Paolo Berta: Occorre ripensare le scelte decise nel Consiglio comunale del 19 dicembre 2017

Paolo Berta

SINTESI INTERVENTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 19 DICEMBRE DEL CAPOGRUPPO PD BERTA PAOLO

In merito alla presentazione del bilancio preventivo e del documento unico di programmazione, avvenuta ieri in Consiglio Comunale, mi sento di esprimere alcune considerazioni.

Ho apprezzato che il bilancio preventivo sia stato approvato entro la fine dell’anno e che, a differenza di ciò che era avvenuto nelle amministrazioni di destra precedenti, tutti e tre i revisori dei conti del Comune abbiano dato parere positivo a tutti i provvedimenti (anche se il merito andrebbe condiviso con la giunta Rossa), ciononostante ci sono alcune questioni che mi preme rilevare.

Per quanto riguarda il C.I.S.S.A.C.A (consorzio che gestisce le politiche sociali per conto del Comune di Alessandria e altri comuni), da alcuni giorni circola con insistenza la notizia non solo della sostituzione dell’attuale Presidente – scelta del tutto legittima poiché la responsabilità politica è giusto che sia assunta da una persona di fiducia dell’attuale maggioranza- ma anche dell’assunzione di un nuovo direttore, in sostituzione dei due attuali, o meglio in aggiunta alle due figure dirigenziali che ci sono attualmente.

Mi preme rilevare l’assurdità di una scelta come questa, considerato sia l’aspetto economico (in quanto un nuovo direttore costerebbe all’incirca 125.000€ in più all’anno) sia dal punto di vista organizzativo e gestionale dell’ente: infatti, dopo il pensionamento nel 2014 della dott.ssa Mussano, è stata fatta la scelta intelligente e cosciente di responsabilizzare e premiare le professionalità già presenti all’interno della pianta organica, scegliendo di affidare a due direttrici differenti l’area tecnico sociale e l’area amministrativa, dando agilità al lavoro e risparmiando anche dal punto di vista economico, essendo che i contratti (che scadranno nel 2019) prevedono una spesa aggiuntiva di 20.000€ all’anno.

Per cui, dal mio punto di vista e per le ragioni esposte sopra, sarebbe necessario dare continuità a questa gestione, riconoscendo anche lo splendido lavoro fatto da queste due persone, le quali hanno sempre condotto l’ente con professionalità anche in momenti di difficoltà (ricordo gli 8.500.000 di € che il Comune doveva a CISSACA relativi agli anni 2007-2012) e che sono state promotrici di progetti innovativi finanziati dalla Regione Piemonte (vedi “Vita indipendentemente” e altri).

La recentissima notizia dell’accordo stipulato tra Comune ed i vertici del Cissaca sull’accoglimento dell’ 80% della cifra debitoria è estremamente positiva, ma credo che anche questo sia stato possibile grazie al risanamento dei conti avvenuto durante l’amministrazione Rossa.

Per la delicatezza delle tematiche affrontate da questo consorzio e soprattutto per la delicatezza delle fasce della società su cui opera, penso ai bambini, agli anziani, alle persone con disabilità, alle persone senza reddito, spero vivamente che ci sia un’accurata analisi della situazione e un ripensamento rispetto a determinate scelte.

Sempre relativamente al Consiglio Comunale, ma questa volta di Lunedì 18 dicembre, mi era stato chiesto quali misure erano state prese dalle giunte di sinistra in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche. Rispondendo alle provocazioni, ieri, ho presentato dati concreti:

PERIODO 2002-2007 (GIUNTA SCAGNI)

SERVIZI IGIENICI ACCESSIBILI A TUTTI ALL’INTERNO DEL COMUNE E ALL’INTERNO DI ALCUNE SCUOLE COMUNALI

TOTALE 320.000€

SERVIZI IGIENICI ED ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEI CIMITERI COMUNALI

TOTALE 374.023 €

PROGETTO MARCIAPIEDI 8 LOTTI (REALIZZATI LOTTI 1, 2, 7)

TOTALE 620.000 (2.000.000 VALORE DEL PROGETTO COMPLESSIVO)

TOTALE FINALE 1.314.023 €

MANCA (ANCORA) LA REALIZZAZIONE DEGLI ULTIMI 5 LOTTI ( per un totale di 1.380.000€)

Auspico che nei prossimi anni, non essendoci più il dissesto, si possano fare investimenti in questo senso; considerato anche il fatto che Alessandria nel 2016, insieme a Milano nel 2017, è stata premiata dall’Europa con l’ACCESS CITY AWARD, il premio europeo per le città accessibili : Milano ha investito per quest’anno 7,5 milioni di € e investirà l’anno prossimo e per gli anni a venire fino a completamento del progetto, circa 15.000.000 di €, mentre attualmente il Comune di Alessandria  ha stanziato, per quest’anno e per i tre anni a venire, un investimento pari a € zero.

La cifra dei 200.000 € stanziata sul bilancio preventivo per i marciapiedi, evidentemente, sara’ utilizzata per riasfaltare le centinaia di marciapiedi ammalorati della nostra città e dei sobborghi, e quindi non certo per completare quel bel progetto già avviato e al quale mancano per giungere al termine ingenti risorse.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...