"Strane cose", il blog di Ettore

Dialogo raccolto da Arianna Finos, fotografie di Nicola Marfisi

Guadagnino e Lagioia. L’incontro tra il candidato a quattro Oscar con Chiamami col tuo nome e l’autore di La Ferocia, premo Strega 2015 e direttore del Salone del libro di Torino, avviene in una mattinata assolata nell’appartamento milanese del regista, elegante e spartano, con quell’aria di passaggio che hanno le case di chi vive e lavora in giro per il mondo.
LAGIOIA: « Chiamami col tuo nome è il film di un vero regista. Sulla sceneggiatura d’acciaio di James Ivory hai costruito tutte le tue atmosfere, hai fatto lievitare ciò che è impalpabile e determinante: il sentimento, una certa sensibilità. È un film che chi ama il cinema vorrebbe vedere sempre. Ha tante anime e una dimensione internazionale: c’è un regista italiano, molto cinema francese, gli Stati Uniti. Ma un regista francese o americano non avrebbe saputo girarlo, questo film. Per…

View original post 2.036 altre parole