coffee on 34th street

Ovviamente mia madre non ci ha creduto per niente e non l’ha presa benissimo.

“Ma andrà tutto bene cosa? Sei un’incosciente! Ma si può partire all’improvviso così, senza organizzare niente? E come fai adesso?!”

“Mamma, sono in Spagna non in Vietnam.”

Pausa.

“Te le sei portate le mutande?”

Si mamma, le ho portate le mutande. Click.

Mia madre è una bambina con le rughe. E’ nata ingenua, sa stare al mondo come un pesce fuor d’acqua. Le piace ridere, imparare cose nuove e crede di avere una mentalità aperta. In realtà il fatto è che di giudicare gliene frega poco, semplicemente.

Io e mia madre litighiamo praticamente ad ogni ora del giorno. E’ capace di mettere il broncio e smettere di parlare per giorni interi, ma quando poi le passa, deve fingere che non sia successo nulla. Come dicevo, una bambina.

E insomma alla fine si è convinta, complice il…

View original post 377 altre parole