La poesia italiana – parte prima

Enterprises...

Gli amici, al tempo del Liceo, mi prendevano in giro dandomi il soprannome “Dante”. A parte la somiglianza fisica, data dal naso “importante”, mi dilettavo a scrivere poesiole, cosa non molto diffusa tra gli adolescenti. Con il passare del tempo, ho cambiato genere di poesia, ma ogni tanto mi diverto ancora a scriverne (ne ho pubblicata qualcuna anche in questo blog, nella sezione “Poesie”).

La velocità di realizzazione è uno dei miei punti di forza, tant’è vero che non faccio fatica a scrivere un sonetto in poco più di mezz’ora, se viene fuori… infatti, a volte, giro e rigiro intorno alle parole per giorni. Mi è successo qualche volta però, quando amici mi hanno chiesto, per sfida, di scriverne uno, di riuscirci velocemente, e, senza falsa modestia, anche venuto abbastanza bene.

Ovviamente ho il mio stile, e pur apprezzando lo stile di altri (mio padre e il mio…

View original post 1.361 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...