Fusione Nucleare a Casale M.to. Sulla base di un documento di Legambiente si muovono anche altre associazioni

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Fusione nuclear001@@2203201414282626

Pro Natura Regione Piemonte

http://www.cittafutura.al.it/

Sulla base di una segnalazione circostanziata di Legambiente, cominciano a farsi sentire anche altre associazioni ambientaliste preoccupate per quanto sta succedendo a Casale M.to.  La possibilità di poter avere un impianto pilota di studio e sperimentazione sull’energia da “fusione nucleare” ha portato tutte le associazioni ambientaliste a richiedere un incontro con l’Amministrazione comunale casalese e con tutte le Autorità che possano in qualche modo essere coinvolte. Ecco qui il testo completo della comunicazione inviata alle autorità (ed agli uffici tecnici di competenza).  

Oggetto: DTT per la fusione nucleare a Casale Monferrato 

– Richiesta di incontro urgente 

La Federazione nazionale Pro Natura, a nome di tutte le Federate del Piemonte, ritiene che la decisione di ospitare nel territorio del comune di Casale Monferrato l’impianto sperimentale DTT (Divertor Tokamak Test facility) per sperimentare la fusione nucleare, proposto dall’ENEA, sia una scelta profondamente sbagliata in quanto:

View original post 1.754 altre parole

Io sto bene di mattino nel silenzio di via Dante.

Io sto bene quando Alessandria dorme ancora, sono aperti solo i bar e le panetterie, cammino ascoltando i miei passi e incollando i miei occhi al giorno nuovo.

Anche se non va molto bene, io, di mattino, accetto il mondo con la gioia dei bambini il giorno di Natale e la leggerezza delle persone strambe.

Passa mezz’ora e tutto cambia.

Davanti al supermercato c’è sempre un ragazzo africano, o, comunque, non italiano, fermo, in piedi, accanto all’ingresso. Saluta tutti, sperando in una monetina in più tra le sue mani.

La gente va meno sovente al bar, dicono, ci sono troppe tasse, dicono, cosa che vuoi che ne sappiano a Roma quelli che stanno sempre in poltrona, dicono. E allora, per arrivare decentemente a fine mese, hanno aggiunto le slot machines.

Di solito sono meno in vista rispetto al bancone, un po’in penombra, ma ti accorgi della loro presenza perché senti tintinnare le monetine, “din, din, din”.

Musichetta e di nuovo “din din din”.

C’è gente che in quaranta minuti si gioca uno stipendio di mille euro, è una brutta malattia. E guarirne è davvero dura.

Continua a leggere

Questura Alessandria: Aurora Valentina Ferrareis, sostituisce come dirigente dell’UPGeSP, il Dott. Antonio NATALE

DAL DIARIO DELLA QUESTURA:

Questura di Alessandria #poliziadistato

A far data dall’8 Gennaio 2018 si è insediata presso la Questura di Alessandria la Dott.ssa Aurora Valentina Ferrareis, pugliese di origine, giovane Commissario Capo della Polizia di Stato che sostituisce nelle funzioni di dirigente dell’UPGeSP, il Dott. Antonio NATALE trasferito ad altra sede.

Al suo primo incarico in polizia, al termine del corso biennale per Commissari presso la Scuola Superiore di Polizia di Roma, la Dott.ssa Aurora Valentina Ferrareis è stata assegnata all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e avrà il delicato compito di coordinare il 113 e gli interventi delle volanti. Anche funzionario addetto all’Ufficio di Gabinetto, la Dott.ssa Ferrareis affiancherà, dal 22 gennaio prossimo, il nuovo Capo di Gabinetto della Questura, Dott. Marco Ferraro, già dirigente DIGOS.

#essercisempre

Le pietre d’inciampo  di Demnig  anche ad Alessandria, di Lia Tommi 

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

di Lia Tommi,  Alessandria 

L’artista tedesco Gunter Demnig  ha ideato, nel 1995, le pietre d’inciampo,  in memoria delle vittime dei campi di concentramento e da 23 anni incastona queste  pietre in tutta Europa.  Da stamattina, 14 gennaio  2018, queste pietre sono poste anche ad Alessandria.

Un’atmosfera silenziosa, accorata, intensa di emozione,  di profonda riflessione e rispetto per una memoria  che non deve andare persa, ha accompagnato la cerimonia  di posa delle sette  pietre.

Ne sono state poste cinque davanti alla Sinagoga di via Milano, dedicate a Saul Campagnano,  Emilia Vitale, Ermelinda  Colombina  Carmi,  Ermene Ester  Carmi e Ida De Benedetto. Altre  due in via Migliara, 10, davanti alla casa di Cesare Sacerdote e Vittorina Artom (nonno e bisnonna di Paola Vitale,  rappresentante alessandrina della Comunità  Ebraica  di Torino).

Tutti morirono ad Auschwitz,  tra il 1944  e il 1945.

Queste pietre  sono grandi come un cubetto di porfido e recano piccole…

View original post 66 altre parole

Lady Soul

Enterprises...

La musica leggera, così detta in contrapposizione alla musica “pesante” (la musica classica) si divide in tre macro aree, jazz, pop e rock. A loro volta ognuna di queste categorie ha delle sottosuddivisioni, anche se a volte i confini tra questo e quel genere sono così labili da non riuscire ad inquadrare bene il fenomeno.

Ad esempio, “Rithm and Blues”, anche scritto rhythm & blues e spesso abbreviato in R&B, R’n’B o RnB, termine introdotto nel 1949 da Jerry Wexler, allora giornalista per la rivista Billboard, è un genere di origine inglese e che tradotto letteralmente significa “ritmo e blues”, ed è una versione politicamente corretta del termine race music usato in quei tempi, considerato offensivo verso le persone di colore. Più che una definizione di un genere musicale ben preciso, rhythm and blues è stato utilizzato nel tempo per indicare genericamente la musica contemporanea popolare degli afroamericani.

Un’artista che…

View original post 613 altre parole

Lavoro e energia

Enterprises...

L’altro giorno un mio amico, lettore di questo blog, mi ha detto di essere rimasto indietro nella lettura degli articoli. La cosa mi ha fatto riflettere, tanto che mi sono chiesto se non fosse il caso di fare un po’ d’ordine e sistemare in maniera organizzata quanto da me scritto finora qui. A volte mi sono ripetuto, ho parlato dello stesso argomento più volte, ma mentre pensavo a quello mi è venuto in mente quanto da me scritto sul progetto “Libro di fisica by dummy” (by, non for, sia chiaro).

Il progetto di parlare di Fisica ha avuto uno stop fisiologico: mi sono dedicato ad altri argomenti. Ma, come il più caparbio dei testardi, riprendo. Ricapitolando, in principio ho “introdotto” l’argomento, con un piccolo “approfondimento“, ho poi parlato di “cinematica” e “dinamica“, trattando anche le figure di grandi scienziati come Keplero e

View original post 2.679 altre parole

Il rumore del mare – Episodio 4

Il Pikaciccio

La soria prosegue sta diventanto sempre più interessante …. Vi piace ???

La giapponese se ne accorge, schiocca le dita ed io mi ritrovo con un abitino da sera succinto che mai mi sarei immaginata di indossare e Michele è un po’ ridicolo col papillon al collo. Non ci sto capendo più niente. Perché ora siamo su uno scintillante palcoscenico durante una serata di gala? Ma alla […]

via Il rumore del mare – Episodio 4 — CREANDOUTOPIE

View original post

Tutto parte da una fontana ardente ….

Il Pikaciccio

Occhi aperti, mente aperta … e le belle cose succedono …..queste sono le ricchezze che il nostro blog ci regala…

Questa volta tutto nasce da un articolo di Antonella ( Volpina Blu ) che insieme a noi fa parte del open blog CREANDOUTOPIE

Cliccate sul link e potete leggerlo…..

https://wordpress.com/read/blogs/83664885/posts/11504

Qualche settimana fa leggiamo l’articolo e questo ” vulcanino ” a dir poco ci ispira…. e ci piacerebbe proprio vederlo… scriviamo quindi ad Antonella per capire dove si trova …. e scopriamo che è vicno a casa di Antonella e a pochi chilometri da Gatteo mare dove dobbiamo andare per impegni di famiglia…

Fantastico due … anzi tre piccioni con una fava…… all’impegno uniamo il vulcano e andiamo a conoscere Antonella….

Ci sentiamo prima via email e poi telefonicamente e decidiamo di pranzare assieme a lei e al marito  Gianluca a Cesena …..

Siamo proprio curiosi …. chissà come andrà…

View original post 263 altre parole

Pappardelle cavolo nero, cipolle caramellate, pancetta e scaglie di pecorino

Il Pikaciccio

Tutte le ricette che vedete, le assaggiamo  e se ci piacciono le pubblichiamo, anche come in questo caso dove la ricetta è totalmente inventata sulla base degli ingredienti di stagione e in offerta trovati al supermercato.

Ingredienti per 4 persone :

500 gr di pappardelle

200 gr di pecorino romano stagionato

2 belle cipolle grandi

150 di pancetta al pepe

500 gr di cavolo nero

1 cucchiaio di zucchero di canna

Sale

Olio evo
Preparazione:

Tagliate finimente la cipolla e fatela sofffriggere nell’olio

img_5042

a metà cottura aggiungete il cucchiaio di zucchero di canna e la pancetta pepata, e lasciate cuocere fino a quando la cipolla non sarà bella dorata. Spegnete e lasciate riposare .

img_5044

Quindi lavate e tagliate il cavolo  nero …. e lessatelo per quindici minuti in abbondante acqua salata ….

img_5041

Aggiungete la pasta … e a fine cottura scolate tutto insieme .

Fate poi saltare in padella  la…

View original post 26 altre parole

LA MIA VITA

Viola d'estate

Questa è la mia vita e nessuno può stringerla in un pugno facendomi mancare il respiro…
soffocarmi.
Nessuno…
proprio nessuno.
E niente….
proprio nulla…
neanche lo specchio può sapere chi sono e che universo ho dentro.
Parecchie volte sono stata guerriera di me stessa.
Ho combattuto il male con l’indifferenza…
all’offesa ho reagito con distacco…
contrastato la bugia con la verità…
la scortesia con azioni gentili.
A volte ho vinto altre sono stata sconfitta.
Ho vomitato tutto il veleno ingurgitato e tirato fuori tutta l’aria pesante che mi è toccato respirare…
rimboccato le maniche e ripreso in mano la mia vita.
Non sono una santa…
non ho poteri speciali…
super poteri soprannaturali.
Sono una donna come tante…
che si è persa ma ripresa…
caduta per poi rialzarsi…
piangere e poi sorridere…
morire per rivivere.
Il mio bagaglio di esperienza è pieno di…
dolore e amore…
di problemi e soluzioni…
di…

View original post 39 altre parole

The Fine Line in Love and Hate

Just everyday things

I was thinking the other day and I realised there is a fine line between like-dislike and love-hate. This also forms kind of a circle.

Something like, ‘ Like -> Attraction/Lust -> Infatuation -> Limerence -> Love -> Hate -> Disappointment -> Avoidance -> Disgust -> Dislike -> Stranger -> Like -> *repeat*’

I don’t know it’s rough but sounded about right in my head. like love-hate and like-dislike are the closest ones, once in the cycle, there’s only going forward and there’s no going back in my experience. Most try to stop at like like ‘Lust’ because then they won’t be emotionally involved and it’s less painful when it’s over, the whole concept of friends with benefits would work out well if humans were not so prone to catching feelings. It’s like an inbuilt concept that we will fall for someone of our sexual preference that we’re close to.

We…

View original post 80 altre parole

con il tempo

Trapunta zero

con il tempo i miei piedi crescono,

come i km che ho percorso,

le gare che ho perso,

le passeggiate che ho gustato.

con il tempo le mie mani si allargano,

per le carezze che non ho mai negato,

il pane che ho impastato,

le parole che ho scritto.

con il tempo le orecchie si ingrandiscono

per le storie che ho ascoltato,

le canzoni che mi hanno cullata,

i silenzi che mi hanno parlato.

con il tempo i capelli si allungano

per tutti i nodi che il vento ha legato,

per tutti i nodi che il vento ha sciolto,

per tutte le trecce che ho infiocchettato.

le unghie,

invece,

per i graffi che ho risparmiato,

per le volte che le ho mangiate,

e per quelle in cui le ho tinte di rosso.

con il tempo le rughe aumentano,

sulle mie labbra,

ancora,

perché non posso fare altro che sorridere

a…

View original post 41 altre parole

Allattare senza paranoie…non si può.

OK COME SEI

mamma-che-allatta.600 L’immagine ha il solo scopo di illustrare il prodotto. Quasi mai corrisponde a realtà.

Iniziamo con un argomento facile facile: allattamento.

Stai allattando? Ci hai provato? Non ci hai provato? In ogni caso hai sbagliato. Avresti dovuto fare così e così e così.  Si calcola che nel 2018 “come allattare” supererà “come allenare una squadra di calcio” nei discorsi degli italiani. Ormai è diventata una competenza ambosessi, perfino il salumiere si permette di dispensare perle di saggezza dall’alto dei suoi quattro post letti su Facebook. Tutti ne sanno ma nessuno ti dice queste tre o quattro cose che invece tu mamma ingenua dovresti proprio conoscere ancor prima delle tecniche di attacco.

  1. Allattare è faticoso

Specie all’inizio l’allattamento richiede determinazione e spirito di sacrificio e considerato che queste doti vi sono state richieste per evitare alcool, fumo e sushi per nove mesi, potreste non sentirvi pronte. Dovrete tenere sempre il bambino…

View original post 262 altre parole

Non solo Perlana

OK COME SEI

Mi è sempre piaciuto il nome di questo detersivo. Semplice ma efficace perché mi richiamava alla mente sì il suo scopo “per-la-lana” ma anche la perla, l’idea di qualcosa di prezioso e delicato da tutelare. Efficace per un detersivo per delicati, no? Da quando ero bambina non c’è più solo un tipo di Perlana ma un’intera gamma di detersivi per ogni esigenza. Oggi anch’io ho avuto l’opportunità grazie a http://www.donnad.it/ ed Henkel di poterne testare la versione Care&Refresh pensata per i tessuti misti, per i lavaggi frequenti e per togliere i cattivi odori dagli indumenti sportivi. Insomma una manna dal cielo per me che faccio almeno due lavatrici al giorno spesso di soli indumenti sudati ed utilizzati una sola volta, insomma da rinfrescare. Il pacco tester da Ambassador è arrivato ieri e al di là dei miei esperimenti di cui vi parlerò, volevo segnalare un piccolo particolare che mi ha…

View original post 109 altre parole

Lino Balza: M5S e No Tav

Lino Balza copia

Si narra di un toro tanto invadente che un giorno infilò la testa in una giara dalla quale non riuscì più a uscire. Il padrone del toro, un uomo molto avaro, non volendo rompere la giara per liberare l’animale, chiese consiglio a un amico.

Questi non trovò altra soluzione se non quella di tagliare la testa al toro, salvando in tal modo la giara. Alla stessa stregua si sta comportando Di Maio. Salvo aggiornamenti dell’ultima ora, inaspettatamente il programma  del M5S, infatti,  non contiene  il blocco delle grandi opere Tav (Valsusa e Terzo Valico). Continua a leggere “Lino Balza: M5S e No Tav”

Ravetti, PD: “Favorevole alla candidatura di Casale Monferrato per ospitare il Divertor Tokamak Test.”

Domenico Ravetti

“La delibera con la quale il Piemonte candida Casale Monferrato all’insediamento del nuovo centro di ricerche EneaCentro ricerche Enea,, denominato DTT, rappresenta un’importante occasione per il casalese e per tutto il Piemonte.

Giustamente il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, ha proposto il tema in Consiglio regionale proprio per il valore del progetto e per le ricadute che avrebbe per tutto il territorio regionale.

Parliamo di un investimento di 500 milioni di euro con grandi opportunità occupazionali. Ma tutto questo non basterebbe, ancor di più a Casale Monferrato, se il progetto contenesse anche solo vaghe ipotesi di pericoli per l’ambiente e la salute. Continua a leggere “Ravetti, PD: “Favorevole alla candidatura di Casale Monferrato per ospitare il Divertor Tokamak Test.””

Pietro Grasso: Con i vaccini si salvano milioni di persone

Pietro Grasso

Chi afferma il contrario dice pericolosissime falsità. Negli ultimi anni – complice una drammatica e strumentale disinformazione – tantissimi non hanno più vaccinato i propri bambini e la soglia di sicurezza è scesa pesantemente sotto la linea di guardia. Su certi temi, il “fai da te” offerto dal web, è molto pericoloso.

Ci sono due strade per tornare oltre la soglia di sicurezza del 95% di vaccinati, la cosiddetta “immunità di gregge” che garantisce protezione anche a chi non può essere vaccinato. Nel caso del morbillo l’Italia, con quasi 5000 casi nel 2017, rischia di far fallire lo sforzo europeo di eradicare totalmente la malattia. Risultato già raggiunto da molti Paesi.

La prima strada è quella dell’informazione capillare ed efficace, che porta ad una scelta volontaria consapevole e responsabile. Sarebbe la più auspicabile ma non garantisce risultati nel breve periodo. Continua a leggere “Pietro Grasso: Con i vaccini si salvano milioni di persone”

Pietro Grasso: Lotteremo «per i molti, non per i pochi».

Pietro Grasso

Se abbiamo scelto queste parole per riassumere il nostro impegno con Liberi e Uguali è perché molti vivono alle soglie della povertà, costretti a rinunciare alle adeguate cure mediche. Molti chiudono attività che mantengono decine di famiglie. Molti non possono proseguire gli studi e si barcamenano tra contratti senza tutele e lavori pagati a cottimo.

Non sono slogan, sono fatti confermati oggi dal rapporto pubblicato da Oxfam Italia. Su 28 Paesi dell’Unione europea, infatti, L’Italia è al ventesimo posto per livello di disuguaglianza. A metà 2017, il 20% più ricco degli italiani deteneva oltre il 66% della ricchezza nazionale. La quota di ricchezza dell’1% più ricco degli italiani supera di 240 volte quella del 20% più povero della popolazione. In dieci anni il 10% più povero ha visto diminuire il suo reddito del 28%. Quasi un terzo!. Continua a leggere “Pietro Grasso: Lotteremo «per i molti, non per i pochi».”

Il Pfoa non è un problema del Piemonte per la cortina di silenzio che ad Alessandria avvolge la Solvay.

Lino Balza copia

Pfas, inquinanti sono problema diffuso. In Toscana 2/3campioni oltre limite 

Pfas, inquinanti sono problema diffuso. In Toscana 2/3 campioni oltre limite   

Roma, 22 gen. (LaPresse) – “Il tempo è galantuomo. I campionamenti che la Regione Toscana sta conducendo sulle sue acque per accertare il grado di inquinamento da PFAS sono il segno che non raccontavamo balle e che, alla luce dello studio del CNR del 2013, questi inquinanti sono un problema di molte parti d’Italia e non solo del Veneto”.

A dirlo è il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando quanto riportato dal sito dell’Arpa della Regione Toscana in cui si dà atto che attualmente solo la Regione del Veneto ha affrontato la questione.

“Se non ci fossero i limiti indicati dal Veneto – fa rilevare il presidente – anche le altre Regioni non saprebbero da che parte affrontare il problema. Avere noi investito 3 milioni di euro per il laboratorio e apparecchiature specifiche; aver messo in piedi una task force di superesperti; essere intervenuti subito sugli acquedotti con i filtri per garantire acqua pulita dai PFAS e da eventuali altri inquinanti, operazione che ora allargheremo a tutto il Veneto, tutto questo ci ha messo nelle condizioni di essere ormai riferimento nazionale non già perché più inquinati, ma perché siamo stati i primi ad aver studiato il fenomeno ed aver operato a tutela della gente”. Continua a leggere “Il Pfoa non è un problema del Piemonte per la cortina di silenzio che ad Alessandria avvolge la Solvay.”

Roberto Burioni, Medico: Il Morbillo non è un tagliando

Morbillo

di Roberto Burioni, Medico

Marco Travaglio in una recente intervista, attaccando la legge Lorenzin, ha testualmente detto “.. il morbillo era considerato non la peste bubbonica come è considerata ultimamente ma era considerato quasi un tagliando che un bambino doveva fare assieme ad altre malattie”

Ecco, magari questa bella cosa del tagliando dovrebbe spiegarla a Simone Tezzon, che vedete qui in una foto in officina a causa di quello che Travaglio considera un semplice tagliando.

Qui il racconto di Tezzon Simone:

“Ho avuto il morbillo a 44 anni. Non ero vaccinato.[…]. Ora immaginate un uomo di 44 anni alle prese con problemi di tosse e febbre alta…e con una ditta da portare avanti…che fa? Si imbottisce di tachipirina e lavora. Finché un giorno di inizio anno scorso (2017) stramazza. Al p.s. fanno accertamenti e mi spediscono d’urgenza all’ospedale S.Anna di S.Fermo (CO). Immaginate il primario… che riceve una barella con sopra un uomo di 44 anni che ha subito nel tragitto due infarti polmonari… il collasso di un polmone e un embolia polmonare. Paziente comatoso… Continua a leggere “Roberto Burioni, Medico: Il Morbillo non è un tagliando”

Do you see?

Empowered

Do you see it? Do you see the life that is awaiting in front of you? The magic about to unravel before your eyes. Yes this life, the life of your dreams is just a step away. If you could only reach out. If you would only take that step. That step is the distance between your bad habits and your good ones, your lazyness and your proactiveness, your fears and your confidence, your self esteem, your motivation, your initiatives. Why fear? Why be insecure? Leave those behind. For they have no reason to be. God is with you. He did not make you so that you would be ashamed of yourself, but rather proud. Not for you to stay in the shadows but rather be seen. Don’t feel ashamed, don’t feel guilty. For if you follow your heart to make the right decisions and if you stay true to…

View original post 55 altre parole

La bellezza nascosta del fiore

DIALOGHI APERTI

a73b0-volto2bdonna-uomo2bpittura2bcolorato2bastratto

” Cresce l’assurdità come un fiore fatale

nella fanga dei sensi, dei cuori, dei cervelli,

tuonano invano laggiù prodigi nuovi ,

noi restiamo a lottare nella ragione natale.

Voglio andare verso la pazzia e i suoi suoli

i suoi candidi soli di luna meridiana

popolati da morsi, frastuoni

i suoi echi molto lontani.

Isole in fiore sopra un lago di neve

con uccelli annidati sotto le piume del vento

guardano spaventati un poco di paesaggio.

La dolce inquietudine  giornaliera

inizi a farsi sentire

dolce e debole , adesso all’inizio

per irrompere come un pazzo arrabbiato “

LILLI.

View original post

Il tuo amore leggero

Cantiere poesia

Il tuo amore leggero come una piuma
mi fa volare
e pesante come un metallo pesante
m’inchioda a te

ti bacio il collo fra i capelli
ti accarezzo al risveglio
nella notte abbracciati
siamo due o siamo uno

le mie braccia trovano 
i gesti sulle tue come se 
fosse erba come fosse
Acqua o Nuvola di Cielo

la mia mano scorre morbida
la pelle e c’è mio nel palmo
il dolce tepore dei nostri corpi
che si fondono e si confondono

chi sei tu chi sono io
siamo il soffio di Dio
siamo un’Alba boreale
siamo un Bosco invernale

siamo Oceani di Fuoco
uniti nel nostro bel gioco
le nostre labbra il nostro fiato
trovano insieme l’Infinito

ti sfioro con le dita il viso
che è la Luce del mondo
stai fermo ti prego non andare
e lasciami immersa nei tuoi occhi

a sognare

azzurrabianca

View original post

Il Premio Pestelli sul giornalismo ad un neo laureato di Torino. Le menzioni speciali a Genova e Roma. Il 15 febbraio la premiazione al Circolo della Stampa a Palazzo Ceriana

Il Times

La serata di premiazione dello scorso anno

Ha vinto un neo laureto dell’università di Torino la 3° edizione del Premio Pestelli da 1.500 euro dedicato alla miglior tesi di laurea sul giornalismo.

Le menzioni speciali sono andate a studenti dell’università di Genova e della Sapienza di Roma.

Il Comitato Scientifico del Centro Studi sul giornalismo Gino Pestelli ha assegnato il primo premio a

PAOLO MORELLI

per la tesi di laurea magistrale Poeta, scrittore e giornalista: Nico Orengo a Tittolibri.
Laurea che è stata conseguita presso l’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione, Anno Accademico 2016-2017.

Il Comitato Scientifico ha assegnato anche una menzione speciale a

MARIA VALACCO

per la tesi di laurea magistrale Enrica Basevi tra mediazione culturale e giornalismo scientifico (1928-2013). Laurea conseguita presso l’Università di Genova, corso di laurea magistrale in Informazione ed Editoria, Anno Accademico 2015-2016.

VALERIO GUZZO

per la tesi…

View original post 132 altre parole

Altri mini acquisti Gedi

Il Times

Il Gruppo Editoriale Gedi spa ha acquistato, nell’ambito della delega approvata dall’assemblea degli azionisti del 27 aprile 2017, dal giorno 15 gennaio 2018 al giorno 19 gennaio 2018 n. 20.000 azioni proprie al prezzo medio di 0,6658 euro per azione, per un controvalore complessivo di circa 13 mila euro.

Dettaglio delle operazioni su base giornaliera:

DataNumero di azioni
acquistate
Prezzo medio
(euro)
Controvalore
(euro)
17/01/201720.0000,665813.315
Totale20.0000,665813.315

A seguito degli acquisti finora effettuati, Gedi Gruppo Editoriale spa detiene un totale di n. 21.880.609 azioni proprie pari a circa 4,301% del capitale sociale.

Il precedente acquisto di azioni proprie era invece del 18 gennaio.

Pursuant to the resolution passed at the Shareholders’ Meeting of 27rd April 2017, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A. announces that, between January 8, 2018 and January 12, 2018, it acquired 10,000 of its own shares at an average price of 0.6870 euros…

View original post 65 altre parole

Lino Balza: Ennesimo incidente alla Solvay di Spinetta Marengo.

Lino Balza copia

Di nuovo ad opera del micidiale acido fluoridrico  (clicca qui incidente del 7 gennaio). Nel reparto Monomeri dello stabilimento Solvay di Spinetta Marengo (Alessandria) un giovane dipendente del Laboratorio centrale, comandato ad un campionamento, è stato investito da un  getto di acido fluoridrico. Al momento non si conosce la dinamica né la gravità dell’incidente.  

Lino Balza RETE AMBIENTALISTA

Il rumore della memoria: un film di Marco Bechis

Il rumore

Organizzato da La voce della luna – Associazione di cultura cinematografica e umanistica.

Lunedì 29 gennaio dalle ore 21:00 alle ore 23:30, presso Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria Piazza F. De André, 76, Alessandria

In occasione della Giornata della Memoria 2018, l’Associazione La Voce della Luna, I.I.S. Saluzzo-Plana, Officinema-laboratorio cinematografico, in collaborazione con Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria e Fic (Federazione Italiana Cineforum), propongono la visione del film di Marco Bechis “Il rumore della memoria, il viaggio di Vera dalla Shoah ai desaparecidos”.

La proiezione avrà luogo lunedì 29 gennaio a partire dalle ore 21.00, nella sala conferenze dell’ Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria (Piazza De Andrè 76). Ingresso libero. Continua a leggere “Il rumore della memoria: un film di Marco Bechis”

Non troppo lontano ….. ma troppo bello ! Il lago di Ledro con il furgoncino…..!

Il Pikaciccio

Fine settembre 2016

E’ stata una delle prime gite con il mitico furgoncino ……

Equipaggio pronto c’è anche Ale con il tablet che studia francese…. partiamo insieme ai nostri amici di avventura Paolo e Manu….

Entusiasmo a mille …… si parte

Destinazione il lago di Ledro……

Un po’ di informazioni non fanno mai male :

Il Lago di Ledro è uno tra i più belli e puliti del Trentino, situato a 650 m d’altitudine. Acque limpide, dal cangiante color turchese, in cui tuffarsi nelle calde giornate estive oppure dove praticare la pesca, la vela e altri sport acquatici.
Grazie alle sue acque balneabili che raggiungono i 24° in estate, il Lago di Ledro è ideale per praticare differenti sport tra cui la canoa, il windsurf, la vela, il nuoto e la pesca.
Una delle 4 spiagge del Lago di Ledro è animal friendly per portare il proprio cane in spiaggia.

View original post 785 altre parole

Duecentoquarantadue, di Roberto Burioni, Medico

241242

di Roberto Burioni, Medico

Duecentoquarantadue.

Marco Travaglio qualche giorno fa ha detto in una intervista che il morbillo “era considerato un tagliando”. Marco Travaglio è nato nel 1964. Nel 1964 242 bambini sotto i cinque anni sono stati uccisi dal morbillo.

Sono 242 se io divento Senatore, rimangono 242 se io mi candido con il PD, non cambia il numero se lascio l’università e mi metto a fare il pittore, sono 242 anche se io alle elezioni non vado a votare.

E’ un numero, un numero agghiacciante e non un’opinione.

Ora io chiedo a voi (e pure a Travaglio) di immaginarvi duecentoquarantadue piccole bare bianche, duecentoquarantadue banchi d’asilo vuoti per sempre, duecentoquarantadue funerali e oltre quattrocento genitori nel dolore per la perdita di un bambino. Continua a leggere “Duecentoquarantadue, di Roberto Burioni, Medico”

Raffaello Sanzio – Amor, tu m’envesscasti con doi lumi

Il Canto delle Muse

Versi del primo ‘500 probabilmente dedicati a Margherita Luti, sua amante e modella ritratta per “La velata” e “la Fornarina”. Pittura e poesia a braccetto con l’amore…

Amor, tu m’envesscasti con doi lumi
de doi beli occhi dov’io me strugo e sface,
da bianca neve e da rosa vivace,
da un bel parlar in donnessi costumi.

Tal che tanto ardo, che né mar né fiumi
spegnar potrian quel foco; ma non mi spiace,
poiché ‘l mio ardor tanto di ben mi face,
ch’ardendo onior più d’arder me consumi.

Quanto fu dolce el giogo e la catena
de’ toi candidi braci al col mio vòlti,
che, sogliendomi, io sento mortal pena.

D’altre cose io non dico, che fôr molti,
ché soperchia docenza a morte mena,
e però tacio, a te i penser rivolti.

Dai Sonetti di Raffaello Sanzio

“La Velata”, 1515 conservato nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze

La-Velata-Raffaello-Sanzio-analisi.jpg

View original post

INTERVISTA A LUCIANO GATTO

COOK&COMICS

Uno degli autori più prolifici della Disney per tanti anni ci ha deliziato con le sue storie, le tante collaborazioni con autori importanti lo hanno portato ad evolversi negli anni e a costruirsi la sua strada che lo ha portato al traguardo degli autori più importanti del fumetto italiano. Tra il grandissimo numero di personaggi che ha trattato Eta Beta è sicuramente uno di quelli che occupa un posto speciale nel repertorio di Gatto. Ci ha colpito come lui ha interpretato questo personaggio, “rinfrescandolo” e regalandoci storie indimenticabili.

eta1

Dalla collaborazione con Michelin nasce una serie che occupa un posto importante nella carriera di GATTO, Biancaneve e i 7 nani, il quale stile narrativo si adatta alla perfezione con i disegni di Luciano.

7_Biancaneve.jpg

Insomma il suo stile è inconfondibile ed è questo uno degli aspetti più importanti di un disegnatore; sapersi distinguere dagli altri ed essere unici con la propria matita…

View original post 53 altre parole

La Ropa Sucia/23

Le avventure di tutto

Immagine

“E così” commentò un uomo seduto su una poltrona scura, nel buio della sua stanza “Clara Sanchez ha detto di avere una lavatrice, eh?”

“Sì, signore. Io ero lì, ho sentito tutto” disse una delle sue spie, ritto in piedi, ma che tuttavia non riusciva a vedere da chi prendeva ordini, dato che la poltrona copriva il suo signore.

“E chi ti ha detto di spiare un appuntamento galante di cui non ci interessava assolutamente nulla?”

“No, signore” rispose l’uomo ritto in piedi “mi trovavo lì per caso”

“Bene” rispose il suo capo. “Tuttavia, il caso non esiste. Tu eri in piazza a bighellonare come fanno tutti i paesani di Villa Nueva in questo periodo dell’anno. Dì la verità”

“La verità” rispose lui.

“Perfetto. Puoi andare” disse il suo capo, sospirando. Che cosa stava succedendo a Villa Nueva? E come mai Clara Sanchez aveva affermato di avere una lavatrice così…

View original post 437 altre parole

Yoga o meditazione? Anche no

Mienmiuaif - Mia moglie ed io

Lettere a una moglie #2 (ovvero l’esodo del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif) di Giuseppe Signorin

Finalmente uno che lo ammette, amore mio: Yoga e compagnia bella non sono solo ginnastica. Non eravamo d’accordo quasi su niente, ma ho apprezzato tantissimo l’onestà del nostro nuovo amico Fritz, praticissimo di queste cose, quando le ha circoscritte al loro vero ambito – religioso, spirituale -, mentre di solito circolano a riguardo un sacco di sciocchezze. Prima dell’inizio del cammino di conversione ero stato a un corso di meditazione trascendentale. C’erano centinaia di persone, molti giovani. Il primo incontro in una scuola. La meditazione trascendentale veniva presentata come una tecnica di rilassamento, qualcosa che ti faceva stare meglio, perché ripetere dei suoni nel modo in cui ci avrebbero insegnato aveva tutta una serie di benefici e bla bla bla. Poi però ti sottoponevano a un rito, una specie…

View original post 672 altre parole

MOZZA: intervista con l’autrice ed attrice Claudia Gosmano

CIMO

Per il prossimo appuntamento con la rassegna teatrale Palco Off, Claudia Gosmano ci accompagna tra le onde di una storia dal sapore marittimo con Mozza, scritta e interpretata dall’attrice stessa. Ecco quello che l’attrice, apparsa più di una volta in televisione in serie come Don Matteo e Il Segreto dell’Acqua, ci ha raccontato.

View original post 399 altre parole

Roberto Burioni, Medico: Grazie, ma la mia battaglia la conduco fuori dal Parlamento

Roberto Burioni medico26903696_2512693988955769_4356751348031603803_n

Roberto Burioni, Medico

Qualche giorno fa ho ricevuto da Matteo Renzi la proposta di candidarmi come indipendente nelle liste del PD alle prossime elezioni politiche. Me l’ha fatta con le parole giuste: “vorrei rovinarle la vita proponendole di dare una mano al suo Paese in Parlamento”.

Parole giuste perché io sento il dovere di fare qualcosa per migliorare la Nazione dove vivo e dove crescerà mia figlia; insomma di mettere a disposizione degli altri quello che so e quello che so fare. Ricevere questa proposta è stato per me un grande onore: come sapete ho profondissima stima di Matteo Renzi, che con coraggio e decisione ha preso senza tentennamenti la parte della scienza in questa Italia talvolta oscillante tra viltà, opportunismo e superstizione.

Molti mi hanno detto “stai lontano dalla politica, è uno schifo”. Ma io non la penso così: la politica è per me la forma più alta di impegno civile e l’ho sempre considerata come il traguardo più prestigioso per un Cittadino. Continua a leggere “Roberto Burioni, Medico: Grazie, ma la mia battaglia la conduco fuori dal Parlamento”

ANDANTE CON GUSTO: CHIANTI CLASSICO: 300 ANNI E NON SENTIRLI.E IL PEPOSO DELL’IMPRUNETA

Andante

Andante con gusto: Chianti Classico: 300 anni e non sentirli. Il Pepo…: La storia racconta che il 24 settembre del 1716, il Granduca Cosimo III De Medici volle definire in maniera ufficiale i confini dei territori vocati alla produzione viticola di alta qualità e fra quelli, individuò anche “Il Chianti” (nella zona che oggi conosciamo come Chianti Classico), definendo così il primo “Territorio di vino”. Un grande piatto che rende onore al Chianti è sicuramente il Peposo, muscolo di manzo cotto per ore in abbondante vino rosso e strutturato, possibilmente di terra Chiantigiana. 

http://chiantipoesia.blogspot.it/