Le avventure di tutto

Immagine

“Non me lo sarei mai aspettato…” commentò Miguel, osservando la tazza di caffè ormai vuotata. “Avete una lavatrice”

“Esatto” disse Clara, molto seria. “E sai quanto me questo cosa significhi”

Miguel annuì, non c’era bisogno di dirlo ad alta voce.

“Tuttavia” riprese Miguel, molto deciso a non staccare gli occhi dagli occhi neri della ragazza “a parte questo, sei una bellissima ragazza e voglio corteggiarti finché non cederai”

Clara arrossì violentemente. Anche Miguel, quando collegava la lingua al cervello, era gradevole. Lei era single, quindi restava solo una cosa da fare e la fece: allungò la mano e prese sulla sua quella di Miguel, sorridendo.

Quello che i due non sapevano, o meglio, sapevano ma facevano finta di no, era che la piazza di Villa Nueva era colma, soprattutto la mattina presto in estate quando c’era il residuo della fresca brezza notturna, colma di anziani seduti sulle panche.

E stava…

View original post 485 altre parole