Incontrarsi, senza scontrarsi.

Tenersi, senza soffocarsi.

Scoprisi, senza spogliarsi.

Conoscersi, senza toccarsi.

Fidarsi, senza parlarsi.

Amare.

Ma.

Ho paura a lasciarmi andare.

E…

Anche quando non dovrei,

scappo.

Carpe Diem?

La vita si scandisce in attimi.

Io, alcuni attimi, li spezzo,

anche quando non vorrei.

Per paura.

Volevo sapere di più, conoscerlo meglio.

A lui, ho scoperto lati del mio carattere che ad altri non avevo mostrato. 

Mentre lo conoscevo, scoprivo anche me stessa.

Lontani.

Ho preso lo specchio in cui

avevo riposto il suo riflesso,

c’era tutto,

fiducia, comprensione, sensibilità.

E l’ho rotto.

E adesso ci ripenso.

Avevo riposto troppe speranze in lui?

Troppe speranze, in me stessa.

Perchè si deve amare senza pretese.

Perchè non dovevo aspettarmi,

ciò che avrei fatto io, per lui.

Io viaggiavo. Oltre.

Incontro,

inaspettato che ti cambia,

senza toccarti,

lontani,

ma ti sfiora l’anima.

View original post 4 altre parole