Cristina Saracano Alessandria

Foto gettyimages

Solo lo scorso anno 1200 medici hanno denunciato all’Inail episodi di aggressione.

Purtroppo il numero sembra destinato a crescere.

Secondo la Fiaso, Federazione di Asl e ospedali, il fenomeno può essere anche stimato intorno ai tremila casi l’anno e avvengono sia negli ospedali che negli ambulatori pubblici.

La Fiaso chiede un inasprimento delle pene, perchè gli episodi sono spesso sottovalutati,  cerca un dialogo e un confronto con le prefetture e le questure per poter garantire una maggior presenza sul posto, oppure, una migliore informazione, anche organizzando corsi di autodifesa per il personale.

Dal !° maggio, inoltre, partirà da Palermo, città simbolo perchè teatro di molte aggressioni, una raccolta di firme per avere il sostegno di cittadini e Ordini professionali.

Cerchiamo di diffondere la voce per sensibilizzare tutta la popolazione.

E manteniamo la calma, soprattutto, anche nei momenti più duri.