marcellocomitini

le mani

Quando andiamo indietro con la nostra memoria, spesso troviamo che ci mancano tante di quelle cose e persone che enumerarle richiederebbe una vita. Ed è per questo che caparbiamente la vita continua e i ricordi divengono l’anima di ciò che ci manca. Ci sentiamo circondati da tutte queste anime che a volte ci fanno sentire in compagnia. I giorni del Natale contribuiscono a risvegliare intorno a noi la loro presenza. Ma quando le nostre mani si avventurano nel vuoto a cercare altre mani da toccare, da stringere come quando eravamo bambini, allora la solitudine ci sospinge un’altra volta indietro verso quella strada che abbiamo sin qui percorso. Ma la troviamo spoglia di tutti coloro che abbiamo amato, come tanti sogni  caduti giù dai rami del nostro albero dei desideri.  Allora ci aggrappiamo a coloro che sentiamo vicini anche senza conoscerli.

Ma le mani nel vuoto…

Buon Natale, Amici.  Forse nel…

View original post 10 altre parole