Macerata invasa dal corteo antirazzista e antifascista – Repubblica.it

(agf)

Action Antifaschistische (rete di militanti presenti fra l’altro in Germania e Pasi Bassi) ha scandito frasi shock sulle foibe nel Giorno del Ricordo. Serracchiani: “Cori scandalosi”. Boldrini a Milano tra applausi e contestazioni. Zanda: “Criptofascismo di Salvini pericolo per democrazia”. Viminale: “Soddisfazione” per esito 150 manifestazioni… continua su: Macerata invasa dal corteo antirazzista e antifascista – Repubblica.it

Sanremo 2018, i lavoratori di Tim, Embraco Whirpool sfilano in segno di protesta

Dopo la denuncia de Lo Stato Sociale a favore degli operai FCA, altri dipendenti di importanti aziende sfruttano la visibilità del festival… continua suANSA
Il festival di Sanremo diventa anche vetrina per le proteste dei lavoratori. Oggi nella sala stampa dell’Ariston due delegazioni di lavoratori (TIM e Embraco Whirpool) hanno portato avanti le loro posizioni. “Da 2 anni TIM sponsorizza il Festival – è il comunicato che la delegazione dei lavoratori dell’azienda di telecomunicazioni legge ai giornalisti -, e possiamo ben dire che lo fa anche con i tagli sui lavoratori, in termini di salario, diritti e posti di lavoro”… continua su : Sanremo 2018, i lavoratori di Tim, Embraco Whirpool sfilano in segno di protesta

Flavio Briatore condannato in appello: 18 mesi per reati fiscali 

Sconto di pena (ora di 18 mesi) nel secondo grado del processo per la barca sequestrata nel 2010. Per l’imprenditore lieve sconto di pena nel secondo grado del processo per il noleggio dello yacht sequestrato nel 2010, con a bordo Elisabetta Gregoraci e il figlio… continua su: Flavio Briatore condannato in appello: 18 mesi per reati fiscali – Corriere.it

Rapina nel Napoletano, gioielliere uccide bandito

Tre in azione, indossavano maschere di carnevale. Poliziotto blocca uno dei due fuggitivi. Tre in azione, indossavano maschere di carnevale. Poliziotto blocca uno dei due fuggitivi.

Sarebbero tre (e non due come si era appreso in un primo momento) i rapinatori che, intorno alle 19,45 hanno tentato di rapinare la gioielleria Corcione in corso Durante a  Frattamaggiore, in provincia di Napoli. Uno dei banditi – che indossavano maschere di carnevale – è stato ferito mortalmente a colpi di pistola dal titolare del negozio ed è morto mentre cercava di fuggire… continua su: Rapina nel Napoletano, gioielliere uccide bandito – Repubblica.it

Monza, madre e figlia trovate morte in casa: forse sono state uccise

Sono forse più chiari i contorni del giallo che ha interessato oggi la Brianza dove sono state trovate in avanzato stato di decomposizione i cadaveri di due donne, madre e figlia, di 85 e 52 anni, Amalia Villa e Marinella Ronco, scoperti in un appartamento di Ornago (Monza), nel tardo pomeriggio. L’ipotesi è che si tratti di un duplice omicidio. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Vimercate e Monza… continua su: Monza, madre e figlia trovate morte in casa: forse sono state uccise

Casale Monferrato Capitale della Cultura 2020: anche il comico Giovanni Storti sostiene la sua candidatura

24584Di Maria Luisa Pirrone

L’attesa proclamazione della Capitale italiana della Cultura 2020 si avvicina: il 16 febbraio sapremo quale delle 10 finaliste otterrà il prestigioso titolo. Nella Top Ten brilla anche Casale Monferrato, unica rappresentante piemontese, che gareggia insieme a Agrigento, Bitonto, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso.

La vincitrice riceverà un milione di euro, ed è inutile dire che una tale cifra potrebbe davvero fare la differenza in un territorio come il Casalese che negli ultimi anni sta puntando tutto sulla rinascita. Continua a leggere “Casale Monferrato Capitale della Cultura 2020: anche il comico Giovanni Storti sostiene la sua candidatura”

Nostalgia

Cantiere poesia

Ebbi giornate di sogni e speranze,

correvo prati coperti dal cielo

azzurro e terso e volavano danze,

né dell’inverno sentivo il suo gelo.

Vissi con gioia lavoro e vacanze,

di vita i progetti eran vangelo,

luce brillava là nelle mie stanze

e grande amore donavo con zelo.

Adesso i ricordi portan rimpianto,

nel tempo disciolte son le illusioni,

di loro sol resta triste l’incanto,

non udrò ancora gioiose canzoni,

brividi e freddo son lungo la strada,

resta il traguardo d’un altra contrada.

Piero Colonna Romano

View original post

Lo Yoga e la scomparsa delle lucciole. Discipline. Torna l’idea di inserire la pratica del metodo orientale nei programmi

"Strane cose", il blog di Ettore

<img src=”https://ilmanifesto.it/cms/wp-content/uploads/2018/02/09/2-lucciole.jpg” />

Carla Fioravanti

EDIZIONE DEL

10.02.2018

PUBBLICATO

10.2.2018, 1:10

AGGIORNATO

9.2.2018, 19:12

In questi giorni, dopo la visita del premier Gentiloni in India abbiamo visto comparire sui giornali diversi articoli riguardanti l’inserimento dello Yoga nelle scuole pubbliche.

Nulla di nuovo, non è la prima volta che i quotidiani danno questa notizia. Gli stessi quotidiani osservano che la notizia circola almeno dal 1998, quando fu stipulato il primo protocollo d’intesa tra lo Stato Italiano e la Federazione Yoga, l’ultimo risale al 2015 (se lo Yoga arriva nelle scuole – Corriere della Sera – 31 Ottobre 2017).

Aggiungerei che la notizia circola in maniera intermittente, in linea con la frammentazione del pensiero che si sta ormai normalizzando, e, puntualmente, nei periodi festivi o estivi.

Che cosa è cambiato nel frattempo?

E’ stato inserito l’insegnamento dello Yoga nelle scuole?

Ne abbiamo sentito parlare ma non rileviamo nulla di significativo al…

View original post 1.432 altre parole

10 febbraio: per non dimenticare, di Lia Tommi 

20180210_1611181190683083

di Lia Tommi,  Alessandria

Oggi si celebra il “Giorno del Ricordo”, per commemorare le vittime delle foibe, il baratro in cui  i comunisti slavi fecero precipitare i prigionieri, alcuni ancora vivi.

NON  è  possibile  dimenticare il dramma vissuto dagli italiani morti a Fiume, Istria e Dalmazia. Al termine della II Guerra mondiale,  in quell’angolo di mondo dimenticato dalla speranza, l’esodo di chi fuggiva dalla repressione del regime di Tito si trasformò in un barbaro eccidio.   Erano perseguitati dai soldati,  costretti a fuggire dalle proprie  case e quel viaggio della speranza ha tracciato una storia di orrore e sofferenza.  Erano uomini, donne e bambini innocenti, condannati  a morire dall’odio e dall’indifferenza  di altri uomini.

Non bisogna dimenticare,  MAI


Sempre meno medici, di Cristina Saracano

Risultati immagini per dottori

Secondo un articolo uscito in questi giorni su “Il Sole 24 Ore”, nei prossimi cinque anni circa 14 milioni di italiani rischieranno di non avere più il medico di base, fenomeno maggiormente sentito in Campania, Lombardia e Lazio. Inoltre entro il 2028 si prevede che circa il 70% degli attuali medici generici andranno in pensione e non ci sarà il numero sufficiente per rimpiazzarli.

Questo è anche dovuto al fatto che con l’accesso alla facoltà di medicina tramite numero chiuso, molto selettivo, parecchi studenti motivati a intraprendere questa professione, a causa di tale restrizione, non lo potranno mai fare.

In più, per quanto riguarda il tirocinio, un medico praticante in ospedale percepisce un compenso superiore ai 1000 euro mensili contro gli 800 di un aspirante medico di base. Continua a leggere “Sempre meno medici, di Cristina Saracano”

Duetto

marcellocomitini

PC090035ritweb foto Marcello Comitini, Tramonto sulle colline laziali, 2014

L’incarnato del cielo in agonia
velato dalle nuvole
s’imporpora.

La notte porge il viso silenziosa
ai baci e alle carezze
del tramonto.

Nella mia sera la tua bocca
s’imporpora di baci
e la notte lucente dei tuoi occhi
mi nutre dei tuoi sogni.

Versione inglese

The complexion of the sky in agony
veiled by clouds
blushes.

The night offers the silent face
to kisses and caresses
of the sunset.

In my evening your mouth
blushes with kisses
and the bright night of your eyes
feeds me of your dreams.

Versione francese

Le teint du ciel à l’agonie
voilé par les nuages
s’empourpre.

La nuit silencieuse tend son visage
aux baisers et aux caresses
du soleil couchant.

Dans ma soirée ta bouche
s’empourpre des bisous
et de vos yeux la nuit luisante
me nourrit de vos rêves.

View original post

Il rumore del mare – Finale 3

Il Pikaciccio

Ancora un finale …. questa volta della bravissima blogger di Nonsolocampagna……

“Bene! Visto che non mi vuoi rispondere non vengo con te e vado in cerca di cibo … ho una fame tale che mi si intrecciano gli occhi!” Ho appena completato la frase che mi sento prendere per le braccia, come a trattenermi, ed una voce mi dice “Francesca, Francesca, a me gli occhi! Guardami, […]

via Il rumore del mare – Finale 3 — CREANDOUTOPIE

Che dite allora quale vi piace di più ??? o come l’avreste fatto finire voi ???

View original post

Il rumore del mare – Finale 3

Il Pikaciccio

Ancora un finale …. questa volta della bravissima blogger di Nonsolocampagna……

“Bene! Visto che non mi vuoi rispondere non vengo con te e vado in cerca di cibo … ho una fame tale che mi si intrecciano gli occhi!” Ho appena completato la frase che mi sento prendere per le braccia, come a trattenermi, ed una voce mi dice “Francesca, Francesca, a me gli occhi! Guardami, […]

via Il rumore del mare – Finale 3 — CREANDOUTOPIE

Che dite allora quale vi piace di più ??? o come l’avreste fatto finire voi ???

View original post

Un salotto a cielo aperto ….. Passeggiando per Merano

Il Pikaciccio

Chi non ci è mai stato,  ne ha secondo noi una visione un po’ distorta ( tipico pese di montagna ) ….non sbagliata ma forse un po’ limitata …..e lo dimostra anche la notizia appena uscita sui giornali….

Merano tra le finaliste per il titolo di Capitale italiana della Cultura 2020…..

Noi siamo anche un po’ meranesi ….. Pika è nata e cresciuta a Merano e quindi la conosce bene…. e la conosce e la ama ancora di più da quando vive a Verona….

Come ci insegnavamo a scuola da bambini … Merano è la perla dell’Altoadige …. ed è adagiata nel fondovalle alla convergenza di Val Venosta, Val Passiria , Val d’ Adige e Val d’ultimo …..è circondata da splendide montagne e gode di un clima mite …….

Andiamo avanti così ? …. o raccontiamo la nostra Merano a modi Pikaciccio ??

Noi preferiamo la seconda opzione …

Nel…

View original post 284 altre parole

“Il nostro Arrivedorci vi ha disorientato? È quello che volevamo”. La Stampa

 

EelST_foto di Pigi Cipelli (5)-k5bC-U11012302289955ieH-1024x576@LaStampa.it

PIERO NEGRI inviato a Sanremo,

Elio e le Storie Tese sono di casa. Sono in gara per la quarta volta, hanno condotto un memorabile DopoFestival (2008) e nel 1990 un ancora più memorabile (per chi c’era) ControFestival: in una discoteca a due passi dall’Ariston rileggevano, storpiavano, parodiavano le canzoni appena presentate, con effetti esilaranti. veterani della Riviera, non stanno neppure in hotel, ma in appartamenti diversi e si muovono per la città in scooter.

E in un appartamento, quello che chiamano Sartoria, intorno al tavolo della cucina, incontriamo Elio (Stefano Belisari, voce) e Faso (Nicola Fasani, basso) per parlare di Arrivedorci, con cui dichiarano «ufficialmente chiusa» la storia della band… continua su“Il nostro Arrivedorci vi ha disorientato? È quello che volevamo” – La Stampa

Cumme si bella, di Renato Papaccio

Cumme si bella

di Renato Papaccio

Cumme si bella, cumme si doce
Piccerella mia
Mò che me può dà se nun te veco cchiù
Chi sà addò stai

Pure Napule è cagnata
A vita mia è cagnata ccà
nun se conosce cchìù

E Napule è rimasto o’ mare,o panorame , o Vesuvio
chillo nun no ponno mai cagnà
Ma e perzone non so cchiù cumme e na vota

Belle so state e mumente nuoste e di un amore grande
Sula na cosa nun na pozza mai scurdà
Quanno te cercavo e me vuleva cuccà
tutte e sere cu te.
A voce do core nun se pò cuntraddì

Piccerè cumme eri bella , cumme erì doce
Ma mò a dò stai..fatte sentì
Pecchè te voglio sempre bene…

Renato Papaccio

Pausini, Mannoia e Nek nella finalissima di Sanremo. La Stampa

Non mancherà qualche sorpresa. Ancora record per la quarta serata: 10,1 milioni di spettatori, 51% di share.

ALICE CASTAGNERI inviata a Sanremo

La finalissima del Festival della canzonetta di Baglioni riserverà qualche sorpresa. Ma Claudio Baglioni frena: «Ci sarà qualcosina, ma poca roba». E scherza: «Evitiamo sorprese così finiamo prima». Voci – non confermate né smentite – parlano però di un possibile ritorno di Fiorello. Quello che è certo è che ci sarà Laura Pausini, che salirà sul palco dopo il forfait della prima sera causato da una brutta laringite… continua su: Pausini, Mannoia e Nek nella finalissima di Sanremo – La Stampa

Commerci, affari e basi militari. Cina-India, è scontro sulle Maldive. La Stampa

Agenti portano via un manifestante nel centro di Malè, capitale delle Maldive. Il presidente Yameen ha replicato alla decisione della Corte Suprema che aveva ordinato la liberazione di 9 oppositori e il reinsediamento di 12 parlamentari circondando il Parlamento e dichiarando lo stato d’emergenza

Pechino si schiera con il presidente Yameen mentre New Delhi sostiene gli oppositori. Dietro il braccio di ferro ci sono il controllo delle rotte verso l’Africa e appalti milionari… continua su: Commerci, affari e basi militari. Cina-India, è scontro sulle Maldive – La Stampa

Le prediche inutili sulla demografia. La Stampa

LINDA LAURA SABBADINI

Il solito allarme, e lacrime di coccodrillo, ma non c’è molto di nuovo nei dati resi noti dall’Istat nel Rapporto sugli indicatori demografici. Siamo un Paese a permanente bassa fecondità. Le nascite continuano a calare, anche tra le immigrate.

Siamo al minimo 464 mila, nono calo consecutivo dal 2008. 1,34 figli per donna, un’età media al parto che cresce a 31,8 anni. La mortalità aumenta anche perché più popolazione molto anziana significa anche più probabilità che muoia. Le morti sono più delle nascite. Le classi giovanili si assottigliano, per il protrarsi negli anni della bassa fecondità, quelle anziane si ampliano… continua su: Le prediche inutili sulla demografia – La Stampa

Cala il numero degli italiani ma sale l’età media. Sempre più vecchi, nuovo crollo delle nascite. La Stampa

La fotografia Istat: siamo quasi 100mila in meno rispetto a un anno fa. La presenza di stranieri aumenta del 12%. La popolazione residente in Italia al 1° gennaio 2018 scende a 60 milioni 494mila, quasi 100 mila in meno rispetto all’anno precedente, con una diminuzione dell’1,6 per mille.

A fornire il dato è l’Istat nel Rapporto sugli indicatori demografici. Nel 2017 si stima un sostanziale pareggio di bilancio tra il saldo naturale (nascite-decessi), -183mila unità, e il saldo migratorio con l’estero, +184mila.

Le ordinarie operazioni di assestamento e revisione delle anagrafi (saldo migratorio interno e per altri motivi) comportano, inoltre, un saldo negativo per 96mila unità… continua su: Cala il numero degli italiani ma sale l’età media. Sempre più vecchi, nuovo crollo delle nascite – La Stampa

Nessun effetto Macerata: al centrodestra mancano 600mila voti per vincere. La Stampa

Il sondaggio di Piepoli: M5S in calo, decisivi 30 seggi al Centro-Sud.

NICOLA PIEPOLI
Mancano 23 giorni all’apertura delle urne. Dal voto ci separano quindi poco più di tre settimane che apparentemente sembrano molto intense, ma che secondo noi scorreranno normalmente, senza grandi strappi dal punto di vista politico.Quello che pubblichiamo è il primo sondaggio dopo i fatti di Macerata.

Ma sembra che la sparatoria e le polemiche politiche seguite all’attentato non abbiamo modificato le intenzioni di voto dell’elettorato… continua su: Nessun effetto Macerata: al centrodestra mancano 600mila voti per vincere – La Stampa

Salvini: “Islam incompatibile con la Costituzione”. La Stampa

«La questione culturale di fondo è se l’Islam, l’applicazione letterale del dettato di Maometto, oggi è compatibile con i nostri valori, con la nostra libertà e con la nostra Costituzione. Ho fortissimi dubbi.

Che l’Islam rappresenti un rischio è evidente, se la dichiarazione islamica dei diritti dell’uomo prevede che la giustizia islamica prevalga sulla giustizia nazionale per me è un problema».

Così il segretario della Lega e candidato premier Matteo Salvini in visita elettorale a Umbertide, in Umbria, parlando della costruzione del centro culturale islamico con i politici locali della Lega che si battono per bloccarne i lavori.

Poi, riferendosi all’omicidio di Pamela, ha detto: «Tranquilli, il suo sacrificio non sarà vano»… continua su: Salvini: “Islam incompatibile con la Costituzione” – La Stampa

Italia a cinque punte: lo sci cerca riscatto e un posto nella storia. La Stampa

A Sochi niente ori, Goggia & Co puntano al massimo. Comincia la velocità: in superG mai una medaglia

A Sochi niente ori, Goggia & Co puntano al massimo. Comincia la velocità: in superG mai una medaglia

DANIELA COTTO inviata a PYEONGCHANG

È ora di fare sul serio, la parola d’ordine è riscatto, dopo le poco entusiasmanti ultime Olimpiadi. Giovanni Malagò già conta le medaglie «virtuali» e la pressione è tanta, ma anche la fiducia in uno squadrone che promette miracoli.

I Giochi dello sci alpino partiranno domani nella notte italiana (alle 3) con la gara regina, la discesa maschile: la più emozionante, un concentrato di adrenalina pura e velocità, mix caro ai nostri uomini-jet… continua su: Italia a cinque punte: lo sci cerca riscatto e un posto nella storia – La Stampa

Al via le Olimpiadi invernali: uno show sempre più universale

Dopo le tensioni, in Corea comincia un’edizione piena di novità. Alle 12 la cerimonia inaugurale.

PAOLO BRUSORIO inviato a PYEONGCHANG 

Ventitrè Olimpiadi invernali ed è come la prima volta. Un po’ ci si mette il Cio con la tendenza a portare la fiaccola laddove sembrava impossibile potesse accendersi, un po’, anzi quasi tutto, è il frutto dalla magia dei Giochi: sedici giorni tra fantasilandia e il museo degli orrori, tra record e frodi, tra stelle filanti e stelle cadenti, tra gloria e oblio.

L’ennesimo capitolo di un romanzo senza fine (bello) si scriverà, mentre in Italia sarà mezzogiorno, in una vallata coreana dalla luce anodina che stasera si illuminerà con i colori dei Giochi e della tradizione di un Paese ora leader della modernità, ma che del passato porta le cicatrici oltre che le tradizioni.

E le metterà in mostra dentro un nuovo stadio olimpico costruito in montagna per rompere con una recente abitudine, la cerimonia in città, che aveva fatto dell’ouverture olimpica un evento anche metropolitano… continu su: Al via le Olimpiadi invernali: uno show sempre più universale – La Stampa

Pupi Avati, il j’accuse del regista: “Confermo dimissioni da commissione ministeriale. È colpa anche del Fattoquotidiano.it” 

“Confermo le mie dimissioni dalla Commissione ministeriale per colpa degli articoli di giornale, tra cui il vostro, usciti su di me”. Pupi Avati sbatte la porta e accusa.

Nominato una settimana fa dal ministro della Beni culturali uscente, Dario Franceschini, tra i cinque membri della Commissione ministeriale che concederà i contributi selettivi al settore cinematografico […] continua su: Pupi Avati, il j’accuse del regista: “Confermo dimissioni da commissione ministeriale. È colpa anche del Fattoquotidiano.it” – Il Fatto Quotidiano

Milano, giovane donna uccisa in casa a coltellate. Fermato tramviere 39enne dell’Atm, da parte sua parziali ammissioni

Una giovane donna è stata uccisa a coltellate nell’appartamento in cui viveva a Milano, in via Brioschi, zona Tibaldi. Per il suo omicidio è stato fermato un tramviere di 39 anni, un suo conoscente che la stava ospitando.

Sul corpo della ragazza, Jessica Valentina Faoro, diversi tagli e ferite di varia natura. Sarebbe stato lo […] continua su: Milano, giovane donna uccisa in casa a coltellate. Fermato tramviere 39enne dell’Atm, da parte sua parziali ammissioni – Il Fatto Quotidiano

Mettere su casa

Cantiere poesia

Chiedimi qualcosa
con parole di menta e di origano
da spargere a piene mani
nella frescura dell’alba.

Risponderò con l’aria del mattino
dal sapore di terra e di sospiri,
e adoprerò frasi bianche
di sassi lavati dal torrente.

Insieme
c’è da costruire una casa
con parole portanti,
muri di silenzi compiacenti
e finestre lasciate aperte
a gustare gli odori del mondo.

Lorenzo Poggi

View original post

“Foibe, la lunga marcia del revisionismo storico” di Angelo d’Orsi per il Manifesto

"Strane cose", il blog di Ettore

Angelo d’Orsi

EDIZIONE DEL

10.02.2018

PUBBLICATO

9.2.2018, 23:59

Il revisionismo ha compiuto una lunga marcia, a partire dagli anni Sessanta, tra Francia, Germania, Italia, essenzialmente. In Italia ha riscosso notevole fortuna, e ha riguardato essenzialmente la vicenda del comunismo e del fascismo: alla squalificazione del primo, ha corrisposto, in contemporanea, il recupero del secondo.

Il processo ricevé una formidabile accelerazione con «la caduta del Muro», e l’immediata sentenza di morte autoinflittasi dal Partito comunista, quando si accettò non soltanto il terreno dell’avversario ma la sua tesi di fondo: la intima natura maligna, del comunismo.

Tale revisionismo estremistico toccò punte clamorose dopo l’avvento di Berlusconi, e lo «sdoganamento» della destra «postfascista» e il suo ingresso in area governativa.

Il giudizio riduttivo sulla Resistenza, la banalizzazione e la successiva demonizzazione del partigianato, in specie comunista, l’equiparazione tra repubblichini e combattenti per la libertà, la retorica della memoria condivisa, e così via, condussero…

View original post 576 altre parole

Les associations positives des plantes au potager

Spotjardin.com

red-cabbage-413561__340.jpgIl faut savoir que certaines plantes potagères ont une influence sur le bon développement d’autres variétés de légumes. En connaissant celles qui s’apprécient cela vous permettra d’augmenter sensiblement la productivité de votre jardin potager sans utiliser d’engrais chimique. Pour cela, je vous conseille de faire vos plantations d’une certaine manière.

View original post 173 altre parole

Tantale

Boris Sentenac

Près de la fenêtre ronde, pour que l’or céleste puisse le remplir, tu avais déposé religieusement un grand vase bleu.

Mais les caresses de l’argent, que tu chantais en solitaire, t’engourdissaient l’esprit et l’indifférence à l’encontre de la jarre, restée sèche par cet effet, allait croissante.

Pauvre Tantale ! Loin de ta fenêtre laissée entrouverte par apathie, le vent s’est engouffré, son fouet a claqué, ton vase s’est brisé.

Abandonne les troupeaux que tu voulais surprendre. Ecoute les bergeronnettes qui ne chantent pas l’amour et ses joies uniquement pour eux. Souviens-toi de l’essentiel comme l’eau sur le népenthès.

View original post

Paragoni notturni della buonanotte

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

Stare con chi si ama è un po’ come la sensazione di dare l’ultima materia all’università.
E’ quel momento in cui, incredulo, ti alzi dalla sedia con il libretto completo dell’ultima firma mancante, quella tanto sognata.
All’inizio non esulti, proprio perché non ci credi. Poi una volta uscito dall’aula, ti soffermi a guardarla nel mezzo del corridoio della facoltà e tutta quella stanchezza, noia, abbrutimento diventano una gioia, una unica grande gioia di vivere.
Stare con chi si ama deve essere un poco come segnare un gol all’ultimo minuto di partita e far sì che l’esito non finisca in pareggio.
Un momento di silenzio precede un boato generale e tu rigiocheresti nuovamente; ora sì che hai ritrovato tutte quelle energie che ti erano finite giusto nell’attimo in cui l’avversario segnava quell’ultimo gol, quello che hai tanto odiato non sapendo avrebbe solamente precorso il tuo.
Stare con chi si ama è…

View original post 286 altre parole

Il Salmo della neve

amina narimi

– Le prime luci

Il salmo della neve

Per stupirsene –

E tu? Annoti ancora i moti delle lune?
Gli scatti della luce, quando va sugli alberi?
Ti chiedi appena sveglio come fanno
a sollevare ogni frutto sulle cime?
C’è chi semina i fiori delle felci-
questo mi rispondi e non ti fermi
dal centro del tuo cuore fino al limite-
anche l’ossigeno esfolia tutto il ferro
portandolo alle briciole, come sa una lama,
ma quando incontra l’idrogeno che ama…
tu, come una sposa, tu ti bagni
come una sposa che va al suo matrimonio
– qualcuno è infelice perché mescola, nient’altro
ottenendo, solamente soluzioni,
senza legare gli elementi in uno nuovo –
con l’acquabuona che nasce. Fra le gambe

da quel momento cominciò a vibrare
la tua membrana tesa cielo a cielo,
facendosi piccola e dopo dilatata,
con il ritmo che diede vita a una danza.

-Dov’era l’aria, che cosa…

View original post 282 altre parole

La piccola rosa camuna

amina narimi

La vita comincia con un nodo,
quel piccolo cerchietto all’ombelico
continua fra i capelli, tra le reti
e le tue vele, alle corde di montagna,
con i fili di sutura,
per fermare il nostro sangue, o i viaggi di un tappeto.
Se vuoi piangere, sta in gola,
per sorridere, a un anello.

Risalendo un fiume sacro,
con due donne che cantavano,
mi ricordo di quei nodi che facevano alla corda
per il tempo che scorreva,
per non perdersi al ritorno.

Ho posato un nodo piano, l’ottavo di febbraio,
al salice in giardino, e quello per domani,
di babbo andato via,
lo intreccerò alla ginza,
all’albera in preghiera-
a due rami in matrimonio
ed ai suoi piedi, nuda
nasconderò la rosa, la piccola camuna-

Se un giorno passerai dentro al boscovecchio
posa la tua mano fra le sue coppelle
saprò che hai ritrovato
il principio al nostro filo,
il bisso d’acquabuona

View original post 6 altre parole

Silenzioso compagno

amina narimi

Silenzioso compagno,
la nuvola e il mio laghetto,
il tuo mare e questo pianto,
sono l’un l’altro,
al ponte del mezzo mestolo:

ci laviamo la faccia nel nostro catino,
quel poco d’acqua che resta va insieme,
versata dal ponte, al suo fiume,
perché possa raggiungere il fondo
della cascata, intera,
trova quiete nel cadere. Così,
fra le tue dita già bagnate d’inchiostro,
ha vissuto ogni poesia, prima degli occhi-
per uscire dal suo mantello
naturalmente, come una pianta
quando buca la terra, e il suo fiore,
che vediamo cadere soltanto
quando il vento è finito-

o l’uccella che amo,
prima che smetta di piovere,
perché ha il canto dei fiocchi sotto la neve,
di qualcosa di nuovo che cresce
fra loro.

Daria Petrilli _artodyssey (15)

Immagine Daria Petrilli

View original post

Резбарство Дел 2 – Семејството што го одржува занаетот во живот

Whisper

For English click here.

♣ ♣ ♣

Со корењата длабоко во почвата и гранки кои посегнуваат високо кон небото, за многу нации, дрвото ја симболизира врската меѓу двата света – земјениот и небесниот.

За резбарството во Македонија Ви зборував во Дел 1, во овој дел ќе обрнам повеќе внимание на креаторите на оваа уметност – резбарите.

За да се практикуваа оваа уметност пожелно е да се поседува дарба, а она што е неопходно за да се оствари вистинскиот потенцијал е секојдневна напорна работа. Раката на резбарот станува сè повешта со секое завршено парче и како што секој нареден пат кога неговата замисла и фантазија стануваат реалност презентирана преку неговото ремек дело, така и тој расне како уметник и создава наследство за наредните генерации.

За жал, сè помалку луѓе се занимаваат со овај занает. А со самото тоа што станува поредок во исто време станува и сè по скапоцен.

View original post 514 altre parole

Being a Tour Guide – good and bad sides

Whisper

Hello guys,

I’m about to write about me working as a freelance tour guide, what I like about the guiding and the challenges that every tour guide faces on everyday bases.

First I have to say it’s a job that I really like and love. It’s something that fulfills me and makes me happy. It’s been eight years already since I started guiding. Working in a travel agency as fulltime job at first, doing all the office staff plus guiding occasionally. It came out that I like more being on field with the tourists than in the office.  Later I left that job and started working something completely different but again guiding every time that I had a chance to do it.

I love my country and I love to share everything that I know about it. Which is the first thing that you need to be a good tour guide. I studied tourism and…

View original post 657 altre parole

Chi sono ? di Rosa Cozzi

Storie d'amori, delitti, e di risate

cropped-21762022_1894280807501197_8336558698821896982_n

Sono nata 72 anni fa a Praia a Mare ( Cs) , da genitori lucani, sfollati durante l’ultima guerra . Venni al mondo  quando tutto era terminato, ma sin da piccola cercai di sapere sempre di più su questo argomento.  Mi trasferii in Liguria a 12 anni, e a 17 anni e mezzo sposai mio marito, francese, discendente del ramo povero dei conti L.di Roquemaure. Dopo il matrimonio ci trasferimmo a Montecarlo dove vivemmo per 20 anni. Diventai mamma di quattro figli. Ritornai a Ventimiglia e da allora continuo a viverci. Nel frattempo sono diventata nonna di nove nipoti ( quattro maschi, e cinque femminucce ) e bisnonna di due pronipotine.                                                                                  …

View original post 711 altre parole

“La donna in nero, e la spia venuta d’oltreoceano” da “I miei primi 20 anni” di Rosa Cozzi.

Storie d'amori, delitti, e di risate

aa22877a14610363a636942c1271c91e--mildred-harris-post-mortem
Dovete sapere che quando venni al mondo, piccolo batuffolo roseo di quasi quattro chili, per mia fortuna i miei genitori scelsero come miei madrina di battesimo la soprannominata “Dama in nero” ,e come padrino il di lei consorte, due persone squisite e fortunose.
Difatti il giorno del mio battesimo mi misero nelle mani un libretto della
” CASSA DI RISPARMIO” a nome mio, conteneva un deposito di ben ” 350 lire ” somma astronomica per quei tempi !!.
Il mio padrino, un siciliano alto e distinto signore ,originario di Carini, portava sempre un impermeabile impeccabile e un Borsalino grigio ,corrispondeva al nome altisonante di : Sebastiano De Lisi, con l’eterna sigaretta accesa che pendeva dal labbro, amava raccontare con dovizia di particolari la sua avventura americana alle dipendenze come autista personale di Rodolfo Valentino, o Rudolph Valentino o semplicemente Rudy , nome d’arte di Rodolfo Alfonso Raffaello Pierre Filibert Guglielmi…

View original post 754 altre parole

Greece Welcomes Macedonia move to settle name dispute 

TIMES OF LION

Feb /07/2018, TIMES OF LION

Greece has welcomed an announcement by the Macedonian prime minister that his country is willing to change its name, in a sign that one of the world’smost vexing disputescould soon be solved.

Athens described Zoran Zaev’s readiness to add a geographical qualifier as “a positive step” that would dispel fears of territorial claims over Greece’s adjacent region ofMacedonia.

Among the new names being considered are Upper Macedonia, New Macedonia, Northern Macedonia and Macedonia (Skopje), according to well-placed diplomats.

“This is an important development,” said the Greek foreign ministry in a statement released shortly after Zaev said the Balkan state would also rename its airport and national motorway.

“We hope that it marks the start of a new chapter in the relations between our two countries and peoples.”

Compromise is unpopular in sections of Greek society. On Wednesday, the Greek Orthodox church…

View original post 404 altre parole

Cheddar man : DNA Shows early Briton had a dark skin 

TIMES OF LION

Feb /07/2018, TIMES OF LION

A cutting-edge scientific analysis shows that a Briton from 10,000 years ago had dark brown skin and blue eyes.

Researchers from London’s Natural History Museum extracted DNA from Cheddar Man, Britain’s oldest complete skeleton, which was discovered in 1903.

University College London researchers then used the subsequent genome analysis for a facial reconstruction.

It underlines the fact that the lighter skin characteristic of modern Europeans is a relatively recent phenomenon.

No prehistoric Briton of this age had previously had their genome analysed.

As such, the analysis provides valuable new insights into the first people to resettle Britain after the last Ice Age.

The analysis of Cheddar Man’s genome – the “blueprint” for a human, contained in the nuclei of our cells – will be published in a journal, and will also feature in the upcoming Channel 4 documentary The First Brit, Secrets Of The 10,000-year-old…

View original post 916 altre parole

Kenya Deports Miguna Miguna over Odinga ‘Swearing-in’ 

TIMES OF LION

Feb /07/2018, TIMES OF LION

Kenya has deported opposition supporter and lawyer, Miguna Miguna, following his role in the unofficial swearing-in of opposition leader Raila Odinga as “the people’s president”.

Mr Miguna has boarded a flight to take him to Canada, where he is a citizen.

The government says Mr Miguna renounced his Kenyan nationality, which he denies.

Ahead of the mock inauguration, the government took Kenyan TV channels off air so they couldn’t broadcast it.

For more on this and other stories,visit our Africa Live page

Mr Odinga boycotted last year’s election re-run, saying it would be rigged in favour of President Uhuru Kenyatta.

He and his supporters consider him the rightful leader of Kenya.

WATCH: Kenya's Odinga calls for new elections

Image captionWATCH: Kenya’s Odinga calls for new elections

What was the ‘swearing-in’ about?

In August, Mr Odinga ran for…

View original post 726 altre parole

Australia PM reveals ‘traumatic story’ in citizenship defence 

TIMES OF LION

Feb /07/2018, TIMES OF LION, AUSTRALIA

An Australian MP says she cannot verify if she is legally allowed to sit in parliament as she has been estranged from her mother since the age of six.

Susan Lamb, from the opposition Labor party, is facing scrutiny over whether she is a dual citizen – a status that is prohibited for Australian MPs.

In an emotional speech, Ms Lamb said her “traumatic story” from childhood meant she could not access key papers.

One government minister said her eligibility remained in question.

Ms Lamb said her British father died about 20 years ago, having raised her as a single parent, and she was unable to prove she was not a dual citizen.

Fighting back tears, she told fellow MPs that her mother once dropped her at school and “never came back”.

“I would rather not share this with my closest friends, let alone…

View original post 190 altre parole

Community

Vita da criceto

E quando mal d’amore chiama, cosa fate voi umani?

Da sempre noi criceti vi osserviamo, piangere in silenzio sui vostri fallimenti, sulle vostre storie, col cuore che vi scoppia dalla rabbia.

Quando vi manca qualche carezza, da chi andate? Quando parlate quel linguaggio dell’anima che nessun’altro (apparte voi) riesce a capire, chi vi ascolta? Chi vi vuol stare vicino, in quelle giornate di pioggia davanti alla finestra, dove si confondono le vostre lacrime con le gocce nel vetro? Quando chiudete il portone, chi chiudete fuori? E, quando vi chiudono le porte, chi vi ha chiuso fuori?

Quando avete le tasche guanciali piene zeppo di sbagli, di paure, di parole non dette, di sentimenti non espressi, cosa fate?

Se avete qualcuno che vi è vicino e vi soffia sulle ferite siete fortunati, se avete le nostre pelliccie, seppur sia fastidioso, le potete utilizzare come fazzolettino e siete più fortunati. Ma se…

View original post 110 altre parole