Cronaca nera, polemiche e zero idee: questa campagna elettorale è il nulla cosmico

renzi-durso

by Infossanio

I politici non fanno altro che commentare la cronaca quotidiana. Oggi Macerata, ieri il braccialetto di Amazon, prima ancora ai Vaccini e alla contabilità dei gettoni di presenza presi e restituiti. Si parla di cronaca pur di non parlare dei temi reali: un tendenza tutta italiana

Avevamo già visto una campagna elettorale all’inseguimento della cronaca, quella romana di Alemanno versus Rutelli, dominata dal brutale omicidio della signora Giovanna Reggiani, violentata e lasciata morire in un fosso da un giovane rumeno. Mai però si era verificata una campagna per le Politiche totalmente dominata dalle scalette di Chi L’ha Visto o di Quarto Grado: delitti di ragazze, smembramenti, rappresaglie di giustizieri contro i passanti, e adesso anche banditi che rapinano gioiellerie, gioiellieri che sparano a banditi, e ovviamente tutto ciò che ci gira intorno, le manifestazioni, le contro-manifestazioni, le polemiche su chi va o non va alle manifestazioni, gli spostamenti di Questori, le perizie necroscopiche, il can can sulla legittima difesa.L’hard boiled si è imposto su ogni contenuto politico, la tendenza-Marlowe ha scavalcato i programmi e persino le seducenti promesse economiche della prima ora. Dal giorno del rinvenimento del cadavere fatto a pezzi di Pamela Mastropietro, il 2 febbraio, i partiti sembrano inghiottiti dal gorgo delle notizie di “nera” dimostrando in questo una sudditanza psicologica assoluta alle forze – Lega in primis – che da tempo hanno costruito la loro propaganda sull’amplificazione delle emozioni dell’uomo della strada. Continua a leggere “Cronaca nera, polemiche e zero idee: questa campagna elettorale è il nulla cosmico”

Visioni notturne, di Grazia Torriglia

Visioni notturne

di Grazia Torriglia

” Visioni notturne :

Ancora mi sveglia
La notte il pensiero
Dei miei ricordi .

Apro gli occhi
E nella penombra
Vedo scorrere figure velate ….
Fluttuanti … si scontrano quasi .

E non mi è facile
Porre un ricordo
Intero per ciascuna …
Anche se so
Che sono il mio passato
Dove anche tu ,
Oramai
Vaghi come un ombra
Fatta di ricordi .

Grazia Torriglia

Sussurri e veleni sul lungomare di Salerno. De Luca jr. rimette le deleghe sotto l’occhio attento del padre Vincenzo. Renzi cauto, ma il caso monta nel Pd

Indagine Napoli: De Luca jr indagato per corruzione

C’è chi vede lo spiraglio per far saltare il “tappo” della dynasty salernitana. E spunta il caso del procuratore Lembo

Sul lungomare di Salerno soffia un vento gelido. Dopo due giorni a rispondere colpo su colpo (“Andremo avanti come un carro armato, vi faremo ringoiare tutto”, scriveva appena ieri su Facebook), Vincenzo De Luca sceglie la strada del passo indietro del figlio. Ma non è una resa. Roberto comunica di aver presentato le dimissioni da assessore al Bilancio del Comune nella luccicante cornice del Grand Hotel di Salerno, sotto gli occhi attenti del padre, in occasione della presentazione della candidatura alla Camera del fratello Piero. Una mossa studiata nei minimi dettagli, curata nei tempi e nella scenografia. Una strategia difensiva che non può nascondere come la vicenda dell’inchiesta di Fanpage sia piovuta come un fulmine a ciel sereno nell’entorurage del presidente della Campania. Sorpresa che si è mescolata a una forte preoccupazione allorché si è mossa a stretto giro la procura, indagando il più piccolo dei figli per corruzione, mettendogli a soqquadro casa e ufficio.Perché la questione ha un orizzonte molto largo. E in città e in regione i sussurri e i veleni hanno ormai rotto gli argini e si stanno spandendo senza controllo. Perché De Luca jr. si occupava con la massima naturalezza dello smaltimento delle ecoballe di Giugliano, questione prettamente attinente ai compiti della Regione? Perché lo faceva con quello che si è presentato per chi era, cioè Nunzio Perrella, un ex camorrista, quello che teorizzava al procuratore Franco Roberti “per noi la monnezza è oro”? In attesa degli altri capitoli dell’inchiesta del sito napoletano (dovrebbero essere cinque in tutto), le domande lacerano il Pd campano e alimentano la polemica degli avversari politici. Continua a leggere “Sussurri e veleni sul lungomare di Salerno. De Luca jr. rimette le deleghe sotto l’occhio attento del padre Vincenzo. Renzi cauto, ma il caso monta nel Pd”

La tela del ragno, di Grazia Torriglia

La tela del ragno

di Grazia Torriglia

La tela del ragno

Lui è li che aspetta
Fermo …indifferente pare
E tu ti lasci avvolgere
Da quel soffice ricamo …
Sembra seta
Di un morbido vestito
Fatto per accogliere le tue forme.

Intanto lui aspetta
Silente mentre della sua tela
Ti adorni.

E ti colpisce
Senza riguardi ti punge e ti avvelena
Diventa sudario quella veste
Che sembrava un bel dono !

Grazia Torriglia@

MATILDE SIRACUSANO SU ARTICOLO DI REPUBBLICA “PROGRAMMA SCRITTO DA FRIEDMAN”

siracusano

CHIARIMENTO DI MATILDE SIRACUSANO SU ARTICOLO DI REPUBBLICA DAL TITOLO “PROGRAMMA SCRITTO DA FRIEDMAN”. IL RETTORE DEM BACCHETTA LA CANDIDATA-MISS FORZISTA: “È MORTO”.

Messina, 18/02/2018 – La vicenda è raccontata da Manuela Modica su La Repubblica di ieri 17 febbraio 2018: “Un programma fatto da 21 esperti di cui (Berlusconi, ndr) non ricordava i nomi”, racconta alla platea Pietro Navarra e Matilde Siracusano si inserisce pronta: “Friedman”. Occasione per l’ex rettore ed economista, candidato per il Pd, Pietro Navarra: “Friedman non sostiene la flat tax, tra l’altro è morto”.Questo il siparietto tra i due candidati, contendenti alla Camera dei Deputati nel collegio messinese, all’auditorium Fasola. “In realtà – specifica Siracusano – fra gli economisti che hanno parlato di flat tax, figura anche Milton Friedman che, a dirla tutta, è stato il primo ad idearla negli anni ‘50, come il professor Navarra ben sa”.In riferimento al confronto tenutosi nella mattinata di ieri, nello specifico al botta e risposta della candidata di Forza Italia al collegio uninominale di Messina, Matilde Siracusano, con il candidato del Partito Democratico Prof. Pietro Navarra, sui temi fiscali, ripreso anche da Repubblica (cui è stata già inoltrata richiesta rettifica), la Siracusano specifica quanto segue: “Nel confronto con il candidato del Partito Democratico, Prof. Pietro Navarra, circa il programma fiscale di Forza Italia, ho sommessamente ricordato all’ex Rettore che, fra gli economisti che hanno parlato di flat tax, figura anche Milton Friedman che, a dirla tutta, è stato il primo ad idearla negli anni ‘50, come il prof. Navarra ben sa. Rivendendo le immagini disponibili, ritengo sia abbastanza chiaro che non ho affatto attribuito a Friedman la paternità del programma di Forza Italia. Preciso ciò per chiarezza”.

http://www.nebrodiedintorni.it/2018/02/matilde-siracusano-su-articolo-di.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed:+blogspot/vvFmz+(Nebrodi+e+Dintorni)

 

SOGNO LA TUA CAREZZA, di Roberto Busembai

SOGNO LA TUA CAREZZA

di Roberto Busembai

SOGNO LA TUA CAREZZA

Leggera cade la carezza
quando la dolcezza morde
e del silenzio s’ode
forte il richiamo
del possente bisogno
che nasce oltre il cuore
e vola sull’immenso.
Volo con la mente
e con il corpo pure
liberando il momento
dal pesare della mano
che sofficiemente
posa sul mio corpo
diventato miele
appicicosamente appeso
al tuo fiato.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

“Onesto? Peggio per te”

 Five Stars Movement leader Beppe Grillo holds a rally in Palermo

editoriale di Marco Travaglio

di infosannio

 di Marco Travaglio da Il Fatto Quotidiano del 11 febbraio – Leggendo le cronache politiche dei giornaloni, torna in mente una cosa che ripete spesso Massimo Fini. E cioè che i 5Stelle, da quando sono nati, si trovano di fronte un blocco di potere talmente enorme e granitico che dovrebbe indurli a rinunciare a un bel po’ delle loro regole “etiche”. Perché, se le rispettano soltanto loro, finiscono col costringersi a combattere con una o addirittura due mani legate dietro la schiena, avvantaggiando gli avversari che non sono pochi (anzi sono tutti gli altri). È una posizione pragmatica, machiavellica, che ho sempre respinto. Ma che in questa campagna elettorale trova argomenti ogni giorno più forti. Prendiamo il caso dei due (o più, chi lo sa) parlamentari dei 5Stelle che non hanno restituito, come da regolamento interno, la parte di stipendio legata ai rimborsi per attività politiche in sovrappiù rispetto alle spese effettive e rendicontate.O il caso simile di uno o più europarlamentari accusati di aver usato per attività politiche in Italia i fondi destinati a quelle in Europa. Tutti gli altri partiti non hanno di questi problemi, perché incassano tutto, senza andare troppo per il sottile. I 5Stelle invece crocifiggono chi non segue le regole interne, fino a deferirli ai probiviri per farli espellere e a far loro firmare l’impegno a lasciare il Parlamento una volta elett.Così sui giornali e in tv si parla dei programmi e delle proposte dei partiti e delle beghe interne dei 5Stelle, amplificate con titoloni terrificanti che fanno pensare a chissà quali scandali e ruberie (che naturalmente non esistono). Continua a leggere ““Onesto? Peggio per te””

La neve arriva, di Angela F Artista

La neve arriva

di Angela F Artista

La neve arriva
E muta i paesaggi
Tu, come la neve,
dai sostanza
ai luoghi in cui cammini.
La neve sottolinea la bellezza
e copre
certe inutili sfumature
Tu sorridi
ed enfatizzi quegli istanti
che i più
non si accorgono di attraversare
Sai accarezzarmi il cuore
e placarne i tumulti
Come la neve,
che arriva
e avvolge gli occhi
dando sospiro e densità
ai nostri silenzi…

Foto privata

Giuditta, vestita ammodino

marcellocomitini

Caravaggio_-_Giuditta_che_taglia_la_testa_a_Oloferne_(1598-1599)rit Caravaggio, “Giuditta uccide Oloferne”, (1597)

Caravaggio, che di solito , nel nome del realismo, non ci risparmia neppure i dettagli più crudi, mette in scena una Giuditta che, pur essendo da giorni prigioniera nel campo del tiranno assiro, è vestita ammodino, senza un capello fuori posto. Sono le prime ore del mattino. Per tutta la sera precedente Oloferne ha allungato le mani, l’ha fatta ballare, eppure la camicetta è di un bianco smagliante, il viso sano e colorito non accenna a tracce di spossatezza, sforzo o paura. Questa Giuditta non ha nulla della fanatica elogiata dalla Bibbia, la devota disposta a morire.

La Giuditta della Bibbia colpisce Oloferne “due volte al collo”, cioè lo aggredisce da dietro in un moto di furore incontrollato. In Caravaggio invece, Giuditta impugna in tutta freddezza una ciocca di capelli, torce all’indietro la testa di Oloferne e gli recide la gola da parte a parte…

View original post 329 altre parole

Specchio, di Fabio Avena

Specchio 62604_n7_347510515662462604_n

di Fabio Avena

Specchio (una mia poesia)

Specchio, riflettimi.
Rifletti me stesso,
la mia vera essenza.

E tu,
mio dolce e futuro amore
rispecchiati nei miei occhi
che vivono di te,
nei miei pensieri
che parlano di te.

Osserva le mie labbra
che si schiudono,
il mio sorriso
che si spalanca per te.

Ascolta il mio cuore
che palpita,
la mia anima
che riflette la tua.

Specchiati
nella mia stessa vita
che rilucerà di noi,
proiettandoci
nella vera dimensione
dell’amore condiviso.
Fabio Avena

Ombre di “guerra fredda”

310x0_1519938440452.636abc11c882322fe94fdf1c97dcb629

Putin e il super-missile ‘invulnerabile’. Casa Bianca: manterremo il primato, Trump difenderà Usa

 Il presidente russo: “Avevamo detto che avremmo risposto ai loro sistemi antimissili”. La replica di Washington: Putin viola gli impegni presi nei trattati

Le rivelazioni del presidente russo Vladimir Putin, che oggi ha annunciato un super-missile “invulnerabile”, non sono una sorpresa per la Casa Bianca. A dirlo è la portavoce Sarah Sanders, che sottolinea: Donald Trump è “determinato a proteggere il Paese” e le capacità difensive Usa non resteranno “seconde a nessuno”. Il presidente, ha aggiunto, garantirà che le capacità nucleari Usa rimangano ineguagliate. Continua a leggere “Ombre di “guerra fredda””

Pallida signora, di Giuseppe Pippo Guaragna

Pallida signora

di Giuseppe Pippo Guaragna

Pallida signora

Tu della notte pallida signora
traspari tra le foglie dell’ulivo
che s’ammanta di te, della tua luce,
si fa d’argento, e nella brezza lieve
sembra che canti, un canto che seduce.

Luna d’agosto, luna di settembre,
la nostra storia è stata intensa e breve,
ma tutto ciò ch’è bello dura poco,
sembra che tutto debba andare a fuoco,
ed a novembre chiudo la memoria.

Poi vieni tu, sei luna di dicembre,
rischiari i passi suoi sopra la neve,
forse la storia non sarà più breve,
la sento, è lei che torna, ed è per sempre.

2 marzo 2018

Slovacchia, amico di ministri e parente di ‘ndranghetisti: chi è l’imprenditore arrestato per l’omicidio Kuciak

kuciak-e-maria-675

Antonino e Bruno Vadalà, due dei tre italiani arrestati per l’omicidio del giornalista slovacco sono figli di Giovanni Vadalà detto “cappiddazzu” e descritto in alcune carte giudiziarie come un soggetto “di sicuro spessore criminale considerato i legami di parentela con la famiglia Nucera di Condofuri e la vicinanza alle più grosse famiglie di ‘ndrangheta del reggino”

Quando si parla di Vadalà a Bova Marina, in provincia di Reggio Calabria, si pensa subito al boss Domenico Vadalàconosciuto come “Micu u lupu”. Non arrivano certamente al suo livello Antonino e Bruno Vadalà, due dei tre imprenditori arrestati in Slovacchia per l’omicidio del giornalista Jan Kuciak. Tuttavia sono figli di Giovanni Vadalà detto “cappiddazzu” e descritto in alcune carte giudiziarie come un soggetto “di sicuro spessore criminale considerato i legami di parentela con la famiglia Nucera di Condofuri e la vicinanza alle più grosse famiglie di ‘ndrangheta del reggino”.Il nome di Nino Vadalà spunta nella documentazione che anni fa ha portato allo scioglimento del comune di Bova Marina. Viene descritto come un soggetto “coinvolto in vicende penali per favoreggiamento personale ed associazione di tipo mafioso”. Si parla di lui anche in alcune informative della guardia di finanza  relative a un giro di cocaina che vedeva coinvolti personaggi calabresi che operavano nel nord Italia e, in particolare, in Lombardia. Continua a leggere “Slovacchia, amico di ministri e parente di ‘ndranghetisti: chi è l’imprenditore arrestato per l’omicidio Kuciak”

RINVIO LEZIONE-SPETTACOLO SULLA COMMEDIA DELL’ARTE ALLA JUTA!

A causa delle avverse condizioni climatiche e per permettere a tutte le persone interessate di poter partecipare, la lezione-spettacolo LA COMMEDIA DELL’ARTE – NUOVE PROSPETTIVE PER UN TEATRO DI TRADIZIONE, a cura di Luca Zilovich, è stata rinviata a venerdì 9 marzo, sempre presso il Teatro della Juta di Arquata Scrivia alle ore 21.

SEMPLICE E CHIARO, di O mie speranze antiche

semplice

di O mie speranze antiche

SEMPLICE E CHIARO

E’ semplice, è chiaro,
comprensibile a tutti:
tu non m’ami affatto,
mai amerai.
A che dunque trascinarmi
dietro un estraneo,
a che dunque ogni sera
per te pregare?
A che, abbandonando l’amato
e il ricciuto pargoletto,
la casa abbandonando
e il paese natio,
come accattona vo raminga
in una capitale d’altra terra?
Oh, che piacere per me
pensare che ti rivedrò!

ANNA ACHMATOVA

foto tratta dal web

O mie speranze antiche

CARAVAGGIO. SGARBI SOLIDARIZZA CON IL SINDACO ACCORINTI

accorinti-renato-02

Il docufilm su Caravaggio. Sgarbi solidarizza con il sindaco Accorinti: “Se in un film su una vita così drammatica non entra un periodo come quello di Messina, il film è certamente un fallimento”. L’assessore: “A Messina il suo quadro più importante, sintesi di valori umani e religiosi: la “Natività” per la chiesa dei Cappuccini”. Il regista si è avvalso della consulenza dello storico dell’arte Claudio Strinati.

Palermo, 27 febbraio 2018 – Vittorio Sgarbi, assessore regionale dei beni culturali in Sicilia, si schiera con il sindaco di Messina Renato Accorinti nella polemica seguita alla proiezione del docufilm “Caravaggio, l’anima e il sangue” del regista Jesus Garces Lambert, pellicola che ha avuto come consulente lo storico dell’arte Claudio Strinati.“Ha ragione – osserva Sgarbi – una ragione assoluta il sindaco di Messina: non si può immaginare un film su Caravaggio senza un’attenzione particolarissima all’epilogo della sua vita e della sua opera, che si compie, appunto, a Messina”. Continua a leggere “CARAVAGGIO. SGARBI SOLIDARIZZA CON IL SINDACO ACCORINTI”

Elezioni politiche 2018: come si vota. Seggi aperti domenica dalle 7 alle 23.

elezioni-politiche-2018-ultimi-sondaggi-panoramica-1

Alessandria Redazione https://radiogold.it

PROVINCIA – La parola agli italiani. Domenica si vota per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23. L’elettore potrà esprimere la sua preferenza ponendo un segno sul simbolo della lista prescelta. In questo modo il suo voto si estenderà anche al candidato uninominale collegato. Si può votare anche tracciando un segno sul nome del candidato per il collegio uninominale e, nel caso rappresenti una coalizione, il voto si estenderà alle liste collegate in misura proporzionale ai voti ottenuti nel collegio da ogni singola lista. Si possono anche tracciare due segni, sul candidato e sul simbolo ma non è consentito il voto disgiunto.

Per votare occorre presentarsi al seggio con un documento e la tessera elettorale. Chi l’avesse smarrita potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali, aperti questo sabato e domenica per tutta la durata delle operazioni di voto.

In tutta Italia sono chiamati alle urne 46.604.925 elettori per la Camera dei Deputati (dai 18 anni in su), di cui 22.430.202 maschi e 24.174.723 femmine. Per il Senato della Repubblica42.871.428 persone dai 25 anni in su, di cui 20.509.631 maschi e 22.361.797 femmine. Le sezioni saranno 61.552.

Ecco come il M5S ha aggirato la trappola del Rosatellum. Basterà?, di Francesco Bei. La Stampa

unnamed

da: http://www.lastampa.it/

Dunque ci siamo, domani la nuova legge elettorale sarà messa alla prova. Ma chi l’ha interpretata meglio? Chi è riuscito, come fece Berlusconi nel 1994, a carpirne i segreti per ottenere più seggi degli avversari? La prova la si avrà solo lunedì a conti fatti, ma intanto è curioso notare come il Movimento cinque stelle, che sulla carta sarebbe dovuto essere il più penalizzato dal Rosatellum, con un’astuta contromossa sia riuscito in parte a disinnescarne gli aspetti più negativi (negativi per i grillini, ovviamente).

La legge elettorale infatti è stata scritta per le coalizioni non per le singole liste. Nei collegi vengono avvantaggiati quei candidati sostenuti da più partiti, mentre i grillini (a proposito, ha ancora senso questa definizione o si deve passare a “dimaiani”?) com’è noto si presentano da soli. Inoltre è previsto che il voto delle liste che non arrivano al 3%, a patto che superino l’1%, vada ai partiti coalizzati più grandi. Continua a leggere “Ecco come il M5S ha aggirato la trappola del Rosatellum. Basterà?, di Francesco Bei. La Stampa”

A Roma “Mi ascolteranno le stelle”: la storia di Hoda, sposa bambina

8marzo.jpg

Giovedì 8 marzo alle ore 19 all’Ex mercato di Torre Spaccata in via Filippo Tacconi 11 a Roma, l’Associazione culturale Calpurnia per la rassegna “Calpurnia in inverno” presenta l’attrice Chiara Pavoni, accompagnata da Lorenzo Mancini al contrabbasso, che interpreterà il monologo di Michela Zanarella “Mi ascolteranno le stelle.

La storia di Hoda”. Il testo teatrale racconta la storia di una bambina yemenita di dieci anni, sposata con un uomo molto più grande, costretta a subire violenza.

La realtà delle spose bambine è purtroppo molto diffusa nel mondo: sono oltre 37 mila ogni giorno le minori obbligate a sposare uomini adulti, prive della libertà e del diritto allo studio. Il monologo nasce per non dimenticare le piccole vittime e vuole essere momento di riflessione sulla tematica. Per informazioni: 3669203977

Michela Zanarella (Presidente A.P.S. “Le Ragunanze”)

Extraordinary Ambassador for Naji Naaman’s Foundation for Gratis Culture 

RICERCA INFINITA, di Marina Marini Danzi

Ricerca

di Marina Marini Danzi

RICERCA INFINITA

Meraviglioso
tremante riflesso,
acquerello di incerti rami di faggio
nell’acqua chiara del pozzo
Miraggio irraggiungibile, etereo
di un sogno
Nulla e’ come appare,
e’ questo cio’ che voglio:
l’improbabile, l’impossibile
la bellezza celata
l’oltre che intravedo
tra le foglie rosate
nel balugino del sole
e tra le nebbie del lago
E’ per questo desiderio insaziabile
che ovunque cerco
cio’ che sembra
e non e’

#MarinaMariniDanzi
foto e testo diritti @

Il biodigestore spaventa i Comuni lungo lo Scrivia

C’è in previsione la realizzazione di un biodigestore da 33.000 tonnellate annue di rifiuti a Isola del Cantone (GE), in Valle Scrivia, proprio al confine con il Piemonte e la provincia di Alessandria. Spetta alla Città Metropolitana di Genova l’ultima parola.

Camposaragna, vicino al torrente Scrivia, è la località scelta per realizzare l’impianto di trattamento dei rifiuti per la produzione di energia elettrica con la fermentazione e biogas.

La Energa, società proponente, ha ottenuto dalla Regione l’autorizzazione paesaggistica, mentre secondo un esposto inviato alla procura ligure e alla Città Metropolitana dai sindaci di Isola del Cantone e Arquata Scrivia (AL), l’atto non poteva essere rilasciato.

C’è preoccupazione da parte delle amministrazioni comunali piemontesi, si teme l’inquinamento dello Scrivia, da cui pescano gli acquedotti fino a Tortona.

Ad aprile il Tar della Liguria dovrebbe pronunciarsi sul ricorso proposto dai Comuni di Isola del Cantone e di Arquata Scrivia contro l’approvazione del progetto dal punto di vista ambientale da parte della Regione. Sul tavolo dei giudici c’è anche l’autorizzazione paesaggistica.

Domenica si vota per Camera e Senato: ecco tutti i candidati della provincia di Alessandria

J3TAUVTG4088-k5u-U11012642639423OAD-1024x576@LaStampa.it

Dai grandi partiti ai movimenti, alle formazioni politiche “familiari”

Domani si vota, molti si stanno ancora chiedendo: per chi? In un sistema proporzionale l’attenzione si concentra sui gruppi politici più affini alle proprie idee, in uno maggioritario invece sui candidati. Nel tortuoso sistema misto inaugurato dal «Rosatellum» non è facile orizzontarsi, soprattutto se si cercano nomi, privilegiando il territorio. Vediamo in una rapida carrellata quali sono quelli della provincia proposti dai vari partiti.

CAMERA

Il centrodestra nel collegio Alessandria-Novi-Tortona-Ovada candida all’uninominale l’alessandrino Riccardo Molinari, vicesegretario nazionale della Lega. Nel listino leghista troviamo anche Lino Pettazzi (3°) già sindaco di Fubine, e l’ex senatrice tortonese Rossana Boldi (4ª). Forza Italia in listino ha lo «storico» Ugo Cavallera (3°), mentre al primo posto in Noi con l’Italia c’è l’assessore alessandrino Giovanni Barosini, invece è quarta per Fratelli d’Italia l’altro assessore Firial Cherima Fteita. Sul fronte centrosinistra il Pd candida all’uninominale il vicesindaco di Tortona, Marcella Graziano. Nella coalizione il listino di «Insieme» vede capolista l’alessandrina Aurora Mulas e al 2° posto il novese Lelio Demicheli. La candidata all’uninominale per i 5 Stelle è l’ovadese Silvia Gambino, in lista al quarto posto l’alessandrino Giuseppe Castagna. Liberi e Uguali schiera il senatore uscente Federico Fornaro, di Castelletto d’Orba, sia nell’uninominale sia primo nel listino, dove al terzo posto c’è il civatiano tortonese Davide Serafin. Negli altri partiti troviamo la mediatrice culturale di Alessandria Jakani Jamila candidata all’uninominale e il medico arquatese Diego Sabbi secondo nel listino di Potere al Popolo. Altra candidata all’uninominale è la tortonese Elisa Fausta Piccinini per Casapound. Infine al terzo posto del listino del Partito Valore Umano c’è Stefania Nani. Continua a leggere “Domenica si vota per Camera e Senato: ecco tutti i candidati della provincia di Alessandria”

Esenzione IMU per terreni agricoli

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze con risoluzione n. 1 D/F del 28 Febbraio 2018 ha precisato che per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali già in pensione ed iscritti alla previdenza agricola possono beneficiare dell’esenzione dell’IMU per i loro terreni agricoli. La risoluzione cita “Ai fini IMU sono esenti tutti i terreni agricoli, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali di cui all’Art. 1del D. Lgs. n. 99 del 20014, iscritti alla previdenza agricola, anche se già pensionati, indipendentemente dall’ubicazione dei terreni stessi, ai sensi dell’art. 1, comma 13 della legge del 28/12/2015, n. 208”

Elezioni, Coldiretti Alessandria ha presentato ai candidati il manifesto politico

POLITICO-COLDIRETTI (trascinato)

Conclusi sul territorio gli incontri con gli esponenti politici

Dalle proposte a costo zero all’impegno contro gli accordi di libero scambio: hanno firmato e sottoscritto il documento Forza Italia, Lega Nord e PD mentre Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali hanno optato per una riflessione    

Si sono conclusi sul territorio provinciale gli incontri con i candidati alle prossime elezioni.

Ai rappresentanti dei maggiori schieramenti politici – Forza Italia, Lega Nord, Liberi e Uguali, Movimento 5 Stelle, PD –  sono state presentate le “cinque proposte a costo zero per i primi cento giorni di governo” contenute nel manifesto politico di Coldiretti.  Continua a leggere “Elezioni, Coldiretti Alessandria ha presentato ai candidati il manifesto politico”

N I G R I C A N T E

27788403_1571131269661532_945239166247743220_o

blog esperienziale di Michele Nigro

“Intervista a Michele Nigro”, a cura di Anna Maria Di Pietro e @i_libri_salvano

È cominciata con una prima presentazione sull’account Instagram @i_libri_salvano di Sara (Book influencer) e sulla fan page Ebook Italia, la pubblicazione di una lunga intervista al sottoscritto a cura di Anna Maria Di Pietro. Per continuare a seguire la pubblicazione (a puntate!) dell’intervista, vai qui e qui… Stay tuned! Nel frattempo, un “grazie” ad Anna Maria per le interessanti domande su di me e sul mio libro “Nessuno nasce pulito” e a Sara Lettrice per lo spazio sui social da lei curati con passione e professionalità, per la presentazione e progettazione dell’idea-intervista…

https://michelenigro.wordpress.com/2018/02/12/intervista-a-michele-nigro-a-cura-di-anna-maria-di-pietro-e-i_libri_salvano/

 

Guerra al glifosato

Glyphosate-la-Commission-propose-de-renouveler-la-licence-pour-cinq-a-sept-ans-U11012628923787JIC-U11012629030274UdE-576x330@LaStampa-NAZIONALE-kYCH-UudRSB0blgoGzbq-1024x576@LaStampa.it

L’Europa ne permette l’uso per i prossimi cinque anni, ma ambientalisti e cittadini

temono gli effetti nocivi. Tra regolamenti e sanzioni la battaglia degli agricoltori

VENETO

Erbicidi banditi. La svolta green del Prosecco 

Scacco matto agli erbicidi chimici. Dopo la svolta green del Prosecco Doc, che ha messo al bando Mancozeb, folpet e glifosato nel Vademecum viticolo 2017, ora a correre al riparo sono anche i quindici sindaci del territorio Docg che hanno annunciato il divieto d’uso del glifosato da gennaio 2019. Una rivoluzione chiesta a più riprese dai comitati dei residenti e dagli ambientalisti, questi ultimi ancora scettici: ora nel mirino ci sono le deroghe ai regolamenti. «Abbiamo deciso di puntare sulla crescita sostenibile del territorio – spiega Fabio Chies, primo cittadino di Conegliano – per questa ragione l’adozione Regolamento intercomunale di Polizia Rurale sull’uso degli erbicidi rappresenta un passo in avanti verso la tutela della salute e l’attrattiva turistica». In ballo c’è molto di più della promozione del territorio: c’è la candidatura per un posto nella vetrina dei siti tutelati dall’Unesco. «Il dibattito sulla nocività del glifosato è aperto – spiega Diego Tomasi, direttore del Consiglio per la ricerca per la viticoltura -. La Comunità europea ha previsto una proroga di cinque anni, ma ora a spingere verso la messa al bando sono anche i consumatori». La tecnologia negli ultimi anni ha permesso di ridurne l’uso, introducendo nuovi macchinari. «Pirodiserbo e idrodiserbo rappresentano – prosegue Tomasi – una possibilità per gli agricoltori di pianura, anche se rimane da capire quanto sia nocivo lavorare la terra sotto i filari. Bisogna trovare un compromesso tra le attrezzature proposte per non disturbare il sottosuolo e la riduzione della sostanza organica». In collina, nell’area Docg (7.5mila ettari), dove l’uva viene vendemmiata a mano, utilizzare quei macchinari per estirpare l’erba non è però quasi mai possibile proprio per la morfologia del terreno. In questo caso le ripercussioni rischiano di essere anche economiche: a quel punto spetterà al consumatore decidere se è disposto a spendere di più per avere un prodotto glifosate free. Continua a leggere “Guerra al glifosato”

Un team per la crescita e il benessere personale ad Alessandria, di Lia Tommi

20180303_121756572403430.jpg

di Lia Tommi, Alessandria

Il team CRIMACRI, esperto in Pedagogia, Counseling e Coaching, è formato da tre professioniste: Cristina Scalzi, Mariangela Ciceri e Cristina Villani ed è operativo nella sede di via Pisacane, 29 dal 1 marzo, con lo scopo di aiutare quanti lo chiederanno nella crescita personale e nell’acquisizione del benessere personale.

La sede è aperta al venerdì su appuntamento, che si può prenotare al 3281178340 (Cristina Villani), al 3488450617 ( Cristina Scalzi), e al 3475874157 (Mariangela  Ciceri).

Gli obiettivi che si pone il team sono:

– divulgare e promuovere la conoscenza e la pratica del “pensiero positivo”, che ha l’ obiettivo di sviluppare un atteggiamento positivo per il raggiungimento del benessere dell’individuo Continua a leggere “Un team per la crescita e il benessere personale ad Alessandria, di Lia Tommi”

L’Anima e il Sangue

caravaggiolanimaeilsangue_poster_caravaggio_posterdef2_100x140

Caravaggio

Se il binomio genio e sregolatezza ha una qualche validità storico-scientifica, il personaggio paradigmatico, il primo che incontriamo nel mondo dell’arte, è senz’altro il Caravaggio, che al fulgore abbacinante della sua arte associava un’oscura e paurosa inquietudine interiore che lo portò a odiare, ribellarsi, uccidere.
Alla sua storia è dedicato questo film d’arte Caravaggio – l’Anima e il Sangue, prodotto da Sky e Magnitudo Film, realizzato dai creatori di Raffaello – Principe delle Arti e Firenze e gli Uffizi, per la regia di Jesus Garces Lambert e la fotografia di Massimiliano Gatti, con tecniche di ripresa sofisticatissime in 8K, tali da consentire allo spettatore una sensazione quasi tattile delle opere del pittore milanese.
L’indagine su Michelangelo Merisi passa attraverso documenti preziosissimi visibili per la prima volta al grande pubblico, a cominciare dal certificato di nascita rinvenuto pochi anni fa negli archivi del Museo Diocesano di Milano, che ne attesta la cittadinanza meneghina, fino gli atti processuali che lo coinvolsero per risse, diffamazione e omicidio, accusa per la quale rischiò più volte la pena di morte e fu costretto all’esilio.  Continua a leggere “L’Anima e il Sangue”

Il mito di Demetra e Persefone, causa maltempo evento spostato al 10 marzo

Alessandria: Sabato 10 marzo, alle ore 17, si terrà,  in via Bissati,6, l”evento nell’ambito del ‘Marzo Donna “:  “Il mito di Demetra e Persefone. Dalla perdita alla rinascita”, un appuntamento  per recuperare il senso delle storie e del dolore…e della gioia di una rinnovata primavera.

Promotori: il Gruppo Genitori di “bambini meteora” di Alessandria,  l’Associazione Aspetto,  l’Associazione  CiaoLapo Onlus.

Saranno presenti all’incontro:la dottoressa Oria Trifoglio  (Responsabile Ginecologia  e Ostetricia ASO),  le ostetriche, le psicologhe e il Gruppo Genitori dell’Associazione  Aspetto. Continua a leggere “Il mito di Demetra e Persefone, causa maltempo evento spostato al 10 marzo”

Le nuove famiglie. Fine della famiglia nucleare?, di Mauro Fornaro

Le nuove bambini-studenti-scuola

di Mauro Fornaro

https://appuntialessandrini.wordpress.com/

La crisi della famiglia tradizionale  si correla alla crescita delle cosiddette nuove famiglie o famiglie moderne. Si tratta di variegate tipologie tutte in crescita negli ultimi decenni pure in Italia: principalmente famiglie ricomposte, cioè formate da due partner che si mettono assieme portando con sé i figli avuti da precedente relazione; famiglie formate da adulti single con prole, perché lasciati/e dal partner o anche per scelta; famiglie adottive; famiglie con figli avuti tramite  fecondazione eterologa, ecc.

La novità più rilevante è data da famiglie formate da coppie omosessuali con figli avuti da precedente relazione eterosessuale, oppure programmati dalla stessa coppia con qualche tecnica di procreazione medicalmente assistita. Molti gli interrogativi che pongono queste nuove realtà, sotto il profilo psicologico e sociologico prima che etico e giuridico: riguardano anzitutto il destino dei figli. Continua a leggere “Le nuove famiglie. Fine della famiglia nucleare?, di Mauro Fornaro”

Legambiente. Volontariato: VisPO cerca 230 giovani per il Po 

Legambiente

Presentato da Legambiente, Arpa Piemonte e European Research Institute il progretto che per 3 anni coinvolgerà giovani tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in Piemonte 

Acque inquinate, sponde cementificate, discariche a cielo aperto. E’ così che troppo spesso si presentano il Po e i suoi affluenti. Una grossa pattumiera piuttosto che un bene insostituibile dal punto di vista naturalistico, una risorsa ecosistemica ed economica per il nostro territorio. E’ da questa considerazione che nasce VisPO – Volunteer Initiative for a Sustainable Po, il progetto che per 3 anni coinvolgerà 230 volontari tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in territorio piemontese. Un’esperienza di volontariato e apprendimento per giovani under 30 promossa da Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, in partnership con Arpa Piemonte e European Research Institute, presentata questa mattina a Torino presso la Società Canottieri Armida. Continua a leggere “Legambiente. Volontariato: VisPO cerca 230 giovani per il Po “

Ti sento forte dentro di me … di Marco Vasselli

di Marco Vasselli

Ti sento forte dentro me
come tempesta di mare
che sbatte forte
sopra quei scogli a lido di Ostia

Dove tu ed io siamo stati
dove ti ho vista piangere
e sorridere e abbracciarmi .

Poi di nuovo ripartire
con la tua forza
nelle gambe acerbe
minuta ripartire ed affrontare .

Ti sento forte
come questo mare
che è dentro me
già pronto a rincontrare
quel tuo sorriso
d’occhi verdi accesi
e di capelli d’oro sciolti al vento
… … …
ed è così Sabina
non chiedermi perché
ma io ti sento
di quel sentire
che mi fa bene al cuore .

Marco Vasselli

per Sabina © 2018

https://marcovasselli.wordpress.com

James Taylor Quartet in concerto al Cinema Macallè !. Concerto confermato

Sabato 03 Marzo 2018 James Taylor Quartet in concerto al Cinema Macallè !

Website http://www.jamestaylorquartet.co.uk/newsite/index.php 

Cinema Macallè – Alessandria, Castelceriolo. Apertura Porte ore 21,00. Inizio Concerto ore 22,00

PRENOTA IL TUO ! POSTI LIMITATI !

Ingresso : € 25 Platea € 20 Galleria. Info Organizzazione 389 422 61 72

Prevendita Vivatickets https://www.vivaticket.it/ita/event/james-taylor-quartet/108646

Per la Prima Volta al Cinema Macallè James Taylor Quartet in Concerto !

Una miscela esplosiva di Soul, Funk, Jazz, Blues, R’n’B, il James Taylor Quartet è una delle band che ha definito il genere acid jazz, ed il suo leader, James Taylor, nel corso degli anni ha collezionato le più svariate partecipazioni ai dischi di artisti del calibro di U2, Pogues, fino ad arrivare agli ultimi lavori di Tom Jones e Tina Turner.

Con l’album “The Template”, uscito nel 2011, hanno recentemente festeggiato il venticinquesimo anno di attività, un disco che raccoglie la perfetta sintesi dell’esperienza sviluppata in tutti questi anni, unita a una sempre nuova voglia di innovarsi e stupire. Continua a leggere “James Taylor Quartet in concerto al Cinema Macallè !. Concerto confermato”

Sclerando male #Reversal, la fuga è solo l’inizio

Pensieri spelacchiati

Risultati immagini per going crazy gif

Di solito cerco di essere quantomeno gentile verso le cose che non mi piacciono, ma stasera sono schizzata quindi mi lancio in un nuovo format, ovvero me che sclero e faccio spoiler a manetta. 

Reversal, la fuga è solo l’inizio” film di  José Manuel Cravioto, di un genere imprecisato a metà tra l’horrido e il brutto, con un pizzico di idiotaggine acuta.

Parliamo di ottanta minuti di pellicola, di un’attrice che sembra Jennifer Lawrence e di un film che non ho capito dall’inizio alla fine.

Commento? Mah.

Eve è stata rapita e tenuta segretata per mesi e mesi in una stanzetta di mezzo metro per mezzo metro, legata con una catena al piede come i carcerati, costretta a guardare il video di Vincisalvini nostop. 
A un certo punto lei trova un mattone, non si sa dove, non si sa come, non si sa perchè il suo carceriere (Chris)…

View original post 1.107 altre parole

Denunce sottovalutate

Revolution Post

Il termine giusto come lo ha chiamato il Min.Minniti è sottovalutazione non follia.

Quello che conta, secondo il magistrato e tutti quelli che si occupano di lotta contro la violenza sulle donne, è attivare una protezione quando esistono alcuni presupposti: una denuncia di maltrattamenti subiti a vario livello, un processo di separazione di coppia, il possesso di armi da parte del partner che non si rassegna alla fine del rapporto.

La tragedia di Latina aveva tutti i presupposti per far scattare un campanello d’allarme ma l’unica cosa che è scattata è stato quel maledetto grilletto.

In Italia sono complessivamente 6,788 milioni, le donne che in Italia hanno subito, almeno una volta nella loro vita, un atto di violenza fisica o sessuale. E dei quasi 7 milioni di donne che hanno incontrato un uomo violento, in base ai dati Istat del 2016 il 20% ha subito violenza fisica (il 21% violenza…

View original post 105 altre parole

Triste carnevale

"La casa nel bosco"

carnevale_preado

Maddalena racconta: ” Sono passati tanti anni dal carnevale in cui mio padre, allora ventenne, rischiò la vita a causa di uno sparo  esploso da un ragazzo ubriaco che, infastidito dagli apprezzamenti rivolti alla sua fidanzata, estrasse un’arma e iniziò a sparare sulla folla.

L’abito della ragazza corto e larghissimo, legato in vita, svolazzava come la ruota del pavone.

Le calze nere fermate sotto il ginocchio da un elastico rosso, lasciavano intravedere le gambe nude mentre ballava.

Una pallottola raggiuse mio padre,  gli lacerò l’arteria femorale e per un miracolo soppravvisse ma gli fu ampurato una gamba.

Ogni anno nel periodo del carnevale i miei genitori programmavano un viaggio per non condizionare con i ricordi la festa a noi figli.

L’episodio lo abbiamo appreso dai nonni perché nostro padre, di carattere riservato, mascherava molto bene la sua grande e continua sofferenza e per delicatezza nei nostri riguardi non ne avrebbe mai parlato.

View original post 383 altre parole

Quasi Quasi ci sposiamo …….. preparativi per il matrimonio d’amore del Pikaciccio

Il Pikaciccio

Siamo insieme da cinque anni e se non ne combiniamo almeno una all’anno non siamo contenti…. ci leggete da qualche mese e avete cominciato a conoscerci …….

Ed eccoci qua a presentarvi la nostra ultima folle follia …..

Il PIkaciccio si sposa ……si proprio così ci sposiamo …..

Non sarà un vero e proprio matrimonio …… ma un  cerimonia simbolica con al centro il nostro amore….. vogliamo festeggiare questo sentimento che di giorno in giorno cresce ….. con amici e parenti ….

Festeggeremo il 2 di aprile una data per noi decisamentesignificativa……

Eh si il 2 di aprile di quest’anno sarà il quarantacinquesimo compleanno di Ciccio …. i nostri primi cinque anni e anche un anno che abbiamo aperto il blog ……

Motivo per festeggiare ne abbiamo ?? E poi così negli anni non ci saranno scuse … e nessuno dimenticherà nessun anniversario …..

Perché un matrimonio simbolico e non…

View original post 159 altre parole

Borsalino, stop all’affitto a Camperio. E il futuro è sempre più in salita… di Enrico Sozzetti

Borsalino

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Borsalino, il percorso delle carte bollate procede. Come d’altronde avevano ben delineato i curatori fallimentari, mentre l’intera comunità alessandrina inseguiva una solidarietà tardiva per la storica azienda.

Prima il sequestro cautelativo del marchio, poi sette persone iscritte nel registro degli indagati (Philippe Camperio, che ha in affitto il cappellificio attraverso la Haeres Equita; i tre componenti del consiglio di amministrazione della società Borsalino, Marco Moccia, Saverio Canepa e Raffaele Grimaldi; tre funzionari di Mediocredito) con le ipotesi di reato di bancarotta preferenziale e bancarotta impropria sempre in relazione al marchio e alle modalità con cui è stato acquisito dall’istituto bancario per 17,5 milioni, infine l’annuncio che i curatori hanno revocato l’affitto del ramo di azienda a Camperio che era in scadenza a giugno.

Ora la società dell’imprenditore italo-svizzero ha tre mesi di tempo per restituire la fabbrica, per la quale successivamente si profila l’esercizio provvisorio. Continua a leggere “Borsalino, stop all’affitto a Camperio. E il futuro è sempre più in salita… di Enrico Sozzetti”

‘nverno dè Tor Sapienza, di Marco Vasselli

invernodistratto

di Marco Vasselli

Ecco er quartiere mio,

ste quattro case dè quattro piani l’una,

dove li giorni uguali dè st’Inverno

cianno  er sapore dè  paese antico.

Stretta tra le dù strade conzolari

tra fabbriche de ‘nà pseudo civirtà

stà Tor Sapienza

quella che dela tore ha solo er nome

perchè dar mille e quattrocento e passa

ce stava scritta la storia dè sto posto,

parte dè monno in me omnipresente. Continua a leggere “‘nverno dè Tor Sapienza, di Marco Vasselli”

Chi non lotta ha già perso: l’Otto Marzo 2018 delle donne Cgil

chi IMG-20180222-WA0004

L’appuntamento è per giovedì 8 marzo alle 15, nella sala convegni “A. Marchegiani” della Camera del lavoro di Alessandria, via Cavour 27. Il titolo dell’iniziativa “Chi non lotta ha già perso” è anche il titolo del libro che verrà presentato nell’occasione.

Una presentazione inconsueta e nuova, consistente soprattutto nella drammatizzazione e interpretazione che ne proporrà l’attrice-regista Laura Bombonato.

«Si tratta di una raccolta di storie di vita, lavoro e impegno di dodici donne della nostra provincia – ci dice Paola Giordano, coordinatrice del gruppo di lavoro che ha raccolto le interviste. – Oggi sono pensionate, ma erano giovani e combattive negli anni cruciali che hanno portato alla conquista di diritti fondamentali per le lavoratrici e per tutte le donne». Continua a leggere “Chi non lotta ha già perso: l’Otto Marzo 2018 delle donne Cgil”

James Taylor Quartet in concerto al Cinema Macallè !

Sabato 03 Marzo 2018 James Taylor Quartet in concerto al Cinema Macallè !

Website http://www.jamestaylorquartet.co.uk/newsite/index.php . Cinema Macallè – Alessandria, Castelceriolo

Apertura Porte ore 21,00. Inizio Concerto ore 22,00

PRENOTA IL TUO ! POSTI LIMITATI !

Ingresso : € 25 Platea € 20 Galleria. Info Organizzazione 389 422 61 72

Prevendita Vivatickets https://www.vivaticket.it/ita/event/james-taylor-quartet/108646

Per la Prima Volta al Cinema Macallè James Taylor Quartet in Concerto !

Una miscela esplosiva di Soul, Funk, Jazz, Blues, R’n’B, il James Taylor Quartet è una delle band che ha definito il genere acid jazz, ed il suo leader, James Taylor, nel corso degli anni ha collezionato le più svariate partecipazioni ai dischi di artisti del calibro di U2, Pogues, fino ad arrivare agli ultimi lavori di Tom Jones e Tina Turner. Continua a leggere “James Taylor Quartet in concerto al Cinema Macallè !”