RomaVerso

604D

Il 13 novembre i Romani festeggiavamo la dea Feronia, divinità dai molteplici aspetti, posta a tutela della natura selvaggia, di cui protegge i boschi e gli animali, delle messi, dei malati ed addirittura degli schiavi liberati. Un aspetto, quest’ultimo, strettamente legato alla sua natura di divinità preposta ai mutamenti di stato.

Infatti images1a Roma ed in Etruria, Feronia è anche dea del fuoco e della fecondità sia del suolo, che degli animali, che dell’uomo. Tutto quello che dalla terra spunta e viene alla luce del sole, è posto sotto la sua protezione, in primis le acque sorgive, simbolo di quel perenne e spontaneo scorrere della vita di cui la dea è protettrice. Una divinità della vita e della natura, intese nella loro accezione più selvaggia. La presenza del culto di Feronia a Roma è testimoniata in primo luogo dal Calendario degli Arvales, che menziona Feronia in campo in relazione proprio…

View original post 577 altre parole