maschio che hanno vita breve, infatti la loro esistenza si limita al periodo dell’accoppiamento, cioè solo poche settimane.

Mentre le formiche femmine operaie vivono in media da 6 mesi a due anni, le regine vivono molto di più, da 5 a 20 anni. La regina più longeva ha vissuto in laboratorio per ben 29 anni!

link del video: https://www.youtube.com/watch?v=ixhlShWXxiE

Ricerche, Ricercatori, Ricercati, di Nuccio Lodato

ricerche university@@2712201521421442

di Nuccio Lodato Alessandria da: http://www.cittafutura.al.it/

Le ricerche si estendono sempre, lo si sa, ”in tutte le direzioni”. Tanto quelle politiche che le scientifiche che le penali. I due ex-poli sono travagliati nella ricerca di implausibili alleanze interne ed esterne, che l’indeterminabilità delle legge elettorale prossima non ventura rende irricercabili, almeno per ora. I ricercatori si lasciano alle spalle il buio silenzio inaccogliente dei loro atenei per ricercare affannati qualche biglietto low cost o last minute [non di Ryanair, per favore: lì conviene anzi abbandonare le ricerche, a meno che non siricerchino piloti in fuga, e pertanto ricercati) per andare a ricercarsi un posto da ricercatorein qualche ateneo d’oltre confine (al termine della ricerca scopriranno magari pure che tutto il mondo è paese: ma una cosa alla volta per carità).  Continua a leggere “Ricerche, Ricercatori, Ricercati, di Nuccio Lodato”

Ombra rossa, da Seidicente

Ombra woman-with-guitar-pablo-picasso

da Seidicente

Woman with guitar – Pablo Picasso

***

Io sono pronta
a dimenticarti per sempre
a non cercare mai più
le tue parole
per te
che scrivi senza pudore
quel che ho sempre custodito
difeso e protetto
più forte che mai
a te
che non lo puoi dire
non lo puoi pensare
non lo puoi proprio sapere
quel che supera il respiro
la vita e la morte
quell’inno al sentire
quando basta guardarsi
sfiorarsi o quanto basta
ignorarsi e sapersi vicino.

Continua a leggere “Ombra rossa, da Seidicente”

Racconto ginnasiale, di Riccardo Lera

Riccardo Lera

di Riccardo Lera Alessandria

A quattordici anni per me ci fu il liceo classico perché, mi fu detto in casa, quella scuola formava la nuova classe dirigente. Predisposto per le materie scientifiche, tuttavia accettai ubbidiente, anche se poco convinto. Uscito con buoni voti dalle scuole medie serravallesi, affrontai con entusiasmo la nuova sfida della mia vita di studente. Sapevo di esser bravo, di che dovevo aver paura? ‘Sto liceo che sarà mai, pensavo fra me e me durante le spensierate vacanze estive del 1970. E fu così che, durante la prima ora trascorsa dentro il Liceo Ginnasio Andrea Doria di Novi Ligure, alzai la mano dal mio posto per porre un quesito da me giudicato acuto e intelligente. Continua a leggere “Racconto ginnasiale, di Riccardo Lera”

Io, Fabio e Manuela

Una lettura per farci capire che i ragazzini delle medie hanno voglia di autonomia e il tragitto casa-scuola è anche un modo per diventare amici.

Foto

di Marco

Io, Fabio e Manuela abitavamo nella stessa via, a pochi metri di distanza. Avevamo la stessa età, frequentavamo la stessa Scuola Media e, con Manuela, perfino la stessa classe. Ma la cosa che più ci univa era che ci stavamo tutti e tre sul cazzo, a vicenda… e non poco!  E questo starsi sul cazzo si alimentava quotidianamente, un giorno dopo l’altro, nel tragitto casa-scuola-casa! …Perchè SI! Noi andavamo e tornavamo da scuola insieme, senza che ci venissero a prendere genitori, nonni o baby sitters, come vorrebbero ora certi Ministri o certi giudici che fanno delle sentenze assurde… Continua a leggere “Io, Fabio e Manuela”

Ampliamento orario Uffici IMU/TASI del Comune di Alessandria

Comune

Alessandria: Al fine di consentire ai proprietari di immobili ubicati nel territorio comunale di effettuare il conteggio relativo al versamento del saldo IMU 2017, si comunica che gli uffici IMU/TASI del Comune di Alessandria  (piazza Giovanni XXIII n. 6 – Palazzo Cuttica) — oltre al consueto orario (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12) — saranno a disposizione anche nei pomeriggi di martedì 12, giovedì 14 e lunedì 18 dicembre (la scadenza del saldo è il 16 Dicembre, ma cadendo di sabato è rinviata a Lunedì 18 Dicembre) dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

I contribuenti, nei giorni successivi alla scadenza del 18 dicembre 2017, possono avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso.

Grande Successo del Joakim Tinderholt 4Th ed Anticipazioni Stagione 2018

Castelceriolo (Alessandria) Cinema Macallè Giovedì 07 Dicembre. Salvatore Coluccio

Giovedì 07 Dicembre il Cinema Macalle di Alessandria, Castelceriolo ha proposto al pubblico l’ultimo concerto del calendario 2017, sul palco Joakim Tinderholt ( tornato in Italia dopo aver partecipato quest’ estate al Summer Jamboree Festival di Senigallia) accompagnato da musicisti di caratura internazionale quali Enrico Crivellaro alla chitarra, Lucky Luciano (fondatore del gruppo Swing The Goodfellas) al basso e Vincenzo Barattin alla batteria.

L’artista norvegese con un cuore caldo che batte per il Jump Blues, il R&B ed il Rock’n’Roll degli anni ’50 ha mescolato ad arte queste sonorità, offrendo uno spettacolo musicale fresco ed innovativo.  Continua a leggere “Grande Successo del Joakim Tinderholt 4Th ed Anticipazioni Stagione 2018”

Heather, più di tutto

Gli Amabili Libri

heather più di tutto

  • Titolo: Heather, più di tutto
  • Autore: Matthew Weiner
  • Editore: Einaudi
  • Data di pubblicazione: 7 Novembre 2017

Vengo da un periodo in cui sto leggendo poco o niente. Il classico blocco del lettore che mi fa abbandonare presto una lettura e che non mi fa trovare niente di interessante. In un pomeriggio più noioso del solito ho voluto dare una chance a Heather e il risultato è stato che l’ho finito poche ore dopo. Certo, parliamo di un libro di circa centotrenta pagine e non di un tomo da cinquecento e passa ma il punto è un altro: Heather ti assorbe, Heather ti risucchia, Heather ti assilla. Non è un caso che il titolo originale del libro sia Heather, the totality perché è proprio vero che Heather diventerà la vostra totalità.

Mark e Karen si sono conosciuti quando quest’ultima era vicina ai quaranta e aveva accantonato l’idea dell’amore perfetto, ma non…

View original post 571 altre parole

Teatro della Juta : L’invenzione senza futuro

CONTINUA CON UN OMAGGIO AL CINEMA LA STAGIONE 2017 – 18 DEL TEATRO DELLA JUTA: L’INVENZIONE SENZA FUTURO

Sabato 16 dicembre al Teatro della Juta (ore 21) andrà in scena lo spettacolo L’INVENZIONE SENZA FUTURO, Viaggio nel Cinema in 60 Minuti (di Federico Giani, Celeste Gugliandolo, Francesca Montanino e Mauro Parrinello), una  produzione: Tedacà/Compagnia DeiDemoni e Offrome, in collaborazione con Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse.

Un’invenzione senza futuro”. Così Antoine Lumière (padre dei celebri fratelli) definisce il cinema, un progetto a cui i suoi figli stanno lavorando. Ma loro sono caparbi, determinati ad arrivare fino in fondo alle loro intuizioni: forse uno dei due lo è di più, mentre l’altro è condizionato dalle parole del padre;  forse la necessità di scoprire se il progetto funziona, cela in realtà – per uno dei due – il desiderio di conquistare la donna amata. Continua a leggere “Teatro della Juta : L’invenzione senza futuro”

UPO E CONSORZIO PER LA FORMAZIONE E LA RICERCA NEL VCO UNITI 

UPO

NEI PROGRAMMI PER GLI STUDENTI E IN PROGETTI DI SVILUPPO

È stata firmata a Vercelli la convenzione tra l’Università del Piemonte Orientale e il Consorzio per la Formazione e la Ricerca nel VCO, l’agenzia formativa emanata dalla Confindustria territoriale. Raffaella Tabacco, direttore del Dipartimento di Studi umanistici, e Dario Maccarini, direttore del Consorzio, hanno colto l’occasione di accordarsi sullo svolgimento di tirocini degli studenti dell’UPO presso le aziende del VCO, per progettare un piano di iniziative comuni.

Il VCO è un territorio ricco, produttivo, che fatica a cogliere il trasferimento di conoscenze degli enti di formazione superiore e trova difficoltà a raccontare la propria importante storia di imprese virtuose. Marchi conosciuti in tutto il mondo (Lagostina, Bialetti, Alessi) sono nati qui; la fabbrica di marmo più vecchia d’Italia si trova qui. Eppure il tessuto socio-economico stenta a valorizzare questa vocazione primaria, che si interseca con i grandi temi della cultura, sempre allusivi a un contesto di primaria grandezza. Continua a leggere “UPO E CONSORZIO PER LA FORMAZIONE E LA RICERCA NEL VCO UNITI “

La risposta di Tim a Consob sulla cessione di Persidera, joint venture con Gedi nel settore televisivo

Gedi

da GIORGIOLEVI

Tim ha reso pubblica, con un comunicato, la risposta inviata a Consob che aveva chiesto chiarimenti sulla cessione di Persidera, società nel settore della comunicazione televisiva nata nel 2014 da una joint venture tra l’operatore telefonico e Gedi, ex Gruppo Espresso. Gedi (attraverso Rete A) detiene il 30% del capitale, mentre il restante  70% è nel portafoglio di Tim, titolare di Telecom Italia Broadcasting.

Persidera si è proposta in questi anni sul mercato italiano come il più importante operatore di rete indipendente dotato di cinque multiplex digitali nazionali, con un’infrastruttura di grande capillarità e capace di erogare servizi ad elevato standard qualitativo. Ed è stata il fornitore di riferimento dei principali editori televisivi del mercato in Italia. Continua a leggere “La risposta di Tim a Consob sulla cessione di Persidera, joint venture con Gedi nel settore televisivo”

Una rosa, da Seidicente

Una rosa the-new-eve-sandor-bortnyik

da Seidicente

The new eveSandor Bortnyik 

Questo giorno
sarà presto un ricordo
come l’aria fresca
di un autunno sprecato
osservato attraverso uno specchio.

Quel giorno
ciò che vedrò non sarà vero
ma di certo sarà mio
inventato ed estraneo
al mondo dei vivi
che tanto esige
e tanto vuole da me
che sulla soglia del tempo
mi sono fermata
per fare di una spina
una rosa.

Quei Paesi in cui una foro ruba l’anima, di Gipsy

Quei disegno-macchina-fotografica-da-colorare

di  Gipsy

Sui comportamenti poco rispettosi dei turisti si potrebbe scrivere un libro, sono molti e alcuni veramente fastidiosi ma personalmente ce n’è uno che mi fa ribollire il sangue, si tratta delle foto “rubate”. Soprattutto in quei luoghi in cui “la foto ruba l’anima”.

La fotografia ruba l’anima

Ci sono paesi del mondo in cui le credenze popolari sono ancora fortemente radicate e in questi paesi, soprattutto le donne, un po’ per pudore un po’ per convenzione sociale, non amano farsi fotografare; ma in alcuni luoghi addirittura si crede che una foto possa rubare l’anima. La fotografia è vista come un sortilegio, una magia che intrappola l’anima nella carta fotografica. E’ una cosa che può sembrare ridicola, assurda, ma per le culture che ancora credono sia reale è una faccenda seria e va rispettata. Continua a leggere “Quei Paesi in cui una foro ruba l’anima, di Gipsy”

Richard Adams e La Collina Dei Conigli

richard-adams-1-e1512745791193

di bloodyivy LIBRI

Richard George Adams

Un romanzo che non vale la pena di leggere a sessant’anni non vale la pena di essere letto a sei.
(Richard Adams)

La Collina nei Conigli (Watership Down) è un romanzo diRichard Adams (Newbury, 9 maggio 1920 – Whitchurch, 24 dicembre 2016) scritto nel 1972, e pensato per le figlie Juliet e Rosamund che quando erano in macchina con lui, sulla strada per andare a scuola, volevano sentirsi raccontare delle storie.

I protagonisti sono dei conigli, ognuno con il proprio carattere, la sua psicologia.
C’è Moscardo il protagonista e leader del gruppo, il suo fratello minore Quintilio, l’ingegnoso Mirtillo, l’oratore e velocissimo Dente di leone, Pungitopo saggio e previdente,Parruccone, Argento, Campanula, Nicchio, Nerigno
C’è chi proviene dal regime autoritario della conigliera di partenza quella di Sandleford e chi si è incontrato sul cammino e ha scelto di unirsi a loro lasciando il proprio habitat come la conigliera di Primula Gialla dove l’apparente benessere grazie al cibo offerto dal contadino nasconde il tremendo compromesso di accettare l’idea di subire qualche “perdita collaterale” di tanto in tanto, o dalla conigliera sotto dittatura ferrea imposta dal terrifico generale Vulneraria… continua su: https://bloodyivy.it/richard-adams-la-collina-dei-conigli/

Non ho smesso di pensarti [di Charles Bukowski]

non ho apple-tree-pointillist-piet-mondrian

di Seidicente

Piet Mondrian

Non ho smesso di pensarti,
vorrei tanto dirtelo.
Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,
che mi manchi
e che ti penso.
Ma non ti cerco.
Non ti scrivo neppure ciao.
Non so come stai.
E mi manca saperlo.
Hai progetti?
Hai sorriso oggi?
Cos’hai sognato?
Esci?
Dove vai?
Hai dei sogni?
Hai mangiato?
Mi piacerebbe riuscire a cercarti.
Ma non ne ho la forza.
E neanche tu ne hai.
Ed allora restiamo ad aspettarci invano.
E pensiamoci.
E ricordami.
E ricordati che ti penso,
che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,
che scrivo di te.
E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.
Ed io ti penso
ma non ti cerco.

https://seidicente.wordpress.com