Ascoltare la canzone preferita molte volte migliora l’umore, di Daniele Corbo

ascoltare

di Daniele Corbo

Ci sono giorni in cui incappi in una canzone e continui a sentirla per ore, fino a pensare che tu stia perdendo la ragione. In realtà un nuovo studio riporta che ascoltare la tua canzone preferita più volte potrebbe offrirti un conforto rispetto ai problemi. L’ascolto ripetuto consente lo sviluppo di una “relazione significativa” con una canzone particolare, che consente all’affetto per la melodia di persistere attraverso una grande quantità di esposizione.

I ricercatori dell’Università del Michigan hanno scoperto che le persone si divertono a ripetere una canzone preferita molte volte anche dopo che la novità e la sorpresa sono finite. In un nuovo studio, i partecipanti hanno riferito di aver ascoltato la loro canzone preferita centinaia di volte.

Il numero medio di volte in cui veniva ascoltata la canzone dal campione era più di 300 volte e questo numero era ancora più grande per gli ascoltatori avevano una profonda connessione con la canzone. Continua a leggere “Ascoltare la canzone preferita molte volte migliora l’umore, di Daniele Corbo”

“COLSI UNA ROSA E TI DISSI”, di Rosa Cozzi

13925178_1715779372018009_7229918338361666367_n-2

“ TI VESTIVI SOLO DI FIORI “

Il vestito della tua gioventù
la tua innocenza stupita
da profumi sconosciuti.

Tu… quasi donna,
e tremori languidi                                                                                                                                   sul tuo corpo acerbo.

Ogni passo,
ogni carezza
era un turbinio di abbandono,
reticenza e brividi. Continua a leggere ““COLSI UNA ROSA E TI DISSI”, di Rosa Cozzi”

Inutili zavorre, di Daniele Corbo

Inutili

di Daniele Corbo

Fatico a vedere
l’origine dei sogni,
spesso confondo
la sorgente dei pensieri,
acqua che zampilla
ma non so dove nasce.
Credo che le radici
siano in me,
ma sono tanti gli innesti
che la vita ha operato
ed oggi i fiori
non mi rappresentano.
Poterò le erbacce
che generano
effimere illusioni,
ridisegnando realtà
mai esistite,
troverò la verità
nei meandri oscuri
della mia mente,
riportandomi all’istante
della mia creazione,
spezzando i condizionamenti
subiti e mai voluti
e senza inutili zavorre
finalmente volerò.

Daniele Corbo

https://ormesvelate.com/2018/02/17/inutili-zavorre/

Rami senza spine, di Daniele Corbo

Rami

di Daniele Corbo

Spine che vedono
pericolo ovunque
e pungono
mani che accarezzano
e feriscono
allontanando
chi vorrebbe proteggere.
Urla che dissuadono
gesti amichevoli,
protezioni che disarmano
e rendono soli,
indifesi come oasi
in mezzo al deserto
lasciate ai predoni,
anime spaurite
senza amore
che non vedono il sole
e attirano il buio
diventando buchi neri
per il male del mondo.
Disarmati
e affidati alla tua capacità
di reggere l’urto della realtà,
donati senza risparmiarti
e lasciati corteggiare
dal calore dell’umanità.

Daniele Corbo

https://ormesvelate.com

Il carro vincitore del  Carnevale  Alessandrino, di Lia Tommi 

Il carro “Sezzadio n’tla  giungla” si è  aggiudicato il primo premio del Carnevale Alessandrino.

Al secondo posto il carro “Frugarolo all’Opera” e al terzo il carro “L’osteria dei ‘dui  ciuc”, del Gruppo Comunale di Castelnuovo Belbo.

Incontro con l’Assessore Cinzia Lumiera, di Lia Tommi 

20180218_190428-1-1683614190.jpg

di Lia Tommi, Alessandria

Abbiamo incontrato Cinzia Lumiera, della Lega Nord,  che ha ricevuto in questa legislatura l’incarico di  Assessore alla Programmazione finanziaria e Bilancio, oltre che  le deleghe alle  Entrate tributarie extratributarie e patrimoniali,  ai Servizi demografici, alla Toponomastica e servizi statistici, e infine alle Pari Opportunità.

Le chiediamo di fare un bilancio della sua esperienza di 9 mesi come Assessore e risponde  di aver accettato questo incarico con grande entusiasmo,  consapevole dell’importanza delle deleghe assunte,  ma grazie all’impegno e alla competenza dei collaboratori di cui è circondata, l’attività procede in modo organizzato ed efficiente.

È  particolarmente soddisfatta dell’approvazione del  bilancio  alla sua scadenza naturale  del 31/12/2017, che  indica come un segno  di trasparenza  e fa del  nostro un Comune virtuoso,  in grado di ottenere mutui dalla Cassa Depositi e Prestiti.  Continua a leggere “Incontro con l’Assessore Cinzia Lumiera, di Lia Tommi “

Oltre l’Orizzonte, la nuova opera di Miriam Maria Santucci

Oltre l'Orizzonte, di Miriam Maria Santucci

«Dall’ignoranza scaturiscono le maggiori sventure. Se poi ad essa si aggiungono cecità mentale e arroganza, le catastrofi sono inevitabili.»

“In questo mondo sempre più corrotto, i cui popoli sono sempre più succubi di chi li governa, si hanno sempre meno speranze e prospettive. L’unica fiducia che l’essere umano riesce ancora a percepire, è oltre ciò che potenti criminali senza scrupoli possono manipolare: si trova ben più in là, molto lontano… Oltre l’Orizzonte!”

(Miriam Maria  Santucci)

Il termine “orizzonte” può avere uno specifico significato per ognuno di noi: un limite oltre il quale c’è l’ignoto, o l’infinito, oppure una dimensione diversa, o uno stato d’animo differente.

Per l’Autrice, in questa nuova raccolta di poesie e citazioni, l’orizzonte è anche quel luogo dove… l’uomo, può ancora sperare di avere fiducia.

Sogni in Scena Editore

Boccate amare, di Maria Cannatella

cosc3a8-la-felicitc3a0

di Maria Cannatella

Sapevano di fiele,

quelle boccate amare,

che continuava a mandar giù.

Per tutto e per tutti.

A volte rimanevano incastrate in gola,

quasi fosse un dispetto, a lasciare,

l’amaro più del solito. Continua a leggere “Boccate amare, di Maria Cannatella”

Giuseppe Fenoglio (1922 – 1963) di Maura Mantellino

Fenoglio

Giuseppe Fenoglio,

di Maura Mantellino

In occasione della morte dello scrittore e drammaturgo Giuseppe Fenoglio detto Beppe (18 febbraio 1963) riportiamo un brano tratto dal suo romanzo più celebre Il partigiano Johnny pubblicato nel 1968.

In questo romanzo, ispirato alla resistenza,  l’accento batte su motivi esistenziali, sulla tragicità del vivere che la guerra accentua, il difficile e a volte disperato tentativo di comunicare e di essere compresi. Ma in questo estratto che pubblichiamo ritroviamo, invece un momento di tranquillo sollievo che Johnny vive dopo le molteplici difficoltà affrontate.

«Johnny era in assoluta vacuità mentale, praticamente sordo, tutto stemperato in quell’alta temperatura e nell’aroma di quella ricca minestra. “Stanno facendovi cascare come passeri dal ramo. Continua a leggere “Giuseppe Fenoglio (1922 – 1963) di Maura Mantellino”

Ti piace scrivere e pubblicare sul blog, vuoi collaborare nella redazione ?

Mac.jpg

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Se ti piace scrivere e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, cronaca, politica, cinema, teatro, segnalazioni, ecc. anche con foto, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: https://alessandriatoday.wordpress.com/ e ovviamente anche su varie pagine social…

ps. siamo disponibili a valutare anche una tua collaborazione diretta sul blog

Questo cuore, di Maria Cannatella

CUOREMAREROSSO

di Maria Cannatella

Batte, questo cuore mio,

nel silenzio della notte.

Uno strano rumore,

che non mi fa dormire la notte.

Mi tiene in uno stato di dormiveglia notturno.

Uno strano rumore ad intermittenza.

Soffre questo cuore,

per quell’amore mai corrisposto,

che si fa strada per lottare,

per non essere ignorato,

non essere lasciato in disparte. Continua a leggere “Questo cuore, di Maria Cannatella”

CAMMINARE CON TE, di Luigi Meloni

Camminare

di Luigi Meloni

CAMMINARE CON TE

Ho camminato con te questa notte in
sogno, ed ho la testa piena del tuo
sapore di gelsi e ciclamini,della luna
imperiosa che ha illuminato i nostri
occhi come un grande specchio, sulla volta
del cielo di stelle brillanti, dai tuoi
occhi cerulei, cosicche sono diventato
folle di te quando la luce mi ha portato
vicino alle tue labbra.

Ho camminato con te questa notte, con il fuoco
dentro nel bacio, che si alimentava unendo le
mie labbra alle tue, al tuo cuore unito mi sono
sentito, quello che non ero mai stato una persona
amata senza limiti senza preoccupazioni, tra
le tue parole come a ria che respiro.

Ho camminato con te questa notte, e piu che
mai ora ti amo senza riserve, t che mi hai aperto
in sogno quel tenue ruggito, che da sempre aleggiava
nel mio cuore e che forse non coglievo.

Vorrei cosi soffocare per sempre nella stretta
delle tue braccia, tra baci ed emozioni di questo
amore che arde nei nostri corpi illuminati.
LUIGI MELONI

SARA’ DEL DITO, di Roberto Busembai

Sara

di Roberto Busembai

SARA’ DEL DITO

Sarà sempre quel dito,
che da bambino indicavo il mondo,
che sullo scritto navigavo spesso
alla deriva perso,
sarà lo stesso che mi porterà
sempre lontano nella mente,
anche se il ricordo si volatizzerà
come nebbia chiara
la stessa che per vedere
affiora nell’occhio stanco,
sarà quel dito che
mi guiderà ancora
nel proseguire della vita
la conoscenza e
la sapienza mai abbastanza.
Come di esso mi sentirò
fraganza della vita,
sarà lo stesso dito
a darmi del sapere
sempre e unica viva speranza.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

La Sentenza definitiva della Corte di Cassazione sulla vicenda di Viola e dei suoi genitori

bombonato-elvio

di Elvio Bombonato. Alessandria

La Sentenza del 14 febbraio scorso che stabilisce l’adottabilità di Viola (nome fittizio di Silvana Mossano) la bimba di Mirabello sottratta ai genitori a soli 35 giorni dalla nascita, chiudendo la vicenda dopo otto anni dall’evento scatenante,  rivelatosi infondato, va rispettata e nel contempo, a mio avviso, discussa.  L’etichetta  disgustosa di genitori-nonni, creata dai giornali nel 2010, fingendo di essere neutrale, in realtà fu una prefigurazione di giudizio, volta a indirizzare l’opinione pubblica.

Il Post Blog di Pier Carlo Lava pubblicò il 2/8/2016  il mio saggio,( un mese di lavoro per documentarmi anche intervistando persone competenti e informate), “Corte di Cassazione.La nuova sentenza di Revocazione”, seguito il 15/3/2017 dal mio articolo “Caso genitori di Mirabello: oltre la cortina di silenzio sale l’indignazione”. Continua a leggere “La Sentenza definitiva della Corte di Cassazione sulla vicenda di Viola e dei suoi genitori”