Roma, voragine alla Balduina: sette auto precipitate nel vuoto e due palazzi evacuati – Repubblica.it

Dopo il crollo in via Livio Andronico sono subito intervenute due squadre dei vigili del fuoco: “Nessun ferito”. La sindaca Virginia Raggi sul posto:

Sorgente: Roma, voragine alla Balduina: sette auto precipitate nel vuoto e due palazzi evacuati – Repubblica.it

Germania: verso test per mezzi pubblici gratuiti contro lo smog, ma il governo frena – Tgcom24

Possibile sperimentazione in 5 città, ma da Berlino precisano: “Si tratta di un’ipotesi per ora priva di piani attuativi concreti”

Sorgente: Germania: verso test per mezzi pubblici gratuiti contro lo smog, ma il governo frena – Tgcom24

Doppia eternità

Antalgica Poetica

a volerla dire in breve

il problema sta tutto là

che ci son due eternità

la prima è sensazione

qualcosa che non si capisce e ci supera

ma negare non si può: il senso della continuità

l’altra è nostra di noi ciascuno,

l’eternità che inizia e con noi finisce

che è quella vera, ma vien cancellata dall’angoscia

tutti come femmine

cerchiamo di sedur la prima,

nel profondo afflitti e atterriti dalla seconda

e salta fuori dio, la genialità e il più vario pattume ….

tutto tranne dir come si farebbe all’osteria,

che morire tanto è più brutto di quanto bello viver non sia

View original post

Enervantopologia

Antalgica Poetica

Mi vorrei tanto perspicace e acuto

da far passare l’immenso mar per il mio imbuto

sogno di chiudere in una trasparente bottiglia

tutto ciò che esiste e quel che ci somiglia

invece sono solo un’umile e confuso operaio nella vigna del signore

che gode dei suoi dolci e croccanti acini e non vendemmia

e non mi aspetto nulla dal fattore a fine giornata

se non qualche pacata rampogna devangelizzata

chè l’ego troppo voglioso è poco più che un morto

anche per il dio più buono, quello risorto

View original post

Elogio alla fedeltà

Antalgica Poetica

Da quando il sesso ho sciolto dal cuore

ed al cervello delegato in toto,

ho tradito sempre, sempre sono stato tradito.

Soavemente brucando nel verde pascolo libero,

disordinatamente.

 

Solo un’amica, molto discreta e ammodo, non mi ha mai lasciato,

ha il corpo è sinuoso ed evanescente, grigioazzurro

e la faccia da bambina: si chiama nicotina

View original post

il biglietto

Antalgica Poetica

Sarò anche brutto e cattivo riguardo all’altare più alto del riflettere sull’homo

ma se devo comparare i rischi delle magre dell’autore

aggiunti i vizietti degli attori, messi in croce dagli arredi e dal regista,

limando infine sulle presenze circonvicine eventualmente,

non ho dubbi, preferisco pagare il biglietto in trattoria.

Gli avventori sono attori coscienti nemmeno più che tanto

epperciò disarmanti interpreti di loro stessi,

ispirati da minestroni e insalate, macedonie e peperonate

si mischian fra di loro, democraticamente distribuiti nei tavoli

E l’occhio s’aggira senza dare a vedere fra generi e topoi, protagonisti e comparse,

appena si ferma può indagar discretamente il di ciascun “quel che vorrei che sono” …

chi se la ricorda l’angosciante sfasatura del professionista che non è più quand’è quell’altro?

Questi concittadini recitano l’esistenza bonariamente geniali

nuotando nella coincidenza dell’essere con l’apparire,

polverizzando dolcemente qualsiasi nostra certezza,

prìncipi ambigui, regine troneggianti, belle disadorne, sussultanti narcisi …

View original post 31 altre parole

da Repubblica: Intervista a Sironi, regista di Montalbano: “Con Camilleri ogni tema diventa mito” di ALESSANDRA VITALI,  

"Strane cose", il blog di Ettore

ROMA
Ormai è una tradizione.
«A mezzogiorno ci siamo incontrati in Rai, il produttore Carlo Degli Esposti, il gruppo di lavoro. Abbiamo brindato. Lo facciamo sempre quando gli ascolti sono buoni.
Stavolta un po’ di più». Alberto Sironi è il regista del Commissario Montalbano dal 1999. Suo anche Amore, su Rai 1 il 19. La giostra degli scambi, lunedì, è stato l’episodio più visto di sempre: 11 milioni 386 mila telespettatori, 45,1% di share. Un trionfo social l’escamotage di tenere “in vita” uno dei personaggi più amati, il medico legale Pasquano. L’attore che lo interpretava, Marcello Perracchio, è morto a luglio. Nel film viene citato, mai mostrato.
Il commissario ha usato l’aggettivo “insostituibile”. È così anche per voi?
«Nei due episodi precedenti Marcello era già malato. Aveva difficoltà a muoversi ma lo avevamo ripreso seduto. Lo scorso anno non era più in grado. L’unica era toglierlo dalla scena ma parlarne.

View original post 380 altre parole

da Repubblica: Il personaggio.” Ritratto della Ginzburg. Inchiesta su Natalia scrittrice riluttante” di PAOLO MAURI

"Strane cose", il blog di Ettore

t e r z a p a g i n a
Da dove comincia una vita? Dalla data di nascita, da quella dei genitori? O ancora prima?» Ecco le domande con cui Sandra Petrignani apre la sua laboriosa inchiesta sulla storia di Natalia Ginzburg, venuta al mondo a Palermo, dopo tre fratelli e una sorella, il 14 luglio del 1916. Il padre, lo scienziato Giuseppe Levi, ebreo triestino, aveva avuto un incarico all’Università, ma la famiglia lascerà la Sicilia poco dopo, quando Natalia ha tre anni, per tornare a Torino. È una curiosità: per cercare di capire i segreti della scrittrice, Petrignani fa fare un oroscopo, dopo aver sperato (ma invano) di trovare un eventuale oroscopo confezionato per l’amica autrice di Lessico famigliare da Cesare Garboli, per così dire, privato cultore della materia. Ma perché un oroscopo?
Forse, azzardo, perché quello che si ricava dai documenti, dai libri, dalle lettere…

View original post 654 altre parole

Dal 27 febbraio il libro per scoprire se siete Mamme Chioccia o Mongolfiera!

Mienmiuaif - Mia moglie ed io

Ancora un paio di settimane e uscirà il nuovo libro della collana UOMOVIVO, “Mamma Mongolfiera …perché i figli crescono nonostante i genitori” di Marcella Manghi, 24 ore di un genitore alle prese con i suoi tre figli – Sonoio, Faccioio, Cisonoancheio – fra mille discussioni, cartelle e colazioni. Obiettivo? Cercare la giusta distanza per farli crescere e sbocciare.

Una stay-at-home mum della porta accanto, in questo caso però sotto una forma anomala… quella della “mamma mongolfiera”. Quella tipologia di genitore che non sta sempre lì con il fiato sul collo come un reporter di guerra, opposto speculare del genitore “elicottero”, che invece ronza di continuo attorno ai figli, vigile, allerta, sempre pronto a intervenire se qualcosa sembra mettersi storto.

Si può ancora essere madri presenti senza diventare chiocce o tigri, senza crescere figli sdraiati, decisi a detenere il record negativo di trentenni-ancora-nel-nido?

La sfida dura un giorno esatto…

View original post 146 altre parole

da Repubblica: “I piccoli orfani di Ceausescu il dittatore che volle farsi Dio” di ANDREA BAJANI

"Strane cose", il blog di Ettore

Il libro
Figli del diavolo di Liliana Lazar
(66thand2nd pagg. 240 euro 16)
I dittatori hanno sempre preso spunto da Dio, per decidere come comportarsi con i propri sudditi. I Vangeli, più ancora che l’Antico Testamento, sono stati per loro l’implicito manuale di condotta. E i Vangeli ci hanno fatto capire – tra le altre cose – la stretta correlazione che esiste tra la divinità e la nascita. Una delle prerogativa di Dio è quella di presiedere alla nascita. È da Lui che dipende il venire a questo mondo di Gesù. È per questo che i dittatori tradizionalmente mettono bocca sulle gravidanze delle loro cittadine. Al pari di Dio sono loro e solo loro che ne sono responsabili.
Il sottotesto di Figli del diavolo della scrittrice romena Liliana Lazar (66than2nd, traduzione di Camilla Diez), è proprio questa equivalenza. «Costringeva il piccolo a voltarsi verso il ritratto del presidente che era…

View original post 586 altre parole

da Repubblica: “Il latino ora fa curriculum; la nuova vita della lingua morta” di ILARIA VENTURI

"Strane cose", il blog di Ettore

i
,
ROMA
Il latino fa curriculum.
Crescono gli studenti iscritti ai test che certificano le conoscenze dell’idioma degli antichi romani: in oltre tremila si presenteranno alla prova, dalla Sicilia alla Lombardia, fissata nelle scuole e università in aprile per ottenere un attestato sul modello degli esami Cambridge per l’inglese. Da spendere per ottenere crediti per la Maturità e per avere “sconti” negli esami a Lettere. Ma anche da inserire tra le competenze da presentare in un colloquio di lavoro: lingue conosciute? Inglese, francese e perché no, latino.
Quello che è partito in Liguria quasi in sordina da alcuni anni, con 300 iscritti, è diventato un fenomeno che si è allargato a macchia d’olio. La Lombardia traina, con oltre mille candidati, stessi numeri in Veneto. In Sicilia gli iscritti, triplicati in tre anni, ora sono 600. Il Piemonte ha aperto le iscrizioni per l’esame che si terrà per la prima…

View original post 291 altre parole

Progetto Dedalo: al via il percorso dedicato ai Vercellesi per “Volare sugli anni”

9yRt6BelQN63LYw23B7R_present_dedalo

Iniziativa di educazione e cultura della salute e del benessere promossa da ASL VC in collaborazione con Università del Piemonte Orientale e Comune di Vercelli

Entra nel vivo a Vercelli il progetto “Dedalo volare sugli anni”, iniziativa di educazione e cultura della salute e del benessere promossa dall’Asl di Vercelli, con la collaborazione del Comune di Vercelli e dell’Università del Piemonte Orientale.Le attività e le manifestazioni promosse forniranno ai cittadini vercellesi adulti (ma anche ai giovani) alcuni strumenti per promuovere un invecchiamento sano e attivo. Non a caso è stato scelto il mito di Dedalo: il saggio padre che, al contrario del figlio Icaro, sfruttò l’ingegno e la prudenza per godere più a lungo di una vita sana e attiva, riuscendo così a “volare sugli anni”.Dedalo è un progetto che nasce anche dalla volontà di mettere ordine, in un momento storico in cui da più parti vengono fornite indicazioni per migliorare la salute, spesso confuse e contraddittorie. Da qui la necessità di tracciare una “strada” per riconoscere le informazioni realmente utili e scientificamente corrette per adottare stili di vita sani, per rimanere sani ed attivi, o, se malti, riducendo l’aggravamento di patologie croniche e il rischio di ricoveri.Quattro le direttrici contemplate nel progetto Dedalo: quattro percorsi all’interno dei quali ci si potrà indirizzare che puntano a la buona alimentazione, muoversi insiememeraviglia e stupore, la riscoperta del territorio.Tra i primi appuntamenti che segnano l’avvio del progetto “Dedalo volare sugli anni” sono da ricordare il 15 febbraio il percorso guidato alla mostra fotografica “Gocce di Memoria – Scatti nel Tempo” al museo Borgogna alla ricerca alle radici della città e la conferenza tematica su “Alimentazione e Salute” il 22 febbraio – presso il Parlamentino Cavour in via Duom,o 2 – a cura della prof.ssa Maria Piera Mano dell’Università di Torino. Continua a leggere “Progetto Dedalo: al via il percorso dedicato ai Vercellesi per “Volare sugli anni””

“Immigrato senza biglietto sul treno Frecciarossa”. Trenitalia smentisce la fake news da 75mila condivisioni: “Lo aveva”

frecciarossa-675

Dal rapporto ufficiale del capotreno, si scopre però che “il passeggero aveva estratto il biglietto corretto e valido proprio per quella tratta: un ticket di tariffa standard per il Frecciarossa 9608. Semplicemente, aveva sbagliato posto”

Lunedì mattina un passeggero del Frecciarossa 9608 diretto da Roma a Milano, Luca Caruso, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook una foto che ritraeva un ragazzo di colore mentre il capotreno gli chiedeva il biglietto, accompagnata da un lungo testo di commento della scena, dai torni razzisti.  Secondo l’autore del post, il giovane straniero non avrebbe avuto con sé il biglietto del treno, sarebbe stato sprovvisto di documenti e di denaro e, alle ripetute sollecitazioni della capotreno, avrebbe mostrato esclusivamente il tagliando di un biglietto per un treno interregionale. È “l’esempio lampante della totale assenza di certezza della pena che il nostro Paese ha regalato a queste persone che non sono più disponibile a chiamare ‘rifugiati’” concludeva Caruso.Nel giro di poche ore, questo post ha fatto il giro della rete, raggiungendo oltre 120mila reazioni e 75mila condivisioni. Ma era tutto falso. Continua a leggere ““Immigrato senza biglietto sul treno Frecciarossa”. Trenitalia smentisce la fake news da 75mila condivisioni: “Lo aveva””