da Repubblica « L’uomo che salvò la memoria del buddismo » Federico Rampini sulla mostra che a New York celebra Giuseppe Tucci

"Strane cose", il blog di Ettore

Etnologia e religioni
NEW YORK
Avoler essere crudeli, è un nuovo esempio di fuga dei cervelli italiani in America. Anche se in questo caso il pregevole cervello appartiene a un’altra epoca. È l’esploratore-etnologo Giuseppe Tucci (1894-1984), che New York celebra oggi come il fondatore della “tibetologia” contemporanea. Il tributo gli viene offerto dall’Asia Society, il più importante think- tank americano di studi sull’Oriente, che ha uffici in tutto il mondo e anche un museo sulla Park Avenue di Manhattan. Proprio mentre il Museo Tucci a Roma è temporaneamente chiuso, dopo decenni in cui venne sottovalutato, il riscatto avviene grazie alla mostra newyorchese.
Due esposizioni in una. I curatori dell’Asia Society hanno unito una selezione di cinquanta dipinti tibetani della collezione Tucci, insieme con una galleria di foto che ricostruiscono le sue spedizioni avventurose in una terra che allora era davvero ai confini del mondo. E che purtroppo oggi è tornata…

View original post 721 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...