La magia del mare d’inverno

The House on the Baobab

Amo l’atmosfera che si respira in spiaggia durante il periodo invernale.
Dopo il trambusto estivo le spiagge si svuotano, non ci sono più sdraio ed ombrelloni sparsi qui e lì, i lidi finalmente danno una tregua al panorama, e chi ama il mare in tutti i suoi aspetti può finalmente goderselo appieno.
Passeggiare lungo la riva al tramonto, ascoltando il suono delle onde e respirando il profumo della salsedine, ignorando il freddo e il gelido vento che graffia la pelle.

Mare d'inverno

Per un attimo sembra quasi essere piacevole la sensazione delle mani congelate e il lacrimare leggero degli occhi sensibili al vento.
E proprio quando volgi lo sguardo verso i colori tenui del tramonto, nel cuore puoi avvertire una sensazione di meraviglia che ti porta ad attendere fino al crepuscolo e poi la sera.

Ancora più magico è recarsi in questi stupendi luoghi con la persona amata, tenersi per mano mentre…

View original post 521 altre parole

Woodland, tutt’uno col bosco.

The House on the Baobab

I boschi sono luoghi carichi di energia.
Tutte le volte che mi ritrovo a camminare all’interno di un bosco, la mente si svuota dai pensieri negativi e l’immaginazione prende a viaggiare.
Credo fermamente che poter creare immagini e scattare fotografie al cospetto di alberi imponenti ed antichi sia un vero e proprio privilegio.
I boschi emanano una specie di speciale magia che tutte le volte cerco di intrappolare all’interno delle mie fotografie e dei ritratti che realizzo.Valentina di Riso

Tutte le volte l’atmosfera, i colori e le luci mi emozionano, e spero sempre di riuscire a trasmettere tali emozioni sia a chi sta posando per me in quel momento, sia a chi guarderà la fotografia, così dal riconoscere la bellezza di questi luoghi.

Scattare immersi nella natura è un privilegio.

E con la fotografia ho potuto conoscere anche altre persone che amano la vita a contatto con la natura, come Lucia

View original post 572 altre parole

Chicago Botanic Garden – a paradise for all senses

Whisper

There are places where nature and the human have worked together and created such a beauty that we can admire and enjoy with all our senses.

In response to the weekly photo challenge sweet the first thing that comes to my mind are the hundreds of photos made with my children. I choose this photo made in the amazing Chicago Botanic Garden. I believe I managed to capture a special moment, the big brother helping his sister to climb on the rock.

bg

I hope they will love and support each other for the rest of their lives like they do now.

Please enjoy the rest of the photos from the garden.

DSC06528DSC06521DSC06541DSC06504DSC06476DSC06548DSC06549DSC06533DSC06537DSC06585DSC06563DSC06557DSC06516DSC05489DSC05482DSC05495DSC06598DSC06602

Even by watching the photos I have a feeling my batteries are recharging. It’s definitely a place I recommend for a visit if you find your self in Chicago.

View original post

Street View

The House on the Baobab

Fotografando qui e lì le persone, ti rendi conto che ognuno ha un proprio stile, di conseguenza, ognuno è fatto per un tipo di fotografia da realizzare in un certo contesto.
Per quanto io ami fotografare nella natura, cercando di unire il soggetto con il paesaggio circostante, devo ammettere che non tutti sono in completa confidenza con questo tipo di fotografia, e comprendendo questo ho poi capito di dover essere più versatile e ad aprirmi a più situazioni fotografiche, rimanendo comunque nel mio stile.
Così ho cercato altri panorami, visuali e look differenti, e mi sono accorta che alcune persone sono per un certo tipo di foto anziché per un altro, e che non mi dispiace affatto realizzare fotografie che non siano in natura.
Amo creare e raccontare attraverso la fotografia, e sto cercando sempre più di aprire la mia mente, osservare ciò che mi circonda, imparare meglio da “

View original post 208 altre parole

Couple Stories, raccontare l’amore.

The House on the Baobab

Quando mi chiedono di raccontare una storia d’amore attraverso la mia fotografia, cerco di farlo nella maniera più naturale possibile.
Mi piace realizzare immagini  spontanee, e concentrarmi quindi su sguardi,gesti e (se vi sono) sorrisi naturali.
Penso che ogni coppia di innamorati abbia la propria maniera di amarsi, l’amore è qualcosa che non si spiega ed è impossibile standardizzare (quando è reale).
Ho voluto mostrare questo creando due progetti differenti tra loro, ma con qualcosa in comune: lo stare bene insieme.

Il primo, con Alessandra e Sebastiano, è stato realizzato in un ambiente caldo e completo, in atteggiamenti confidenziali e in un certo senso gioiosi.
In questo caso mi sono concentrata su un’armoniosa convivenza tra due anime, un’amore dolce e sereno.

Qui le foto:

Dopodiché ho pensato ad immortalare un amore molto più forte e in un certo senso simbolico.
Col progetto “All I Need”, con…

View original post 168 altre parole

Caro vecchio Monte Faito

The House on the Baobab

il Monte Fato, un luogo immerso nella natura un tempo meta turistica, ad oggi quasi dimenticato.
I miei genitori mi raccontano spesso di quando questo posto una volta veniva vissuto, e poi ad un certo punto anche fin troppo sfruttato.
Una volta intere famiglie si riunivano per passare una giornata nei boschi per un picnic o una passeggiata, ma non tutti avevano un gran rispetto per ciò che li circondava, e infatti ho sporadici ricordi di quando da bambina le persone ancora salivano e scendevano da questo Monte e lasciavano sporcizia ovunque dopo aver banchettato, mentre mia madre raccoglieva minuziosamente tutto e ne faceva un sacchetto della spazzatura che poi avremmo gettato una volta arrivati a casa. Come è giusto che sia.
Oggi però il Monte Faito vive nel silenzio e nella tranquillità, cosa non molto positiva per i pochi commercianti ancora presenti sul posto. A volte penso che sia…

View original post 615 altre parole

Dalla parte di chi posa

The House on the Baobab

Leggo spesso di suggerimenti da parte di fotografi con una certa esperienza per quanto riguarda il comportamento da mantenere con chi sta posando, per assicurarsi una collaborazione tranquilla per ottenere poi buoni risultati.
Se c’è una cosa che cerco di mettere sempre al primo posto durante uno shooting è proprio quello di mettere a proprio agio chi in quel momento sta posando per me, specialmente se si tratta di qualcuno che non è abituato alla presenza di una fotocamera o che non aveva mai fatto uno shooting prima. Questo non perché mi è stato detto, anzi  posso dire che è una di quelle cose che non ho imparato da qualcun altro, piuttosto ho appreso dagli errori altrui e dalle lamentele delle persone che si sono ritrovate davanti ad un obiettivo con fotografi stressanti o esageratamente noiosi.
La mia non è una critica da fotografa ma da cliente: nel senso…

View original post 322 altre parole

Un corazón congelado

elcorazondelmar

image.jpeg

Le decía que no, que esperara, que fuera hacía frío, tal vez nieve sucia para hacerlo resbalar. Que dejara aparcado su ímpetu, que se contuviera, que no debía salir.

Yo no soy su dueña, lo sé. ¿Cómo corregir lo que a veces no razona? Mi vida se quedaría hueca sin él. No me escuchaba y cual dominador rebelde no me daba opción.

¿Alguien lo conoce como para pararlo cuando se desborda en esa locura de mostrar su verdadera naturaleza? Deseaba deslizarmemontaña abajo con él, pero esquiar de forma correcta sin él. Una dicotomía difícil.

Le pregunté si había tenido algún disgusto reciente, si un mal rato le había alcanzado, si tenía algún problema… Silencio.
Se lo pensó y me respondió.
__ No, ninguno.
__ Me mintió.

El corazón también llora cuando se encuentra sin coartada y congelado para poder liberarse y sentir.

View original post

Un tiempo a destiempo

elcorazondelmar

iO2Xy4lqSdSuQMHusHY8RQ

Como no me dejas entrar en tus silencios,  a través de mis palabras quiero y deseo que penetres en los míos. Sabes que yo no me resisto a callarme y tengo la necesidad de escribir lo que pienso que es lo mismo que mi corazón siente.

Me dejas siempre en los puntos suspensivos que posteriormente, cuando mi ánimo se serena los traduzco en sueños, en imágenes que están ahí y apenas percibes, en frases soslayadas que no me dejas terminar y en eso, en silencios que yo solo oigo.

¿Aprovechar el tiempo? ¿Vivirlo? Dime cómo porque yo no lo sé. Mi corazón y mi cerebro están cansados y el hoy no es ayer porque el mañana ya será destiempo, como casi todo. Los sentimientos no aceptan previsiones.

He sido siempre una soñadora de imposibles en aquello que me hizo vivir y por lo que yo me desviví también, pero era…

View original post 64 altre parole

Hasta aquí

elcorazondelmar

image

Hace tiempo que ya di estas cartas por encabezadas. Lo daba por sobreentendido. Desearía seguir como hasta ahora, pero no puedo. Hay algo que me impide avanzar, algo así como llevar piedras en los pies. Mi salud física y mental me lo impide. Todo está en mi cabeza y la conexión con lo que mis palabras pudieran dejar por aquí está muy debilitada. No llega señal alguna.

Necesitaría tu ayuda, pero estás lejos, muy lejos. Tanto que no hay constelaciones que puedan unir ni tan siquiera tus palabras a las mías y eso que tenemos más medios que nunca, pero los silencios son tan fuertes que debilitan cualquier acercamiento. No me voy del todo porque nunca llegué. Así pues estoy donde siempre. Me encontrarás cuando desees buscarme.

Gracias a todos los que habéis estado aquí, por leerme y comentar, gracias a MC por visitarme a diario y gracias por supuesto…

View original post 164 altre parole

Palabras en equilibrio

elcorazondelmar

image

Contigo siempre dejo diálogos abiertos para poderlos retomar en momentos de angustia y soledad, pero no me sirven de nada. Esto de extrañarte cada vez más me preocupa y mucho. Soporto el estar confundida con lo que guarda la mente y el corazón con la edad aunque imagino a veces tu sonrisa por lo que por aquí te dejo, pero créeme que es mi corazón el que escribe y ese no miente.

Patrick Süskind recomendaba leer las cartas de amor de uno mismo con un alejamiento en el tiempo de unos veinte o treinta años. Yo no voy a poner un plazo tan largo ya que es probable que pasado un tiempo y siempre de forma inesperada, pero segura, yo ya esté al otro lado del mundo.

Pero…¿por qué pienso en estas cosas? Hago lo que otros ya hicieron antes que yo, sufrir y vivir, no sé si por ese…

View original post 51 altre parole

El tropiezo

elcorazondelmar

O9%QCaVVQ6OLNGlgE+9Alg

No, no estaba, no está tan lejos. La inspiración  que hace desempolvar las palabras de tu cerebro para traerlas aquí está siempre más cerca de lo que crees, no en tu cabeza,  al lado tuyo. Y la felicidad también. No hace falta escalar cerros remotos, ni patear valles, ni tan siquiera como es mi caso, ir a mojarse los pies a ese trozo de orilla en donde a veces descanso mi alma junto a las gaviotas.

No ha escampado todavía, pero veo el sol. La presencia de las emociones no sé si está al final o al principio, pero sé que está. La percibo, la siento, la vivo. El continuo esperar cuando puede no esperarse nada siempre habrá sido sin saberlo esa inspiración que estos días me ha faltado para imaginar todo, sufrir mucho y no ser al final nada.

Llorar en mi torpeza solo me ha hecho empañar lo…

View original post 83 altre parole

UN ABBRACCIO..

liberipensieriweb

quanti abbracci date in un giorno? vi chiederete che cacchio di domanda è, ma pensateci.

Abbracciare qualcuno è un dei più significativi gesti che si possa fare, significa affetto, amicizia, amore, vicinanza, condivisione e altro ancora.

Mio figlio piccolo ( 11 anni piccolo per modo di dire ) spesso viene e mi abbraccia e io ricambio, quando camminiamo vicini vuole che gli cinga le spalle, non mi chiede più la mano perchè quello è da piccoli ma l’abbraccio si, mia figlia grande ( 20 anni lei si è grande ) spesso mi si butta addosso e vuole essere abbracciata e coccolata e io adoro farlo, mi piace abbracciarla, stringerla dolcemente e trasmetterle il mio affetto e amore infinito.

Ma con estranei alla famiglia? non dovrebbe cambiare poi molto, dipende dal grado di conoscenza e amicizia dell’interlocutore, alle volte ci si sente in imbarazzo a compiere gesti troppo..affettuosi, ma se il…

View original post 49 altre parole

UNA GIORNATA COSÌ..

liberipensieriweb

tante cose da fare, libri che potrei leggere, riviste di informatica che mi aspettano, serie tv che aspettano di essere finite, e io… In stato vegetativo che mi trascino dal letto al divano alla finestra al divano con lo sguardo perso e il cervello spento, si proprio spento.

Su i mobili un velo di polvere, l’acqua di “pescione” che diventa sempre più rossa e lui che Mi guarda come dire.. Quando me la cambi?

Fuori non piove più ma domani è prevista ancora pioggia e io ho una mezza da correre a Vigevano, non ho ancora deciso come vestirmi…

Le unghie della mano sinistra sono mangiate quelle della destra ancora resistono.. Ci sarà una spiegazione? Si ma lascio a voi trovarla.. I ragazzi si sono murati in camera loro, se il maschio esce è solo per accendere l’xbox, l’altra non esce e rimane sotto la coperta di pile…

L’unica attiva…

View original post 43 altre parole

A Serravalle Scrivia dagli Emirati Arabi alla scoperta dei segreti dell’Outlet

2186856_1521209836-kcNI-U1101286917139885E-1024x576@LaStampa.it

Tappa in provincia per un gruppo di manager governativi e del settore petrolifero

Non erano studenti qualsiasi quelli arrivati ieri in provincia di Alessandria dall’Università di Abu Dhabi (capitale degli Emirati Arabi Uniti): si trattava di professionisti senior, anzi di manager, che frequentano il Master of Strategic Leadership per uno scatto di carriera. Erano 13, tutti provenienti dal mondo petrolifero o che lavorano nel settore governativo.  Interessati all’Italia dal punto di vista economico, ma soprattutto alle eccellenze del business, che hanno particolarità da studiare e da cui si può imparare qualcosa. Sono stati a Parma, a Milano. La terza tappa era in provincia di Alessandria, precisamente al Designer Outlet di Serravalle Scrivia, interessante perché è il più grande d’Europa e per i meccanismi che si instaurano tra la direzione (con cui hanno potuto interagire) e i brand, fra i più importanti al mondo.  Accompagnati da Alessandro Lanteri, professore al master e originario di Casale Monferrato, hanno potuto fare le domande giuste a Daniela Bricola, la direttrice dell’outlet. Che ha presentato il suo centro e parlato soprattutto dei flussi di stranieri e di come questi devono essere gestiti e previsti. «Per noi è fondamentale l’esperienza di acquisto, che deve essere fantastica per tutti i clienti del designer outlet. Continua a leggere “A Serravalle Scrivia dagli Emirati Arabi alla scoperta dei segreti dell’Outlet”

DISPERSIONE SCOLASTICA, SCUOLE APERTE D’ESTATE: STANZIATI 280 MILIONI DI EURO

IMG-20171013-WA0042

PON Scuola, aperture estive contro la dispersione e competenze di base: stanziati 280 milioni di euro 

Roma, 12 marzo 2018 – Ridurre il fallimento formativo precoce e la dispersione scolastica, rafforzare gli apprendimenti linguistici, espressivi, relazionali e creativi nonché lo sviluppo delle competenze in lingua madre, lingua straniera, matematica e scienze. Sono gli obiettivi dei due Avvisi PON “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 dedicati rispettivamente a progetti di inclusione sociale e lotta al disagio e all’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico, 130 milioni di euro le risorse stanziate, e a progetti di potenziamento delle competenze di base in chiave innovativa, con risorse pari a 150 milioni di euro. Con il primo avviso, le scuole statali di ogni ordine e grado, di tutte le Regioni italiane ad eccezione della Valle d’Aosta e della provincia autonoma di Trento destinatarie di un avviso specifico, potranno presentare progetti per attività extracurricolari per un monte totale di 220 ore (6 ore a settimana in più) che consentano di tenere gli istituti scolastici aperti nel pomeriggio, il sabato, nei tempi di vacanza, in luglio e settembre. Continua a leggere “DISPERSIONE SCOLASTICA, SCUOLE APERTE D’ESTATE: STANZIATI 280 MILIONI DI EURO”

NEBRODI, TRUFFA ALL’INPS. 53 FALSI BRACCIANTI DA CAPO D’ORLANDO A S. AGATA DI MILITELLO, UNA TRUFFA DA 155.000 EURO

gdf-auto-logo

Guardia di Finanza della Tenenza di Patti, conclusione indagini sul titolare di un’azienda agricola formalmente operante a Ficarra e di 53 falsi braccianti, fittiziamente assunti. Nell’atto giudiziario, notificato da militari delle Fiamme gialle di Catania, Riposto, Capo d’Orlando e Sant’Agata di Militello, si contesta una truffa agli istituti previdenziali ed assistenziali da 155.000 euro.

Patti (Me), 10/03/2018 – Gli agenti della Guardia di Finanza della Tenenza di Patti, nell’ambito di accertamenti per il contrasto alle frodi nella spesa pubblica, sta notificando un’avviso di conclusione indagini nei confronti del titolare di un’azienda agricola e di 53 falsi braccianti, che sarebbero stati fittiziamente assunti. Nell’atto giudiziario, notificato anche da militari delle Fiamme gialle di Catania, Riposto, Capo d’Orlando e Sant’Agata di Militello, si contesta una truffa agli istituti previdenziali ed assistenziali da 155.000 euro. L’importo è complessivamente riferito ad indennità di malattia, maternità e disoccupazione indebitamente percepite, in concorso, da tutti i consapevoli finti braccianti. L’indagine, coordinata dalla Procura di Messina, è stata avviata dopo una segnalazione dell’Inps sulla possibile assunzione di falsa manodopera agricola. Continua a leggere “NEBRODI, TRUFFA ALL’INPS. 53 FALSI BRACCIANTI DA CAPO D’ORLANDO A S. AGATA DI MILITELLO, UNA TRUFFA DA 155.000 EURO”

El diablo que quería ser ángel, o viceversa by mabm

TEJIENDO LAS PALABRAS

b49023a00af145d1bd7b5fbff92531d6 Imagen de Pinterest

No deseaba otra cosa en su infinita andadura que ser aquello que no era. En su imparable empeño, recorrió el mundo entero buscando la manera.

Viajó a distintos momentos y lugares. Conversó con los filósofos clásicos, departió con los artistas y científicos renacentistas, se instruyó en las artes oscuras y abrazó la luz combatiendo la ignorancia y la superstición.

Hasta que llegaron unos tiempos en que daba igual lo que fuera, nadie le juzgaría por lo que era, sino por lo que aparentara ser. Lo que importaba no era cuan oscura o blanca fuera su alma, sino la piel que la envolviera.

View original post

Pienso by mabm

TEJIENDO LAS PALABRAS

IMG_20180311_091435 Imagen de Pinterest

Al caer la noche se enciende el cielo y lleno páginas enteras de ti… Porque cuando te escribo, te hago el amor entre líneas; porque si me lees, de algún modo me correspondes. ¿Cómo es eso de que el último pensamiento del día es para quien nos tiene robado el corazón, o algo así?

Pero con los primeros rayos de sol hago de mi manuscrito borrón y cuenta nueva. Dicen que una empieza a curarse cuando “el primer pensamiento de la mañana ya no es para él” (María Dueñas, El tiempo entre costuras).

Pero la noche te trae de nuevo a mi memoria… Y vuelta a empezar.

Marzo 2018

View original post

LINGUA E CULTURA GIAPPONESE

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

in collaborazione con l’Associazione Events Planning

organizza

IL CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DELLA LINGUA GIAPPONESE

 un corso base in 30 ore di lingua e cultura giapponese per principianti assoluti

Quando:

a partire dal 2 maggio 2018, ogni mercoledi dalle 16.00 alle 18.00.

Dove

nei locali di Qui e Ora, via Pasubio 27 Cagliari

Conduce: Nella Fiori.

Programma del corso:

– alfabeto hiragana
– alfabeto katakana
– introduzione allo studio dei kanji

elementi grammaticali

– costruzione della frase semplice
– introduzione alla classificazione dei verbi ichidan e godan
– verbi suru-aru e iru

esercizi di scrittura e lettura

Parte lessicale

– espressioni base di conoscenza
– saluti
– numeri
– chiedere l’ora
– tempo atmosferico
– la famiglia
– il cibo

Tematiche culturali:

feste, usanze, numerologia, inchino e biglietto da visita, bon ton a tavola

Info e Iscrizioni: 327 0544471 (Roberta Sirigu) – qui.eora@libero.it (specificare…

View original post 234 altre parole

Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Corso formativo della dottoressa Laura Scano.

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

iqui-e-ora-logo--sito-su-documenti

propone

Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

 Corso formativo rivolto a professionisti e studenti

Il corso è rivolto ad insegnanti, educatori, pedagogisti e psicologi, a cui si propone di offrire le informazioni di base per promuovere l’individuazione precoce e l’intervento tempestivo sui casi di DSA, al fine di favorire un adattamento ottimale del bambino alla vita scolastica, viste le ricadute emotive che tale disturbo può avere sulla sua autostima, sul suo successo scolastico e sul suo futuro lavorativo e professionale.

Il corso si rivolge anche a studenti universitari (laureandi in pedagogia, psicologia, scienze della formazione primaria).

Il corso di formazione di 10 ore ha inizio il 7 maggio dalle 18.30 alle 20.30 per un totale di 5 incontri.

Si rilascia l’attestato di partecipazione.

PROGRAMMA

1° incontro:     Apprendimento e variabili implicate

DSA (definizione e fattori di rischio)

Screening e identificazione precoce dei casi a rischio di DSA

Legislazione, modelli organizzativi e fornitura…

View original post 229 altre parole

CAMPANE TIBETANE. La vibrazione armonica ancestrale.

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

iqui-e-ora-logo--sito-su-documenti

presenta

CAMPANE TIBETANE

La vibrazione armonia ancestrale

workshop teorico-pratico di Roberto Konserva

2Campane-Tibetane-web

Questo Workshop teorico-esperienziale si pone l’obiettivo di:

  • Conoscere le origini e le nozioni base riguardanti questo meraviglioso strumento.
  • Acquisire dimestichezza nell’utilizzo delle campane tibetane.
  • Imparare le tecniche di rilassamento e meditazione con le campane.
  • Apprendere le nozioni per effettuare delle sessioni sonore armoniche e dei trattamenti vibrazionali.
  • Sperimentare sia in forma attiva che ricevente tutti i concetti appresi.

In particolare si darà risalto alla parte pratica ed esperienziale del workshop. Ogni partecipante avrà la possibilità di utilizzare le campane in tutto il percorso di apprendimento con il tutoraggio dell’insegnante.

PROGRAMMA

Parte Teorica

  • Origini e storia delle campane tibetane.
  • Fabbricazione e composizione.
  • Suono, vibrazione, frequenze, armonia, entropia, benefici.
  • Risonanza ed impatto delle campane sull’uomo.
  • Tipologie campane, qualità, dimensione, percussori.
  • Suonare le campane: percussione, strofinamento, tingsha.
  • Trattamenti per il benessere su se stessi e sugli altri.
  • Tecniche di meditazione con…

View original post 241 altre parole

Sciare a Gressoney

StraVita

l’ultimo week-end ci ha portati a sciare in una nuova località, almeno per noi, Gressoney. Sinceramente non ci aspettavamo questa gita fuori porta, ma dopotutto come puoi stare a casa quando un’amica di tua moglie ti invita nella loro nuova casetta di montagna, che caso vuole si trova a 6 km da uno dei comprensori sciistici migliori di tutta la Valle d’Aosta, e per di più a soltanto 2 ore di macchina da casa?

Insomma non potevamo proprio rifiutare quest’invito. Infatti non l’abbiamo fatto. Com’è andata la nostra permanenza? Per quanto riguarda la cittadina di Gressoney dobbiamo dire che una volta tolto il comprensorio sciistico non rimane molto da visitare, soprattutto per chi, come noi, non è un amante delle racchette da neve (lo sapevate che in inglese si chiamano “Snow Foot”? letteralmente “piedi di neve”) il che in inverno soprattutto, ti preclude molti paesaggi mozzafiato, ma siamo sicuri…

View original post 254 altre parole

Legami di Como – Esperienza di volontariato

StraVita

Oggi voglio condividere con voi un’esperienza che ho avuto il piacere di provare qualche settimana fa. Grazie al portale di Couchsurfing, (CS) di cui ho ampiamente parlato nell’articolo relativo a Zurigo che trovate a questo link, sono venuto a contatto con un gruppo di ragazzi di Como, che organizza ogni mese degli eventi, a cui potrete partecipare liberamente, senza iscrizioni, tessere, o altre formalità, semplicemente presentandovi al punto di ritrovo segnalato sull’evento presente all’interno del portale di CS e portando con voi un pezzetto di cuore e di umiltà.

Questo gruppo di ragazzi si è anche dato un nome, un nome che esprime al massimo lo spirito del gruppo, “Legami”.

View original post 358 altre parole

San Domenico Ski

StraVita

Con questo articolo, mio malgrado, penso che chiuderò la serie di articoli che hanno composto, per quest’anno, la sezione “Dove Sciare” (vedi Pila-Aosta e Gressoney).

San Domenico è stata una scoperta tanto piacevole quanto inaspettata, infatti questa giornata sugli sci è nata quasi per caso durante una cena, dove un pò per scherzo e un pò seriamente, si cercava insieme al mio amico Alex, compagno d’avventure per questa giornata, un’offerta per farci l’ultima sciata della stagione. 

View original post 300 altre parole

Le 10 case più infestate dai fantasmi

Diario di Petra

castle-2833088_1920

Ciao a tutti amici, mi scuso per avervi fatto aspettare. Spero che con questo nuovo e spaventoso post riesca a farmi perdonare.

Buona lettura.

P.S: NON  adatto ai deboli di cuore!!!

10 POSTO:

Casa del violino – Scogna Sottana (SP)

la-casa-del-violino-640x480.jpg

La Casa del Violino è un’abitazione abbandonata che si trova in provincia di La Spezia. L’edificio è così chiamato perchè un tempo era abitata da un giovanissimo e famoso musicista, il quale si esercitava quotidianamente con il suo violino. Un giorno, i vicini, non sentendo più suonare il musicista decisero di entrare nella sua abitazione dove lo trovarono morto. Infatti da molti anni era affetto da una malattia che lo condusse alla morte. Dalle molte testimonianze sembra che il suono del violino si possa sentire ancora dall’abitazione. Oltre alle innumerevoli ed inquietanti urla. C’è chi dice che siano proprie le urla inascoltate del musicista in punto di morte.

En: La…

View original post 1.874 altre parole

La compassione è la chiave dell’evoluzione

ORME SVELATE

Un interessante studio dell’Università di York intuisce una correlazione tra il grado di evoluzione delle specie e la capacità di provare compassione e prendersi cura del prossimo, anche a scapito di un proprio guadagno. Per fare questo partono direttamente da un uomo di Neanderthal vissuto circa 50000 anni fa in Iraq, chiamato Shanidar 1. Aveva varie malattie e traumi, ma non è stato abbandonato e gli altri membri del branco si sono presi cura di lui. Mi sembra di vederlo, sofferente ed indifeso, sicuro che l’avrebbero lasciato morire, perché inutile, anzi dannoso per gli altri. Invece gli altri (forse una forma di Orme Svelate di Neanderthal) hanno deciso che era più importante dare le cure a quel loro simile malato, piuttosto che pensare alla propria sopravvivenza. Finora gli uomini di Neanderthal avevano un’immagine ingiustificatamente brutale e indifferente, ma in realtà non è così. È noto che i Neanderthal a volte…

View original post 182 altre parole

Essere in forma a 50 anni allontana la demenza

ORME SVELATE

Risultati immagini per Première variation sur un dos Painting, 23.6 H x 23.6 W x 1.2 in Felix Hemme Première variation sur un dos (Felix Hemme)

Spesso sottolineiamo l’importanza dell’attività fisica per il benessere mentale e per preservare anche il cervello dalla degenerazione. Uno studio appena pubblicato sulla rivista Neurology mostra che le donne con un’elevata forma fisica a mezza età avevano quasi il 90% di probabilità in meno di sviluppare demenza decenni dopo, rispetto alle donne moderatamente in forma. Quando le donne molto in forma svilupparono la demenza, svilupparono la malattia in media 11 anni più tardi rispetto alle donne che erano moderatamente in forma, cioè a 90 anni invece di 79 anni. Questi risultati sono eccitanti perché è possibile che migliorare l’idoneità cardiovascolare delle persone nella mezza età possa ritardare o addirittura impedire loro di sviluppare demenza. Tuttavia, questo studio non mostra causa ed effetto tra fitness cardiovascolare e demenza, mostra solo un’associazione. Sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se un miglioramento della forma fisica potrebbe…

View original post 200 altre parole

La gattina

"La casa nel bosco"

imagesL822PYJB

Nino è geloso delle sue sorelline e cerca di attirare l’attenzione della mamma con tanti capricci e continui dispetti.

La mamma si rende conto del disagio e capisce che per vincere la gelosia non bastano le sue attenzioni, forse un compagno di giochi speciale potrà farlo gioire.

Lo accompagna in un negozio di animali affinchè scelga un gattino tutto suo e Nino, di fronte a tante bestiole, senza esitazione sceglie una gattina bianca e nera incinta, tonda come una palla.

Lei si rifiuta, ma lui insiste: ”Questa gattina o nessun altro animale!”.

Al cedere della mamma, il ragazzo le butta le braccia al collo e dice: ”Allora tu vuoi bene anche a me!”.

La gattina ha una storia triste, è stata buttata in una scarpata in mezzo ad un groviglio di rovi vicino ad un piccolo lago nella località conosciuta come ”Le Rive” e per questo motivo la chiamano Riva!

Passano pochi giorni…

View original post 637 altre parole

La legge è pronta videosorveglianza negli Asili

Revolution Post

In Parlamento è pronta una legge installazione delle telecamere negli asili per prevenire abusi.
Ci sono bambini rinchiusi negli stanzini , bambini presi schiaffi , sbattuti contro il muro, messi fuori dalla porta seduti o sdraiati per ore.
Tanti non hanno il coraggio di parlare e vivono i traumi notturni difficili da superare , bambini che gli è stato tolto il sorriso.
C’è chi ha avuto il coraggio e a raccontato tutto alla mamma anche sotto minaccia della maestra che se avesse parlato gli avrebbe girato la testa.
Ma che persone sono queste maestre perché non si analizza la loro psiche, ridere e deridere i bambini tra maestre vantandosi di aver rotto una bottiglia in testa ad un bimbo piccolo che vittoria è?
Persone represse, frustate che vivono facendo del male riscattandosi di una vita vissuta ad un angolo, di un’infanzia infelice, e forse di violenze subite da loro stesse…

View original post 101 altre parole

Madrugada en soneto

elcorazondelmar

image

El misterio del estado de mi alma renace cada noche cuando los espacios se llenan de silencios y las superficies se vuelven transparentes.
No hay vidrieras que aíslen instantes, no cubren los visillos los cristales, no se oxidan los cerrojos y las llaves huyen de cerraduras atrancadas. Pero el corazón va en busca de un soneto cercano. Nada verdadero que nos una. Ni un instante, ni un recuerdo, ni un sueño de nada.

Préstame  tus versos, que deseo hacerlos míos, Manuel Alcántara…

Ocurre que el olvido antes de serlo
fue grande amor, dorado cataclismo,
muchacha en el umbral de mi egoísmo,
¿qué va a pasar? Mejor es no saberlo.

Muchacha con amor, ¿dónde ponerlo?;
amar son cercanías de uno mismo,
como siempre, rodando en el abismo
se irá el amor, sin verlo ni beberlo.

Tumbarse a ver qué pasa, eso es lo mío,
cumpliendo años irás en mi memoria
viviendo…

View original post 56 altre parole

A ver si…

elcorazondelmar

IMG_9357

A ver si… nos vemos…si vamos…si venimos…si somos.

Hay que utilizar las palabras no solo para entenderse, también para estar y no exiliarse. Hay quien va con pasos frágiles y así es imposible conocerse, apoyarse, entenderse y mucho menos comprenderse.

Anhelamos comunicarnos, pero también acariciarnos, mimarnos, tocarnos. Con las manos, con las mejillas, con los labios. No podemos andar a tientas con los sentimientos y parece que hoy nos avergüenza sentir. Siempre en esa disyuntiva de interrogarlo todo y no hacer nada.

Fuera de mí hay remolinos de miedo, muros de desconfianza infundados, desconocimientos cobardes que nunca encuentran la oportunidad de responder al cuándo… Y es tan fácil como… ¡Hoy! ¡Ahora! ¡Ya!

Siempre se anda  con el A ver si… pero se lanza al aire una y otra vez sabiendo que va a despeñarse sin remedio, que se derrumbará desde el punto de partida porque ya nace inclinado desde…

View original post 86 altre parole

ARS PALERMO, INVERSIONE AD ‘U’ SULLA STRADA DELLA TRASPARENZA

Zafarana-9-genn-2018-702x336

Trasparenza all’Ars, indietro tutta. M5S: “No dalla presidenza alle dirette streaming delle commissioni. È questa l’era Miccichè. Intanto lavori d’aula al palo”. La capogruppo Zafarana: “L’appiglio al regolamento, solo una scusa per oscurare il palazzo, chiederemo di cambiarlo”.

Palermo, 15 marzo 2018 – “No” alle dirette streaming delle commissioni legislative dell’Ars. Con una lettera di tre paginette sottoscritta dal presidente dell’Ars Miccichè, l’Ars fa inversione ad ‘U’ sulla strada della trasparenza di palazzo dei Normanni, tracciata nella scorsa legislatura grazie alle richieste del M5S.“Arrampicandosi sui cavilli offerti da alcuni articoli del regolamento dell’Ars, letto, ovviamente, in maniera molto più che ristrettiva – afferma la capogruppo M5S Valentina Zafarana – Miccichè ha di fatto stoppato la pratica delle dirette streaming sistematiche delle commissioni, anche di quelle, come quella Ambiente e Bilancio, che erano diventate una prassi nella scorsa legislatura. Come dire, anziché andare avanti si torna indietro. È vergognoso. Continua a leggere “ARS PALERMO, INVERSIONE AD ‘U’ SULLA STRADA DELLA TRASPARENZA”

Nubes grises

elcorazondelmar

O8XfhcouTmSHUgKvGeiQ9g

El agua se sigue dejando caer de forma cadenciosa sobre los cristales y las plantas. El ruido de la lluvia se despedaza sobre las baldosas heladas. Hay un silencio gris y una oscuridad que retumban en mi cabeza a modo de martilleo húmedo que no me deja pensar ni inspirarme. Y deseo hablar, escribir, expresar, animarme…

La tristeza y la soledad se me hacen aún más grandes presagiando, a veces sin motivo, tormentas a gritos donde ya han existido en ocasiones relámpagos de inquietud. Y siguen cayendo gotas constantes que afligen mi alma de modo desolado sin presagio de un sol que evapore mi angustia en un corazón ya turbado, desorientado y algo desarrapado.

Yo no puedo ser, por más que lo intento y deseo, ese viento que aleje la negrura de mis nubes. Tampoco me es posible aliarme con las estrellas para que alivien  con su luz mis lágrimas…

View original post 65 altre parole

Abrázame

sandraperez

La noche es nuestra, solo nuestra.

Acércate más, déjame sentir tu cuerpo, tu esencia, tu aliento, sumérgeme en tu pecho, para,

cerrar mis ojos, y sentir que el tiempo se ha congelado, que los segundos, los minutos, las horas dejaron de existir, que sólo estamos tú y yo.

Abrázame fuerte que no quede espacio entre nosotros, entre nuestros cuerpos, entre nuestras mentes, entre nuestros deseos.

Abrázame más, para que el frió se escabulla, que no existan palabras, que no existan murmullos, ni miradas.

Cierra los ojos y solo vuela con migo, a un mundo de fantasías, de amor, de entrega, de pasión, un mundo donde sólo estamos tú y yo.

Abrázame mi amor, y no me sueltes.

View original post

Conjuguemos el verbo Amar

sandraperez

images.jpg

Este momento lo haremos especial y perfecto, dejaremos atrás las diferencias, los prejuicios y las preocupaciones que agotan nuestros deseos, y amilanan la armonía de saber que nos tenemos, nos amamos nos queremos, no pensaremos en nada.

Tú me tienes y yo te tengo, entre nosotros no hay espacios, no hay fisuras, no hay lugar, déjame rodear con mis mis brazos tu cuello y aprisionarte en la cárcel de mis deseos y mis besos, déjame adherir mi candente cuerpo a tu cuerpo, piel con piel, déjame sentir que tus manos fuertes, abracen mi cintura, me sujeten hasta sentir que tu cuerpo se enciende.

Quiero amarte y que me ames, sin miedos, sin limites, déjame sentir la fortaleza de tu pecho, déjame sentir cada parte de tu cuerpo, que tu aliento me queme, no me tengas compasión no la merezco, no la quiero, este momento será especial, será perfecto, conjugar…

View original post 7 altre parole

Donde caduca la desesperación, nace la esperanza.

Historias de una mente retorcida

En una Córdoba apacible, sin gente en los alrededores y con una pequeña brisa que hacia bailar las hojas, entre el sonido del tumulto de gente dialogando sobre temas variados, Mauro se encuentra intentando entender las palabras que Ivana quiere expresarle con lágrimas en los ojos.

– Mi amor- sollozó- no podemos continuar con nuestra relación. Tiene que tener un punto final, nuestro cariño permanecerá por el resto de nuestras vidas pero es momento de caminar senderos diferentes.

– ¿Cómo me puedes decir esto en este momento?- Dijo Mauro tapándose el rostro. Su corazón acababa de romperse en mil pedazos.

– Es así, debe ser así. Está escrito- leve sonrisa de tristeza-

– No tiene que serlo, no debe serlo. No puedes acabar con algo tan hermoso. Nos amamos, tenemos ese no sé qué. Por favor Ivana no me dejes a la deriva. Sin ti, seré un barco en una…

View original post 2.780 altre parole

El último caso de Thomas

Historias de una mente retorcida

– Ana era un mujer maravillosa- dijo Marie, su hermana con sus ojos llenos de lágrimas- jamás haría semejante acto. Nunca acabaría con su vida de esa manera. Ella amaba vivir, siempre buscaba lo positivo entre lo negativo.

Recuerdo una vez que sufrió un robo a punta de pistola, cuando la familia se reunió a su lado Ana con una sonrisa cariñosa dijo, “espero que ese hombre lleve un plato de comida a su familia”.

– Pero si de algo estoy segura- se secó una lágrima que recorría su rostro- es que en su mente no estaba instalada la idea del suicidio, de arrojarse de un sexto piso. ¡Oh! Es tan triste que terminara de esa manera. Como olvidar sus rizos rubios, sus ojos color almendra que siempre brillaban cuando hablaba de su hijo. Pobre John!! – exclamó entre sollozos- perdió a su padre en un accidente y ahora a…

View original post 3.760 altre parole

Inocencia Perdida

Historias de una mente retorcida

Una tarde, mientras jugaba con mis autitos de colección escuché disparos, gritos y luego un largo silencio. Se me estremeció el alma, tenía apenas ocho años, ¿qué puede comprender un niño de esa edad? El miedo es un método de defensa que nos previene de algún peligro. Mis alarmas se encendieron, corrí a ocultarme dentro del armario. Me oriné del terror, quería gritar por mi madre, por mi padre, pero no quería que supieran de mi escondite. Sentí pasos, el crujir de las maderas de la escalera. Un chillido me indicó que la puerta había sido abierta. Me tapé la boca, casi libero un grito de desesperación. Miré por una rendija, era dos hombres, con ropa oscura, y sus rostros terroríficos que aún me persiguen en sueños. Cerré mis ojos con fuerza esperando que se fueran. Se tenía que terminar, eso tenía que pasar pero fue lo contrario.

Me descubrieron…

View original post 3.027 altre parole

Riunione del Consiglio di sicurezza a Palazzo di Vetro

310x0_1521027731083.Schermata_2018_03_14_alle_12.41.19

Spia russa, la Gran Bretagna all’Onu: “Attacco su suolo inglese”. E May espelle 23 diplomatici russi

L’ambasciatore britannico denuncia la “violazione dell’articolo 2 della carta delle Nazioni Unite”. Londra è convinta della responsabilità del Cremlino nell’avvelenamento dell’ex agente del Kgb Sergei Skripal:  “Aggressione coerente con i metodi di Mosca” scrive Theresa May nella lettera inviata al segretario Onu Guterres. Intanto, arriva il sostegno degli Usa: “Mosca responsabile, solidali con la Gran Bretagna”A Palazzo di Vetro la riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sul tentato omicidio dell’ex spia russa Sergei Skripal a Salisbury. Un incontro chiesto dalla Gran Bretagna, che nel frattempo, convinta della responsabilità diretta del Cremlino, ha annunciato una serie di iniziative contro Mosca, prima fra tutte l’espulsione, entro una settimana, di 23 diplomatici russi dal Regno. Continua a leggere “Riunione del Consiglio di sicurezza a Palazzo di Vetro”

INTERNAL WOUNDS – FERITE INTERNE

Isobel Blue

TRAMA

Stefan fa parte dell’agenzia segreta D.A.R.G.L. , che segue i casi che lo stato non riesce più a gestire o con i quali ha bisogno di un grosso aiuto e discrezione. Da anni ormai lavora sotto copertura in Russia per arrestare il capo della mafia russa: Vladimir. La sua copertura però salta nel momento in cui scopre che il mafioso ha un certo interesse per una famiglia di poliziotti: i Merlinguer. Da quel momento le carte cambiano e Stefan si ritroverà più vicino al suo obbiettivo di quanto non creda.

La famiglia Merlinguer nota, in tutta la contea di Darney in California, come la famiglia più sospetta e al tempo stesso dedita alla giustizia della città, deve far fronte ad una perdita. Il capo famiglia Adam Merlinguer muore. Da quel momento gli equilibri già flebili della famiglia crollano, e tutto cambia.

Blue Merlinguer è una giovane donna in cerca…

View original post 93 altre parole

Capitolo 9

Isobel Blue

(se vuoi leggere la storia fin dall’inizio per non perdere neanche un capitolo, segui il  link—> https://isobelblue.wordpress.com/category/internal-wounds-ferite-interne/ )

STEFAN

La guardo negli occhi e capisco che è quasi al punto di rottura. Anche se devo dire che sembra si stia sforzando per non lasciarsi andare e piano riacquista una giusta lucidità.

Decido di aiutarla, per aiutare anche me stesso.

Mi accovaccio accanto alla sua sedia e continuando a guardarla le dico «  fare questo » con un dito che gira intorno al suo viso pieno di panico « non ti aiuterà ne ti salverà da nessuno. Vuoi sapere la verità Blue? Non morirai. Se riesci a fidarti di me, e solo di me, allora possiamo collaborare, sennò ti sembrerà sempre un inferno tutto questo. Pensaci »

Non mi risponde. E non aspetto neanche che lo faccia.

Appena vedo il suo viso leggermente più rilassato, mi alzo ed esco dalla casa…

View original post 862 altre parole

Notte prava

Isobel Blue

La strada si colora d’argento

sotto alle gocce portate dal vento

La luce ipnotica di una insegna

sul buio della notte regna

Un locale solitario

la luce d’un lampadario

L’odore forte di tabacco e vino

si fa più vivo man mano che m’avvicino

Volti consumati

dalla luce illuminati

L’omo dal cappello nero

mi guardò come se fossi straniero

La donna col fiocco rosa

sedeva come in posa

Il piano suonava

una triste melodia portava

Anime perse

stavano lì immerse

Immerse nel loro straziato destino

aspettando l’arrivo del caldo mattino

Un colpo, la porta ha sbattuto

un altro uomo solo e abbattuto

Piangeva per amore

consolato dallo scorrere delle ore

Ed io, perchè ero venuto

forse per il tempo che non avevo vissuto

Un tempo che ho sprecato

che mai più m’è ritornato.

Damien

( per saperne di più —> https://isobelblue.wordpress.com/aggiornamento-e-collaborazioni/ )

( per non perderti nemmeno una poesia —>https://isobelblue.wordpress.com/category/poesie-damien-immagini-that_80s_child/ )

View original post 7 altre parole

da ANSA: Milano-Sanremo, trionfo di Nibali

7th stage of the Tirreno-Adriatico 2018 cycling race

Milano-Sanremo, trionfo di Nibali. Azione decisiva sul Poggio dello ‘Squalo’

da: ANSA

Vincenzo Nibali ha vinto la 109/a edizione della Milano-Sanremo di ciclismo, la classicissima di primavera lunga 294 chilometri. Il campione azzurro è andato in fuga sulle prime rampe del Poggio, conquistando un vantaggio superiore ai 10” sui primi inseguitori ed è riuscito ad arrivare al traguardo senza farsi raggiungere. Era dal 2006 che un italiano non vinceva a Sanremo… continua su: http://www.ansa.it/liguria/notizie/2018/03/17/milano-sanremo-trionfo-di-nibali_c2cf954f-99ce-4e6f-b6dc-75496fe7a9b7.html