Scusa, di Antonietta Fragnito

Scusa, ma ho la bocca
che è una botte di stelle.
Se mi sfilacci addosso quello sguardo
mi siedo sul marciapiedi
e divoro la luce.
Scusa, ma ho tanta seta nel cuore
Sono una donna di difficili costumi.