C_ è un albero che perdona


di Antonietta Fragnito

C’ è un albero che perdona
le parole d’ amore.
E trattiene le foglie.
Affisse alla pace stanno.
La pace oscura,
di giorni e di incanti
Sì posa una parola inestinguibile nel sepolcro del cuore.
Geroglifici laccati di labbra.
Laggiù dove siamo seppelliti
non c’ è resurrezione.
Si apre la valanga degli sguardi.
Ancora il bagaglio di frammenti
dopo cent’ anni.
Suoni, lettere, pensieri.
La parete è un sudario.

Antonietta Fragnito