DIALOGHI APERTI

Immagine correlata” Rosate dal fuoco , bianche per spavento ,

le tre fanciulle sopra il cielo gelido

guardano luccicare scritte oscure

e gli spettri delle loro memorie

sul pavimento compaiono evocati

con l’ombra delle ditta segnate

sulle mura dalle bianche camicie

e con artigli simili ai rami .

Con denti di teschio

nera la stufa freme e morde

il silenzio strisciante d’intorno .

Rosate dal vento , bianche per spavento ,

in lunghe camicie di cigno ,

le tre fanciulle sopra il gelido muro

guardano le smorfie dei segni ,

aprono , legate le braccia dal terrore ,

gli occhi come scudi a difesa ” .

View original post