sotto il

di Luigi Meloni

SOTTO IL VESTITO

Sotto quel vestito apparentemente bello
c’e’ un corpo spezzato, lividi colorati
sulle braccia dove un maglione di nasconde
dalla tua vera realta.

Ma i tuoi occhi opachi parlano, disegnano
forme di mani pesanti appiccicate sul viso,
sopportandondone questo dolore impossibile,
come una spada affilita dentro le emozioni
piu’ disperate.

E’ nel silenzio della casa che brucia il
Fuoco, arde di legna secca sul tuo cuore,
conseguenza di una paura forse gia vista
da piccina, che si ripete da donna.

Sotto il vestito dentro la pelle le parole
Seccano, la lingua come un diga che nel suo
corso si ferma, o come mare in burrasca,
dove il cielo non smette mai di mandare saette
sul tuo corpo fragile.

Nel cammino del destino seviziata di dolori
dell’istinto animale, l’anima raccoglie i segni
di un Killer ,che si chiama paura, morte, giovane
o madre o amante, essenza di donna, ogni conflitto
affoga nel tuo sangue se non soddisferai,l’orgoglio
oscuro di un’uomo, che ti vuole per sempre sua
senza diritti.

Cosi umiliata a piu riprese che la vita si fa pesante,
forse vivi per i figli ancora, ma quando il tuo viso
innocente e le tue mani tremano,ammanettate da
un’orco, cerchi il desiderio di fuggire a volte lasciando
la vita, o vivendo nell’assurdita’ di una parte dove sei
prigioniera sempre pronta all’esecuzione ogni volta, che ti
ribelli all’umo, nei suoi vizi esso ti tiene in pugno.

LUIGI MELONI