Madrid, di Antonietta Fragnito

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

28277365_428117470977156_5802174545268595214_n

Madrid ,
una volta ho calpestato la tua aria a pieni passi.

Oh Madrid
dal cielo prepotente,
intinto nell’azzurro di un acquerello
mescolato al brusio della gente.
Madrid dove ognuno può baciarsi a viso aperto,
può amarsi in strada,
nessuno ci fa caso.
Madrid dei mercatini, delle canzoni
del toro infuriato
C’è un ponte, una panchina, un sogno per tutti
affisso al muro.
Che sia un africano, un italiano, un etero, un gay, insomma un uomo.
Madrid che tieni stretto fra le tue
mio figlio,
come fossero le mie braccia.

View original post

En rose, di Antonietta Fragnito

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

di Antonietta Fragnito

La parola di Giancarlo Stoccoro
sfoglia le sillabe, squarcia il silenzio del silenzio.
Sembra introvabile,
una specie di funambolo tra pieghe e
scoscese emozioni.
Fa il bagno nelle acque sacre di un’ anima un po’ furtiva .
Svela le carezze dell’ignoto.
Amo smarrirmi fra versi che un po’ mi riconoscono,
malgrado io sia una poetastra.

View original post

La città, di Antonietta Fragnito

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Antonietta Fragnito

di Antonietta Fagnito

Oh la tua città meravigliosa,
fatta di pensieri depurati,
di mercati pregiati
Una volta ho visto affisso sulle mura
il quadro di una scarna emozione.
Ti ho visitato e mi sono dissanguata.
Eri vasto come una pianura
accidentato come un promontorio.
Ogni poro un barcone.
Di colpo il panorama
calava a picco nel mio.
E mi sperdevo fra stradine e contrade poco illuminate.
Forse mi dannavo
Forse mi salvavo
Spesso sulle alture fischiava la bora
e abbracciavo i nostri passi affaticati,
il sudore degli abbracci.
Era allora che ti amavo di più
perché dio aveva scordato di insegnarti l’amore.
Cosicché ti facevo sedere accanto al mio banco.

View original post

Su fogu de Sant’Antoni. I paesi da non perdere e le loro particolarità

SosBattorMoros

Tutti i paesi si stanno preparando per la festa di Sant’Antonio.

Sos Focos, Su Fogarone, Su Romasinu, Su Foghidoni, Su Focu, su Pispiru ecco alcuni dei nomi attribuiti al fuoco, questo acceso appena cala il tramonto e dopo la benedizione del parroco assume la funzione di “fuoco purificatore”.

Ma tutti i paesi lo festeggieranno nella stesso modo?

No,  ogni paese ha una sua tradizione e il suo modo di viverla in modo del tutto diverso. Tutti conoscono di sicuro Mamoiada e la sua tradizione a riguardo, ma ci sono tantissimi altri paesi che meritano di essere conosciuti per questa festa: Dorgali, Orgosolo,Lodè( uno dei più affascinanti secondo il nostro parere),Fonni,Senorbì,Oristano..

View original post 619 altre parole

Quanti nomi può avere la mantide religiosa in Sardegna ?

SosBattorMoros

Ormai è diventato un vero e proprio kult nella pagine di Sosbattormoros interagire con i nostri follower e scoprire i nomi degli animali.

Voi come la chiamate la mantide religiosa?

io.png
Ecco la domanda che ci hanno posto i nostri followers.
Come prima cosa però dovevamo reperire una foto , ma ormai i nostri amici sono pronti a tutto e subito c’è arrivata la foto che avevamo chiesto!
Ringraziamo quindi  a @alecs1812nikonfm2 per la foto 💯
 Dopo aver ricevuto parecchi commenti sul post, abbiamo deciso di  raccoglierli e pubblicarli . Eccoli qui:
ArduiliSefapoddighe
ArzachenaCaddu di Frati
Bosamama ‘e frittu
BenetuttiMuzzainari
BittiMamagraida
BonorvaMamma e frittu
BortigaliSegamanoso
CabrasSega sega idusu
CarloforteMùnega
CollinasSegasega idusu
CuglieriSegamanos
CuglieriSegamanos
DolianovaSa mantenica
DorgaliGarriadorza
EscalaplanoCuaddu endiu
EscalaplanoSu cuaddu Endiu
EsterziliCuadu de Santa Maria
Galluracaddhu di frati
GoceanoSa becca
GuasilaTrexenta…

View original post 158 altre parole

I nuraghi sommersi sotto il Lago del Cuga

SosBattorMoros

Chi l’ avrebbe mai detto che al Lago di Cuga si possono “pescare nuraghi?”

Ma partiamo dalle basi..Chi conosce la diga del Cuga?

La diga del Cuga è uno sbarramento artificiale situato nel territorio di Uri. La diga,  fu edificata tra il 1956 e il 1974  su progetto degli ingegneri Giuseppe Sapienza ,Velio Princivalle e Samuele Paolo Algranati. Questo lago dista soli 20 minuti da Alghero ed è capace di regalare forti emozioni a ogni suo visitatore!28279667_1838378496237492_2729372401446944768_o

Lo stesso posto dove prima si poteva fare canoa ora è diventato una distesa di terra bruciata ma la cosa bella è che l’acqua, prosciugandosi, ha riportato alla luce resti di nuraghi normalmente sommersi.

Il nuraghe Chesseddu  qualche anno fa era completamente sommerso e quindi non visibile. Parzialmente sommerso era anche  il Nuraghe Alzola Sa Cudina, un nuraghe monotorre che nei periodi di massimo invaso affiorava appena dalle acque. Parzialmente sommerso risultava anche…

View original post 139 altre parole

¡Qué ganas! by mabm

TEJIENDO LAS PALABRAS

3fffe161dbdee2adaa2962f828ac01ce Imagen de Pinterest

¡Qué ganas!… Qué ganas de verte, de tropezarme contigo aunque acabe de nuevo de bruces contra el suelo. Qué ganas de cruzar una mirada o un desenfadado “hola, ¿cómo estás?”. Ganas de contarte todo aquello que pasa por mi cabeza, mis éxitos y fracasos, y todo o casi todo lo que desbarata mis tripas; que sí, que se rebotan mis entrañas, se revelan, se vuelcan, se trastornan…cada vez que te veo. Y aun así, pobre infeliz, me muero de ganas de verte.

Qué ganas de volver a verte. Ganas de beberte a morro y comerte la boca, de esnifar cada lunar de tu cuello. Ganas de abrazarte, de enredarme en tus brazos y no dejarte ir; llevarte siempre prendido entre mi pecho y espalda, como te llevo ahora, pero de verdad.

Que ganas de dormir contigo. De escuchar mi nombre acariciándote los labios y gemir el tuyo.

View original post 2 altre parole

MAŜINOJ

Rubens Beserra

Androides 2Maŝinoj ne ploras,

Ili laboras kaj ne restas,

Ili faras tion, kion ili estas kodumitaj por fari,

Ili ne plendas pri ilia maŝina karaktero,

Ili ne filozofas pri la senco de la vivo,

Maŝinoj estas pli simplaj ol la homo,

Sed la maŝinoj ne komprenas la homon,

Nek la homon komprenas la homon,

La naturo eraras, sed la mondo ne haltas,

La horloĝoj montras la tempon

Kaj la tempo flugas kiel la vento,

La vento disetendas la bonodoro de la floroj,

Sed artefaritaj floroj ne odoras kaj ne mortas,

La vivo estas organa kaj putrebla,

Estas steloj pli brilanta ol la suno,

Estas personoj pli malriĉaj ol aliaj,

Estas sufero kaj doloro en la mondo,

Sed maŝinoj ne suferas kaj ne sentas doloron,

Ankaŭ ili ne sentas plezuron,

Ili estas neniam tristaj aŭ ĝojaj,

Ili estas pli simplaj ol la homo

Kaj unu tago ili anstataŭigos la homon.

View original post

” In un libro di poesie “, di Rosa Cozzi

In un libro di poesie

” In un libro di poesie “, di Rosa Cozzi

Buongiorno !

” In un libro di poesie ”
Sfogliando un vecchio libro di poesie
un foglio ingiallito é scivolato via,
riconobbi con palpitazione la tua calligrafia.
Lo raccolsi da terra con delicatezza
incominciai a leggere ed ebbi la certezza
e con ciò che lessi persi la tristezza.
Con poche righe vergate di tua mano
mi descrivevi il sentimento intenso
che albergava nel tuo cuore,era immenso.
“Sto tessendo una tela d’amore
con intrecci fatti di parole
di baci vermigli di passione
e di candidi petali di rose.”
Scrivevi per me e non capivo
che nel tuo pensiero era vivo
l’amore per me che bruciava
nel tuo cuore di amore e ardeva…
di Rosa Cozzi
da ” Cinquanta sfumature di Versi ”
DL. 1941/633

Il sonno, di Merlino Biagio

Il sonno

Il sonno, di Merlino Biagio

Il sonno

E’ bello ridere
specie se questo viene fatto insieme.
Ridere di quel che sono
di quel che sei.
Ridere muovendo non solo la bocca
ma anche la pancia
La tua pancia che mi nasconde
un mondo, una foresta
che non posso esplorare
Le risate da studentessa
gli scherzi con le amiche.
I compiti , gli esami.
Mi sembra di vederti spilungona
ed impacciata.
Forse avrai sofferto
Forse sarai stata innamorata.
Chissà se avevi fatto mai l’amore
prima di lui.
Ma poi è davvero importante?
Io sono io,
Uno strano essere
un impasto di sogni
senza definizioni
che beve e mangia emozioni
portandosele alla fine
di tutto il tempo. Vorrei gridare
ma le stelle aspettano anche loro
l’apparecchietto uditivo.
A loro modo dormono
in una strana catalessi
dalla quale attingono
energia dal calore.
Calore amore mio
il tuo calore di stella
che mi dorme accanto
come una bambola dal sorriso lieve
e vellutato da principessa.

Biagio Merlino
14 marzo 2018
diritti Riservati

Il sacchetto di popcorn

ioinviaggio

Fortaleza 22.5.2016

Le stelle sono venute a parlarmi da un pezzo. Cantavano le canzoni dei popoli abbandonati, quelli alla deriva di un pianeta senza amore.

Mi è giocoforza condividere. Per non scoppiare.

(resoconto di una visita ricevuta alla casa do menor di Fortaleza)

Ieri, come ogni fine settimana, sono venuti i benefattori in visita al nostro centro di accoglienza, la casa del minore. Questa volta sono dei piccoli scout in uniforme perfetta: pantaloni neri, camicia bianca, scarpine eleganti. Si sono messi a marciare, cantare, fare giochi. Ed i nostri piccoli clienti ad osservarli come belle statuine, marionette mosse da fili invisibili. Anche loro sono venuti a portare se stessi e i loro doni. Per i nostri, la distribuzione è il clou di tutto: è saltato fuori un sacco di popcorn e, tutti in fila, a ricevere la propria parte, quella che gli spetta. Un “soldatino” è venuto gentilmente a mettere un sacchetto tra le…

View original post 368 altre parole

Incontro con Gianmarco

ioinviaggio

Dopo molti anni che non ci vedevamo lo scorso 24 luglio ho incontrato mio zio Fausto, sua moglie Luiza e il loro figlio Gianmarco.

Mio cugino è disabile grave non vedente, eppure i suoi occhi sono magnifici e il suo sorriso e la sua felicità contagiose.

Certo i suoi genitori si occupano di lui a tempo pieno, giorno e notte, con un amore, una dedizione e un sorriso che mai vengono a meno.

Gianmarco ama molto andare in stazione e sentire i treni passare e anche salirvi e fare piccoli tragitti in treno. E così dopo il pranzo di festa per esserci ritrovati, siamo andati insieme alla stazione a gioire insieme a Gianmarco. Al solo sentire le parole treno e stazione Gianmarco si illumina e scoppia in un riso vero di pura gioia. La sua felicità è fatta di tante altre piccole cose…per esempio le parole affettuose di mamma e…

View original post 303 altre parole

Caro Francesco. Riflessioni, testimonianze, messaggi. Il nuovo libro di Fausto Marinetti

ioinviaggio

Il prossimo 9 aprile 2018 sarà in uscita il nuovo libro di Fausto Marinetti (Vi presento Fausto ), intitolato Caro Francesco. Riflessioni, testimonianze, messaggiuna serie di lettere dal nordest brasiliano, da Fortaleza, testimonianza diretta di un mondo dimenticato, degli scarti della società, dei bambini abbandonati, degli ex drogati, dei perduti e dei disperati…

Fausto invia al Papa i messaggi degli ultimi affinché vengano ascoltati ed accolti. Fausto è il portalettere, un semplice postino di tanti crocefissi che gli hanno affidato la loro voce per giungere all’attenzione del Papa.

Caro Francesco è anche un diario di quattro anni sofferti a stretto contatto con gli emarginati della vita, una sfida ad accoglierli a rispettarli ed amarli….

Tra gli interrogativi di Fausto nel suo dialogo con Dio eccone uno:

il Cristo pur esaltando i perduti, pur riservando i primi posti a peccatori e prostitute, pur mettendo sul trono poveri ed oppressi, eppure…

View original post 119 altre parole

Dal Manifesto : ECONOMIA «L’acqua in bottiglia contaminata dalle microplastiche»

"Strane cose", il blog di Ettore

Inquinamento. Uno studio Usa rivela la presenza di particelle potenzialmente nocive in 11 marche. Nella Ue non esistono prescrizioni in merito. Il polipropilene passa dai tappi o dagli imballaggi. E potrebbe finire nel fegato e nei reni

<img src=”https://ilmanifesto.it/cms/wp-content/uploads/2018/03/15/20soc1f01-acqua-minerale-.jpg” />

Antonio Sciotto

EDIZIONE DEL

16.03.2018

PUBBLICATO

15.3.2018, 23:59

Nel 93% delle acque imbottigliate sono presenti particelle di plastica. Il dato, piuttosto allarmante, viene da una analisi commissionata dalla piattaforma giornalistica no profit Orb Media, di Washington, che ha preso in esame 259 bottiglie di 11 marche comprate in 9 Paesi. Lo studio sulle acque è stato condotto su mandato dell’associazione di giornalisti dall’università statale di Fredonia nello stato di New York.

Il tipo di plastica più presente è il polipropilene, materiale usato per produrre i tappi, ma sono state rilevate anche particelle di nylon e tereftalati di polietilene (Pet). Secondo la ricerca la maggior parte di queste sostanze proviene dagli…

View original post 587 altre parole

L’ERBA DEL VICINO E’ FINTA

I tesori di Amleta

Si fa di tutto per diventare qualcuno. Si fa di tutto per dimostrare d’esser speciali. Ma nella normale mediocrità si sta poi così male? Cerchiamo di diventare speciali, famosi, ricchi, onnipotenti, influencer. Per quale motivo? Quell’erba che luccica al sole è falsa come l’illusione che qualcuno possa essere felice quando diventa speciale.

Apprezziamo di essere solo creature tutte uguali?  Come tanti fili d’erba stiamo insieme  e ci muoviamo all’unisono? No, affatto. Ognuno per sè, perchè la legge di Natura è questa. Fare scorte di soldi, fare scorte di persone, fare scorte di cose.

E quando guardiamo l’erba del vicino è così verde, così brillante, e la vogliamo pure noi. E vogliamo essere liberi da tutte le incombenze della vita normale. Vogliamo quella vita là, quella di Hollywood, quella di Beverly Hills, quella dei piani alti. Là dove l’erba è finta, dove non c’è bisogno di acqua per crescere.

Avete mai…

View original post 167 altre parole

Torta di mele e carote

La mia pasticceria

135 g di burro morbido
105 g di zucchero semolato
105 g di zucchero di canna
165 g di uova
225 g di farina
30 g di farina di mandorle
10 g di lievito chimico
150 g di carote grattugiate
20 g di latte
mele

Montare il burro con gli zuccheri; quando è cremoso aggiungere le uova. Quindi aggiungere farina, lievito, farina di mandorle, carote e impastare. Per ultimo aggiungere il latte e una mele tagliata a cubetti. Versare il composto su teglia imburrata e infarinata e posizionare delle fettine di mele a raggiera, cospargere di zucchero di canna. Infornare a 170°C per 45 minuti circa.

Profilo instagram: erica.patissiere/ Erica Ciuffo

View original post

Non ho stimoli, di Elvio Angeletti

Non ho stimoli, di Elvio Angeletti

La Poesia OGGI “
per pensare, ho soltanto
voglia di riprendermi le parole…
parole posate su un tappeto
senza tracce predefinite.

Fili multicolori, intrecciati e strozzati
in un circuito senza direzione,
un caos di sillabe, verbi e soggetti
che non si attraggono
e non si respingono,
come persone ammassate
in una piazza senza motivo,
senza ragione
ad aspettare chissà che e chi,
alcuni guardano verso l’alto,
altri verso il basso,
sembrano cercare calore
che sciolga le idee,
ravvivi i colori
e dare forma ad un linguaggio
pacifico e sottile.

Mi sembra di giocare
con le tessere di un mosaico
o con i rosoni di una cattedrale
dove il sole fa vivere le figure.

Elvio Angeletti
15-03-2018

Opere e racconti dal carcere, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

Invitato la scorsa estate da Giorgio De Finis a partecipare al progetto Face to Face,nell’ex carcere di Montefiascone, e conducendo da alcuni anni dei laboratori di Arte contemporanea nella Casa di Reclusione di San Michele, ad Alessandria, l’artista Massimo Orsi ha deciso di proporre ai detenuti di collaborare attivamente al progetto, scrivendo ciascuno un racconto ispirato alla propria storia di vita.

Parallelamente, durante i laboratori, hanno realizzato una serie di opere pittoriche, dove il ritratto del soggetto va a interagire con il perimetro e con gli elementi che compongono una cella tipo.

Sabato 17 marzo, alle 17, alla libreria Mondadori di Alessandria, si inaugura la mostra Face to Face, dove saranno esposte le opere e letti i racconti raccolti.

Si alterneranno nella lettura: Massimo Orsi, Piero Sacchi, Giancarlo Adorno, Alberto Valentini e Davide Guerci,

Le ‘tre mosse’ di Rizzello per la corsa al Rettorato e la sfida universitaria adesso è aperta di Enrico Sozzetti

Le tre

Le ‘tre mosse’ di Rizzello per la corsa al Rettorato e la sfida universitaria adesso è aperta

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Trasformare Alessandria, Vercelli e Novara in “città universitarie”, dove l’Ateneo cresce “puntando su innovazione, ricerca, didattica, rapporti internazionali”, anche creando “centri culturali a gestione congiunta tra l’università e le altre istituzioni”. Salvatore Rizzello, nato a Spongano, classe 1963, direttore del Digspes (Dipartimento di giurisprudenza, scienze politiche, economiche e sociali) di Alessandria è ufficialmente candidato a Rettore dell’Università del Piemonte Orientale (Upo). L’altro aspirante è Gian Carlo Avanzi, nato a Torino, classe 1954, direttore del Dimet (Dipartimento di medicina traslazionale) di Novara. Per la prima volta, proprio in coincidenza con il ventennale dell’ateneo, le elezioni vedono in campo due persone, differenti per formazione, stile, competenze e preparazione, che mettono sul piatto visioni altrettanto diverse rispetto al protagonismo dell’Upo. Continua a leggere “Le ‘tre mosse’ di Rizzello per la corsa al Rettorato e la sfida universitaria adesso è aperta di Enrico Sozzetti”

Reddito di Cittadinanza o Reddito di Inclusione?

reddito-cittc3a0

Reddito di Cittadinanza o Reddito di Inclusione?

by francogavio da: https://democraticieriformisti.wordpress.com

Massimo Baldini,  Università di Modena

Giorgio Laguzzi, Università di Friburgo

Il recente successo elettorale del M5S ha portato in primo piano (ancor più che in campagna elettorale forse) il tema del cosiddetto “reddito di cittadinanza”. A prescindere dalle questioni inerenti ai vari tatticismi politici a cui si assiste in questi giorni (prevedibili e in certa misura sacrosanti), vorremmo provare ad affrontare il tema con la dovuta serietà, analizzando la proposta del M5S, elencandone quelli che si ritengono i punti critici.

Intanto iniziamo col chiarire che ciò che viene chiamato “reddito di cittadinanza” nella discussione pubblica italiana, per colpa principalmente dell’errata terminologia utilizzata dal M5S, non è realmente un reddito di cittadinanza.

Quest’ultimo infatti, in economia, è definito come un reddito che spetti a qualsiasi persona che goda di un certo requisito di cittadinanza in un determinato territorio, de facto in maniera incondizionata, ovvero a prescindere da altri possibili redditi derivanti da altre attività. Continua a leggere “Reddito di Cittadinanza o Reddito di Inclusione?”

Giorgio Abonante: un’altra Europa e un altro Piemonte, ultima chiamata per evitare l’estinzione.

abonante-giorgio-6-2

Giorgio Abonante: un’altra Europa e un altro Piemonte, ultima chiamata per evitare l’estinzione.

by francogavio da: https://democraticieriformisti.wordpress.com

Guardiamo in faccia le evidenze dell’ultimo turno elettorale, già vivisezionato da vari ricercatori e analisti: il PD ha ancora consenso nelle aree metropolitane, dove c’è lavoro, dove il grado di istruzione cresce, dove i redditi mantengono medie accettabili. Passando a chi ha vinto, è sempre la lente di ingrandimento delle condizioni socioeconomiche a offrirci una lettura dell’elettorato Lega – FI e Movimento 5 Stelle. Le periferie, nelle varie accezioni di questo termine, non ci danno fiducia.

Se uno studioso come Ricolfi afferma che la modificazione genetica del centrosinistra nasce negli anni 70, la “cetomedizzazione” come egli la definisce, è altrettanto vero che il progressivo passaggio di voti dall’area centrosinistra alla Lega e al Movimento 5 Stelle ha vissuto negli ultimissimi anni un’accelerazione clamorosa. L’ultimo turno ci consegna la sconfitta del PD, di Forza Italia, di LeU e il ridimensionamento del profilo politico di Emma Bonino, il successo indiscutibile di Lega e Movimento 5 Stelle, più percentuali in crescita per Fratelli d’Italia e per le micro aree di destra estrema presentatesi alle elezioni. Continua a leggere “Giorgio Abonante: un’altra Europa e un altro Piemonte, ultima chiamata per evitare l’estinzione.”

Bersani: il Movimento 5 Stelle chieda aiuto alla sinistra, o la destra farà il pieno

R_Bersani05

Bersani: il Movimento 5 Stelle chieda aiuto alla sinistra, o la destra farà il pieno

Intervista al Fatto quotidian di Paola Zanca

L’ufficio al quinto piano di Montecitorio è spoglio e dubita che ci sarà un gran agio per riempirlo: “Questo è solo il primo tempo. La legislatura sarà breve”. Il protagonista della non-vittoria del 2013 parla della non-vittoria del 2018. Non è più tra gli attori principali: in Parlamento, con Liberi e Uguali al 3,4%, è tornato per il rotto della cuffia. Eppure, giura che si metterà l’elmetto: “Combattere per una nuova forza progressista”, ripete. Che sia guerra, lo dicono le macerie attorno. E siccome rivendica di essere “uno che nel breve inciampa, ma ci vede lungo”, annuncia che “il secondo tempo” rischia di essere peggio del primo. Tradotto dal bersanese: alle prossime elezioni, la destra fa il pieno.

In mezzo alle macerie ci siete anche voi. Perché LeU non ha funzionato?

Quando vedevo le assemblee piene, in campagna elettorale, mi domandavo: sta scattando una cinghia di trasmissione o è solo una rimpatriata? Ecco, è stata soprattutto una rimpatriata, pur con una presenza insolita di giovani e una passione che non va dispersa. Abbiamo visto l’onda, non l’abbiamo intercettata. Continua a leggere “Bersani: il Movimento 5 Stelle chieda aiuto alla sinistra, o la destra farà il pieno”

La “Camminata in Rosa” prevista per domenica 18 marzo ad Alessandria, rinviata per maltempo

La “Camminata in Rosa” prevista per domenica 18 marzo ad Alessandria, rinviata per maltempo

Alessandria, a causa del maltempo previsto per domenica prossima 18 marzo, l’iniziativa della “Camminata in Rosa” per le vie cittadine attraverso luoghi speciali — promossa nell’ambito del programma “Marzo Donna 2018 – Una rete di opportunità” dall’Assessorato Comunale alle Pari Opportunità e dalla Consulta Comunale Pari Opportunità di Alessandria, insieme a U.I.S.P.-Comitato Territoriale AL-AT  — è stata rinviata.

Michelangelo Buonarroti sui palcoscenici romani

Questo mese di marzo sembra aver risvegliato l’attenzione del mondo dello spettacolo per l’opera del grande scultore, pittore e poeta Michelangelo Buonarroti.
Ieri sera, infatti, si è tenuta all’Auditorium di Via della Conciliazione a Roma la prima del mega live show: “Giudizio Universale – Michelangelo and the Secrets of the Sistina Chapel”, evento ideato e diretto da Marco Balich, definito “il designer di emozioni”, e con la supervisione scientifica dei Musei Vaticani. Si tratta di uno straordinario viaggio sensoriale che permette allo spettatore di immergersi completamente nelle meraviglie della Cappella Sistina, di scoprirne la storia ed i segreti attraverso performer teatrali dal vivo, musiche originali di grande impatto e spettacolari effetti scenici realizzati con tecnologie avanzate.
Questo coraggioso accostamento fra tradizione ed innovazione è ravvisabile già nel tema musicale principale composto dall’artista di fama internazionale Sting che, per l’occasione, si mette in gioco anche nel campo della musica sacra adattando…

View original post 310 altre parole

I sonetti del ritorno – IV di G. Gozzano

Il mio appcon esposto...

Nonno, l’argento della tua canizie
rifulge nella luce dei sentieri:
passi tra i fichi, tra i susini e i peri
con nelle mani un cesto di primizie:

«Le piogge di Settembre già propizie
gonfian sul ramo fichi bianchi e neri,
susine claudie… A chi lavori e speri
Gesú concede tutte le delizie!»

Dopo vent’anni, oggi, nel salotto
rivivo col profumo di mentastro
e di cotogna tutto ciò che fu.

Mi specchio ancora nello specchio rotto,
rivedo i finti frutti d’alabastro…
Ma tu sei morto e non c’è piú Gesú.

Guido Gozzano, La via del rifugio, 1907.

Vai a I Poeti

Torna alla Home

gozzano

View original post

Non riesci a resistere alla shopping mania?

Creando Idee

Ogni qualvolta entri in un negozio sei portata ad aprire la borsa e  “spendere e spandere”, acquistando quasi sempre cose “superflue?” Ok, forse il tuo conto corrente sarà in rosso, ma perlomeno vivrai più a lungo,  ansia e tensione diminuiranno grazie allo shopping? A sostegno di questa tesi, i risultati di uno studio condotto dal Taiwan’s National. Per arrivare a questo risultato, i ricercatori taiwanesi ed australiani, hanno preso in esame oltre 1.900 volontari ambosessi con un’età superiore ai 65 anni ed in perfetta forma fisica, chiedendo a quest’ultimi di indicare quanto spesso si fossero recati a fare shopping negli ultimi 5 anni scegliendo tra le diverse opzioni: “mai”, “talvolta”, “spesso”, quasi sempre. Risultato? “Stando ai risultati offerti dal nostro studio, è più che lecito pensare che lo fare acquisti, se eseguito in maniera costante, sia in grado di calmare ansia, tensione e stress e migliorare l’aspettativa di vita degli…

View original post 180 altre parole

da La Stampa: WhatsApp non condividerà i dati dei propri utenti con Facebook in Europa

Grazie a un’indagine dell’ICO britannica, WhatsApp si impegna a non mettere più a rischio la privacy degli utenti, adeguandosi al Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali che entrerà in vigore a maggio nell’Unione europea.

LUCA SCARCELLA
L’ICO (Information Commissioner Office) del Regno Unito ha raggiunto un accordo con Facebook e la sua app di messaggistica WhatsApp affinché non condividano i dati degli utenti per scopi diversi dall’elaborazione delle funzioni di base. WhatsApp e Facebook non saranno multate, e l’ICO ha ottenuto l’impegno da parte della chat, tra le più usate al mondo, a non condividere i dati personali dei propri utenti con Facebook in futuro, fino a quando i due servizi non potranno farlo in modo conforme al regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). .. continua su: WhatsApp non condividerà i dati dei propri utenti con Facebook in Europa – La Stampa

da ANSA.it Donna morta a Olbia, indagato compagno: era stato già denunciato 

Caduta dal quinto piano di un hotel, lui in passato denunciato

Marco Messina, olbiese di 44 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati in seguito allamorte della sua compagna Magdalena Monika Jozwiak, 39 anni, polacca, caduta dalla finestra di unasuite al quinto piano dell’hotel Panorama di Olbia.

L’inchiesta coordinata dal procuratore di Tempio Pausania, Andrea Garau e affidata ai carabinieri del reparto territoriale di Olbia guidati dal colonnello Alberto Cicognani, dovrà stabilire se si sia trattato di una morte volontaria, di un incidente o di un femminicidio: per ora nei confronti dell’uomo, giardiniere e manutentore, non c’è un’accusa precisa.

Le testimonianze raccolte dagli investigatori raccontano di urla e rumori prima della caduta avvenuta all’alba di ieri. In passato, a quanto pare, lei aveva denunciato l’uomo per maltrattamenti. Messina ha affermato di non essersi accorto di quello che stava accadendo, di aver sentito quel tonfo, di essersi affacciato alla finestra e di essersi poi precipitato giù per le scale.© ANSA

Sorgente: Donna morta a Olbia, indagato compagno: era stato già denunciato – Sardegna – ANSA.it

da Il Mattino di Padova. Padova, la catena samaritana dei trapianti 

Il professor Paolo Rigoyyi e la dottoressa Lucrezia Furlan PADOVA. Non solo il Centro per i trapianti di rene dell’Azienda ospedaliera-Università di Padova è il primo in Italia per numero di trapianti eseguiti – oltre 2.200 in trent’anni – ora è anche il primo al mondo ad aver avviato una catena “samaritana” da donatore deceduto.

Un paziente in attesa di trapianto aveva un familiare pronto a donargli un rene, ma fra i due non c’era compatibilità.

In casi come questo, quando è possibile si ricorre al trapianto in modalità “cross-over” ovvero incrociando due coppie di paziente-donatore la cui compatibilità si incroci.

In concreto viene data la possibilità a una coppia donatore-ricevente, tra loro incompatibili, di ricevere e donare un rene incrociando le loro compatibilità immunologiche con quelle di altre coppie donatori-riceventi nella stessa condizione… continua su: Padova, la catena samaritana dei trapianti – Cronaca – Il Mattino di Padova

da Il fatto Quotidiano, Redditi dei politici, nel 2017 Angelucci-Piano i più ricchi. Tra i ministri vince Fedeli, tra i leader sale Grillo 

Tra i parlamentari i “paperoni” sono Niccolò Ghedini, Renzo Piano e Giulio Tremonti: il senatore azzurro ha dichiarato 1.623.533 euro nel 2017, l’archistar arriva a 2.990.294 euro cumulando i redditi percepiti in Francia e in Italia, l’ex ministro del Tesoro dei governi Berlusconi ha guadagnato 2,1 milioni.

Come nel 2016, nel governo Gentiloni la più “ricca” è la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, che nel 2017 ha dichiarato 182.016 euro. Segue il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, con 166.264 euro.

Il titolare dell’Economia, Pier Carlo Padoan, si attesta 122.457 euro, mentre il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è a quota 107.401. E’ quello che emerge dalla documentazione pubblicata sul sito Parlamento.it… continua su: Redditi dei politici, nel 2017 Angelucci-Piano i più ricchi. Tra i ministri vince Fedeli, tra i leader sale Grillo – Il Fatto Quotidiano

da Repubblica. Boris Johnson: “Skripal avvelenato su ordine di Putin”. Polizia: Glushkov è stato strangolato

Il referto sulla morte dell’esule, amico dell’oligarca anti-Putin Berezovski, parla di “morte per compressione del collo”. Il ministro degli Esteri britannico: “Gas nervino nelle nostre strade, nelle strade d’Europa”.

L’ipotesi: la valigia di Yulia Skripal impregnata della sostanza letale. Inchieste aperte anche in Russia: “Pronti a collaborare”. Gentiloni: “Legittimo chiedere risposte a Mosca”16 marzo 2018659LONDRA – E’ “assolutamente probabile” che l’ordine di usare l’agente nervino contro l’ex spia russa Sergei Skripal e sua figlia Yulia in territorio britannico (avvelenati in un centro commerciale di Salisbury, ndr) sia partito direttamente da Vladimir Putin.

Lo ha detto il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, sottolineando, con ulteriore durezza e chiarezza, che “la nostra contesa è con il Cremlino di Putin e le sue decisioni”. “Noi crediamo che sia probabile in modo schiacciante – ha insistito Johnson -, che sia stata sua la decisione di usare un agente nervino nelle strade della Gran Bretagna, dell’Europa, per la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale”… continua su: Boris Johnson: “Skripal avvelenato su ordine di Putin”. Polizia: Glushkov è stato strangolato – Repubblica.it

Quando l’altoparlante della MM ci informò dell’agguato a Moro

16/03/1978 Roma via Fani, l’onorevole Aldo Moro viene rapito dalle Brigate Rosse, e vengono uccisi i 5 uomini della scorta (Domenico Ricci, Oreste Leonardi, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera, Francesco Zizzi) . Nella foto il luogo dell’attentato.

La mattina del 16 marzo mi alzai presto nonostante la sera precedente avessi fatto tardi alla piccola festa per il mio compleanno. Di buon’ora arrivai a Milano e raggiunsi Carlo Fusaroli, uno dei fondatori dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo, che voleva parlarmi di un’opportunità di stage estivo al Mattino di Padova, che avrebbe esordito in edicola un paio di settimane dopo. Poi, prima delle 11, raggiunsi a piedi la stazione della MM di piazzale Loreto. Sulle banchine della Linea Rossa erano assiepati in centinaia, molti più di quanti ne trovassi di solito a quell’ora. “Niente treni”, mi disse un ragazzo che conoscevo di vista… continua su: Quando l’altoparlante della MM ci informò dell’agguato a Moro

da Repubblica: SE PUTIN UNISCE L’OCCIDENTE di Vittorio Zucconi

"Strane cose", il blog di Ettore

Doveva essere la Russia a ricomporre almeno l’apparenza di un fronte delle democrazie occidentali e a restringere quell’oceano Atlantico che Trump stava allargando. Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania e presto Canada e persino il minuscolo Lussemburgo hanno sottoscritto o sottoscriveranno una sorta di nuovo, mini Patto Atlantico per fronteggiare quella che ormai anche Trump ha dovuto riconoscere come la nuova minaccia russa. Se per ora da questa improvvisata alleanza ad hoc sembra esclusa l’Italia – nonostante la solidarietà a Londra espressa da Gentiloni e Alfano – forse l’assenza si spiega con la totale incertezza e la confusione politica che regna a Roma, dove i due partiti vincitori delle elezioni hanno scoperte simpatie per Putin, come la Lega, o vivono di acrobazia e ambiguità, come il Movimento Cinque Stelle.
Il presunto successo internazionale di Vladimir Putin che aveva riportato Mosca al centro o non più ai margini della politica internazionale…

View original post 583 altre parole

dal Fq: Processo P3, condannato a 6 anni e 6 mesi Flavio Carboni. Un anno e tre mesi a Verdini per finanziamento illecito

"Strane cose", il blog di Ettore

dal Fatto quotidiano online

La P3 fu un’associazione segreta“. La prima verità processuale sulla loggia è arrivata da Roma, dove al termine del procedimento di primo grado i giudici della IX. sezione penale hanno condannato a sei anni e sei mesi il faccendiere Flavio Carboni – l’uomo d’affari condannato per il crack del Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, e imputato ma assolto per l’omicidio del banchiere – e a quattro anni e nove mesi Arcangelo Martino. L’ex senatore di Forza Italia Denis Verdini, invece, è stato assolto dall’accusa di far parte dell’associazione, ma condannato a un anno e tre mesi (e a pagare una multa di 600mila euro) per il solo finanziamento illecito al partito, per lui la procura aveva chiesto una pena a 4 anni.

Otto condanne per violazione legge Anselmi e altri reati
In tutto sono state otto le condanne. Per i reati…

View original post 521 altre parole

da Repubblica: La sentenza dell’Europa GIÙ LA MAFIA DALLE INSEGNE di Attilio Bolzoni

"Strane cose", il blog di Ettore

L’Europa fa un passo avanti che sembra piccolo ma che piccolo non è. Perché è un segnale, l’indizio di un cambiamento culturale nei confronti di qualcosa che fuori dai confini nazionali è sempre stato considerato “tipico”, “pittoresco” e soprattutto “innocuo”. Da oggi in poi quella parola non si potrà più usare per vendere un prodotto italiano, per confondere il nostro buon cibo con un marchio che evoca lutti e sangue. Utilizzare la parola “ Mafia” fra un piatto di spaghetti e una pizza è un’offesa e una vergogna. Ed è pure «contrario all’ordine pubblico».
Con una sentenza che chiude definitivamente la querelle fra lo Stato italiano e la catena di ristoranti spagnoli chiamata La mafia se sienta a la mesa ( La mafia si siede a tavola), il Tribunale europeo dichiara nulla la registrazione di quel marchio commerciale e vieta alla società che controlla gli esercizi di promuovere la mafia…

View original post 449 altre parole

Lino Balza: Preoccupazioni per i lavoratori Solvay. Stato di agitazione sindacale

balza-lino2

Lino Balza: Preoccupazioni per i lavoratori Solvay. Stato di agitazione sindacale

Alessandria: Preoccupazioni per i lavoratori Solvay. Stato di agitazione sindacale. Solvay Speciality Polymers entro la metà del 2018 cederà l’impianto chimico di Porto Marghera alla società Alkeemia.

Con questa vendita, dopo la chiusura di Bussi sul Tirino, il gruppo Solvay specializzato in polimeri fluorurati si ridurrebbe al solo stabilimento di Spinetta Marengo (600 dipendenti), con la propaggine del centro direzionale di Bollate. E qui ad Alessandria si estendono le apprensioni sindacali, che in Veneto hanno già indotto la CGIL a dure prese di posizione: “si tratta di svendita”.

Infatti il sito di Marghera, che fornisce acido fluoridrico a Spinetta, finora era sempre stato considerato dall’impresa “una produzione strategica per gli equilibri degli impianti del Gruppo”. In questi casi i sindacati temono l’effetto domino, ovvero “la strategia della vendita a pezzi” incentivata dagli “sconti” che gli acquirenti  possono pretendere quando sussistono gravi criticità ambientali. Continua a leggere “Lino Balza: Preoccupazioni per i lavoratori Solvay. Stato di agitazione sindacale”

La luce è soffusa, di Laura Neri poesie

29249411_1798301030188417_3304164371909478719_n

La luce è soffusa, di Laura Neri poesie

La luce è soffusa
ma sei accanto a me
voliamo nel sogno
parliamo attraverso la luce
che bagna i nostri sguardi
…..mi sorridi
ed esulto
sta gorgando acqua fresca
nel deserto silente
Brividi mi percuotono
il mio cuore è stanco
ma danza ancora
è una danza lenta lenta
ma ricca di promesse
la pelle…
…..si increspa….
è la tua vicinanza
….accarezzami amore
@Laura

Ennesimo Furto al Cristo, Mutti “Più controlli, potenziamo la Caserma di Via Casalbagliano, non ne possiamo più

Ennesimo Furto al Cristo, Mutti “Più controlli, potenziamo la Caserma di Via Casalbagliano, non ne possiamo più

La Securpol Group il 3 aprile al via i controlli notturni

Dal 3 di Aprile al Via i controlli della Securpol in Corso Acqui !

Alessandria:“Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, la Securpol Group ci ha comunicato l’avvio dei controlli notturni inizialmente in corso Acqui poi vedremo se estendere in futuro il servizio anche in altre zone del Quartiere. Speriamo sia un deterrente per scoraggiare coloro che continuano a delinquere sul Nostro Territorio in ultimo questa notte al Centro Incontro Cristo. Non ne possiamo piu’, siamo al limite la Gente è stanca”

Sono le parole amare del Presidente dei Commercianti di Corso Acqui Roberto Mutti. L’Associazione si sta attivando per richiedere agli organi competenti l’aumento di personale presso la Caserma dei Carabinieri di Via Casalbagliano. Continua a leggere “Ennesimo Furto al Cristo, Mutti “Più controlli, potenziamo la Caserma di Via Casalbagliano, non ne possiamo più”

RFI, LINEA GENOVA – RONCO SCRIVIA: MODIFICHE AL PROGRAMMA DI CIRCOLAZIONE DEI TRENI

rfi_logo

RFI, LINEA GENOVA – RONCO SCRIVIA: MODIFICHE AL PROGRAMMA DI CIRCOLAZIONE DEI TRENI

·         sabato 17 e domenica 18 marzo

·         per importanti interventi di potenziamento infrastrutturale

Genova, 16 marzo 2018

Modifiche al programma di circolazione dei treni sulla linea Genova – Ronco Scrivia sono in programma nel prossimo fine settimana, 17 e 18 marzo, per consentire a Rete Ferroviaria Italiana di effettuare interventi di potenziamento infrastrutturale.

Nello specifico, sarà realizzata una passerella pedonale a Serra a Morego (GE), migliorato il sistema di regimentazione delle acque tra Ronco Scrivia e Busalla con la realizzazione di due nuovi tombini al di sotto della la linea ferroviaria e si svolgeranno attività propedeutiche alla costruzione del sottopasso pedonale di Genova Bolzaneto. Continua a leggere “RFI, LINEA GENOVA – RONCO SCRIVIA: MODIFICHE AL PROGRAMMA DI CIRCOLAZIONE DEI TRENI”

COME GABBIANI, di Ester Mastroianni

Come Gabbiani

COME GABBIANI, di Ester Mastroianni

COME GABBIANI

Sento il tuo sussurro
destarmi dal sonno …
mi stringi vicino,
il mare inventa nuove onde

< mi culla la tua melodia >

Dolci sono le note,
mi guardi e confusa
non so resistere, al vento
mi abbandono …

< mi rendi radiosa >

Come due gabbiani
mi accompagni
in volo sul mare,
vieni …
supereremo
azzurre lontananze

ester@mirella M P