Sfogliata con patate, pomodorini e asiago

Mangiare bene a casa con Max

Ciao, vi propongo un’ altra sfogliata molto appetitosa con pomorini datterino, patate e formaggio. Come dicevo nella ricetta precedente della sfogliata ai funghi champignon, anche questa ricetta si può  servire tiepida o appena sfornata. Si possono proporre assieme, servendo un bis e quindi una fetta per tipo. Procediamo con la preparazione di questa facile e veloce ricetta.

Ingredienti:

  • 15/20 pomodorini datterino tagliati in 4 spicchi;
  • 3 o 4 patate, dipende dalla dimensione;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 150 gr. Formaggio Asiago;
  • 1 filo d’ olio d’oliva exreavergine;
  • 1 cucchiaio scarso di parmigiano grattuggiato;
  • Pasta sfoglia già  pronta all’uso.

Procedimento:

Foderate una tortiera con la pasta sfoglia, procedendo come per la ricetta precedente sfogliata funghi champignon. Disporre sul fondo le patate precedentemente tagliate a fettine sottili utilizzando un pelapatate, unire in modo disordinato i pomodorini tagliati,salare e pepare, unire il formaggio tagliato a dadini. Chiudere verso il centro della tortiera i…

View original post 52 altre parole

Formaggi

Mangiare bene a casa con Max

Amici lettori,

oggi vi parlo dei formaggi. Attualmente, sulle nostre tavole e in commercio, ne troviamo una gran varietà, formaggi  con latte di vacca, pecora, capra, bufala e latte misto: vacca-pecora, vacca-capra, vacca-pecora-capra, pecora-capra. Possiamo anche scegliere formaggi a pasta cruda, pasta semicotta e pasta cotta.

Pasta cruda: il latte crudo viene lavorato a temperatura di mungitura e scaldato leggermente per portarlo a temperatura di coagulazione, quindi dopo la rottura della caglia il riscaldamento avviene fino a una temperatura massima di 42°C.

Pasta semicotta: si produce con latte termizzato, quindi dopo la mungitura viene trattato a una temperatura di circa 60 gradi per igienizzarlo per circa 10 minuti, viene poi raffreddato e portato a una temperatura di coagulazione circa 45°C. dopo la rottura della caglia.

Pasta cotta: si produce con latte pastorizzato, quindi dopo la mungitura viene portato a una temperatura di circa 70°C per 15 secondi e poi raffreddato a…

View original post 271 altre parole

Risotto con radicchio rosso e Monte Veronese Dop

Mangiare bene a casa con Max

Cari amici,

Come avrete capito, sono un amante del riso e, amo cucinare i risotti. Oggi vi propongo una ricetta molto diffusa dalla mie parti e non solo, utilizzando il Monte Veronese, un formaggio tipico della mia zona. In altre località, si utilizza anche il taleggio che rappresenta una valida variante. Comunque sia, si può utilizzare un formaggio dal sapore delicato ma, allo stesso tempo, con un gusto non troppo forte. Il Monte Veronese in commercio è  disponibile stagionato o poco stagionato. Questo tipo di formaggio proviene dai monti della lessinia e viene prodotto con latte di vacca intero, presenta una crosta molto sottile di colore paglierino. La pasta invece, è  di colore bianco, paglierino o giallo chiaro con un occhiatura più  o meno diffusa, è  elastica e il suo odore ricorda il burro fresco. Il gusto è  molto delicato e gradevole, il sapore è  dolce e leggermente acido come…

View original post 201 altre parole

Tartelette di pasta sfoglia con ripieno di fondi di carciofo, radicchio rosso, patate e certosa

Mangiare bene a casa con Max

Cari amici lettori del mio blog, ho voluto fare un esperimento, con il dubbio che l’abbinamento radicchio rosso e carciofo fosse inadeguato a causa dei sapori troppo forti. Avevo anche il dubbio che il radicchio potesse coprire il sapore degli altri ingredienti… Beh meno male che non è  andata come pensavo, e tutto ciò mi ha dato una soddisfazione inaspettata. Questa ricetta si accompagna ad una salsa ai formaggi, preferibilmente senza gorgonzola, perché il sapore troppo intenso coprirebbe il gusto degli altri formaggi utilizzati. Ora, con entusiasmo, vi spiego questa ricetta.

Ingredienti per 6 stampini:

  • 4 fondi di carciofo freschi;
  • 1 patata media;
  • 1 rotolo rettangolare di pasta sfoglia al burro;
  • Sale, pepe macinato al momento;
  • 1 cipolla rossa di Tropea di piccole dimensioni;
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva aromatizzato all’aglio;
  • 1 cuore di radicchio rosso tardivo o Verona;
  • 1 uovo intero;
  • 50 gr. di certosa fresca;
  • 1 manciata…

View original post 343 altre parole

Elezioni, non c’è la maggioranza? I Responsabili li porta il Pd I candidati ex di Berlusconi pronti a un governo (qualsiasi) 

Coi baffi posticci come in un romanzo di Agatha Christie. Col volto travisato come in Point Break. Ciellini per scuola e curriculum, berlusconiani accaniti, ex compari di Cuffaro, ex sodali di Raffaele Lombardo, ex collaboratori di Saverio Romano, ex campioni di preferenze per il Pdl, e poi democristiani devotissimi, socialisti col garofano, avvocati di Berlusconi ex soci di Ghedini. […] continua su: Elezioni, non c’è la maggioranza? I Responsabili li porta il Pd I candidati ex di Berlusconi pronti a un governo (qualsiasi) – Il Fatto Quotidiano

Scuola, dieci anni e una notte di trattative sbloccano il nuovo contratto in tempo per il voto 

C’è l’intesa sul nuovo Contratto nazionale della scuola. Tre settimane prima delle elezioni venerdì mattina alle 7, dopo 10 anni di blocco e una notte dedicata alla trattativa finale, è stato firmato all’Aran il primo contratto nazionale di lavoro del nuovo comparto Istruzione e Ricerca. Un’area che dà lavoro a 1,2 milioni di persone. Lo hanno […] continua su: Scuola, dieci anni e una notte di trattative sbloccano il nuovo contratto in tempo per il voto – Il Fatto Quotidiano

Terremoto, il sindaco di Amatrice Pirozzi indagato per omicidio colposo per crollo di una palazzina. Morirono 7 persone 

Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi è indagato per reati vari tra cui l’omicidio colposo con le aggravanti di aver commesso il fatto in violazione dei doveri inerenti alla pubblica funzione e per disastri dolosi. Al candidato alla presidenza della Regione Lazio è contestata anche l’accusa di lesioni personali colpose. Le indagini sono state svolte […] continua su: Terremoto, il sindaco di Amatrice Pirozzi indagato per omicidio colposo per crollo di una palazzina. Morirono 7 persone – Il Fatto Quotidiano

Macerata, autorizzato corteo antifascista. Sindaco: “Scuole chiuse”. CasaPound: “Organizzarlo è soffiare sul fuoco” 

La Questura ha autorizzato la manifestazione antifascista convocata per sabato pomeriggio dopo l’agguato fascista di Macerata. Lo hanno annunciato i promotori dell’iniziativa e dalla Prefettura è arrivata la conferma: “Non sussistono ragioni di ordine e sicurezza pubblica per un provvedimento di divieto”, afferma in una nota l’organo del governo sul territorio. Il corteo dovrebbe partire dai giardini […] continua su: Macerata, autorizzato corteo antifascista. Sindaco: “Scuole chiuse”. CasaPound: “Organizzarlo è soffiare sul fuoco” – Il Fatto Quotidiano

La Ropa Sucia/40

Le avventure di tutto

Immagine

Il signore e la signora Riquelme non erano tipi da preoccuparsi per i consueti ritardi del figlio, tuttavia la bufera che si è scatenata sulla loro casa, ovvero il nuovo rampollo in arrivo dentro il ventre di Adele Sanchez, aveva sparigliato le carte.

“Credi che dovremmo andare a cercarlo?” chiese a un certo punto suo padre, visto che José non era arrivato a portargli il giornale.

“Si farà vivo, vedrai” rispose la madre, che non era affatto preoccupata, Piuttosto, stava cercando un modo di scagionare José dal suo essere padre.

Non era facile, le prove erano tutte contro di lui. In ogni modo, le venne in mente che dovrebbe esser preoccupata per il figlio.

E fu proprio in quel momento che arrivò una telefonata.

“Dovremmo staccarlo, questo telefono…” pensò, mentre lo lasciava squillare. Infine, sollevò la cornetta.

“Qui casa Riquelme”

Le venne in mente di aver dimenticato di far alzare…

View original post 294 altre parole

Oltre l’Orizzonte, la nuova opera di Miriam Maria Santucci

Oltre l'Orizzonte, di Miriam Maria Santucci

«Dall’ignoranza scaturiscono le maggiori sventure. Se poi ad essa si aggiungono cecità mentale e arroganza, le catastrofi sono inevitabili.»

“In questo mondo sempre più corrotto, i cui popoli sono sempre più succubi di chi li governa, si hanno sempre meno speranze e prospettive. L’unica fiducia che l’essere umano riesce ancora a percepire, è oltre ciò che potenti criminali senza scrupoli possono manipolare: si trova ben più in là, molto lontano… Oltre l’Orizzonte!”

(Miriam Maria  Santucci)

Il termine “orizzonte” può avere uno specifico significato per ognuno di noi: un limite oltre il quale c’è l’ignoto, o l’infinito, oppure una dimensione diversa, o uno stato d’animo differente.

Per l’Autrice, in questa nuova raccolta di poesie e citazioni, l’orizzonte è anche quel luogo dove… l’uomo, può ancora sperare di avere fiducia.

Sogni in Scena Editore

Confagricoltura: Un dibattito costruttivo alla riunione di Casale Monferrato

confWP_20180209_007confWP_20180209_019

L’Assemblea della Zona di Casale Monferrato ha avuto luogo questa mattina, venerdì 9 febbraio, presso l’Agriturismo Bottazza di Giorgio Leporati in Strada Vecchia per Pozzo Sant’Evasio, 9.

Il presidente provinciale Luca Brondelli di Brondello, il presidente di Zona Giacomo Pedrola, il direttore provinciale Valter Parodi e il direttore di Zona Giovanni Passioni hanno dato avvio ai lavori.

Pedrola ha introdotto gli argomenti oggetto di analisi della mattinata (riso e vite bio) per soffermarsi a riflettere proprio sul biologico: “Vi è una grande attenzione da parte dei consumatori verso questi prodotti ed un consumo crescente rispetto a quelli tradizionali. Dobbiamo prestare attenzione alle esigenze del mercato e valutare a livello aziendale questo metodo di coltivazione”. Continua a leggere “Confagricoltura: Un dibattito costruttivo alla riunione di Casale Monferrato”

14 Febbraio. Da un diario di polvere

Racconti della Controra

fiore secco polaroid circle rebecca lena racconti controra.jpg

Finisce così, Papavero. Sempre che finisca davvero; in realtà credo sia solo una sospensione necessaria, un po’ come l’esistere qui sulla terra. Un punto di equilibrio nel disequilibrio. Ti ricorderò nella spuma che non si afferra e nel non dormire col naso attaccato al tuo, solo quando ti penserò a questo modo tornerò ad amare.

Ho un problema con la carne, forse lo sai, mi appaga solo temporaneamente e ne trovo così facilmente i difetti, e le brutture, e tutto ciò che si addice solo alle cose che devono marcire. Ecco cos’è. È il sentore della putrefazione che mi rende insopportabile il corpo umano. Lo so che siamo molto più del nostro involucro – e non parlo di anima, almeno credo – parlo di naturale tendenza verso la nostalgia, spontaneo proposito di viaggiare oltre la velocità della luce, ad esempio.

Si crede che l’amore appartenga ai primi cinque sensi. Ma…

View original post 199 altre parole

Visioni e previsioni

Il Canto delle Muse

Afferrati i lembi scrollai la pelle
come tovaglia al vento
la disfeci da residui ostruenti i pori,
giù a picco nell’orrido,
apertura verde selvaggia,
bocca spalancata onnivora
in cui scagliare delusioni
ansie e apatie, inutili zavorre,
ritagli di cuore mummificati,
grammi d’anima morti in parte,
quale atto di purificazione.
L’epidermide s’è fatta leggera
con essa il pensiero ha assunto
la sofficità di nube d’aria vagante,
liberata anche per poco d’ogni lordura,
condizione che, so bene, non dura
intrusioni e ricordi riaffioreranno
e sarà opportuno nuovo lavacro
a sanare il prossimo malanno.

Daniela Cerrato, 2018

composing-2391033_960_720.jpg

View original post

CHIAMAMI COL TUO TUO NOME: il desiderio e la malinconia

CIMO

L’Italia ha avuto, fin dall’istituzione nel 1957 del premio a miglior film straniero, un rapporto particolare con gli Oscar. Ad un primo quarantennio di successi con le pellicole di Fellini e De Sica, è seguito un lunghissimo vuoto interrotto da qualche sporadico riconoscimento, incluso il trionfo de La Grande Bellezza nel 2013. A cinque anni dalla vittoria del film di Sorrentino, l’Italia sembra essere tornata nelle grazie dell’Academy con Chiamami Col Tuo Nome, ultimo film del regista palermitano Luca Guadagnino e tratto dall’omonimo romanzo di André Aciman, che si è aggiudicato 4 nomination, inclusa quella per miglior film (non film straniero, trattandosi infatti di una co-produzione italo-franco-americana).

View original post 422 altre parole

Bambini desiderati, di Cristina Saracano

 

screenshot_2018-02-09-15-33-41-1-1008500162

di Cristina Saracano. Alessandria

In Italia, non è una novità, si fanno sempre meno figli, una donna su cinque, quarantenne, non ne ha, le stesse trentenni di oggi sono in numero nettamente inferiore rispetto alle loro coetanee di trent’anni fa, per colpa di una denatalità che dura da metà degli anni ottanta

È  colpa della crisi, della precarietà del lavoro, degli scarsi aiuti sociali, del preferire la carriera alla famiglia, dei papà che, molto spesso, non riescono ad affiancare le mamme negli aiuti domestici, queste sono un pò tutte le cause.

I figli, inoltre, sono meno, ma sempre più cercati, desiderati: raramente, ormai, accade di diventare genitore senza aver programmato la cosa. Continua a leggere “Bambini desiderati, di Cristina Saracano”

Gabriele Carenini presidente Cia Piemonte Eletto all’unanimità oggi a Torino

carenini-presidente

Il casalese Gabriele Carenini è stato eletto all’unanimità presidente della Cia Piemonte e rappresenterà gli agricoltori della regione per i prossimi quattro anni. Succede a Lodovico Actis Perinetto, a fine mandato. L’elezione si è svolta stamattina a Torino alla presenza dei delegati di tutte le province del Piemonte e di rappresentanti del mondo politico.

Gabriele Carenini, 40 anni, sposato con Barbara e padre di Ermes, imprenditore agricolo a Valmacca, dove produce ortofrutta nell’azienda di famiglia rilevata nel 2004, è stato finora vicepresidente regionale Cia Piemonte, in precedenza è stato presidente dell’Associazione Giovani Imprenditori Agricoli (Agia) della provincia di Alessandria, presidente di Agia Piemonte e vicepresidente Agia nazionale, presidente di Zona Cia Casale Monferrato. E’ anche il rappresentante del settore agricolo all’interno della dirigenza del Parco Fluviale del Po e dell’Orba. Continua a leggere “Gabriele Carenini presidente Cia Piemonte Eletto all’unanimità oggi a Torino”

Festival di Sanremo

DIALOGHI APERTI

Immagine correlata

Il Festival di Sanremo è ormai arrivato da tempo all’esaurimento del contenuto televisivo, ma c’è un’ostentazione da parte della Rai, di riproporlo come una minestra riscaldata tutti gli anni. Il fallimento del programma stesso, sta nel fatto che le canzoni non trionfano più e non sono più protagoniste. Questo format televisivo improntato alla musica non funziona, a mio avviso perché è stato sostituito da altri programmi più innovativi e dove la musica trionfa. Uno di questo X Factor.

Lo spettacolo di Sanremo non regge più il peso artistico del programma, perché il target dello spettatore che declamava il successo, in termini di ascolti non esiste più, ” Quindi non Martini non Party “.  Il fallimento è dichiarato dal fatto stesso che nei mesi precedenti allo spettacolo non si parla affatto di canzoni e cantanti, ma di qui lo conduce, chi è la valletta, chi saranno gli ospiti?

Risultati immagini per foto immagini sanremo 2018 Queste anticipazioni raccontano…

View original post 357 altre parole

Buongiorno a tutti

inpuntadipiedinaturalmente

Oggi vorrei augurarvi il buongiorno con questa bellissima citazione dal nuovo romanzo di Roberto Emanuelli.

È l’autore del libro che mi ha consigliato il mio libraio quando gli ho chiesto un libro per l’anima.

Mi è piaciuto? Direi di sì visto che sto leggendo anche il suo ultimo libro che in realtà è una ristampa.

Sono molto grata a questo libro!

Buona giornata un abbraccio!

Elisa

View original post

Connubio vitale

Cantiere poesia

Ho sempre temuto la carezza del buio

eppure sono cresciuta all’ombra

fra stanze solitarie e pesanti

che mi occludevano la vista

ho sempre temuto l’incontro

eppure parlavo il linguaggio dell’anima

quando mi abbeveravo all’acqua di fonte

ho sempre tenuto accesa sul comodino

la lucerna della speranza e dell’amore

così fra una pena celata e un sorriso donato

ho lasciato che fiorisse il mondo

ho lasciato che l’anatroccolo impaurito

deliziasse di canto il cigno,

eppure ancora oggi

prediligo starmene in disparte

devo trovare forza e tanto coraggio

ad uscire dal mio guscio

come lumaca affilo le mie antenne

e vado piano fra scie d’argento

e bava di sogni,

come lumaca non ho fretta di arrivare

sono qui adesso, felice di stare

e dove andrò non ho bisogno

di altra zavorra da portare.

Roberta Bagnoli

View original post

Capogrosso vince il concorso Ismea

cap dario1cap dario2

L’allevatore di Sarezzano premiato “Nuovi fattori di successo 2017”

Dario Capogrosso, titolare de “Il Pastore Transumante”, allevatore di cani da pastore a Sarezzano associato Cia, è tra i 12 vincitori del concorso nazionale “Nuovi Fattori di Successo” (edizione 2017) finalizzata alla valorizzazione ed alla diffusione delle Buone Pratiche nello Sviluppo Rurale realizzate da Giovani Agricoltori finanziate dall’Unione Europea, promosso da Ismea.

Capogrosso è arrivato terzo in classifica (39 le candidature ammesse) con un punteggio di 236 (la soglia minima di ammissione era 140); il premio per i primi tre classificati consiste nella realizzazione di un documentario professionale in alta definizione girato in azienda per la divulgazione dell’esperienza imprenditoriale in contesti nazionali e internazionali. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma. Continua a leggere “Capogrosso vince il concorso Ismea”

Con “Harmony” cresce il progetto di filiera cerealicolo e il patto del grano buono

Importanti risultati dopo la giornata formativa organizzata con gli alunni dell’Istituto di Agraria “Luparia” di San Martino di Rosignano

Con “Harmony” cresce il progetto di filiera cerealicolo e il patto del grano buono

In collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Banco BPM  e CadirLab: in Coldiretti la parte teorica, al pomeriggio la  visita al molino “Nova” 

Nello scorso mese di luglio sono state raccolte 3.600 tonnellate di grano “Harmony” per 36 aziende conferitrici, a fine 2017 le imprese aderenti al progetto sono diventate 49 e l’obiettivo sono le 6.000 tonnellate.

Numeri importanti che arrivano dal progetto di filiera cerealicolo che vede protagonista Coldiretti Alessandria assieme a CadirLab, Molino Nova, Consorzio Agrario e Saiwa-Mondelez. Continua a leggere “Con “Harmony” cresce il progetto di filiera cerealicolo e il patto del grano buono”

Corruzione e arresti per inchieste Roma e Messina: Altri due giudici indagati, potrebbe essere punta dell’ICEBERG

da: https://parcodeinebrodi.blogspot.it

Corruzione e arresti per inchieste Roma e Messina: M5S: quadro inquietante, potrebbe essere punta dell’iceberg. Il gruppo regionale all’Ars: nuovi aggiornamenti di oggi lasciano supporre che le indagini delle due procure con le importanti ramificazioni a Siracusa potrebbero riservare ulteriori colpi di scena. Plauso a inquirenti e forze dell’ordine. Il deputato Stefano Zito sul ‘Sistema Siracusa’: “Vaghe le risposte di Garozzo in Antimafia”.

Palermo 8 febbraio 2018 – Altri due magistrati sono indagati dalla procura di Messina nell’inchiesta che ha coinvolto l’ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, arrestato martedì scorso con le accuse di corruzione, associazione a delinquere e falso. Gli altri 2 magistrati indagati sono il sostituto procuratore Marco Di Mauro e l’ex pm Maurizio Musco, quest’ultimo già condannato per abuso d’ufficio, con sentenza definitiva. Indagati pure l’avvocato Ornella Ambrogio e il suocero dell’ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, con l’accusa di riciclaggio. Continua a leggere “Corruzione e arresti per inchieste Roma e Messina: Altri due giudici indagati, potrebbe essere punta dell’ICEBERG”

Kind of Blue

Cantiere poesia

Non è che viene su come l’acqua.
Su da un pozzo, con una corda e un secchio di zinco.
Il Jazz è un gatto, nascosto sotto il letto dei nonni
tra le foglie, e gli alberi pizzuti nel viale di memorie.
Non guarda la tua coscia di onice, il dirupo
nel quale fummo insieme sensuali e facce smorte.
Non cerca l’orifizio di luce, il seno uscito
dell’ospite in esilio di specchio. Lui è una pesa
un indice di grano e di sax, è un osso buco
una conchiglia in punta di mare.
Il jazz e il blues
son fatti coi bastoni e la schiena degli schiavi
con lampade a petrolio nel buio della terra
col tuo dolore mentre mi sogni e non capisco
se vuoi l’amore o solo sparire
dire basta, a purghe e anatomie violentate.
Il Jazz è un bimbo, che sale alla credenza
ed espugna come un bardo…

View original post 368 altre parole

Luigi Bartolini ( 1892-1963), di Maura Mantellino

Luigi Bartolini nacque l’8 febbraio 1892 a Cupramontana ed è considerato uno dei maggiori incisori italiani del Novecento, insieme a Giorgio Morandi e Giuseppe Viviani. Oltre ad essere un prolifico incisore (al suo attivo oltre mille acqueforti), fu anche pittore e scrittore. Partecipò sia come pittore che come incisore a diverse edizioni della Biennale di Venezia dal 1928 al 1962. 

Presente a varie manifestazioni artistiche, sviluppò diverse maniere definite: ‘maniera bionda’, ‘lineare’ e ‘nera’. Ricordiamo soprattutto le acqueforti della serie Marche e della serie Sicilia.  Iniziò la sua produzione grafica nel 1914 e il suo stile si rifà alla tradizione naturalistica dell’Ottocento. Molte sue incisioni si possono ricollegare ad alcune opere del Goya, di Telemaco Signorini e di Giovanni Fattori.  Continua a leggere “Luigi Bartolini ( 1892-1963), di Maura Mantellino”

33 anni per riscuotere un credito non bastano!. Campagna elettorale, tempo di promesse!

tribunale1

Uno dei temi più dibattuti è quello del lavoro che purtroppo non c’è nonostante la presenza dell’articolo 1 della Costituzione dove leggiamo che “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.

La politica tutta promette in questi giorni, ai giovani in particolare, di voler guardare alle loro legittime aspettative di affermazione nel campo del lavoro per consentire l’affermazione della loro dignità di persona.

Di questo tema abbiamo di recente discusso al Circolo della Concordia: un dibattito nel quale è stato posto l’accento sul fatto che tutti promettono di “creare nuovi posti di lavoro”, mentre sarebbe il caso di affrontare il tema sotto un’altra angolatura e cioè come “non distruggere i posti di lavoro già esistenti”. Continua a leggere “33 anni per riscuotere un credito non bastano!. Campagna elettorale, tempo di promesse!”

Il cielo resiste

Cantiere poesia

Son vetri rotti i sogni decaduti

e adesso devi fare pulizia.

E cosa fanno le speranze tue?

Stanno raccolte dietro un angolo.

Le vedi, timide, che tremano tutte.

Peccato! Nei momenti come questi

in cui vorresti solo che piangere,

sono incerte se fare capolino.

Hanno l’aria di certi bambini

quando, pronti a ricevere un premio

e in attesa del tuo bel cenno,

sono lì, buoni, ad aspettare il proprio turno.

Intanto guardi le bianche pareti

piene di quadri con i colori a mille

che non distingui, non c’è verso,

eppur v’è barca e v’è mare dentro.

Così, fissi il soffitto pieno d’ombre,

immagini però troppo precise:

la proiezione di una cristalliera

o lo stelo di un odioso candelabro.

Tutte forme che non ricordano le nuvole,

le nuvole che se le guardi

ti offrono scintille,

carri stracolmi di zucchero filato,

dolci sirene dai capelli lunghi

o nivei vasi che traboccano di…

View original post 31 altre parole

Incarico

Cantiere poesia

ENCARGO

No me des tregua, no me perdones nunca.
Hostígame en la sangre, que cada cosa cruel sea tú que vuelves.
¡No me dejes dormir, no me des paz!
Entonces ganaré mi reino,
naceré lentamente.
No me pierdas como una música fácil, no seas caricia ni guante;
tállame como un sílex, desespérame.
Guarda tu amor humano, tu sonrisa, tu pelo. Dalos.
Ven a mí con tu cólera seca de fósforos y escamas.
Grita. Vomítame arena en la boca, rómpeme las fauces.
No me importa ignorarte en pleno día,
saber que juegas cara al sol y al hombre.
Compártelo.
Yo te pido la cruel ceremonia del tajo,
lo que nadie te pide: las espinas
hasta el hueso. Arráncame esta cara infame,
oblígame a gritar al fin mi verdadero nombre.
 .
§
 .

Non mi dar tregua, non perdonarmi mai.
Fustigami nel sangue, che ogni cosa crudele sia tu che ritorni.
Non…

View original post 111 altre parole

Manuela Ulandi. Confesercenti : 10 Proposte per il nuovo Governo

Confesercenti

Confesercenti della provincia di Alessandria, con l’avvicinarsi dell’appunto elettorale del 4 Marzo, si rivolge a tutti i candidati e alle segreterie politiche per sottoporre 10 proposte per il nuovo Governo.

“Ora più che mai è sotto gli occhi di tutti la situazione dei centri storici delle città e delle difficoltà in cui sopravvivono i negozi tradizionali, assediati da un overdose di grande distribuzione, dal commercio online, dalla crisi e dai cambiamenti di gusti ed abitudini dei consumatori.

Pertanto si rende necessario avviare una riforma della legge sul commercio che veda protagoniste tutte le forze politiche per cambiare l’attuale normativa di anarchia, che serve solo per fare gli interessi dei grandi Player” – commenta Manuela Ulandi, Presidente provinciale Confesercenti. Continua a leggere “Manuela Ulandi. Confesercenti : 10 Proposte per il nuovo Governo”

Leggi d’Italia. Contro il caos, una buona notizia dal Poligrafico

Leggi Pane-e-giustizia-8-febbraio-2018

“Rimediare al caos normativo – scrive Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia in edicola oggi su Avvenire – è la premessa per affrontare meglio tutte le altre questioni”. Ecco perché il completamento di un annoso progetto del Poligrafico dello Stato, relativo all’accessibilità di tutti gli atti normativi pubblicati in Gazzetta ufficiale dal 1861 ad oggi, è una buona notizia, da non trascurare in mezzo ad altre, di segno decisamente diverso, che dominano la cronaca e la discussione pubblica di questi giorni.

Per leggere il testo dell’articolo, clicca sul seguente link: Pane e giustizia – 8 febbraio 2018.

Ufficio stampa del prof. Renato Balduzzi

www.renatobalduzzi.com

Diritto di cronaca: Incontri di formazione con il cinema

diritto di cronaca Quinto potere

Incontri di formazione con il cinema in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

Alessandria: L’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna e l’Associazione Cultura e Sviluppo, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, il Circolo del Cinema Adelio Ferrero e la Federazione Italiana Cineforum (FIC), organizzano cinque incontri di formazione con il cinema a cadenza mensile, il lunedì sera, da novembre 2017 a marzo 2018. Gli incontri, aperti al pubblico con ingresso libero, saranno riconosciuti per la formazione professionale dell’Ordine dei Giornalisti, e si svolgeranno con inizio alle ore 20.45 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo, P.zza Fabrizio De André 76, Alessandria. Continua a leggere “Diritto di cronaca: Incontri di formazione con il cinema”

Renato Luparia espone a Milano

Luparia

Il fotografo conzanese invitato ad esporre alcune immagini della serie “Il suono del silenzio”.

Inaugura mercoledì 14 febbraio alle ore 18.30 la mostra allestita presso Pourquoi Pas Design di Milano, in via Tito Speri 1, zona Garibaldi, “Quando l’ inverno diventa Arte” , dove saranno presenti, oltre alle fotografie di Renato Luparia, opere di Godot, Loris Ribolzi e Francesca Meana.

Prima che l’ inverno finisca, per lasciare spazio al tiepido sole, ai vestiti leggeri e ad una esplosione di colori e energia, Pourquoi Pas dedica due settimane agli artisti che hanno saputo cogliere la bellezza dell’ inverno. Continua a leggere “Renato Luparia espone a Milano”

Liberi e Uguali: Federico Fornaro a Gav

FF

Iniziativa elettorale FORNARO a GAVI (sabato 10 febbraio ore 18)

> Sabato 10 febbraio 2018 alle ore 18 a Gavi nei locali della Cantina Sociale in via Cavalieri di Vittorio Veneto 45 verrà presentato il programma di LIBERI E UGUALI con PIETRO GRASSO.

> Saranno presenti Federico FORNARO, candidato alla Camera e il consigliere regionale Walter OTTRIA.

> Alle 20 è invece in programma una cena di autofinanziamento alla Soms di San Cristoforo (prenotazioni: 3381743053).

Vorrei saper scrivere un sonetto, di  Rosalba Di Giacomo

di  Rosalba Di Giacomo

Vorrei saper scrivere
un sonetto
nel mio dialetto
onde aggiungere armonia
alla mia poesia.

Otterrei un suono ricco
più dolce e malizioso
lo so, ma
per pudore
io non oso.

Parlando del vento,
ad esempio,
scriverei ” ‘o vient”
e già si avvertirebbe
un frullar di foglie

Cosa che con “vento”
non si coglie
perché non dà
l’idea di quel movimento che spira
portando nell’aria
fragranza e sentimento.

Rosalba Di Giacomo

Il sentiero delle viole, di Elena Milani

il sentiero delle viole,

di Elena Milani

Ci sarà ancora il sentiero delle viole,
lo riconoscerò fra il giallo
delle primule
ed il bosco sarà tutto un respiro
che svegliera’ ogni foglia che dorme.
Saremo ancora insieme,
noi che ci vogliamo bene
dentro il cuore,
poseremo il badile ed il piccone
ed uniremo le nostre mani libere
mentre una canzone d’amore,
accompagnata dalle note
di una chitarra,
darà voce alla nuova primavera
che non potrà finire
nemmeno con l’inverno.

elena