e quando

di Anna De Filpo

E QUANDO

E quando… non possiamo

più raggiungerli

e le parole si fermano in gola

e la neve scende in petto,

isola buia che strazia

perde il sole,

nell’ irreversibile miraggio

dei giorni in festa,

dentro le latitudini di un maggio

fiorito di bei giorni e di intenzioni.

E quando scelgono i passi

la via del camposanto

e il pugno stringe i fiori,

come pigne strappate alla vigna

si accendono e si ripongono in ombra

le frasi più importanti,

quelle che più non viaggiano,

strozzare dal dolore,

quelle mai dette e sante

che poi si fanno abbraccio

deposto sopra i marmi,

dove ogni forza umana, cede,

allora so, che non mi bastano

i passi in ginocchio,

che sufficienti non sono

le candele e i fiori

per dire quanto mi mancano

e quanto più di prima li amo ancora.

DIRITTI RISERVATI, ANNA DE FILPO @ COPYRIGHT

22/10/2017