"Strane cose", il blog di Ettore

La Sogin smentisce. Il sindaco minimizza. La Procura sequestra

Lucio Musolino, Reggio Calabria

Sono finite in mare le sostanze tossiche e cancerogene utilizzate per il trattamento di decommissioning ( la completa demolizione) delle 64 barre di uranio provenienti da Elk River (Stati Uniti) e stoccate a Rotondella, in provincia di Matera. Questo pericolosissimo materiale utilizzato per eliminare le scorie nucleari, quindi, attraverso una condotta è finito nella falda acquifera che sfocia nello Jonio. Uno scandalo ambientale di cui si è avuta notizia venerdì ma che ha fatto rumore solo in Basilicata per ora.

AL TERMINE dell ’ inchiesta condotta dai carabinieri del Noe, la procura di Potenza ha sequestrato tre vasche di raccolta delle acque e una condotta di scarico dell’impianto nucleare Itrec di Rotondella. Si tratta di uno degli impianti gestiti dalla Sogin. Da oltre 50 anni il “mostro” in Basilicata è rappresentato da quei 72 chili di uranio…

View original post 446 altre parole