DIALOGHI APERTI

Poeta romeno, George Cosbuc (Năsăud 1866-Bucarest 1918). Nato in ambiente rustico, formatosi a Cluj, stampò i suoi primi versi nel 1884; nel 1889, dopo la pubblicazione della ballata Le nozze di Zamfira, su invito di Maiorescu e si stabilì a Bucarest, dove però non riuscì mai ad ambientarsi. Traduttore eccellente dal greco, dal latino e dal tedesco, dedicò tutta la sua vita alla traduzione integrale della Divina Commedia (postuma, 1924-32), in cui riuscì a conservare la terzina dantesca e che completò con un commento vivace, spesso in polemica con i precedenti commentatori di Dante.

images_271” Tu sì che sei una donna
una donna senza un comune denominatore
e spesso è naturale volere reinventare te stessa
ogni volta che ti stai cercando negli specchi visti solo da te
tempo fa cercavi tanto di sembrare cerebrale
un altro giorno ariosa, esuberante
ieri, indaffarata o pure assente, ma sai che
ho sorpreso

View original post 42 altre parole