20180115_221315-11

Recensione di Cristina Saracano

Un padre e un figlio diciottenne per una serie di inaspettate circostanze si trovano a dover passare due notti senza potersi addormentare a Marsiglia.

Percorreranno la città dal mare alle zone malfamate, incontreranno personaggi poco raccomandabili, signore gentili, donne bellissime e assaporeranno il profumo del mare e della compagnia.

Con un linguaggio semplice Gianrico Carofiglio ci prende per mano in questa storia regalandoci pagine di una delicatezza inaspettata e di una commozione struggente.

Il padre e il figlio, mai stati particolarmente vicini e uniti, si scoprono nella loro interiorità, stupendosi l’un l’altro di quanto si erano immaginati diversi.

Una storia che fa riflettere sui punti fondamentali dell’esistenza: i rapporti famigliari, il trascorrere del tempo e, immancabile, l’amore, protagonista assoluto della nostra vita.