marcellocomitini

Egon Schiele Seatd Woman 1917 Egon Schiele, Donna seduta con ginocchio piegato,1917

Ieri notte sono stato le federa del tuo cuscino
per sentire il tepore delle tue guance
e dirti piano all’orecchio
amore mio amore mio

Le mie parole sono uscite dalla tua bocca
e sono tornate lentamente nel mio corpo
amore mio amore mio

Ho provato pena per me
e l’ho guardata in silenzio per l’ultima volta

Allora soli molto soli
le labbra hanno cominciato a muoversi
e si è udito un puro cristallino
silenzio

Òscar Hahn, Mal d’amore, Raffaelli Editore, 2017 (traduzione Gianni Darconza)

Fantasma en forma de funda

Anoche fui la funda de te almohada
para sentir la tibieza de tus mejillas
y decrirte despacio en el oído
amor mío amor mío

Mis palabras salieron por tu boca
y regresaron lentamente a mi cuerpo
amor mío amor mío

Tuve pena de mí
y la miré en silencio por última vez

Entonces…

View original post 22 altre parole