Me dhimbjen tende jam sot, di Natasha Ilia

me

di Natasha Ilia 

Me dhimbjen tende jam sot
E e dashur. Mikja ime
Në faqe të pikojne.lot
Humbja e babait le dhimbje

E lodhur nga jeta je
Shoqja ime emigrante
Dhimbjet me vargje I shpreh
E pikëlluar je shpirti te.qante

Sa do doja të isha pranë
Dhimbjen ta lehtësoja
Po fatkeqësisht nuk mund jam larg
Me fjalë të ngrohta shpirtin të qetësoja
Continua a leggere “Me dhimbjen tende jam sot, di Natasha Ilia”

Da Repubblica: Il testimone “Vi racconto l’interrogatorio di Falcone su Berlusconi” di Salvo Palazzolo

di ettoremar

Palermo

Non è più un mistero l’appunto di Giovanni Falcone in cui compaiono i nomi di Silvio Berlusconi e di tre mafiosi, un foglio di block- notes ritrovato quindici giorni fa nell’ufficio- museo del giudice dal suo ex collaboratore Giovanni Paparcuri. « Fu il pentito Francesco Marino Mannoia a parlare di Berlusconi al dottore Falcone, che chiedeva di grosse estorsioni, di imprenditori che pagavano. Eravamo alla fine del 1989 » . Questo racconta a Repubblica chi c’era quel giorno, si chiama Maurizio Ortolan, ispettore in pensione della polizia di stato, il suo nome non è noto al grande pubblico dell’antimafia, ma questo poliziotto e i suoi colleghi del vecchio “ nucleo centrale anticrimine” di Gianni De Gennaro hanno scritto pagine importanti nella lotta alla mafia, al fianco dei giudici di Palermo. Nel 2006, l’ispettore Ortolan era nella squadra che arrestò il boss Bernardo Provenzano. Continua a leggere “Da Repubblica: Il testimone “Vi racconto l’interrogatorio di Falcone su Berlusconi” di Salvo Palazzolo”

Una vita da social

Una vita

Una vita da social: Questura di Alessandria

Alessandria: Dall’esperienza acquisita nella tutela dai rischi di truffe dalla #PoliziaPostale nasce una guida con consigli pratici e suggerimenti per acquistare in Rete con maggiore tranquillità in occasione dello #shopping natalizio.

1. Utilizzare software e browser completi ed aggiornati Potrà sembrare banale, ma il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus aggiornato all’ultima versione sul proprio dispositivo informatico. Gli ultimi sistemi antivirus (gratuiti o a pagamento) danno protezione anche nella scelta degli acquisti su Internet. Per una maggiore sicurezza online, inoltre, è necessario aggiornare all’ultima versione disponibile il browser utilizzato per navigare perché ogni giorno nuove minacce possono renderlo vulnerabile.

Continua a leggere “Una vita da social”

Mine vaganti in biblioteca, di Marcella Manghi

Mine biblioteca_bambini

di Mienmiuaif di Marcella Manghi

“Ogni figlio costa 9.441 tonnellate d’anidride carbonica, moltiplicando con la sua vita il contributo all’inquinamento dell’atmosfera”. La frase è cavallo di battaglia degli adultichild-free, coppie che rinunciano ad avere figli per “altruismo globale”. Per convincersi del tutto dovrebbero passare da casa mia: vedrebbero un autentico disastro ambientale. Chi non ha figli non immagina quanta carta consumino tre bambini con forbici e penne. Davanti ai miei vandali in azione, non riesco però a pensare all’effetto serra o al disboscamento dell’Amazzonia; piuttosto sono sensibile a un altro inquinamento: quello acustico. Il rumore che arriva è assordante. Continua a leggere “Mine vaganti in biblioteca, di Marcella Manghi”

Un “NATALE SICURO”dalla  Questura di Alessandria

Un Natale

Questura di Alessandria: DAL DIARIO DELLA QUESTURA:”NATALE SICURO”
… e finalmente iniziamo a parlare di numeri! No, tranquilli, non diamo i numeri o meglio sì, vi diamo i risultati del nostro #essercisempre, distinguendoli se possibile a seconda del settore impiegato.
Oggi parliamo dei controlli del “Natale sicuro”, operazione ad alta visibilità svolta in tutta Italia dalla #poliziadistato. Nella nostra provincia, i controlli attuati in Alessandria e Acqui Terme hanno prodotto questi risultati:
– 266 persone identificate, di cui 66 con precedenti di polizia;
– 132 automezzi controllati;
– 76 posizioni di stranieri verificate.

Continua a leggere “Un “NATALE SICURO”dalla  Questura di Alessandria”

ROMA Cosa sono le “dat”?

da Repubblica: Domande e risposte. Cosa c’è da sapere sul Biotestamento. Come decidere sul fine vita. Di CATERINA PASOLINI

di ettoremar

ROMA Cosa sono le “dat”?

Sono le disposizioni anticipate di trattamento, ovvero le nostre volontà in materia di assistenza sanitaria in previsione di una futura incapacità a decidere o comunicare. La legge prevede che ogni maggiorenne indichi le preferenze sanitarie e possa nominare un fiduciario che parli e lo rappresenti col medico quando non potrà o non vorrà farlo. Le dat sono inserite nella legge che parla di consenso informato alle cure, di rifiuto all’accanimento terapeutico Continua a leggere “ROMA Cosa sono le “dat”?”