La sottile linea d'ombra

C’è chi la odia perché spostarsi diventa scomodissimo – ed è sicuramente vero – eppure io non ce la faccio. Forse perché tendo a preferire il poetico al pragmatico, ma amo la neve e amo vedere il mondo imbiancato, per cui oggi, siccome avevo la fortuna di non dover fare nulla, ero molto felice di vedere qualche fiocco.

Perciò abbiamo deciso di condividere con voi una piccola poesia sulla neve e su una giornata d’inverno salvata da un corvo (non so voi, ma io amo moltissimo anche i corvi, trovo che siano incredibilmente regali!).

Robert Frost – Polvere di neve

Il modo in cui un corvo
Di sopra una cicuta
Scrollò sopra di me
Una neve minuta

Diede al mio cuore un tale
Mutamento d’umore,
Da salvare un mio giorno
Ormai senza valore.

ohara koson - crow on the snowy branch Ohara Koson, Corvo sul ramo innevato

Come già per un’altra poesia di Frost di cui abbiamo parlato (questa

View original post 101 altre parole