Aleppo, una mostra di Domenico Quirico ad Asti

Il Canto delle Muse

Oggi ho visitato la mostra curata dal giornalista Domenico Quirico, giornalista e inviato di guerra de La Stampa, dedicata ad  Aleppo. La cronaca degli avvenimenti la si conosce, ma immergersi in una ricostruzione interattiva di ciò che è accaduto ad Aleppo ci fa sentire più vicini alla tragedia che ha colpito soprattutto i più piccoli, quei bambini strappati barbaramente dai banchi di scuola, privati della loro libertà e delle loro case; stando ai dati di Save the Children due bambini su tre hanno perso un familiare, subito il bombardamento della propria abitazione o sono rimasti feriti. Il 50% dei bambini non può più andare a scuola e un bambino su quattro è a rischio di disturbi mentali che potrebbero avere un impatto devastante per il resto della vita.
La guerra durata cinque anni  ha raso al suolo una città simbolo della Siria, trasformando in un cumulo di macerie il cuore…

View original post 92 altre parole

North Korea :US says ‘no daylight’ between allies despite warmer ties

TIMES OF LION

Feb /10 /2018, TIMES OF LION

US Vice-President Mike Pence has said his country and South Korea are in complete agreement on the need to maintain pressure on North Korea.

Speaking on his way home from the Winter Olympics in South Korea, Mr Pence said there was “no daylight” between the two allies on the issue.

The games have seen better ties between the two Koreas despite tensions over the North’s nuclear programme.

But US has distanced itself from the North Korean overtures.

On Saturday North Korean leader Kim Jong-un invited the South’s President, Moon Jae-in, to Pyongyang for talks.

It would be the first summit in more than a decade between Korean leaders. Mr Moon said the Koreas should “make it happen” and encouraged the North to return to negotiations with the US.

But Pyongyang’s nuclear programme will hang over any attempts to bring the countries closer together.

The…

View original post 416 altre parole

Israeli air Strikes against Syria ‘biggest since 1982’

TIMES OF LION

Feb /10 /2018, TIMES OF LION

Israel says it has inflicted huge damage on Syrian air defences after one of its fighter jets was brought down during a raid over Syria.

The response was the “most significant attack” of its kind against Syria since the 1982 Lebanon war, said senior Israeli air force general Tomer Bar.

The F-16 jet went down during a mission that followed an Iranian drone launch into Israeli territory, Israel says.

The two pilots parachuted to safety before the crash in northern Israel.

Israel says it responded with a second wave of strikes on both Syrian and Iranian military targets operating inside Syria.

Israeli air strikes in Syria are not unusual, TIMES OF LION Middle East correspondent Tom Bateman says, but the loss of an Israeli fighter jet marks a serious escalation.

Image copyright

View original post 633 altre parole

Poland’s Jews fear for future under new Holocaust law

TIMES OF LION

Feb /10 /02 /2018, TIMES OF LION

Even on a clear day, history hangs over Warsaw like smog. Flattened during the Nazi German wartime occupation and rebuilt during communist rule, what Poland’s capital may lack in architectural charm it makes up for with a litany of monuments, statues, plaques and shrines dedicated to collective suffering and individual sacrifice.

One lesser-known memorial is a small plaque on the wall of the Warszawa Gdańska railway station, a nondescript socialist-era building on the north side of the city. It was from here that many Poles of Jewish origin departed in the wake of the “anti-Zionist campaign” in March 1968, when cold war politics and a power struggle within the Polish Communist party led to an antisemitic propaganda campaign forcing thousands of Polish Jews to leave the country.

“Loyalty to socialist Poland and imperialistIsraelis not possible simultaneously,” prime minister Józef Cyrankiewicz had…

View original post 954 altre parole

Ireland’s opposition leader wants to liberalise abortion law

TIMES OF LION

Feb/11/02/2018, TIMES OF LION

Ireland’s opposition leader has revealed he changed his mind in favour of liberalising the Republic’s strict anti-abortion laws after meeting women forced to travel to Britain to end their pregnancies after learning they had no hope their babies would be born alive.

Micheál Martin has stunned conservative sections of his Fianna Fáil party by backing the repeal of the eighth amendment to the Irish Republic’s constitution, which prohibits abortion, in a nationwide referendum in May.

He told the Guardian in an interview he would “no longer countenance” supporting a situation where women with fatal foetal abnormalities or who had been made pregnant through sexual violence had to leave the country for an abortion.

“There were two things that changed my mind on the issue. The first was hearing evidence before Christmas from women who suffered from fatal foetal abnormalities while pregnant,” he said.

“After hearing their…

View original post 650 altre parole

Grand Canyon helicopter crash kills three

TIMES OF LION

Feb /11/02/2018, TIMES OF LION

A tourist helicopter has crashed in the Grand Canyon in the US state of Arizona, killing three people and injuring four.

The aircraft suffered “substantial damage”, a spokesman for the Federal Aviation Authority said.

It was in the Grand Canyon West area when it came down at around 17:20 local time (00:20 GMT) on Saturday.

The helicopter was operated by tour company Papillon Airways. It is not clear what caused the crash.

On its website, Papillon calls itself “the world’s largest aerial sightseeing company” and says it flies more than 600,000 people a year.

Police Chief Francis Bradley, of the surrounding Hualapai Indian reservation, earlier told US media that the local terrain had hampered rescue efforts overnight.

“We are having difficulties getting the four people out of the crash site area to the hospital,” CNN quoted him as saying.

“It is too windy and…

View original post 70 altre parole

Russian passenger plane crashes outside Moscow- reports

TIMES OF LION

Feb /11/02 /2018, TIMES OF LION,

A Russian passenger plane carrying 71 people crashed in the outskirts of Moscow on Sunday after taking off from the capital’s Domodedovo airport, Russian media has reported.

Saratov Airlines flight 6W703, an Antonov An-148 aircraft, was flying to Orsk, a city in the Urals, and crashed in the Ramensky district outside Moscow. Russian news agencies reported 65 passengers and six crew were on board.

News agencies said witnesses in the village of Argunovo saw a burning plane falling from the sky.

A source from Russia’s emergency services told Interfax that the 71 people on board had no chance of survival.

The same news agency reported that the wreckage of the plane was spread over a wide area around the crash site.

View original post

Oxfam told to show ‘ moral leadership’ or lose government funds

TIMES OF LION

Feb/11/02/2018, TIMES OF LION

The international development secretary has said the government will end funding to Oxfam unless the charity shows “moral leadership” and hands over all its information on its aid workers’ apparent use of prostitutes inHaiti.

Penny Mordauntsaid the charity had lied to the department at the time of the staff members’ dismissal by telling them no aid beneficiaries were involved in the misconduct.

She said the reports were “a complete betrayal of the peopleOxfamwere there to help and also the people that sent them there to do that job”.

Oxfam workers were accused of paying survivors of the 2010 earthquake in Haiti for sexduring relief efforts. The charity allowed staff members to resign from the organisation and seek new aid jobs elsewhere.

Mordaunt said the government would cut its funding for the charity unless executives could prove in a meeting with…

View original post 541 altre parole

‘For Stories’ Review : Rock and Country

Back to the roots of music

Mark Stone and the Dirty Country Band proof, that it only takes three people to perform good and expressive music. Mark Stone (Guitar/Vocals), Todd Jameson (Bass), and Johnny Strutt (Drums) were able to capture the best of country music with some added rock elements, on their new album ‘For Stories’

The song ‘Before You’re Gone’ kind of requires to be listened to during a road trip, maintaining out of blasting that energetic music. It’s driven by an ongoing and snappy beat, which sets the tone for a song with the determination of craving more.

On ‘Faster Than They Fall In’ Mark Stone reefers to rock elements and adds some thundering and biting guitar bits to it. The intro sounds like something, heavy metal bands back in the 80s could have played around with. But still, the country aspects can’t be unheard and that’s what makes it to an unique composition…

View original post 90 altre parole

Indivisibile alchimia

Plumari Sebastiano Aurelio

immagini-fiori_NG1

La tua presenza è semplice incanto
e io come paglia ardo di te

L’anima vola e supera gli ostacoli del tempo e dello spazio
e sarà dolce cullarti fra le mie braccia

e non avere altro pensiero che te
e sarà dolce bruciare fra le tue fiamme

Si ferma il mio respiro
per sentire la melodia della tua voce

e ascoltarla all’infinito
fra sogno e realtà
indivisibile alchimia d’amore

authorplumari

View original post

Essenza di Te

Plumari Sebastiano Aurelio

weekend-romantico

La tua presenza è gioia di vita
è essenza di fiori 
è il sole luminoso 
è calore e dolcezza

La tua presenza è presagio d’amore
è essenza dei sensi
è l’invisibile che si mostra
è mosaico dell’anima

La tua presenza
è semplicemente 
il mistero dell’amore

authorplumari

Your presence is joy of life
it’s essence of flowers
it’s the bright sun
it’s warmth and sweetness

Your presence is an omen of love
it’s essence of the senses
it’s the invisible that shows itself
it’s a mosaic of the soul

Your presence
it’s simply
the mystery of love

View original post

La festa dei morti in Sicilia

Cristalli in Ombra

Salve!

Oggi parleremo della commemorazione dei defunti in Sicilia, delle credenze che le ruotano intorno. Tutto ciò è sempre tratto dal libro “Les fluides d’Aristote” di Salvatore D’Onofrio.

In Sicilia, nella notte tra l’1 e il 2 Novembre è usanza far trovare ai propri bambini dei regali (che possono essere dei giocattoli, ad esempio) associati a della frutta secca, frutta fresca, frutta martorana, a vari dolci e a dei biscotti definiti “ossa dei morti”, il cui nome preciso è Moscardini; tuttavia, vengono anche definiti in tanti altri modi.

moscardini“Fonte immagine: Google”

Questi doni vengono portati ai bambini mentre questi ultimi assistono alla messa di commemorazione dei defunti. Ai bambini viene detto che sono stati appunto i propri cari morti a portar loro questi regali. Vengono posti in varie zone della casa, perfino all’interno delle scarpe ai piedi del letto, così che il bambino la mattina seguente effettui una sorta di caccia…

View original post 541 altre parole

My first blog about Dreams

Site Title

Hellooo.. I know you must be thinking its such a weird thing to talk about dreams. But trust me it will change the way you think, you dream, you speak and most of the emotions and especially your dreams will be meaningful. We all go through bad dreams, sometimes good ones makes our day better, or sometimes they are just meaningless. Following the thoughts of your everyday moment and thus the dreams are formed. You live your dreams by mind, you feel them through heart and your emotions are expressed in your sleep.

Lets talk about my dreamy world, I love my dreams so badly. I want to learn to control my dreams as I can control myself in daytime. Yeah!! You can surely control them through your mind. Its all about mind power which is going to be used to make all this possible. Follow my blog to read…

View original post 3 altre parole

Dreams

Site Title

A place where I can go and no one knows

Where mysteries, illusion, excitement grows,

Imagining the whole through sacred mind

Till it becomes a meaningful adventure

Hoping for a great flight

Falling down to a hard night,

Apart from the secrets of life

There is a way to think beyond these rights,

I call its all mine, its all mine!!

Envisioning the beautiful canvas all around your eyes

There’s a place where I go in my sleepy times,

I can treasure the world which I loves the most

Where it’s unrevealed and don’t need a host,

This place is so dazzling as it seems

Such a magical thing, I call my dreams.

View original post

Brian Selznick_La straordinaria invenzione di Hugo Cabret_Recensione

Buondì lettori 🙂 Eccomi con una nuova recensione: il libro di oggi è La straordinaria invenzione di Hugo Cabret, di Brian Selznick. Ho iniziato a leggere questo libro gli ultimi giorni del 2017 e l’ho finito di leggere l’altra sera, quindi è un ultimo/primo libro dell’anno. Di seguito la scheda del libro, la trama e come sempre, la mia recensione. Buona lettura 🙂

Titolo: La straordinaria invenzione di Hugo Cabret
Autore: Brian Selznick
Genere: Storico-drammatico
Editore: Mondadori
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 542
Anno di pubblicazione: 2007

Acquistabile quihttps://www.ibs.it/straordinaria-invenzione-di-hugo-cabret-libro-brian-selznick/e/9788804614159

Trama: La luna, le luci di una città, una stazione affollata, due occhi spaventati. Le immagini a carboncino scorrono come in un cinema di carta fino a inquadrare il volto di Hugo Cabret, l’orfano che vive nella stazione di Parigi. Nel suo nascondiglio segreto, Hugo coltiva il sogno di diventare un grande illusionista e…

View original post 478 altre parole

Disney – Pixar Coco (2017)

Risultati immagini per coco disney

Lo so che non dovrei amare la musica ma non è colpa mia. La musica è nelle mie vene. (Miguel)

Il 28 Dicembre è arrivato  al cinema il nuovissimo lungometraggio Disney Pixar COCO. Una festa di colori e di musica, una celebrazione della vita che farà divertire, ridere, emozionare e piangere.

Miguel ha dodici anni e la musica nel sangue, ma nella sua famiglia ogni forma di musica è bandita da quando la trisavola Imelda fu abbandonata dal marito chitarrista e costretta ad occuparsi da sola della figlia Coco. Nel Día de los muertos, deciso a partecipare ad un concorso musicale, sottratto della propria chitarra, Miguel decide di rubarla dalla cappella del suo trisavolo, il cantante Ernesto de la Cruz, gloria nazionale, ritrovandosi così a passare dal regno dei vivi a quello dei morti.

Il protagonista del film è un bambino che vuole ribellarsi alla storia della famiglia:

View original post 327 altre parole

Fra Paradiso Purgatorio e Inferno, di Michele Melillo

Fra Paradiso

di Michele Melillo

Esclusia

FRA PARADISO PURGATORIO ED INFERNO

Adoro le irte salite
Aborro le facili discese
In questo mio cammino eterno
Fra Paradiso ed Inferno

Ed ho un grande desiderio nell’anima e nel cuore
Che tutte le terre siano un mare d’amore
Che si torni ad apprezzare la bellezza ed il profumo di un fiore
E che sparisca dal mondo ogni dolore

Tutti abitiamo in un grande Purgatorio
Dove siamo alla perenne ricerca del nostro io
Alcuni dopo tanto lo trovano
Altri alla fine lo perdono
Continua a leggere “Fra Paradiso Purgatorio e Inferno, di Michele Melillo”

Lettera al mare

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

Le ultime volte che sono tornata a casa, sono andata a guardare il mare quasi ogni giorno. Ogni giorno alla stessa ora, o meglio, allo stesso momento: al tramonto. Arrivavo sempre un poco prima dello spettacolo, accompagnata dai miei pensieri, dalla musica, da un libro o da un foglio su cui scrivere. E finalmente stavo bene. Le ultime volte a casa sono andata costantemente a passeggiare sulle rive del mare, andandolo a trovare come se fosse un vecchio amico, un fratello, un amante. E non importa se si trattava di una giornata di pioggia o di quiete, d’estate o d’inverno, riusciva sempre a calmarmi e a ricordarmi che la bellezza esiste, senza essere soltanto una favoletta di tutti i sognatori. Ed infine, il tramonto. Distrattamente, altri nostalgici e pensatori come me, si soffermavano a guardarlo. Ogni giorno, in quel momento, l’aria si riempiva di tanti sospiri e pensieri che dal…

View original post 70 altre parole

Cara Valigia

Le avventure di tutto

Cara Valigia,

Non capisco perché,ma ogni volta che devo partire non riesci mai a chiuderti! Perché, eh? Ad esempio: devo andare in questo posto e tu mi chiedi, tanto per cominciare: “Ma dove devi andare? Perché?”

Allora io, non rispondendoti, perché so bene che per nessuno, nemmeno per una valigia, è semplice essere risvegliati, comincio a estrarre fuori dalla casa tutte le cose che mi servono per partire. Innanzitutto l’asciugamano: parto senza asciugamano? E per coprirmi la testa come farei? Per sventolarlo nel caso passasse un toro, cosa sventolerei?

Dopodiché, posso prendere le magliette: possono essere di tutti i tipi. All’ora della partenza ne spuntano davvero di ogni specie, forma e colore. Soprattutto, una maglia che erto sicuro di avere buttato, ma che è tornata impunemente ad occupare il mio guardaroba!

Tant’è vero che me lo chiedi tu stessa, valigia: “Ma questa maglia non l’avevi buttata?”

“Ssssh! Zitta, sbirra!”…

View original post 167 altre parole

da Repubblica-Robinson: Intervista di Francesco Merlo con Antonio Sellerio

"Strane cose", il blog di Ettore

I libri sono da prescrivere: come le vitamine E non prendiamocela con i serial

Racconto ad Antonio Sellerio che sul treno Genova-Roma mi si è seduto di fronte un giovane tatuato, anche nelle nocche, con le scarpe fosforescenti e i pantaloni neri della tuta e che, senza volerlo, il mio cervello lo ha classificato un po’ tamarro. Poi però quel giovane ha tirato fuori dallo zaino un libro. Lo ha aperto in una pagina segnata con l’orecchietta, si è messo a leggere e non ha smesso più. Era Bel Ami nell’edizione Feltrinelli. E allora… «…E allora hai capovolto il giudizio. Hai deciso che era migliore del suo vestito e dei suoi tatuaggi o hai cambiato parere anche sui tatuaggi?».
Anche i tatuaggi mi sono diventati amici quando ho scoperto che era pure gentile. E su “Bel Ami” torneremo alla fine.
«I tatuaggi ormai non significano nulla. Ma il punto è…

View original post 1.576 altre parole

Consigli per la gestione della rabbia, ne abbiamo?

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

Ho bisogno di sapere di non essere la sola!

Ho bisogno di sapere che li fuori c’è qualcuno che ha il mio stesso problema; ho bisogno di sapere che la rabbia è un ospite indesiderato ed ingestibile ovunque, non solo quando bussa alla mia porta.

Perché ci sono dei giorni che, porca di quella miseria, è davvero complicato riuscire a non commettere un omicidio; quei giorni in cui mi genera un moto d’ira anche semplicemente il respiro di chi mi sta accanto. Non è una bella cosa, eh.

Sono quei giorni in cui, senza neanche stare a dirlo, ti ritrovi in macchina con il demente di turno che ti taglia la strada o il gruppo di ciclisti che di camminare il linea assolutamente non hanno idea di come si faccia; ti ritrovi a ricevere messaggi che hai bisogno di leggere e rileggere più volte per evitare di rispondere con un’acidità…

View original post 39 altre parole

da Repubblica-ROBINSON “Ma la cultura ci rende migliori? ” di Edoardo Albinati

"Strane cose", il blog di Ettore

ROBINSON

“Chi ha letto un romanzo è diverso da come era prima? E se è diventato diverso è quindi migliore di prima?”. Così la provocazione di un premio Strega si è trasformata in un piccolo viaggio alla ricerca del senso perduto: della conoscenza

Chi ha letto un libro, ha visto una mostra, ha ascoltato un concerto è diverso da come era prima? E se è diventato diverso, è necessariamente migliore di prima? È una domanda che ciascuno pone a sé stesso, soprattutto se appassionato di arti, letteratura, musica, scienza, insomma di tutto ciò che siamo soliti chiamare “ cultura”. Peraltro, questa benedetta domanda, “ la cultura rende migliori?”, mi attraversa in quanto scrittore, ma mi attraversa ancora più fortemente, invece, nell’attività che svolgo insieme ad altri, e per altri, e cioè il lavoro nel carcere di Rebibbia come insegnante di lettere nella sezione staccata di un istituto tecnico: il ruolo…

View original post 1.413 altre parole

la chitarra ha un nuovo re

La chitarra ha un nuovo re...

Ormai sono pochi i dischi che davvero sanno fare la differenza. Almeno per quel che riguarda le vendite. Perché la crisi che non guarda in faccia a nessuno nel mercato della classica si sente particolarmente. E allora quando un cd entra nelle classifiche pop di Francia e Germania e da solo si accaparra il 20% del mercato discografico britannico forse sull’artefice di quel successo vale la pena investire. Lo ha fatto la Deutsche grammophon che, dopo il successo di Mediterraneo, ha messo sotto contratto Miloš Karadaglic.

«Da ragazzo – racconta – mi piaceva cantare e ho iniziato ad accompagnarmi con la chitarra. Ho anche frequentato una scuola. Ma mai averi pensato di diventare un chitarrista classico: mi vedevo piuttosto come una popstar. Poi mio padre mi fece ascoltare i dischi di Segovia e scattò la passione. Ho scoperto il grande potere della musica: suonando per i miei…

View original post 508 altre parole

Ricordi, di Maria Cristina Sabella

Ricordi

di Maria Cristina Sabella

Ricordi☆¸.✿.¸.•´ ¸.•´.-✿
¯**´¯**´¯`˜”*°•.•.¸ღ¸☆

Ricordi di occhi increduli
che osservano sgomenti,
a passi levati fuggono
ma nel cammino incontrano
la ….. morte,
non ci sono parole ne pensieri
per sanare nel cuore le ferite,
le foibe si chiamano
e nel buio profondo cadono,
sogni strappati
come fogli ingialliti,

Continua a leggere “Ricordi, di Maria Cristina Sabella”

” C’era una volta…”

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE

Puglia da amare Quotidiano d’informazione


“C’era una volta…” a Bari

27540141_192561964828423_8102314402525106630_n

Lunedì 12 febbraio alle ore 19:00 nella prestigiosa cornice del Circolo della Vela a Bari per “C’era una volta…”
Appuntamento alla riscoperta della nostra Storia, delle Tradizioni e di Antichi Confini, attraverso la nuova ed avvincente lettura de: ” U Calendàrie 2018 Bari tutta un’altra Storia” della SAID e presentazione della nuova edizione del Concorso fotografico: “Desiderio di Città, la Città la mia Casa”.
Ci accompagneranno in questo suggestivo evento spettacolo: Giuseppe CASCELLAPresidente Commissione Culture Comune di Bari, Luana AMATI Assessore Attività Produttive Comune di Fasano, Annarita ANGELINI Assessore alla Cultura Comune di Fasano, Titta De TOMMASIVicePresidente Circolo della Vela, Nicola CUTINOPresidente Ass.di Mondo Antico e Tempi Moderni Onlus, Franca ANGELILLO, Elisa FERORELLI e RosaUNGAROcon le loro parole in libertà, Elena CANDELORA e VENANZIO BRATTA con le loro note in movimento, con la speciale…

View original post 26 altre parole

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE

Puglia da amare Quotidiano d’informazione

Articolo di Crescenza Caradonna


OMAGGIO A MICHELE GENOVESE

(Piripicchio)

27657031_1905477619525214_4863138749317280399_n


MOSTRA D’ARTE
Espongono:
FLORENZA LESSA – GIUSEPPE BUSCO

DAL 12 AL 18 FEBBRAIO 2018
BITONTO (BA) – TORRIONE ANGIOINO


CHI ERA PIRIPICCHIO?

Michele Genovese meglio noto con nome d’arte Piripicchio (Barletta, 5 luglio 1907 – Bitonto, 1º agosto 1980) è stato un attore, comico, artista di strada e mimo italiano.

Piripicchio, definito il “Charlie Chaplin pugliese”, è stata una delle ultime maschere della Commedia dell’Arte in Italia. Vestiva con frac, bombetta, un paio di baffetti alla Charlot e un garofano rosso all’occhiello. L’accessorio caratteristico e parte essenziale della coreografia era il bastone di bambù, che era solito armeggiare. Spesso lo puntava a terra per poi afferrarlo al volo, accompagnando con gesti allusivi le sue battute argute, vivaci e, talvolta, spinte. Di solito al pomeriggio improvvisava piccoli spettacoli di strada, ai quali assisteva sempre una moltitudine di…

View original post 494 altre parole

LO VOGLIO, SII PURIFICATO VI Domenica del tempo ordinario, anno b

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE


1137_vangelo


LO VOGLIO, SII PURIFICATO

VI Domenica del tempo ordinario, anno b.

(Mc 1, 40-45) +

“In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato”.

Dopo la grande giornata di Cafarnao, Gesù continua l’annuncio per tutto il territorio della Galilea. Degli eventi avvenuti in questa grande campagna di predicazione, Marco cita i più importanti e significativi. Tutte le guarigioni descritte dai vangeli, oltre ad essere un segno concreto della solidarietà di Cristo verso chi soffre, contengono un messaggio allegorico diretto alla dimensione spirituale dell’uomo. In questo caso il lebbroso rappresenta quell’umanità devastata dal peccato. La lebbra è una malattia orribile, che porta il corpo di chi ne è affetto a decomporsi mentre è ancora…

View original post 513 altre parole

E’ amore?

Cantiere poesia

Non so che cosa sia, ma è tanto bello,
trasognare sulle tue parole,
come sulle nuvole accese dal tramonto,
si introvede il barlume delle stelle.

Non so che cosa sia, ma è dolce,
il tuo sguardo quando mi cerca,
come il raggio di sole che brilla,
nonostante fosse vicina la sera.

Non so che cosa sia, ma sento che
la vita è diventata di nuovo più bella,
le tue parole che mi accarezzano il cuore
come la seta, come il vento di primavera.

Non so che cosa sia, ma è tanto bello,
un dolore dolce, che non mi dispiace,
se è stupido, se è sbagliato, che sia,
se è amore, scusami tanto.

GYULA JUHÁSZ

View original post

Un omaggio

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

23:56. Non capisco se sia il ticchettio dell’orologio, del lavandino che perde o delle mie orecchie.
Veramente io non capisco: ancora le 23 e 56 e questo ticchettio non passa.
Ricapitolando, è stato come: pace, scoppio di bomba genere: <<BOOM, BADABOOM, TUMB!>>- poi silenzio e… ticchettio. Sono le orecchie? E’ lo specchio del bagno che fa questo strano rumore? Come può lo specchio fare rumore? Allora la luce, la plafoniera, la vasca, il bidet. La mia mente non arriva a tanto, so solo che è successo questo: cioè praticamente sono le 23:56, le lancette non hanno ancora deciso di spostarsi, ma prima erano circa le ventitré  e cinquantaquattro  -quasi e cinquantacinque- e c’era una pace incredibile. Io, tra le parole, sorridevo, oppure sorridevano le mie parole e parlavo con lei; lei magari non sorrideva come me, ma quel letto era ancora comodo, il cuscino quasi una piuma e, lo ripeto…

View original post 461 altre parole

Still life

Il Canto delle Muse

Offrimi la spalla
mi appoggerò lieve
col capo reclinato
a ore dieci meno dieci
senza proferire verbo
il silenzio è cibo zuccherino
tra lo scandire di lancette
e respiri rilassati
inalando l’aria che profuma
ancora di passione esplosa
con lo spiraglio di luce sbiadita
che filtra dalle tende d’organza.
hai spento la sigaretta…
scacciapensieri le mie ciocche
tra le dita trattieni e attorcigli,
guscio di noce è la stanza

le nostre anime fragili gherigli.

Daniela Cerrato, 2018

© CFein Photography

CFein Photography

View original post

Philip Roth, LA MACCHIA UMANA – ovvero l’impossibile ecologia dell’individuo

Dalla mia tazza di tè

la_macchia_umana

“[…] Les era già tornato a sedersi sul suo secchio; col gelido candore del lago tutt’intorno a quella macchiolina che era un uomo, l’unica traccia di una presenza umana in tutta la natura, come la croce di un analfabeta su un foglio di carta. Ecco, se non tutta la storia, tutto il quadro. Solo raramente, alla fine del nostro secolo, la vita offre una visione pura e pacifica come questa: un uomo solitario seduto sopra un secchio, che attraverso quaranta centimetri di ghiaccio pesca in un lago le cui acque si rinnovano continuamente in cima a un’arcadica montagna dell’America.”

Così si conclude La macchia umana (The Human Stain), uscito nel 2000 negli Stari Uniti e l’anno dopo da noi per Einaudi. Ma il quadro non inganni: se nell’immagine finale il pescatore solitario sul lago ghiacciato è una “macchiolina” insignificante che si perde nel “gelido candore” di “un’arcadica montagna…

View original post 2.411 altre parole

La Ropa Sucia/42

Le avventure di tutto

Immagine

Sofia Riquelme stava seduta sulla panca della piazza principale con in mano una strana valigetta. Siccome in quel periodo a Villa Nueva ogni cosa considerata strana diventava automaticamente fonte di dibattito, anche quella cosa risultò fuori dall’ordinario.

Per inciso, quattro signore, sedute sulla panca dirimpetto a quella dov’era seduta Sofia, complottavano fra loro.

“Quella… quella non è Sofia Riquelme? Che ci fa in piazza?” chiese una delle vecchie.

“Ha anche una valigia… secondo voi, cosa ci sarà in quella valigia?”

La domanda fu disattesa. Stava di fatto che le quattro nonne, vestite tutte e quattro di nero, stavano osservando Sofia, come fosse vestita e soprattutto chi stesse aspettando, invece di ammirare le bellezze di quello scorcio di Villa Nueva: il municipio, la fontana nel bel mezzo, il bar, e le donne.

Sofia indossava un vestito comunissimo, ma purtroppo per lei i Riquelme erano troppo in  vista per non essere vista…

View original post 435 altre parole

Moreno

Cantiere poesia

La chiamava Mozart
Per i capelli che portava
Voluminosi con un codino
E forse anche perchè
Amava la musica
Le diceva che lei doveva
Fare la psicologa
Lei non capiva e lui diceva
Perchè capisci la gente
Viveva nel borgo di sasso
Se ne stava sempre in casa
Con l’aria mesta e rassegnata
E a chi glie ne chiedeva il motivo
Lui sempre diceva un po’ ridendo
Aspetto la morte
Strano per uno di vent’anni

Poi conobbe l’amore
Com’è bella
Mi diceva sempre di lei
Era bellissima com’è l’amore
Bionda occhi verdi attiva
Ti travolgeva nelle sue cose
La mia amica dall’infanzia
Per un po’ con lei fu felice
Poi come spesso accade
Finì

Non lo vidi più
Per lungo  tempo
Si era trasferito di casa
Dai parenti in Toscana
Mi venne voglia di sentirlo
Ma non rispondeva mai
Un giorno la sorella
Mi disse al telefono
Moreno non c’è

View original post 96 altre parole

Gli occhi tuoi, di Rossana Angeli

Gli occhi

di Rossana Angeli

DALLA PENNA Al CUORE di Rossana Angeli

Gli occhi tuoi
di Rossana Angeli.

Gli occhi tuoi hanno rapito i miei,
si é sciolto il gelo dentro me.
Il tuo sorriso è un misto di colori
che hanno acceso la luce persa
del mio destino.

Ritrovando te ho ritrovato
me in una sera calda d’estate .

Nel bacio hanno vibrato
i nostri cuori e adesso
non posso far meno di te amor.

Gli occhi tuoi hanno rapito i miei,
si é sciolto il gelo dentro me.
Continua a leggere “Gli occhi tuoi, di Rossana Angeli”

Intervista all’Assessore, lavori pubblici, verde urbano e welfare animale, Giovanni Barosini

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Intervista all’Assessore ai lavori pubblici, verde urbano e welfare animale, Giovanni Barosini.

video: https://youtu.be/Oz0hpQBbphc

Le domande

A che punto è la situazione della piscina comunale?

Il progetto del parcheggio sotterraneo di piazza Garibaldi rimane un obiettivo?

La sicurezza non è un optional, vogliamo parlane anche con riferimento al piazzale Berlinguer? Continua a leggere “Intervista all’Assessore, lavori pubblici, verde urbano e welfare animale, Giovanni Barosini”

A lungo andare

Cantiere poesia

A lungo andare il campo di sentieri

è diventato impervio,

ora sono cambiate le stagioni.

Vago ancora nel mare di pensieri

tratteggiati di foglie secche e spine,

il cuore fa la parte di nocchiero

con la ruota a caviglie

in mezzo al vento

e le vele spiegate

tra gli scogli

traccia la rotta sulle illusioni

dove tende la barra del timone.

Un qualche fiore bello mi conduce

sbocciato nel giardino di parole,

passa attraverso isole di baci

per sogni che si accendono la notte.

Giuseppe Stracuzzi

View original post

Un giorno

Cantiere poesia

Strane sensazioni

scende in me musica muta

mutevole di dolci note

incarna foglie e fiori

quiete mistero nel cielo di latte

dove ricamo sogni proibiti

Sarò un giorno spazio

che riempie i miei occhi

infiniti orizzonti incolmabili

di desideri mai detti

Allora ti rivedrò

con le braccia aperte

Verrò da te mi guarderai

mi terrai ancora stretta

per non lasciarmi più

Giuliana Angeli

View original post

Processione aux Flambeaux da corso IV novembre a piazza Giovanni XXIII, Alessandria

Comune

Provvedimenti viabili 11 febbraio 2018

Per permettere il transito della Processione Aux Flambeaux in occasione della Solennità della Beata Vergine di Lourdes che avrà luogo ad Alessandria il giorno 11 febbraio 2018 con partenza alle ore 21:00 dalla Parrocchia della “Madonna del Suffragio” di corso IV Novembre e arrivo alle ore 22:00 circa alla Cattedrale di piazza Giovanni XXIII, in data 11/02/2018 dalle ore 21:00 sino al termine della processione prevista per le ore 22:00 circa, durante il passaggio del corteo le strade facenti parte e/o interferenti con lo stesso potranno essere temporaneamente inibite alla circolazione, secondo il seguente percorso: partenza dalla Chiesa Parrocchiale di corso IV Novembre (marciapiede), attraversamento di corso IV Novembre, via Trento, via Galilei, viale XX Settembre, attraversamento di corso Borsalino, via Cavour, attraversamento di corso Cento Cannoni, via Cavour, via Gagliaudo, piazza Giovanni XXIII.

Federico Fornaro, Liberi e Uguali alla Biblioteca di Gremiasco

IMG_4609

Lunedì 12 febbraio 2018 alle ore 21 nei locali della Biblioteca di Gremiasco è in programma un incontro pubblico sul tema “I piccoli comuni presidio di democrazia e motore dello sviluppo”.

Saranno presenti Federico Fornaro e Davide Serafin, candidati alla Camera per Liberi e Uguali con Pietro Grasso e Walter Ottria, consigliere regionale.

È previsto un saluto del sindaco di Gremiasco, Umberto Dallocchio.

“I piccoli comuni rappresentano un fondamentale presidio sul territorio sia in termini democratici sia di salvaguardia dell’ambiente e delle nostre tradizioni – ci dice Federico Fornaro, parlamentare uscente e per dieci anno sindaco di Castelletto d’Orba – In questi anni ho lottato, troppo spesso inascoltato in Parlamento, contro i tagli ai trasferimenti che hanno messo in ginocchio i bilanci dei piccoli comuni, mettendo a rischio la loro stessa sopravvivenza. Nella prossima legislatura sarà fondamentale invertire la rotta e pur all’interno di necessari processi di collaborazione istituzionale, valorizzare i nostri piccoli comuni come motore dello sviluppo locale, contrastando la tendenza allo spopolamento e alla marginalizzazione a tutto vantaggio dei grandi centri urbani”.