Il desiderio

di Rosa Maria Macina

Il desiderio di te,
m’impaurisce,
è pioggia battente, mai finisce.
Sospirò mio carnale,
fioriscimi dentro
e questo desiderio fai placare.
Allontana le nuvole, il freddo
da quest’anima che col fino
spinato ha incatenato il cuore e ..ansima.
Puntellandolo di mille stupide ore,
obbligando a restare,
lì a pulsare…
come fanno le stelle che
per morire nel mare vanno ad affondare…
Stordita in assenza di gravità, si lasciano spegnere
in profondità.
Mi porti con te stasera?
Aldilà dell’orizzonte
nascerà una poesia,
un giro di valzer…
amplifica lo spirito e non è un’ utopia.
Lacrime invisibili che solo
un angelo può asciugare,
con di piume le punte a
solleticare …
Sulle tue gambe seduta,
a incendiare il paradiso,
radice scoperta,
del piacere della vita
.Abbracciati in un vortice di passione…
rallenti i tempi…
per poi accelerare…
e senza parole ..sul tuo cuore..
semplifico l’espressione,
indifesa
senza più corazza,
mi dono a te come Dio
m’ha fatta…
e tremando per il piacere…
mi appresto a terminare
ciò che hai iniziato…
e non puoi più fermare..
Anche i respiri sono mozzati,
come li sguardi tratteggiati…
Occhi aperti,
spesso chiusi,
in attesa,
del nostro momento,
dove la passione è dominante
e tutto il resto…
scompare in un
istante.!!♡♡♡
R.M.M.