Giusto lo scorso weekend il quartiere della Garbatella ha festeggiato, con numerose celebrazioni durate due giorni, il suo 68° anno di fondazione. Infatti, la prima pietra fu posta dal re Vittorio Emanuele III il 18 febbraio del 1920 sulla attuale Piazza Benedetto Brin e ancora oggi una lastra di marmo murata nell’edificio centrale della piazza commemora quel giorno.
La piazza stessa, con intorno i suoi primi quattro lotti di abitazioni, era collegata alla sottostante Via Ostiense con una monumentale scalinata di cui oggi rimangono pochissime tracce.
L’iniziale progetto edilizio, a cura degli architetti Giovannoni e Piacentini e portato avanti dall’Istituto case popolari, si rifaceva al concetto sviluppato in Inghilterra delle cosiddette “garden cities” (città giardino) caratterizzate da un nucleo abitativo staccato dal centro ma dotato di una sua unità ed autonomia e con case unifamiliari aventi ingressi indipendenti, giardini e spazi verdi coltivabili; inoltre, essendo vicino ai mercati generali e…

View original post 306 altre parole