Mondi tra di

di Roberto Rossi

MONDI TRA (DI) NOI…

Se sapessero i mondi e se i Mondi sapessero dell’unicità dell’umanità che vive su un granello di sabbia sperduto nell’immensità dello spazio siderale.
Se conoscessero i mondi e se i Mondi conoscessero la bellezza delle diversità umane senza il fardello dei pregiudizi.
Se comprendessero i mondi e se i Mondi comprendessero l’importanza e la bellezza di un umanesimo libero da dogmi e razzismi.
Se consapevoli i mondi e se i Mondi fossero consapevoli della immensa potenzialità della mente se esercitata a pensare.
Se potessero i mondi e i Mondi potessero liberarsi dall’ego – centrismo, dall’ego – ismo e dalla mega -lomania, e fossero lungimiranti nella solidarietà.


Se avessero i mondi e se i Mondi avessero profondità mentale comprenderebbero che su quel granello di sabbia di nome Terra, esiste una sola razza umana che da millenni e millenni, vaga senza fine all’interno di quell’unico confine, la Terra.
Se si aprissero i mondi e se i Mondi si aprissero alla conoscenza dei valori condivisi non ci sarebbero nuovi muri, fili spinati, barriere, ostilità e nemmeno la gigantesca paura di chi considerato straniero viene rifiutato e offeso.
Se coscienti i mondi e se i Mondi coscienti si attivassero ad essere intelligenti (…Sapiens…?) potrebbero davvero essere Umanità nel rispetto della dignità d’essere.
Se fossero i mondi e se i Mondi fossero consapevoli d’essere comunità di persone allora saprebbero d’essere persone tra le persone, in dignità, etica e rispetto reciproco.
Se i mondi e se i Mondi orbitassero attorno alla Ragione, invece di rifiutarla, non ci sarebbe necessità di violenza.
Se fermassero i mondi e se i Mondi fermassero le guerre continue, sarebbe la più grande vera e sublime emozione per l’intera umanità.
Se osservassero i mondi e se i Mondi osservassero il cielo notturno in una notte senza luna dove le luci della modernità sono spente, allora capirebbero quanto son piccoli piccoli.
Se pensassero i mondi e se i Mondi pensassero che stanno distruggendo dove essi stessi vivono forse capirebbero quanto sono folli.
Se amassero i mondi e se i Mondi amassero la Natura ch’è loro culla di vita, e di essa abbisognano, allora non la sporcherebbero, né la stuprerebbero, né la insozzerebbero, né la violenterebbero, né la ridurrebbero a latrina.

Testo di Roberto Rossi
Pittore, poeta, scrittore
Disegno di Roberto Rossi dalla collezione MONDI TRA (DI) NOI. Anno 2017, cm 33 x 48, china, matita.