#SalToNelFuturo: perché mi serve un nemico?

- Radical Ging -

Siamo già alla seconda settimana di #SalToNelFuturo, l’hashtag con il quale proviamo a rispondere alle #5domande che il Salone internazionale del Libro di Torino ha deciso di porre e di porsi per riflettere sul presente e sul futuro dell’umanità.

La domanda alla quale bisognava rispondere era, come da titolo:

Perché mi serve un nemico?

Sembra ormai che un nemico sia tragicamente necessario per raggiungere un senso di unità, di comunità. E non si tratta di semplice competizione, qualcosa che funga da stimolo per il miglioramento personale, ma proprio qualcuno da odiare, che diventi una sorta di capro espiatorio per tutti i problemi che affollano la vita quotidiana delle persone. Un giorno questo nemico è lo straniero, ma l’indomani potrebbe essere il proprio vicino, fino a che la lista di persone imputabili si assottiglia sempre di più e o si diventa colpevoli a propria volta o si rimane soli…

View original post 354 altre parole

#SalToNelFuturo: a chi appartiene il mondo?

- Radical Ging -

E anche questa settimana, anche se leggermente in ritardo, continua il nostro percorso con le cinque domande di #saltonelfuturo.

Se la scorsa volta abbiamo risposto alla domanda “perché mi serve un nemico?“, ora proviamo a rispondere a un altro quesito complicato:

A chi appartiene il mondo?

Che domande complicate che ci affida questo Salone! Mi verrebbe da dire che il mondo non è di nessuno, ma che il suo e il nostro futuro, quelli sì, ci appartengono. E ci appartengono perché qualsiasi scelta che noi facciamo, fosse anche la più piccola e apparentemente irrilevante, sia che ci si trovi in una metropoli popolosa, sia che ci si trovi sperduti in qualche piccolo villaggio nascosto in qualche regione estrema, dicevo, qualsiasi nostra scelta ha un peso sul nostro futuro e su quello delle generazioni a venire. E badate bene, non uso il noi come plurale maiestatis, quando…

View original post 541 altre parole

“Go Marche in blues al Parco dei ponti di Marina d’Altidona.” YouTube

Visual Storytelling Baldassarri Giuseppe #itavelinitaly #ideagb

Go Marche in blues at the Park of the bridges of Marina d’Altidona. Festival · Altidona This is the gathering of the Blues world in central Italy, with the collaboration of the Italian Blues Union.

#hashtag
#blues #music #rock #guitar #jazz #soul #rocknroll #love #guitarist #musician #art #pop #livemusic #country #band #singer
#live #hiphop #funk #bluesrock #concert #instamusic #acoustic #songwriter #bass #altidona #fermo #fermano #marche #italy

© by #ideagb #baldassarrigiuseppe “All rights reserved”

Subscribe

Read this review by Baldassarri Giuseppe Consultant Travel and Holidays #ideagb Local Guides on Google Maps.

View original post 33 altre parole

L’animo inquieto, di Annamaria Latini

L’animo inquieto, di Annamaria Latini
L’animo inquieto

in perpetuo volo

lieve si posa

sul fulgido prato

ove esili fili d’erba

placidi danzano,

dallo zefiro sospinti;

e la profumata essenza

della vita nascente

letizia dona

all’animo in ” tempesta”.
Sulle vette

inondate di pace,

deposte le “armi”;

un canto ribelle

risuona, la,’ nella valle.

Canto guerriero

nato tra le spine,

canto d’amore

che soltanto all’ultimo battito,

di mortale vita,

tramontera’.

Annamaria Latini

APORIA DELLA MODERNITA’

Pensieri sparsi

Tempo fa, si telefonava solo da casa , o da una cabina telefonica.
Poi è arrivato il cordless e si andava a telefonare nelle camerette, nei ripostigli , nei bagni .
Poi si è arrivati anche a telefonare da fuori casa, ma al massimo potevi stare in giardino, o in garage.
Poi si è potuto telefonare da qualunque posto .
E all’improvviso si è smesso di telefonare .
Telefonare è diventata una cosa intima .
Anche il concetto di intimità sta cambiando dunque.
Stratificazioni dell’anima.
Contemporanea e differita.
Eterea.
Intangibile.
Come quella di un byte.th (2)

View original post

Connaissez-vous Clément Marot ?

Littérature portes ouvertes

Si l’on vous demande de citer un poète du XVIe siècle, peut-être vous viendra-t-il plus facilement les noms de Ronsard et de Du Bellay que celui de Marot. Pourtant, ce dernier est aussi un important poète. Né en 1496 et mort en 1544, il appartient à la première moitié du siècle. Son principal recueil, L’Adolescence clémentine, a été placé au programme de l’agrégation de lettres modernes en 2019.

View original post 568 altre parole

DOLCEZZA, di Anna De Filpo

DOLCEZZA, di Anna De Filpo

31502073_1953448258062995_658543156492500992_n

Nei campi di grano,
confusi nascondo
i colori dell’ infanzia,
tra i papaveri e l’oro.
Non era definito il mio destino,
stupivo, innamorata tra i fiori.
Cerco tra le losanghe
dei vissuti gli antichi sapori.
Le voci corrono gioiose,
ignare dell’ infausto sole!
Chissa’ perche’
cantava sempre un usignolo,
oltre l’ ultima siepe
al Dolcedorme prona!
Ed io volavo sull’ altalena
che d’ amore cigolava
in bocca al cielo!
Com’ era azzurro e aperto!
Leggero, il cuore!

DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO@COPYRIGHT. PHOTOWEB.29 Aprile 2018.

AMAVO, di Anna De Filpo

AMAVO, di Anna De Filpo

31431478_1950581951682959_3130697568674119680_n

Trema il flusso
nelle vene
e nel tuo abbraccio gioisce,
ancora ignara!
Quante volte ho visto
tramontare il sole
e il tuo sorriso mai
negli occhi dell’amore!
Cerco il tuo viso,
involontaria,
e il giorno si colora,
ma in un attimo
si annoda il cuore
e le lacrime salgono agli occhi
in caldo sapore.
Finisce il giorno lì,
sulle tante emozioni
dove ho fermato il tempo
col rimpianto dell’amore!

DIRITTI RISERVATI,Anna DE FILPO @ copyriht- Photoweb- 26/04/2018

Cia Alessandria: “Coltiviamo la Sicurezza”. Convegno dedicato alla Sicurezza sul Lavoro

Cia Alessandria: “Coltiviamo la Sicurezza”. Convegno dedicato alla Sicurezza sul Lavoro

Alessandria: In occasione della Giornata mondiale della Sicurezza sul Lavoro, la Cia di Alessandria organizza un convegno dedicato al comparto agricolo, che si svolgerà in Camera di Commercio ad Alessandria (via Vochieri 58) il prossimo 7 maggio, dalle ore 9 alle ore 12,30.
Relatori: Simone Nicola – Rendicontazione attività Sicurezza Cia Alessandria; Paolo Viarenghi – Novità in materia di Lavoro agricolo; Giorgio Biamino e Carlo Cabella – Tecnici della prevenzione SPreSAL Alessandria; Giorgio Pagliarino – Compiti e responsabilità del datore di lavoro e del lavoratore; dott. Giancarlo Faragli – L’importanza della sorveglianza sanitaria in agricoltura. Concluderà i lavori il presidente nazionale Cia Dino Scanavino. Continua a leggere “Cia Alessandria: “Coltiviamo la Sicurezza”. Convegno dedicato alla Sicurezza sul Lavoro”

Prossima apertura GS Shop, Supermercato dei tessuti, di Pier Carlo Lava

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Prossima apertura GS Shop, Supermercato dei tessuti, di Pier Carlo Lava

dav

Prossima apertura GS Shop, Supermercato dei tessuti

Pagina facebook della società: https://www.facebook.com/giessegs/

Sito internet: http://www.giessescampoli.com/

La nuova attività commerciale sorgerà in via Moccagatta in un capannone industriale sito fra il discount Eurospin, la Clinica Città di Alessandria e dall’altro lato della strada, la pizzeria Il Grande Fratello e Pianeta Sport.
di Redazione
Alessandria, dopo un lungo periodo di continue chiusure di attività commerciali, ultimamente pare ci sia in atto un inversione di tendenza con nuove aperture, l’ultima in ordine di tempo quella di Casa Signorelli in piazza della Libertà e nei prossimi mesi altre relative ad Alessandria 2000 in via marengo.
In questi giorni sono iniziati i lavori anche in un capannone industriale in vendita da tempo in via Moccagatta. Secondo informazioni reperite in zona dovrebbero terminare entro fine giugno, verrà realizzato un Supermercato dei tessuti al…

View original post 157 altre parole

ASTRI PER NIENTE, di Anna De Filpo

ASTRI PER NIENTE, di Anna De Filpo

31351371_1951068908300930_5460766766122663936_n

Gli amori si dileguano,
consumati dalla routine.
Cangiano il tono di voce,
gettano l’ ombra dell’ egoismo
sugli antichi sapori
e corre lesta la cruda parola,
corre il veleno
che l’ abitudine non desta
giovinezza ed effusioni!
Guadagna strada il non rispetto
e piu’ non s’odono parole!
Giorno dopo giorno,
muore in silenzio l’ amore,
o nel fragore amaro
di un illusorio sole!

DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO @ COPYRIGHT. PHOTOWEB. 27 APRILE 2018.

Barosini: Interventi sulle aree verdi cittadine

Barosini: Interventi sulle aree verdi cittadine

Comune

Alessandria: L’assessore ai Lavori Pubblici ed Aree Verdi, Giovanni Barosini, ha fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori di manutenzione e controllo in diverse aree verdi di città e sobborghi. L’argomento già trattato nel corso delle scorse sedute del Consiglio Comunale, in risposta ad alcune interpellanze presentate, è stato ulteriormente approfondito dall’assessore che ha così commentato i lavori effettuati ed in corso di svolgimento:
“Ora che finalmente le condizioni climatiche lo permettono, stiamo lavorando, con impegno, per migliorare diverse aree pubbliche cittadine che da tempo necessitavano di una sistemazione.
Nell’area verde compresa tra via D’Angennes e corso Carlo Marx, con il preziosissimo e fattivo impegno di alcuni volontari dell’associazione A.T.A, stiamo realizzando una nuova zona di sgambamento per i cani. Abbiamo già fatto richiesta di panchine e cestini per rifiuti ad AMAG che saranno installati appena possibile. Inoltre, a cura dell’Amministrazione Comunale saranno posizionate alcune fontanelle e portata l’illuminazione pubblica con l’obiettivo di mettere in sicurezza l’area. Continua a leggere “Barosini: Interventi sulle aree verdi cittadine”

850° anniversario della fondazione di Alessandria: il programma degli eventi celebrativi 
dal 3 al 6 maggio 2018

850° anniversario della fondazione di Alessandria: il programma degli eventi celebrativi 
dal 3 al 6 maggio 2018

cartina pieghevole copia

Un anniversario fondativo “speciale” che la Città intende vivere in modo altrettanto speciale: è questa l’ispirazione alla base dell’attenzione con cui l’Amministrazione Comunale si è attivata, già dall’ultima parte dello scorso anno, per declinare in modo significativo, partecipato e “prospettico” le celebrazioni in occasione degli 850 anni della Città di Alessandria (1168-2018).

Alcuni atti amministrativi, a questo riguardo, hanno fornito la cornice di validazione e l’impulso operativo per l’avvio di questa azione.

Se infatti, con la Deliberazione n. 98/2017, il Consiglio Comunale approvava l’Atto di indirizzo relativo alla «Promozione e coordinamento organizzativo dell’850° anniversario della fondazione della Città di Alessandria (1168-2018)», già a novembre 2017 la Giunta Comunale procedeva sia a costituire un Comitato promotore (Deliberazione n. 283/2017), sia il formale riconoscimento della donazione di uno specifico logo grafico per il progetto celebrativo dell’anniversario (Deliberazione n. 284/2017). Continua a leggere “850° anniversario della fondazione di Alessandria: il programma degli eventi celebrativi 
dal 3 al 6 maggio 2018”

La Corsara

Spazio libero di lettura

Primo titolo finalista Premio Strega 2018

Amici lettori, sono stati comunicati i titoli dei dodici libri finalisti del Premio Strega 2018. Vorrei avventurarmi a recensirli tutti. Diversamente dal solito, attribuirò a ciascuno una votazione da zero a dieci, e relativi decimali. A fine corsa potrò proporvi il titolo che, a mio parere, meriterebbe di ottenere l’ambito premio. Accompagnatemi in questa impresa con i vostri pareri e i vostri commenti!

In questo ritratto di Natalia Ginzburg, Sandra Petrignani ci consegna una panoramica

View original post 182 altre parole

Il gioco

Spazio libero di lettura

Secondo titolo finalista Premio Strega 2018

Amici lettori, sono stati comunicati i titoli dei dodici libri finalisti del Premio Strega 2018. Vorrei avventurarmi a recensirli tutti. Diversamente dal solito, attribuirò a ciascuno una votazione da zero a dieci, e relativi decimali. A fine corsa potrò proporvi il titolo che, a mio parere, meriterebbe di ottenere l’ambito premio. Accompagnatemi in questa impresa con i vostri pareri e i vostri commenti!

Tre lunghe interviste ai tre protagonisti: Leonardo, il bull; Eva, la sweet; Giorgio il

View original post 183 altre parole

Navigatori senza tempo

OpinioniWeb-XYZ

old-ship-in-the-fog.jpg

Come foglie cadute dagli alberi

veleggiamo

sulle nebbie del tempo

nell’oblio della continuità

del nostro eterno essere,

appesantiti dalla polvere

raccolta sulle strade della vita

che mantiene

le impronte del nostro passato.

Chi conosce

l’uomo che le ha lasciate?

Sei tu

non pensare alla polvere

che ti soffoca,

soffiaci sopra con il cuore leggero

per tornare a sentire

il respiro dell’esistenza.

Poesia già pubblicata QUI

Il respiro dell’esistenza, l’esistenza in ogni respiro… infondo non c’è altro che vita, l’alternativa non è conoscibile eppure il tempo sembra un abisso senza fine che possiamo rinchiudere in un istante! Non so se, come, quando ricominceremo a ricordare chi siamo e perché siamo qui ma il viaggio che l’umanità insieme alla creazione tutta sta percorrendo non è circolare, piuttosto è una spirale concentrica che si allontana e si avvicina al centro alternando evoluzioni esteriori con l’acquisizione di una maggiore consapevolezza interiore. In un tempo…

View original post 82 altre parole

Costuras by mabm

TEJIENDO LAS PALABRAS

32bda59b0c65064c3a09e9a3d1ef85e9 Imagen de Paula Bonet de Pinterest

Tal vez te quería desde mucho antes de ser consciente de ello, aunque eso tú ya lo sabías. Te diste cuenta desde el momento en que mi sonrisa me delató antes de que lo hiciera mi corazón. Lo supiste desde ese instante en que te sonreí y eso te dio un enorme poder sobre mí; pero olvidaste que un “gran poder conlleva una gran responsabilidad”. Jugaste con una ventaja que yo nunca tuve y, al fin y al cabo, todo se redujo a un juego; fui el ratón con el que se entretenía el gato y al que este le devolvió la sonrisa, como me la hubiera devuelto cualquier espejo roto o el cristal de un destartalado escaparate con un enorme letrero de se traspasa.

Por eso ahora mi alma está herida, dañada por tu sonrisa, que traicionó a mi mirada. Y tanto…

View original post 24 altre parole

GESTALT COUNSELING A SEI ZAMPE. Il percorso con l’animale dentro e fuori di noi.

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

iqui-e-ora-logo--sito-su-documenti

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

presenta

GESTALT COUNSELING A SEI ZAMPE

Il percorso con l’animale dentro e fuori di noi

Gli  animali ci sono stati mandati come insegnanti.  Ogni uomo sarà trovato o troverà l’animale che sarà il suo insegnante. Spetta a noi riconoscere il suo ruolo e la sua funzione nella nostra vita. Clarissa V. Reinhardt

In un mondo in cui l’uomo è sempre più in uno stato mentale che lo porta a perdere il contatto con sentimenti ed emozioni, l’animale diventa un valido aiuto per entrare in contatto con il proprio sentire. Il percorso si svolge in tre incontri nei quali attraverso la meditazione, la visualizzazione guidata, il lavoro con il corpo, la mediazione artistica e la mediazione animale entreremo in contatto con il nostro sentire, con l’animale dentro e fuori di noi.

Il primo incontro si svolgerà senza il dottor Balù, dal secondo incontro in poi…

View original post 435 altre parole

Le stagioni femminili. Liberare il corpo dai tabù, riappropriarsi del ciclo mestruale.

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

Siamo felici di ospitare presso la sede di Qui e Ora il laboratorio esperienziale organizzato dalla dott.ssa Francesca Fadda, psicologa, psicoterapeuta e consulente sessuale:

Le stagioni femminili
Liberare il corpo dai tabù, riappropriarsi del ciclo mestruale

Sabato 26 maggio 2018 ore 15.00 – 19.00


Dalla pubertà alla menopausa, per circa 40 anni, la vita dei corpi femminili è accompagnata e contrassegnata da ben 480 sanguinamenti, uno al mese per l’esattezza, ma la maggior parte delle donne vive le mestruazioni come una costrizione e limitazione della propria esistenza, prima ancora che sul piano fisico, su quello mentale. Almeno 4200 giorni della vita vengono trascorsi a nascondere, stigmatizzare e ostacolare il funzionamento del proprio corpo.
Il processo fisiologico potenzialmente capace di creare la vita, si trasforma in una delle principali fonti di imbarazzo, vergogna e derisione nell’esperienza quotidiana di molte donne, diventando in alcuni casi, per le più giovani, anche oggetto di…

View original post 393 altre parole

Basta semplicemente chiedere….. e tutto è più semplice

Il Pikaciccio

Quante occasioni sprecate, quanta fatica fatta, quante rinunce ….. e tutto perché non si ha il coraggio di chiedere…… Ve lo siete mai chiesti ? e noi ve lo chiediamo …. ? Non è solo un gioco di parole , ma una riflessione che abbiamo fatto qualche giorno fa….. un bilancio sulle cose che siamo […]

via Basta semplicemente chiedere…. e tutto è più semplice — CREANDOUTOPIE

View original post

CERCANDOMI, di Anna De Filpo

CERCANDOMI, di Anna De Filpo

31417124_1952363778171443_2592382422381232128_n

Lo sguardo
nascondo e appello
dentro i confini della notte
per udire le voci del silenzio,
vaporose,
nel perdersi del limitare,
ove inseguo i fanali spenti
di me stessa,
errante il desiderio dell’ amare!
E mi figuro torri e castelli,
legati a giovinezza bella,
dispersi in brillio,
come in fragore di sale!
Frughero’ ancora!
Cercarsi e perdersi non e’ il male!
Cambieranno le lune
e saro’ altro o nessuno,
molecola disgiunta
che si aliena alla natura!

DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO@COPYRYGHT. PHOTOWEB.28 APRILE 2018.

Alcune considerazione sui “ Venerdì di Gaza”, di Pier Luigi Cavalchini

Alcune considerazione sui “ Venerdì di Gaza

gaza

E’ vero, si tratta di una visione di parte, quella di A. Feldman del “Times of Israel”, ma – per una volta – vediamo con gli occhi degli “altri” quello che sta succedendo a non più di due ore di distanza di aereo  da noi. Sunteggiamo il contenuto, poi – alla fine – proviamo qualche valutazione autonoma…

Times of Israel (1) con un “redazionale” non lesina  un attacco all’HCDH (2) reo di aver richiesto un atteggiamento differente dall’armata israeliana nella opposizione ai manifestanti che bruciano pneumatici (3) , lanciano pietre (“anche di tre chilogrammi”, secondo Feldman) e fanno uso di “molotov” con cariche di vario tipo. Quello che viene chiesto da questo “Alto Commissariato”  è di evitare sempre e comunque l’uso delle armi. Viene anche sollecitata una qualche forma di indagine tesa a smascherare chi – fra le forze armate – ha comunque usato le armi ad alzo d’uomo con conseguenti vittime e feriti.

Continua a leggere “Alcune considerazione sui “ Venerdì di Gaza”, di Pier Luigi Cavalchini”

Quando nelle città vincono i Supermarket

Quando nelle città vincono i Supermarket

download

(Aydin. “Il luminoso”. Pezzo dedicato all’amico Guido Manzone)

L’urbanistica non è certo una scienza esatta come la matematica, ma possiede leggi valide, verificate praticamente dalla storia delle città. Esse si basano sul ripetersi di uguali reazioni in presenza di analoghe azioni. Eventuali discrepanze, di cui è sempre possibile tenere conto, sono dovute a variabili locali attribuite al reddito, all’occupazione prevalente, al livello culturale, alle tradizioni storiche, alla distanza e all’interdipendenza con altri centri economici e produttivi.

Il non aver tenuto in considerazione queste leggi è stata una delle concause del fallimento di molte localizzazioni industriali e commerciali con cui si sperava di rilanciare le aree depresse del Paese, con spreco di risorse e creazione di ulteriori contraddizioni economiche e sociali.

Continua a leggere “Quando nelle città vincono i Supermarket”

Il dilemma populista, di Mauro Calise

Il dilemma populista

Calise-326x245

In democrazia, le opinioni si cambiano. Se restassero sempre uguali, non ci sarebbe la possibilità di alternanza. Cambiano opinione gli elettori, a seconda del loro giudizio sul partito che avevano votato. E, infatti, sono svariati milioni quelli che, il 4 di aprile, hanno mollato il Pd per i grillini.

E cambiano opinione – in questo caso, si dice linea – i partiti. Tant’è che molti, dentro il vecchio Pd, se ne sono andati accusando la leadership renziana di avere voltato a destra. Quindi, non ci sarebbe niente di scandaloso se Pd e cinquestelle modificassero l’opinione che – le leadership e i loro elettorati – hanno avuto nei mesi – e anni scorsi – gli uni nei confronti degli altri. E certo, il modo migliore per valutare questa eventualità, sarebbe quello di esaminare i possibili punti di convergenza sul programma.

Si capisce, quindi, la linea aperturista sui due fronti. A discutere – con serietà – non si perde mai tempo.

Continua a leggere “Il dilemma populista, di Mauro Calise”

I risultati elettorali italiani e il silenzio dell’Europa, di Maria Rita Gelsomino

I risultati elettorali italiani e il silenzio dell’Europa

067-326x245

I risultati del 4 marzo hanno sancito il successo del Movimento  5 Stelle  come  pure della Lega di Matteo Salvini che avrebbe  superato Silvio Berlusconi diventando il leader della coalizione di Destra. Una leadership molto sofferta che Berlusconi cerca in ogni modo di contrastare.

L’Europa   sbigottita guarda ai risultati clamorosi che, nelle loro dimensioni, rafforzano tutte le esitazioni, particolarmente della Germania, sulla eventualità di condividere i rischi con un paese che, oltre ad essere oltremodo indebitato e con un sistema bancario gravato dai crediti deteriorati, adesso prospetta la possibilità di un governo sostenuto da partiti dichiaratamente euroscettici.

A Bruxelles non sanno ancora che fare. I due “fenomeni” della politica italiana, Salvini e Di Maio, hanno immediatamente saputo stringere un’intesa per l’elezione dei presidenti del Senato e della Camera e di tutte le altre cariche parlamentari, spiazzando Forza Italia e Pd.

Continua a leggere “I risultati elettorali italiani e il silenzio dell’Europa, di Maria Rita Gelsomino”

“L’America fermi i dazi o sarà guerra commerciale”, di Marco Bresolin. La Stampa

“L’America fermi i dazi o sarà guerra commerciale”

Fronte unico di Macron, May e Merkel: possibile stangata da 2,8 miliardi Con gli Usa spiragli per un accordo sul nucleare che includa i missili di Teheran

Le 3M. L’Europa dei Tre rappresentata dal presidente francese, Emmanuel Macron, dal premier del Regno Unito, Theresa May (nella foto al centro) e dalla cancelliera tedesca Angela Merkel

Marco Bresolin inviato a bruxelles

La sabbia nella clessidra sta finendo. E il primo maggio potrebbe segnare l’inizio di una guerra commerciale tra Europa e Stati Uniti i cui esiti rischiano di essere devastanti. Le trattative delle scorse settimane non hanno portato a nessun risultato. Emmanuel Macron e Angela a Merkel sono tornati da Washington con un pugno di mosche. Restano ancora 24 ore per trattare, dopodiché scadrà il periodo di esenzione concesso dagli Usa all’Ue per i dazi su acciaio (25%) e alluminio (10%). L’Europa è ora pronta a far scattare le contromisure che tiene nel cassetto: c’è già una lista di prodotti americani su cui applicare i dazi del 25%. Una rappresaglia che vale 2,8 miliardi di euro.

Continua a leggere ““L’America fermi i dazi o sarà guerra commerciale”, di Marco Bresolin. La Stampa”

Giriamo pagina

Giriamo pagina

tasselli-326x245

Il “renzismo” mi è piaciuto almeno al 90% nel suo tentativo di riforma dello Stato, dall’Italicum al referendum del dicembre 2016: specie per la proposta di un sistema elettorale a doppio turno e con premio di maggioranza, in cui a dare la fiducia ai governi fosse solo la Camera dei deputati.

Purtroppo nel dicembre 2016 è stato bocciato dal 60% degli italiani. Ma io seguito a pensare che avesse ragione il 40%, e che anzi le ragioni del 40%, con qualche adattamento imposto dalla Corte Costituzionale, andassero difese con accanimento, anche a costo di “accorciare” un poco la legislatura.

Il “renzismo” di governo – pur facendo sempre la tara ad alcuni “bonus” transitori ed inutili, o alla ben discutibile abolizione dell’originario articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, da me sempre criticata – mi è piaciuto. Sono convinto che i governi Renzi e Gentiloni, che hanno caratterizzato gli ultimi quattro e quasi cinque anni, siano stati tra i migliori della seconda Repubblica.

Continua a leggere “Giriamo pagina”

Berlusconi tentato dall’offerta ma insiste per Salvini premier, di Ugo Magri.La Stampa

Berlusconi tentato dall’offerta ma insiste per Salvini premier

Pressing sul Quirinale per un incarico al leader leghista. Obiettivo: un esecutivo di minoranza sulle orme di Andreotti

Su Instagram Salvini ha pubblicato gli scatti che lo ritraggono mentre pesca in Puglia e con il frico, un prodotto tipico friulano

Ugo Magri Roma

Salvini si trova nella classica situazione «win-win», comunque vada ci guadagna. Salta tutto e torniamo a votare? È la volta che la Lega divora Forza Italia, Fratelli d’Italia e forse pure l’Italia. Nasce per il rotto della cuffia un governo grillo-dem? Matteo stappa spumante, perché va a guidare la ribellione del Nord. E se Di Maio restasse a cuocersi per altre settimane, ancora meglio. Ecco come mai, finora, Salvini non ha insistito per ottenere l’incarico: vuole che si logorino gli avversari. Forte è il sospetto che certe sparate filo-russe fossero finalizzate a dissuadere il Colle, casomai lassù venisse in mente di metterlo alla prova. Difatti, non ce n’è aria. Ma qualcosa potrebbe cambiare… continua su: http://www.lastampa.it/2018/04/30/italia/berlusconi-tentato-dallofferta-ma-insiste-per-salvini-premier-IeF9Mps9jaPMCYmvbPVppN/pagina.html

 

Renzi torna in campo. “Un governo a tempo per riscrivere le regole”, di Francesca Schianchi. La Stampa

Renzi torna in campo. “Un governo a tempo per riscrivere le regole”

L’ex leader Pd gela i grillini: “Incontro ok, ma accordo impossibile”. Di Maio: “Ego smisurato, noi ci abbiamo provato. La pagheranno”
LAPRESSE

Ieri Renzi ha rotto il silenzio che si era auto-imposto

Francesca Schianchi roma

No a «fare i badanti a un governo M5S», ma disponibilità a «scrivere le regole insieme» se i vincitori delle elezioni proporranno «una legge elettorale e riforme costituzionali». A quasi due mesi dalla débâcle elettorale, nonostante la promessa di uscire di scena per indossare i panni del «senatore semplice di Scandicci», Matteo Renzi torna in tv, ospite di Fabio Fazio a «Che tempo che fa» per ribadire la linea di chiusura a un governo col Movimento. Di cui il leader stellato Di Maio prende atto con amarezza: «Noi ce l’abbiamo messa tutta per fare un governo, il Pd ha detto no ai temi per i cittadini e la pagheranno. Altro che discussione interna al Pd. Decide ancora tutto Renzi col suo ego smisurato».

Nel giorno in cui Di Maio scrive una lettera-appello ai dem sul Corriere della Sera, a tre giorni dalla direzione Pd che dovrà decidere quale atteggiamento tenere nei confronti delle sue avance, il segretario dimissionario sceglie la trasmissione di prima serata per dare indicazioni precise su quello che definisce il suo «punto di vista», ma che, fa capire, è sufficiente per affossare qualunque accordo, visto che «i senatori Pd sono 52 e dovrebbero votare a favore in 48. Io non ne conosco uno disposto a farlo»…. continua su:  http://www.lastampa.it/2018/04/30/italia/renzi-torna-in-campo-un-governo-a-tempo-per-riscrivere-le-regole-ow0QKvzC8ijkmsoG9Q2ziM/pagina.html

Stoner – J.Williams 

Pensieri sparsi

“Era se stesso e sapeva cosa era stato”
Così si chiude il romanzo che nelle prime pagine già narra nei fatti la vita intera del protagonista.
Ci viene detto che Stoner ha avuto una vita piatta, normale, che pochi si ricordano di lui. Nessun evento della sua vita sembra esser degno di esser ricordato.
Una vita anonima, pare essere quella raccontata.
Eppure la lettura prosegue senza indugi, provocando emozioni diverse; rabbia, comprensione, compassione.
Viene data una chiave di lettura iniziale che poi viene disattesa.
Perché la vita di Stoner non ci pone di fronte alla domanda: “Perché vivere, se sappiamo in partenza che ci attende la morte ?” Che ricorda quella camusiana, in fondo. Ma alla domanda “Come viverla ?”
Apparentemente la sua vita può essere interpretata come una grande sconfitta, vissuta rassegnandosi a tutto ciò che gli accade.
Priva di quella volontà che quasi tutti gli uomini hanno di…

View original post 514 altre parole