Le avventure di tutto

Immagine

I Salcido non erano una famiglia che credeva alle apparenze.

Tutti gli anni gli perveniva un invito molto colorato, da parte dei Gutierrez, per partecipare al compleanno del sempre più vecchio Jorge.

Nicolàs Salcido, il padrone di casa e ricco imprenditore, cercava sempre il modo di costruire un bel centro commerciale al posto delle sterminate coltivazioni che avevano i Sanchez e i Riquelme.

“E badate che debba essere bello” ripeteva spesso al consiglio comunale di Villa Nueva, composto da soli uomini ed eletti continuamente ogni cinque anni.

“Certo, señor Salcido” lo rassicurò il robusto sindaco di Villa Nueva, Augusto Martinez, sindaco per la settima volta consecutiva.

“Io non capisco perché tu debba volere un centro commerciale…” cominciò a dire Lucìa, la gravida moglie di Salcido.

“Un bel centro commerciale” la corresse lui, mentre leggeva il giornale nella maniera tipica degli imprenditori, ovvero col sigaro importato clandestinamente da Cuba.

“Un…

View original post 437 altre parole