Revolution Post

L’episodio a Lecce una ragazzina di 12 anni litiga con il suo papà che gli chiede di lasciare lo smartphone , e lei dipendente dello schermo si taglia il polso procurandosi una ferita. La lesione è superficiale ma viene notata dal insegnante che chiede spiegazioni , la bimba racconta il litigio e dello  schiaffo ricevuto. L’insegnante denuncia il caso al tribunale dei minori,  intervengono le autorità che decidono di allontanare la bimba dalla famiglia.

Il genitore un commerciante che lavora tutto il giorno e che già aveva manifestato la sua disapprovazione nei confronti della dipendenza della figlia, dal cellulare chat e social costanti in ogni minuto anche in compagnia delle amiche.

Il gesto della ragazzina fa pensare, per loro è come togliere l’eroina ad un tossicodipendente, ma siamo sempre al solito punto 12 anni bastano per avere un telefonino, perché dobbiamo far crescere così veloci i figli ? per toglierci…

View original post 128 altre parole