Il suono della parola

Buona domenica celeste, amici di WP! Il tempo è brutto, resterò in casa a leggere. Tra le mani “Un celeste divenire”, un romanzo che ADORO e CONSIGLIO.  Tanto lo sapete già:  è LUI il mio autore preferito.

“… Avevo già avuto qualche amore randagio, entrato di striscio nella mia vita e uscito quasi subito. Crescendo avevo imparato a conoscere i punti deboli delle ragazze, sapevo bene cosa fare per apparire interessante e spingerle a cercarmi. Recitavo alla perfezione la parte del disadattato intrigante e del complessato irrisolto, la mia malinconia esercitava tutto il suo fascino e qualcuna di loro cadeva nella rete. Cominciava a fissarmi, pronta a infilarsi nel labirinto della mia anima per nutrirsi di un’illusione impalpabile. A volte avevo creduto di essere innamorato. Qualcuna di loro era riuscita a smuovere la pietra e a scovare il mio cuore, ma l’incantesimo era durato poco e sempre per colpa…

View original post 95 altre parole