Viaggiando con Bea

Da quanto tempo avrei voluto parlare della mia città natia. Ho sempre desiderato rendere omaggio alla mia terra dedicando uno dei miei post, ma ahimè, i miei progetti di un viaggio in Sicilia sono andati in frantumi così come lo è stato per il mio polso. Una frattura bruttissima al radio mi ha bloccato a casa e adesso sono qui con una mano, cinque dita e con tanta rabbia sto tentanto di mettere giù due righe su “Catania”. 

Qualcuno potrebbe chiedermi ma vale una sosta? Che dire, Catania, sovrastata dall’Etna che si staglia imponente e capricciosa alle sue spalle, è folklore puro, è caos… ma è pur sempre la mia città e mi permetto di citare due righe del bellissimo post  di Silvia “Città natia” che rappresenta proprio ciò che ho nel cuore.

Per noi che vi nascemmo, è la più bella,
la più struggente e pia che ci sia

View original post 709 altre parole