Il mio appcon esposto...

… e vieni in una grotta
con il freddo ed il gelo…
a me tocca aspettare
il suo gelido cazzo
sordido in questa notte
sotto una pensilina
dell’autobus: nessuno
chiederà il documento
ed il biglietto… ma sto congelando,
e spero che lui non mi trasferisca
i mali delle sue viscosità
purulente ed inferme.
Belle carte da dieci mi dovrai
e buonanotte… poi scenderà er ciancica
che per questa notte in segno di vostro
Signore non mi riempirà di botte.
Forse. Continuo a vivere.
Vita è questa? Soltanto se contraria
alla morte del corpo.

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

View original post