Diario di una Zingara

Anche quest’anno il Coachella è alle porte.

Dal 1979 ad oggi sta crescendo di popolarità, segna l’inizio dell’estate e mette tutti in modalità party, per dirla all’americana.

E insomma, vorrei andare al Coachella, ma c’ è l’oceano che mi separa dalla California. E anche i soldi. Soprattutto i soldi.

Indossi un pantalone a zampa, un centrino della nonna come maglia o degli stivali a punta e sei subito figo! Le coroncine di fiori e gli occhiali a cuore con le lenti colorate qui sono contemplate solo più nei negozi cinesi, al Coachella no: tutto fa brodo e chi più ne ha più ne metta.

In Italia come minimo ti arrestano.

E poi c’è Eminem. Entrambe le domeniche di Festival.

Quest’anno ha dedicato una data del suo tour all’Italia ma, neanche a dirlo, i biglietti sono andati sold out alla velocità della luce. A niente è servito consumare il tasto F5…

View original post 39 altre parole