Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

rossetto

E poi noti il mio pallore avido
come di stella che sta per morire.
Appoggi gli occhi.
Innaffi uno sguardo.
Nulla e’ in ordine.
Gli anni si scompongono,
così la poesia.
Ecco, ora ha le vesti lacere.
La lirica dolente.
Non si concede
a me che sono ladra.
A me che cerco
l’ ultimo verso.

View original post