Riflessione sull’amore, di Fabio Avena

25014867_1406956929433814_4203233387332239360_n

Quando amate una persona dopo averla conosciuta a fondo e ne cogliete davvero il suo reale e reciproco amore verso di voi, non dovete mai essere titubanti, né pensare troppo al dopo.

Gli scarti, le briciole, le seconde (terze, o quarte scelte), vanno ‘rifilate’ a quelle persone che si accontentano e non vi amano genuinamente, ma, vivono nel loro alone di mistero, doppiezza.

Quelle persone non erano mai state presenti nelle vostre esistenze o fingevano di esserci, solamente per far credere di amarvi. Chi non è stato mai sincero con voi, va allontanato senza troppi problemi (che magari nemmeno lui/lei si creano).
Le ‘vie di mezzo’ non vanno affatto bene. Non si può vivere di ripensamenti, né avere ‘contatti’ con gente che appartiene al vostro passato. Non è nemmeno corretto che chi vi ha trattati male riemerga nelle vostre vite, facendovi illudere di essere cambiato.

Ma, chi vi dona il suo cuore, chi vi ha compreso a fondo, chi vi sa ascoltare con attenzione e vi è stato vicino/a, confidandovi tutto ciò che ha dentro l’anima in un reciproco scambio di emozioni, asciugando spontaneamente le vostre lacrime nei momenti bui e tristi, dovete tenervelo/a ben stretto/a. Inoltre, le ‘graduatorie del cuore’ , le ‘classifiche’, a me sembrano solamente degli squallidi pretesti per torcervi nel dubbio delle scelte, e di conseguenza le persone che vi amano inevitabilmente si allontanano da voi con tali comportamenti, dettati dall’incertezza, dai timori, da esitazioni o remore.

Non si deve più tornare sui ‘passi del passato’, sulle ‘ipotetiche scelte’, nate da ipocrite forme di opportunismo. Vivere nel nascondimento dell’apparenza non va affatto bene. I ‘legami’ che vi ancorano a ricordi, cicatrici mai rimarginate e rabbia, vanno tagliati, recisi una volta per tutte dal vostro ‘cordone ombelicale dei sentimenti’.

Si deve mirare ad amori corrisposti, veri, che possono nascere quando meno ce lo aspettiamo. Amori che possono capovolgere il nostro percorso di vita sentimentale per percepire orizzonti inattesi di speranza, piena fiducia nel partner, soprattutto verso coloro i quali vi valorizzano, vi capiscono, vi ascoltano, captano al volo i vostri segnali interiori in ogni momento, anche senza la necessità di parlare o guardare con gli occhi ciò che state provando dentro, ma prendendovi la mano con dolcezza e attenzione, avendo già udito gli aneliti della vostra anima.

Peculiari sintonie che richiamano a sè la persona amata con pensieri quasi telepatici, presenti quando si è in totale intesa. Spesso, tali intese, sono reali doni per chi vi sta vicini, essendo parte integrante degli animi di persone sensibilmente empatiche, e non superficiali, o ‘comuni’. Chi riesce a leggere bene dentro il vostro cuore, la vostra anima, percepisce con facilità ciò che provate, vivete interiormente. È un vero peccato lasciarsi sfuggire persone dotate di queste virtù, capacità di ascolto. Le scelte vanno fatte esclusivamente in base a ciò che il partner ci trasmette emotivamente, non pensando ai ‘se’ o ai ‘ma’.

 

3 pensieri riguardo “Riflessione sull’amore, di Fabio Avena”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...