Daniele Mallamace Scrittore

Ve la ricordate la vostra prima macchina?

La mia è una macchina di seconda mano, molto semplice ma allo stesso tempo piena di vita.

Si, perché per lei ho speso i miei primi due stipendi e me la sono conquistata tutto da solo.

Molti miei coetanei non l’avrebbero mai fatto perché comprare una macchina usata sembra quasi una cosa di qui uno se ne dovrebbe vergognare.

Al suo interno si respirano le mie emozioni, le mie paure e tutti i miei sentimenti più profondi.

Lei mi accompagna in ogni mio viaggio lungo o breve che sia e anche se ha già 12 anni lei non mi ha mai tradito.

Che spettacolo la mia macchina, perché tutti noi non riusciamo a creare un legame con le cose semplici smettendo di sognare e volere in continuazione sempre di più, dal cellulare ultimo modello, alla macchina nuova, alla casa di lusso, ai vestiti…

View original post 16 altre parole