Cristina Saracano. Alessandria

Scritto e diretto da Martin McDonagh, con Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, john Hawkes e Peter Dinklage.

Una mamma deve smettere di soffrire

Ecco perché Mildred non si dà pace e vuole trovare il rapitore, stupratore e assassino della figlia.

Tre cartelloni  pubblicitari, vuoti da tempo, perché inseriti in una strada di scarso traffico, l’aiuteranno: li utilizzerà per ricordare a tutti che il mostro che le ha portato via la figlia è ancora libero.

Deve però fare i conti con la cittadina di provincia dove vive, chiusa nel suo mondo farcito soltanto di pettegolezzi e omertà. 

Le figure dello sceriffo che deve lottare contro le avversità della vita e di un poliziotto consumato da problematiche familiari e d’alcolismo accompagnano la storia di questa donna spietata, cruda, desiderosa di giustizia ad ogni costo.

L’immagine della ragazza appare in una scena soltanto come un nostalgico amarcord poche ore prima della sua scomparsa.

I dialoghi, ben curati, alternano battute scritte per sdrammatizzare la vicenda, e riflessioni dall’impatto emotivo forte.

Il finale è a sorpresa.

Da vedere.