Diario di una Zingara

Considerato che sono quasi le dieci di sera, e mi sono appena appoggiata sul divano, sento proprio di aver finito le parole, per oggi.

Stamattina ho pulito tutta casa: angoli, vetri balconi, specchi, pavimenti. Tutto.

Pranzo veloce con lattuga e tonno e poi, appena Toddler si è addormentato, ho iniziato a spulciare una pila di documenti che mi guardava, instabile e minacciosa, dalla scrivania.

Toddler si sveglia affamato come un lupo ma, in casa nostra, di rosso, ci sono giusto le fragole. Per fortuna piacciono.

Poi siamo usciti a comprare un trolley nuovo, che il vecchio ormai reclama la pensione, e l’abbiamo riempito appena tornati a casa, che domani si parte.
Un’oretta di crossfit e cena.
Ed ora avevo proprio voglia di scrivere, perchè alla fine le parole le trovo sempre.

Sono come un rifugio, quasi sempre confortevole.

Quando scrivo entro in una bolla: non sento i rumori, non sento…

View original post 47 altre parole