"Strane cose", il blog di Ettore

ROMA
Ormai è una tradizione.
«A mezzogiorno ci siamo incontrati in Rai, il produttore Carlo Degli Esposti, il gruppo di lavoro. Abbiamo brindato. Lo facciamo sempre quando gli ascolti sono buoni.
Stavolta un po’ di più». Alberto Sironi è il regista del Commissario Montalbano dal 1999. Suo anche Amore, su Rai 1 il 19. La giostra degli scambi, lunedì, è stato l’episodio più visto di sempre: 11 milioni 386 mila telespettatori, 45,1% di share. Un trionfo social l’escamotage di tenere “in vita” uno dei personaggi più amati, il medico legale Pasquano. L’attore che lo interpretava, Marcello Perracchio, è morto a luglio. Nel film viene citato, mai mostrato.
Il commissario ha usato l’aggettivo “insostituibile”. È così anche per voi?
«Nei due episodi precedenti Marcello era già malato. Aveva difficoltà a muoversi ma lo avevamo ripreso seduto. Lo scorso anno non era più in grado. L’unica era toglierlo dalla scena ma parlarne.

View original post 380 altre parole